Cerca

Cosa sarebbe l'home staging senza Ikea?

by Giovanna Rossi
on Marzo 05, 2014
Visite: 1551

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Abbiamo parlato di home stage tante e tante volte ormai, oggi vorrei condividere una riflessione che coinvolge "nientepopodimeno" che il colosso che ha cambiato per sempre, nel bene e nel male, il nostro modo di intendere l'arredamento, Ikea. Se portare un home stager a Ikea è un po' come portare tuo figlio a Disneyland un motivo ci sarà. 

 

 

Quando si parla di Ikea, come spesso accade per i grandi marchi, le persone si dividono nettamente tra chi la ama e chi la odia. Tra chi vivrebbe tranquillamente nello Store più vicino a casa e chi invece al solo pensiero di montare un mobile se la dà a gambe. Conosco coppie che hanno patti non scritti di gestione delle domenica in negozio e mariti che guadagnano uscite con gli amici sopportando interminabili code alla cassa per accaparrarsi la lampada in offerta. Che poi ovviamente finisce come nella sapiente pubblicità, che uno entra per comprare una lampada ed esce con tavolino e divano. Ma questa è un'altra storia, torniamo a noi.

 

 

 

 

ikea1

 

Qual è la magia che si compie tra le mura gialle e blu del grande colosso svedese? Badate che sono la prima a riconoscocere la grande sovrastruttura di marketing che ci guida tra pentole e tende, soggiorni e camerette, fino al ristorante peggio che il Grande Fratello, ma nonostante le strategie di marketing come se piovesse, Ikea non è un bluff, e non lo è soprattutto se la tua professione è quella dell'home stager.

A Ikea puoi scegliere uno stile e creare un ambiente piacevole, confortevole ed invitante con un investimento assolutamente competitivo. Si va dai mobili base con cui riempire ambienti vuoti all'oggettistica in tutte le sue forme e i suoi colori. Anche questo è un punto interessante. Quante volte capita di dover intervenire su un ambiente in cui è presente un colore di riferimento da valorizzare o sdrammatizzare. Avere a disposizione varianti di un oggetto o stili differenti è un notevole punto di forza. Per non parlare delle decorazioni da parete e dei tessuti, economici e versatili. All'interno di Ikea spesso troviamo l'allestimento per il 90% del nostro target. 

 

IMG 20131111 222511

 

E' chiaro che se dobbiamo dare un tocco particolare e ricercato è necessario uscire talvolta dai binari Ikea, ma sicuramente questa concezione dell'arredamento è ideale per chi deve fare interventi low cost che hanno il compito di rendere la casa accogliente ma non necessariamente di durare. In più per chi si occupa di rendere un ambiente invitante c'è un altro fattore chiave nell'utilizzo di oggetti Ikea. Alzi la mano chi non ha almeno un complemento Ikea in casa... E' facile sentirsi a casa in una casa Ikea!

Il rapporto qualità prezzo è tra i migliori soprattutto in settori come i tessili, l'oggettistica, le piante finte, le candele, tutti i cavalli di battaglia del bravo home stager.

Ah... dimenticavo: mai entrare senza avere una chiara e insindacalmente ferrea lista della spesa!

Buon home staging e/o buon shopping!

 

Presentazione Autore
Giovanna Rossi

Arriva a Solo Affitti dopo diversi anni trascorsi appassionatamente tra arte ed editoria. Una formazione umanistica che segna la sua indole professionale, in cui, a dispetto del ruolo di Responsabile dell'Ufficio Business, regnano creatività e disordine. Si occupa quotidianamente di accordi commerciali, ma coltiva più o meno in segreto le passioni di sempre. Considera questo blog uno splendido strumento per unire l'utile al dilettevole.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Sara

    Confermo. Ikea indispensabile se si vuole fare un allestimento carino, nel quale il cliente possa facilmente identificare, e a costo sostenibile. La lista della spesa è fondamentale, come il budget massimo da spendere, altrimenti si rischia di andare fuori binario!!

  • Grazie Sara del tuo contributo di professionista! Da parte mia è interessante poi vedere come persone diverse riescano ad entrare a Ikea ed uscire con infinite e differenti soluzioni. Spesso negli allestimenti dei colleghi ritrovo oggetti che io non avevo considerato e che al contrario trovo bellissimi contestualizzati. C'è sempre da impare! :)

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
L'Angelo degli affitti a prima vistaL'Angelo degli affitti a prima vista
Angelo Camilleri è un agente immobiliare, ma non uno qualunque. Perché si occupa da anni esclusivamente di affitti nelle agenzie Solo...
Non chiamateli complementi d'arredo!Non chiamateli complementi d'arredo!
Questo articolo nasce da una riflessione, balenatami in testa in treno, al termine di un corso di Affitto a prima vista: cosa sono gli oggetti che...
E luce sia! Poche semplici regole per un E luce sia! Poche semplici regole per un "Affitto a prima vista"
Quanto è importante la luce nella presenzazione di un immobile, quanto conta per creare il famoso effetto "wow" o effetto "affitto a prima...
Cuscini: il fiore all'occhiello dell'home stager!Cuscini: il fiore all'occhiello dell'home stager!
  Cuscini: quadrati, rettangolari, colorati o neutri, griffati e handmade, l’importante è che non manchino! Quando si tratta di home staging...
Camera da letto: istruzioni per l'uso.Camera da letto: istruzioni per l'uso.
L'allestimento della camera da letto fa sicuramente parte dell'ABC dell'home staging e probabilmente per molti home stager la zona notte è anche uno...