Cerca

E luce sia! Poche semplici regole per un "Affitto a prima vista"

by Giovanna Rossi
on Agosto 26, 2015
Visite: 1906

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Quanto è importante la luce nella presenzazione di un immobile, quanto conta per creare il famoso effetto "wow" o effetto "affitto a prima vista"? Come non mi stancherò mai di ripetere l'home staging è una tecnica di marketing immobiliare, che più di altre ha il vantaggio della multisensorialità.

Questo aspetto, che rincorriamo sensa sosta quando scriviamo un testo, quando descriviamo un annuncio o nella descrizione di un immobile davanti ad un cliente, è la caratteristica principale di un allestimento ben fatto. Vista, tatto, udito e olfatto (fino al gusto, ne parleremo poi...) vengono stimolati e concorrono in maniera determinante al raggiungimento del nostro obiettivo (affittare! ma vale anche per la vendita of course!). La luce è sicuramente l'elemento cardine di questo processo.

Un ambiente poco e mal illuminato, oltre ad impedire di vedere adeguatamente gli spazi e l'allestimento, trasmette emozioni negative che influenzano inevitabilmente il nostro potenziale inquilino fino a compromettere la trattativa.

 

danilo3

Foto di Danilo Podo (Solo Affitti Milano Navigli)

 

La luce è fondamentale sia in fase di presentazione dell'immobile attraverso il servizio fotografico, sia nel momento della visita. Quali sono le regole da seguire?

  • Sincerarsi che ci siano le utenze attive, almeno l'energia elettrica!
  • Controllare che nei diversi punti luce ci siano le lampadine, fidatevi... non è scontato! 
  • Illuminare la casa il più possibile: tirare su le tapperelle e accendere tutte le luci (e dico tutte anche le cappe e le abatjour) sono gesti fondamentali.
  • Uilizzare punti luce aggiuntivi e d'atmosfera come le candele.
  • Se possibile scegliere il momento migliore della giornata in cui fare le fotografie e le visite!

Grazie a Ikea e ad altre catene low cost possiamo acquistare lampade e candele a prezzi assolutamenti interessanti, che permettono di caratterizzare un ambiente e dargli quel fascino che può fare la differenza, che farà, anzi, l'effetto Wow!

 

DSC02898-1000

Dove non diversamente specificato le foto a corredo dell'articolo sono di Francesca Greco (Solo Affitti Milano Corso Sempione)

 

Presentazione Autore
Giovanna Rossi

Arriva a Solo Affitti dopo diversi anni trascorsi appassionatamente tra arte ed editoria. Una formazione umanistica che segna la sua indole professionale, in cui, a dispetto del ruolo di Responsabile dell'Ufficio Business, regnano creatività e disordine. Si occupa quotidianamente di accordi commerciali, ma coltiva più o meno in segreto le passioni di sempre. Considera questo blog uno splendido strumento per unire l'utile al dilettevole.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Emanuela

    Gentile Isabella, ma è regolare se ci propongono un contratto di affitto su un immobile in cui ha la resodenza Il figlio del proprietario e noi non spostiamo la nostra residenza?

  • non è regolare considerando che la residenza deve corrispondere ad un indirizzo in cui effettivamente il figlio vive (consideri infatti che quando si fa richiesta di residenza i vigili vengono a verificare). Di solito questa richiesta viene fatta per mantenere le agevolazioni prima casa.

  • Emanuela

    Buonasera,
    io e il mio ragazzo abbiamo trovato un appartamento in affitto che ci piace molto, ci e stato proposto un affitto di 4+4anni con cedolare secca. Unica cosa sarebbe che il proprietario vuole portare la residenza del figlio in quesyo appartamento. Mi chiedocosa comporti a noi che dobbiamo firmare il contratto d'affitto e come possiamo gestire le utenze. Noi non abbiamo ancora deciso de portare o meno la residenza in quanto questa sarebbe solo una situazione provvisoria.
    Ringrazio per la vostra risposta.
    Saluti Emanuela

  • Gentile Emanuela in realtà per voi sarebbe meglio avere la residenza in questo immobile: le tariffe delle utenze sono più basse per residenti e ci sono sgravi fiscali per chi vive in affitto. Quindi sarebbe meglio chiedere al proprietario di non inserire la residenza di un'altra persona.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Ditelo con un fiore (idee floreali per la tua casa)Ditelo con un fiore (idee floreali per la tua casa)
I fiori, immancabile tocco glamour della casa Ci sono quelli appena raccolti, quelli secchi e quelli di seta, grandi e piccoli, colorati o...
Non chiamateli complementi d'arredo!Non chiamateli complementi d'arredo!
Questo articolo nasce da una riflessione, balenatami in testa in treno, al termine di un corso di Affitto a prima vista: cosa sono gli oggetti che...
Terrazzini e balconi: da ripostigli ad angoli di paradiso!Terrazzini e balconi: da ripostigli ad angoli di paradiso!
Qualche settimana fa mi sono recata in vacanza con la famiglia a Copenhagen. Uscire dalle proprie abitudini e dai propri schemi fa sempre un gran bene...
Home staging: 5 luoghi comuni da sfatare!Home staging: 5 luoghi comuni da sfatare!
Sta iniziando a cambiare il mercato immobiliare italiano configurandosi come uno dei fattori in grado di ridestare un ambiente che sembrava ormai...
Cuscini: il fiore all'occhiello dell'home stager!Cuscini: il fiore all'occhiello dell'home stager!
  Cuscini: quadrati, rettangolari, colorati o neutri, griffati e handmade, l’importante è che non manchino! Quando si tratta di home staging...