Seguici su
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube
  • Linkedin
  • Pinterest

Cedolare secca: la guida completa per utilizzarla correttamente - Parte II

Giovedì, 17 Gennaio 2013 12:45 Scritto da 

Seconda parte della guida completa all'utilizzo corretto della cedolare secca: come richiederla e quali vantaggi fiscali offre ai prorpeitari. E soprattutto, quale risparmio per chi la sceglie?

 ..prosegue

3. Come e quando esercitare l'opzione
Il proprietario che decide di optare per la cedolare secca deve
▪ Inviare comunicazione al conduttore: mediante lettera raccomandata, con la quale comunica l'esercizio dell'opzione e rinuncia espressamente alla facoltà di chiedere l'aggiornamento Istat, o aumenti previsti in contratto, a qualsiasi titolo. La circolare E/26 permette di sostituire questo obbligo con una clausola da inserire direttamente nel contratto, nella quale specificare la volontà del locatore di optare per il regime di cedolare secca e rinunciare contestualmente agli aggiornamenti Istat.
▪ Presentare la Comunicazione all'Agenzia delle Entrate: registrazione del contratto di locazione, proroga o risoluzione
▪ Effettuare il versamento dell'acconto e del saldo dell'imposta nei termini previsti
▪ Presentare la dichiarazione dei redditi
▪ In caso di esercizio dell'opzione, quindi, non è dovuta la comunicazione all'autorità di Pubblica Sicurezza (la cd. Cessione di Fabbricato)

L'opzione può essere esercitata anche durante la durata del contratto, in una delle annualità successive alla prima. Tale possibilità è ammessa nel termine di versamento dell'imposta di registro relativa all'annualità per la quale si intende optare per la tassazione sostitutiva, con presentazione dell'apposito modello 69. E' riconosciuta al contribuente la facoltà di revocare l'opzione in ciascuna annualità successiva a quella in cui l'opzione è stata esercitata.
La revoca non esclude la possibilità di optare nuovamente per la cedolare secca, nelle annualità successive, mediante la presentazione del mod. 69 entro il termine del versamento dell'imposta di registro relativa all'annualità

4. Calcolo e convenienza
Le aliquote previste sono
21% per i contratti a canone libero e per i contratti transitori
19% per i contratti a canone concordato 3+2 e i contratti a studenti universitari fuori sede
La base imponibile sarà costituita dall'intero canone di locazione annuo, ovvero il 100% del canone, senza le deduzioni previste.

Esempio: canone di locazione di 540 euro mensile determina un reddito da locazione di 6.480 euro sui quali il proprietario pagherebbe 1361 euro di cedolare per un contratto libero 4+4 e di 1231 euro per un contratto a canone concordato.

L'opzione per la cedolare secca sostituisce:
▪ l'Irpef e le relative addizionali regionali e comunali;
▪ l'imposta di registro e di bollo;
▪ l'imposta di registro sulle annualità successive, proroghe e risoluzioni

La cedolare secca non assorbe
▪ I tributi speciali
▪ L'imposta per garanzie di terzi
▪ In caso di cessione di contratto, l'imposta di registro e di bollo
L'esercizio dell'opzione esclude l'applicabilità dell'aggiornamento Istat
▪ La Circolare E/26 esclude la possibilità di applicare l'aggiornamento Istat pro-quota; ovvero, nel caso di due o più locatori la scelta di un solo locatore per il regime agevolato impone la perdita dell'aggiornamento Istat anche per gli altri locatori
L'analisi di convenienza va fatta caso per caso. La convenienza è tanto maggiore all'aumentare dell'aliquota marginale del contribuente.

Risparmio cedolare secca 2

5. Riferimenti normativi:

  •  Art. 3 del Decreto legislativo 14 marzo 2011, n.23, attuativo del Federalismo Fiscale Municipale, pubblicato sulla G.U. n. 67 del 23 marzo 2011
  • Provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle entrate del 7 aprile 2011,(protocollo n. 2011/55394)
  • Approfondimenti applicativi dell'Agenzia delle entrate: Risoluzione E/59 del 25 maggio 2011, Circolare E/26 del 1 giugno 2011

La normativa nella quale si inserisce l'ambito di applicazione della nuova modalità di tassazione è la seguente:
o Art. 36 e segg., Tuir (determinazione del reddito ai fini Irpef)
o Art.5, Parte i della tariffa, D.P.R. 131/1986 (imposta di registro)
o Legge 431/98 (contratti di affitto a canone libero e concordato)
o D.Lgs 471/1997 (sanzioni in caso di violazione degli obblighi dichiarativi)

 

Per qualsiasi quesito sull'affitto, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.

Commenti  

# Fede 2014-09-16 18:07
Buona sera. Con la mia proprietaria abbiamo stipulato un nuovo contratto con cedolare secca. Per l'esattezza uno a canone concordato. Ben prima della stipula del nuovo contratto io ero morosa di due mensilità (ogni mese pago la mensilità di due mesi prima). Può dopo alcuni mesi dalla stipula del nuovo contratto minacciarmi di sfratto nonostante la situazione sia la stessa precedente alla stipula del nuovo contratto?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-09-16 18:17
Gentile Fede, a prescindere dalla decorrenza del contratto, l'inquilino è moroso dopo un ritardo di 20 giorni nel versamento del canone di locazione. Quindi se è tale la situazione, la proprietaria può sicuramente agire con la causa di sfratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# domenico 2014-09-13 21:46
Gentile Isabella, sono locatore di un immobile e stipulato contratto di locazione 4+4 nel nov/2010. A ottobre 2013 ho inviato a/r all'inquilino e presentato all'agenzia il mod.69 con cedolare secca. Ora alla scadenza dei 4 anni devo presentare il mod. RLI per la proroga dei 4 anni (rinnovo tacito) e nuovamente la cedolare secca? Se ciò va fatto comporta l'invio della raccomandata all'inquilino? Posso farlo in via telematica? grazie in anticipo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-09-14 20:50
Gentile Domenico, deve comunicare all'agenzia delle entrate la proroga del contratto e dell'opzione di cedolare secca, questa operazione può essere eseguita per via telematica; per correttezza può anche inviare la raccomandata all'inquilino.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Andrea 2014-09-05 22:57
Salve, sono proprietario di un appartamento che vorrei affittare ad una persona a canone concordato, però questa persona non intende trasferire la sua residenza nell'appartamen to. So che il Comune in questione (Ravenna) richiede la residenza dell'inquilino per poter usufruire di un'aliquota IMU agevolata, ma per quanto riguarda la cedolare secca posso usufruire della aliquota agevolata al 10% se appunto l'inquilino non ha la residenza? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-09-06 13:05
Gentile Andrea, nel caso delle agevolazioni sul contratto si parla di utilizzo del conduttore quale abitazione principale, il che di solito viene associato ad avere la residenza, ma in effetti si potrebbe usare un immobile stabilmente senza averne la residenza. Ha fatto presente all'inquino che ci sono agevolazioni anche per lui se trasferisce la residenza?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Sebastiano 2014-09-10 21:05
Buonasera dottoressa, ho ricevuto la raccomandata dei miei proprietari di casa ( sono in affitto), dvoe mi comunicano la scelta di passare alla cedolare secca.
Alla lettera devo rispondere o controfirmarla? O devo solo prenderne atto senza produrre loro una risposta scritta?
Grazie
Sebastiano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-09-11 10:21
Gentile Sebastiano non è obbligatorio che lei risponda, può naturalmente informarli di aver ricevuto la comunicazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# cristina 2014-08-11 10:30
Buongiorno, due ragazze senza reddito che hanno affittato un casa a studenti con regime di cedolare secca da ottobre 2013 a luglio 2014.
con il nuovo contratto da settembre 2014 a luglio 2015, possono scegliere il regime ordinario per scaricare le spese sanitarie? in quel caso come si fa la dichiarazione dei redditi del 2014 (periodo cedolare secca e periodo regime normale)
grazie della cortese risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-08-11 13:05
Gentile Cristina, possono farlo andando a pagare l'imposta di registro, comunicando la nuova scelta agli inquilini e all'agenzia delle entrate con apposito modello. In sede di dichiarazione dei redditi andranno riportati nei righi dell'immobile le due scelte relative al periodo, in giorni, di riferimento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ALFREDO 2014-07-21 14:11
Buonasera, dottoressa, devo registrare un fitto per attività commerciale, con decorrenza 01/08/2013, se, gentilmente, mi dice quanto devo pagare per la registrazione tardiva che vorrei effettuare entro fine mese, e, con quali codici per le sanzioni ed interessi.
L'importo del fitto e di € 12.000,00 annuali. Inoltre che marche da bollo bisogna applicare perchè le acquisterei oggi.
Nel restare in attesa, La ringrazio sin d'ora
Alfredo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-21 14:54
Gentile Alfredo la sanzione entro un anno dovrebbe essere del 15% + deve calcolare gli interessi giornalieri. in questo caso il conisglio è di rivolgersi direttamente all'agenzia delle entrate per il calcolo esatto. Nel modello F23 indica nel campo 9 la causale “SZ”; gli interessi devono essere versati con il codice 731T, mentre il codice della sanzione è 671T.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# michele 2014-07-15 12:58
Nel corso del 2013 l'appartamento è stato locato per 8 mesi (da gennaio ad agosto) con regime di cedolare secca (7200 euro annui); poi gli inquilini hanno dato disdetta e a partire da settembre l'appartamento è stato locato a nuovi inquilini con contratto normale senza cedolare (7800 euro annui). Da febbraio 2014 l'appartamento non è più locato, adesso sono in trattativa con dei nuovi inquilini e pensavo di riutilizzare la cedolare secca. Come dovrei comportarmi tra acconti e saldi, o meglio: al 16 giugno ho versato il saldo del contratto con cedolare del 2013 (chiuso al 31 agosto 2013); adesso con Unico sto versando saldo irpef 2013 sulle mensilità prese da settembre a dicembre. Per quanto riguarda l'acconto irpef 2014 so che riguarderà solo la mensilità di gennaio e quindi posso prevedere acconto e saldo su quell'importo. Sulla cedolare ho molti più dubbi: il software dell'agenzia mi calcola acconti a luglio e novembre sulla base del contratto che è già stato chiuso. Non sono in grado di sapere se e quando affitterò l'appartamento nel corso del 2014, ma essendo un contratto nuovo non dovrei versare alcun acconto anche perché cambierà l'importo del canone rispetto al vecchio contratto. Grazie a chi volesse aiutarmi...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-16 15:15
Salve Michele, qualora lei riuscisse a locare l'immobile con cedolare secca nel corso dell'anno 2014 e l'importo delle imposte da versare con cedolare secca su quei canoni (cioè i canone che percepirà nel 2014) fosse superiore a 51,65 euro, allora dovrà versare l'acconto entro il 30 novembre 2014. Ma attenzione, il calcolo di quanto versare a titolo di acconto non si baserà sui canoni percepiti nel 2014, ma sarà determinato (cosiddetto metodo storico) sulla base di quanto da lei percepito in regime cedolare nel 2013 (pagherà il 95% dell'imposta calcolata su quella base). Il resto a saldo, ovviamente con possibilità di compensare qualora il saldo sia a suo favore.
In alternativa ci risulta che lei possa chiedere non tanto di non pagare l'acconto, quanto di calcolarlo con il metodo previsionale, sulla base dei canoni che effettivamente percepirà nel 2014.
Spero di aver reso con sufficiente chiarezza, non è argomento semplicissimo da sintetizzare.
Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-07-14 16:36
Buonasera Isabella,
dovrei affittare un piccolo appartamento e volevo usufruire della cedolare secca. Mi sembra di aver capito che al momento della registrazione non devo pagare nulla e poi dovrei pagare con f24 a Novembre. Il contratto partirebbe dal 1 agosto a €280,00 al mese ma quanto dovrò pagare a Novembre quando saranno passati solo 4 mesi? e l'anno successivo?
La ringrazio anticipatamente e la saluto
Marco
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-14 19:09
Salve Marco, se lo scorso anno l'immobile non era locato o era locato non in regime di cedolare secca per l'anno 2014 l'acconto non è dovuto e pagherà tutto a saldo entro il 16 giugno 2015. Il prossimo anno invece sarà tenuto al pagamento, utilizzando il metodo storico, cioè basandosi sui redditi derivanti dalla locazione dell'immobile tassati con cedolare nel 2014 (1400 euro). Pagherà il 95% dell'imposta dovuta in due tranches: fatti due rapidi conti pagherà 112 euro entro il 16 giugno (in aggiunta a quelli del saldo di quest'anno) e i restanti 168 dell'acconto 2015 entro il 30 novembre 2015, mentre il residuo lo pagherà a saldo entro il 16 giugno 2016.
Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco 2014-07-16 11:12
Grazie mille Isabella, chiarissima e gentilissima.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# nunzia 2014-07-05 08:33
buongiorno Isabella, nel 2010 ho registrato un contratto 4+4 e nel 2013 la cedolare secca con relativi modelli e a/r. Ora alla scadenza dei primi 4 anni (novembre) devo ripresentare la documentazione per la cedolare secca?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-05 14:23
Gentile Nunzia deve ripresentare la documentazione per la proroga dle contratto e quindi anche per la cedolare secca.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Maria 2014-06-25 21:49
Sono una pensionata con presentazione di 730 al Caf entro il 31.5. di oni anno.
In data 1.7.2014 ho optato per la prima volta per la cedolare secca a fronte di canone concordato di annualità pari a €6600 con quota possesso al 50% e quindi con cedolare secca ( al 10% per il periodo di annualità d'imposta dal 1.7.2014 al 31.12.2014) di € 158,03 di acconto (cod.tributo 1841) e saldo di €8,32.(cod.trib uto 1842).Poichè è previsto dall'Ag.Entrate che i relativi versamenti si potranno effettuare l'anno successivo entro il 16.6 mi chiedo se entro il 31.5.2015(anno di presentazione del 730/2015) dovrò
versare con F24 soltanto €158,03 dichiarandolo come acconto nel quadro F "unica soluzione"( in modo che il saldo di €8,32 verrebbe trattenuto in busta paga) oppure indicare nello stesso F24 anche il saldo di € 8,32 nel qual caso non saprei dove andrebbe dichiarato in 730 che non saprei dove dichiararlo in 730? Grazie e cordiali saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-06-26 08:42
Gentile Maria, la modalità da lei suggerita va bene; dal 2015 oltre al saldo le verranno trattenuti anche gli acconti per l'intero 2015.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luigi 2014-06-10 18:57
In data 1.7.2014 ho effettuato la registrazione per proroga fino al 1.7.2016 di un contratto a canone concordato 3+2 stipulato il 2.7.2011, optando per la prima volta per la cedolare secca .In un comunicato dell'Agenzia Entrate leggo che in generale per il primo anno di esercizio della cedolare secca, mancando la base di riferimento dell'imposta dell'anno precedente, si può effettuare il saldo + l'acconto al 16.6.2015.Poich è per il 730/-3/2014 mi sono avvalso del CAF (nella liquidazione mod.730-3 il canone per tutto il 2014 è stato assoggettato a IRPEF e risulta un credito che sarà
applicato nel 2014 in busta paga dal sostituto d'imposta INPS) mi chiedo:
1) se l'importo previsto a saldo+ l'acconto dovrà essere versarlo con F24 (nel qual caso per il saldo non saprei dove dichiararlo nel 730/2015 perché è previsto per cedolare come per IRPEF solo riquadro per1^ rata e 2^ rata o unica soluzione) oppure potrà essere trattenuto dal sostituto d'imposta considerando che entro il 31.5.2015 il CAF avrà già restituito il 730-3/2015?
2).Inoltre è da considerare che nel 2015 poiché il periodo d'imposta non coincide con l'annualità del canone dovrò scindere nel 730/2015 gli importi di canoni assoggettabili ad IRPEF dal 1/1 al 30/6/2015 ed alla cedolare dal 1/7 al 31/12/2015?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-06-10 19:04
Gentile Luigi, il saldo dovrà essere versato entro giugno 2015 sulla quota di reddito da locazione assoggettata a cedolare (quindi dal 01/07/2014 al 31/12/2014) + acconti sul reddito 2015 che possono essere prelevati in busta paga considerando a quel punto l'intero canone annuo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luigi 2014-06-13 21:42
Complimenti Sig.ra Isabella per la puntuale risposta e per l'impegno e professionalità dimostrati nel fornire le risposte!!!
.Mi scuserà per la mia insistenza ma non ho vuto risposta per il punto1) in merito all'individuazi one del riquadro del 730/2015 in cui dichiarare il saldo nel caso dovessi provvedere a versarlo con F24 .Infine ,secondo taluni tributaristi si è del parere che
"" nel 2015 si pagherà il saldo 2014 e gli acconti 2015 e tali importi, salvo diverso conguaglio, saranno trattenuti dal sostituto d'imposta a partire dal mese di Luglio 2015 in caso di presentazione del mod. 730/2015. Diversamente, ovvero in caso di presentazione del mod. UNICO PF 2015, le somme a debito andranno versate tramite mod. F24.Grato e infiniti saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-06-15 18:29
in questo caso parlerà di un'unica soluzione per il saldo con f24 da pagare per il 2015 e da indicare nella stessa dichiarazione dei redditi, mentre da luglio inizierà a farsi calcolare e scalare gli acconti dovuti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Alessandra 2014-06-10 11:43
Buongiorno Isabella,
avrei bisogno di sapere se, avendo affittato un appartamento nel mese di marzo 2014, quando pagare la prima rata della cedolare secca; la devo pagare ora 16 giugno 2014 o entro giugno 2015? ho trovato segnalazioni contrastanti e non capisco cosa fare.
Grazie .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-06-10 12:24
Gentile Alessandra, essendo il primo anno di applicazione della cedolare può scegliere se pagare già a giugno o novembre di quest'anno o rimandare il tutto all'anno prossimo, quando però dovrà pagare saldo + acconti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ALFREDO 2014-06-09 21:18
Gentile sig.ra Isabella,
Forse le riscrivo, perché non sò se la precedente è andata a buon fine?
Il problema è questo: devo effettuare un versamento con F23 per pagare € 168,00 con codice 109T per contratto di comodato gratuito immobile ad uso abitativo e poichè i comodanti sono 2 io e mia moglie, cosa bisogna indicare al punto n. 4 e 5 dei dati anagrafici al punto 4 il mio nome e al punto 5 il nome di mia moglie escludendo il nome del comodatario, oppure è sufficiente indicare al punto 4 uno dei due comodanti e al punto 5 il comodatario, qual è il modo giusto?
Per i contratti di locazione normali l’ufficio richiede anche l’attestazione energetica(APE) in questo caso è necessaria?
In attesa della preziosa risposta a chiarimento, ringrazio anticipatamete, con i più cordiali saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-06-10 09:42
Gentile Alfredo, innanzitutto le nuove imposte sono di 200 euro e non più 168; poi è sufficiente mettere il nome del proprietario e poi uno tra il suo e quello di sua moglie (il primo riportato in contratto). L'ape non deve essere allegata ma vi deve essere consegnata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ALFREDO 2014-06-10 10:06
Gentile sig.ra Isabella,
Grazie per la sua immediata risposta, ma cosa s’intende che l’Ape deve essere CONSEGNATA e non allegata, consegnata a chi?
In attesa, grazie, ancora, con i più cordiali saluti
Alfredo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ALFREDO 2014-06-10 11:46
Gentile sig.ra Isabella,
Mi voglia scusare, ancora, in merito alla mia ultima non avevo letto bene per quanto concerne l’Ape, mi ha scritto…. ma vi deve essere consegnata, ma da chi?
In attesa, grazie, ancora, con i più cordiali saluti
Alfredo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-06-10 12:26
le deve essere consegnata dal proprietario.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ALFREDO 2014-06-09 19:52
Gent.le sig. ra Isabella
Devo registrare un contratto di comodato d'uso immobile uso abitazione principale di cui mia figlia e la comodotaria e essendo l'immobile al 50% con mia moglie il contratto è stato preparato con due Comodanti e il problema è nella compilazione del mod. F23 ai dati anagrafici al punto 4 e 5 devo indicare i nomi dei due comodanti e non essendoci poi spazio escludere il comodatario oppure indicare al punto 4 uno dei comodanti e al punto 5 il comodatario,
Quando andrò all'ufficio per la registazione occorre allegare, come per i contratti di locazione normali anche l'APE.
Resto in attesa e nel ringraziarla sin d'ora per preziose informazioni i più cordiali saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Davide 2014-06-03 12:10
Gentile Isabella, ho già approfittato della sua disponibilità in un altro post del blog, le rinnovo i complimenti per il lavoro che svolge.
Le pongo il mio quesito: ho affittato il mio appartamento, vincolato dalla soprintendenza per i beni culturali, optando per il regime della cedolare secca. Giovandomi della normativa in vigore, non essendoci vincoli temporali per gli affitti degli immobili vincolati, ho sottoscritto un contratto di una durata pari a 27 mesi, dal 01-06-14 al 31-08-16, che è effettivamente il periodo di cui necessita l‘inquilino. Stamane sono stato in agenzia delle entrate per la registrazione e l‘impiegato che ha gestito la mia pratica mi ha vivamente consigliato di mutare la tipologia del contratto perché, optando per la cedolare, secondo il suo parere, per i tre mesi eccedenti i due anni dovrei pagare la cedolare per l‘intera annualità. Ho provato a chiedere approfondimenti ma mi è stato fatto capire che era meglio rivolgersi ad un professionista. Quanto c‘è di vero in tutto ciò?
Grazie ancora.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-06-03 12:36
Gentile Davide, in realtà poichè gli acconti della cedolare vengono calcolati con metodo storico per l'anno in cui ci saranno solo tre mesi di locazione lei calcolrebbe gli acconti sull'intera annualità, potendo poi essere a credito però di quanto non usufruito o potendo tenere buono il calcolo per la nuova locazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Davide 2014-06-03 22:32
Grazie per la rapidissima risposta.
Volendo fare un esempio di pagamento considerato il mio caso come sopra riportato, è corretto affermare che non dovrò versare nulla fino al giugno 2015? Se ho ben capito, nel giugno del prossimo anno dovrò versare saldo della cedolare relativa al 2014 (della quale non ci sono stati acconti, in quanto non esiste storico) e prima rata dell‘acconto relativo al 2015.
Grazie ancora.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-06-04 09:21
Esatto Davide, la sua deduzione è corretta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Vittorio 2014-05-30 19:24
Gentile Isabella,
ho affittato il 01.12.2013 un appartamento con cedolare secca al 21%con canone annuo di 6000 euro e per il 2013 non ho effettuato nessun pagamento.
Quanto devo versare entro quasto mese?, 105 per saldo 2013, 479 per anticipo entro Luglio 2014 e 718 a novembre 2014? Giusto? la ringrazio per la risposta
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-31 14:31
Esatto Vittorio, i suoi conteggi sono giusti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# roberto 2014-05-30 12:01
Dalla normativa che disciplina i contratti di locazione (legge 431/98) si evince chiaramente che la durata naturale delle locazioni di immobili ad uso abitativo è di otto anni, quattro rinnovabili automaticamente per altri quattro. Considerato che di un eventuale risoluzione del contratto durante gli otto anni l’Agenzia verrebbe a conoscenza attraverso la presentazione del modello RLI si ritiene che l'opzione espressa originariamente per la cedolare e rinnovata di anno in anno nel modello Unico esplichi effetti per tutti gli otto anni, senza necessità, una volta decorsi i primi quattro anni, di ri -presentare il modello RLI al fine di esprimere nuovamente l'opzione per la cedolare. Si richiede un parere nel merito.

Si ringrazia in anticipo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-30 12:57
Gentile Roberto, in realtà in occasione delal proroga, quindi allo scadere dei primi 4 anni è necessario riesprimere l'opzione. Si legge, direttamente sul sito dell'Agenzia delle Entrate: "lo stesso modo, si può scegliere la cedolare in sede di proroga, anche tacita, del contratto di locazione sempre entro 30 giorni dal momento della proroga.".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Simone 2014-05-27 16:09
Buonsera Isabella,
prima di disturbare lei ho provato ad informarmi ma non ho trovato risposte. Le spiego brevemente la situazione: mia mamma ha affittato un appartamento a Euro 450 /mese, il contratto e' stato firmato il 20.11.2013 e protocollato il 27.11.2013 dall'agenzia delle entrate.
Ha optato per la cedolare secca, non ha altri redditi in italia e non compila il 730 facendo qualche ora in un negozio in Svizzera (in regola) e pensano loro alla dichiarazioe dei redditi ovviamente sempre all'estero (in quanto risiede entro 20 km dal confine Svizzero).
Volevo sapere quanto e come pagare il 16 giugno come acconto, l'agenzia delle entrate dice di fare il 730 solo per l'affitto, ho chiesto al caf e loro dicono che non va fatto. Se mi puo' rispondere gliene sarei grato eventualmente anche pagando.
Grazie
Simone
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-27 16:39
Gentile Simone, devo confermarle la necessità di procedere con la dichiarazione dei redditi; al 16 giugno sua mamma deve pagare il saldo del 2013 + acconto 2014.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Simone 2014-05-27 17:00
Grazie Isabella, in pratica devo tornare al CAF e farmi fare da loro il calcolo. Mi avevano chiesto di portare la dichiarazione dei redditi Svizzera ma mia madre non ha nulla in mano in quanto fanno tutto i datori di lavoro esteri. Eventualmente pagando puo' farmi lei la dichiarazione ? in caso se puo' rispondermi dovrebbe comparirle la mia mail.
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-27 18:46
Caro Simone ,mi dispiace ma non posso aiutarla direttamente, non sono un commercalista e mi occupo di questo blog in forma gratuita. Magari se cerca l'agenzia Solo affitti più vicina alla sua zona un collega potrà consigliarle un bravo professionista.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Simone 2014-05-27 22:24
Grazie mille per l'aiuto :-)
Buona serata
Simone
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Agnese 2014-05-26 18:58
Gentile Isabella, possiedo un piccolo appartamento con vincolo delle Belle Arti (immagino quindi di poterlo considerare immobile storico) affittato in regime di cedolare secca. Ora , in sede di dichiarazione dei redditi non so se inserire nella colonna 5 del quadro B il codice 3 0 4. La differenza sull'imposta da versare è veramente sostanziale!! Posso optare per la soluzione a me più favorevole?
Grazie infinite
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-27 09:15
Gentile Agnese, la scelta del codice dipende dal tipo di contratto stipulato: 3 se è un contratto libero.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-05-20 13:43
Gen.ma D.ssa Isabella,
la disturbo per chiederle un chiarimento: posseggo un appartamento per il quale ho sottoscritto un nuovo contratto di affitto dal 01/01/14 ad un canone annuo libero (€12.000) inferiore rispetto al precedente concluso al 31/12/13 (che era €13.200).
Il mio sostituto d’imposta ha già precompilato i campi del Quadro B del 730/14 con i dati del vecchio reddito e il Quadro F1 (prima e seconda rata “acconto 2013”) con il 95% del reddito precedente: rate da €1.053 e €1.580.
Non credo di dover modificare il reddito 2013 (Quadro B) ma non dovrei modificare i valori dell’acconto da pagare nel quadro F1 in quanto a giugno e novembre 2014 mi dovranno trattenere di meno?
In altre parole: nei campi del Quadro F1 non va inserito l’importo delle rate d’acconto sull’imposta che devo pagare per il 2014? E quindi su €12.000?
Grazie in anticipo per l’aiuto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-20 13:57
Gentile Marco in realtà in questo quadro riporta gli acconti già versati e quindi relativi al 2013. Provi a verificare nella guida che trova sul sito della agenzia delle entrate.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-05-20 14:11
Grazie mille per la celerissima risposta.
Ok giusto nel Quadro F1 metto ciò che ho già pagato nel 2013.
Quindi ne deduco che anche quest'anno mi tratterranno in busta paga gli stessi acconti dell'anno scorso che però si basavano su un redito maggiore. Non posso evitarlo in qualche modo e pagare gli acconti corretti? Se non fosse possibile, solo in sede di saldo col 730/2015 indicando il nuovo reddito potrò recuperare l'imposta pagata in eccesso?
Grazie ancora.
Marco.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-20 15:47
Diciamo che il calcolo prosegue su metodo storico; naturalmente potrà recuperare poi quanto pagato in più.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-05-21 17:17
Credo di aver trovato: nel F1 metto ciò che ho già pagato nel 2013; invece nel Quadro F6 (colonna 6) è possibile indicare l'importo dell'acconto da trattenere per l'anno in corso se inferiore rispetto a quello dell'anno precedente. Questo in quanto si ritiene di dover pagare un'imposta minore (ad esempio come nel mio caso per minor reddito) rispetto al passato. In tale quadro ho pertanto inserito il 95% dell'importo della cedolare di competenza del 2014.
Per lo meno così viene descritto nelle istruzioni alla compilazione.
Un cordiale saluto e grazie ancora.
Marco.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marisa 2014-05-12 21:43
sto per prendere in affitto una casa a Verona . Avendo la residenza sempre a Verona ma presso una caserma, posso utilizzare la cedolare secca lasciando invariata la residenza? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-13 08:40
Gentile Marisa la scelta della cedolare spetta al proprietario; se optate per un contratto a canone concordato probabilmente le chiederanno di spostare la residenza per usufruire delle agevolazioni previste.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# andrea 2014-05-12 13:12
Salve Isabella,
A settembre 2013 ho affittato il mio appartamento con cedolare secca per 18 mesi ed un affitto di 600eur mensili. A novembre dello stesso anno ho pagato con F24 e codice 1841 un importo di 342eur, avendo calcolato erroneamente tre mensilità anziché quattro (aliquota al 19%).
Ora che a giugno c’è da pagare l’anticipo per il 2014, vorrei sapere:
-Come devo comportarmi per rettificare l’errore del 2013?
-Ho usato correttamente il 19% per il 2013? Avevo letto (non ricordo dove) che era valida per i comuni ad alta densita’ abitativa (Firenze) ma ora sul sito dell’agenzia delle entrate vedo solo il 21%
-Quale sarà l’aliquota per il 2014?

La ringrazio in anticipo per il prezioso supporto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-12 14:42
Gentile Andrea in realtà per i contratti transitori l'aliquota è sempre del 21%; quindi ora pagherà il saldo sul 2013 con i calcoli giusti, così come terrà presente questa aliquota per il 2014.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# andrea 2014-05-12 16:31
Citazione Isabella:
Gentile Andrea in realtà per i contratti transitori l'aliquota è sempre del 21%; quindi ora pagherà il saldo sul 2013 con i calcoli giusti, così come terrà presente questa aliquota per il 2014.


Grazie per la pronta risposta Isabella.
C'e' una penale da pagare per il ritardato pagamento? Se si' quanto?
Grazie mille
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-12 20:16
i ritardi sul versamento del saldo sono con multa dello 0,40 entro il 16 luglio con ravvedimento operoso; mentre per il resto vale quanto previsto per la tardiva registrazione: Tardivo versamento dell’imposta: 30% dell’imposta versata in ritardo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Federica 2014-05-02 20:13
Gentilissima Dottoressa,
ho affittato un appartamento nel 2010 con contratto 4+4 a canone libero. Quest'anno vi sarà il rinnovo tacito. Posso passare alla cedolare secca? E nel rifare il contratto posso aumentare il canone di locazione? Ancora grazie
Buona sera
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-02 20:49
Gentile Federica, nel momento della proroga può passare al regime di cedolare inviando regolare raccomandata e comunicando all'agenzia delle entrate con appositi moduli; se è una prorpoga, però, non può aumentare il canone.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# federica 2014-05-03 01:49
Grazie mille per la risposta. Quindi appena scadono i primi 4 anni posso passare alla cedolare secca ma non posso chiedere alcun aumento del canone. Ho capito bene? Ancora grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-03 10:20
Esatto Federica; mantenendo lo stesso contratto non è possibile variare il canone.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Federica 2014-07-04 18:07
Buon giorno, il mio proprietario mi ha proposto di passare alla cedolare secca. Ma ormai il contratto si è rinnovato. Come può farmi il nuovo contratto a canone concordato? Per me è svantaggioso?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-04 18:30
Gentile Federica, se il contratto si è rinnovato e comunque dovete modificarlo sostanzialmente , allora dovreste risolverle quello attuale e stipularne uno nuovo a canone concordato con cedolare secca. per lei il vantaggio potrebbe esserci in un canone più basso, nessuna imposta di registro e niente aggiornamento istat.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Federica 2014-07-04 20:23
La ringrazio sempre per la disponibilità. Ma in ogni caso serve la mia autorizzazione. Lei mi ha detto che ha fatto tutto e deve portami il contratto nuovo. E' possibile? Non devo firmare?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-05 14:17
Deve certamente firmare e deve essere d'accordo, quindi sarebbe stato più corretto avvisarla prima.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# achille 2014-05-01 20:21
Gent.ma sig.ra Isabella,
Ho registrato un contratto di locazione opzione cedolare secca
01/04/2014.vorrei sapere se devo dichiarare quet'anno o l'anno prossimo sul 730 l'avvenuta registrazione . l'affitto e di 175 € mensili posso pagare l'acconto che dovrebbe essere (9/12) di 126€ con f 24 o direttamente con il 730? se si come ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-02 09:27
Gentile Achille, la dichiarazione nella quale indicare tale scelta è quella dell'anno prossimo; mntre l'acconto può scegliere se pagarlo quest'anno o pagare tutto l'anno prossimo con saldo + nuovo acconto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# federico 2014-04-24 01:54
Gentile dott.ssa
per prima cosa le facci i miei complimenti per la pazienza e tenacia che ha nel rispondere a tutti inoltre con la presente a chiedereLe quanto segue:
vorrei affittare un appartamento con cedola secca "concordata", ho letto che il prezzo dell'affitto viene fatto in base ad accordi sindacali, ma quindi mi devo per forza rivolgere a loro per sapere a quanto posso affittarlo ?
Grazie di un sua risposta
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-04-24 10:59
Gentile Federico, potrebbe rivolgersi alle associazioni di categoria solo per ottenere copia dell'accordo, che può trovare anche direttamente in internet e spesso negli uffici comunali.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-04-23 17:55
Buonasera, alcuni mesi fa ho stipulato un contratto di locazione a canone concordato (io sono il locatore). Abbiamo scelto l'opzione della cedolare secca e l'agenzia immobiliare l'ha inserita nel contratto senza però indicare esplicitamente la rinuncia all'adeguamento istat. Soltanto alcuni giorni fa ho sentito che l'espressa rinuncia all'adeguamento del canone è condizione indispensabile per l'opzione cedolare secca. Considerato che nel contratto non è stato previsto l'adeguamento istat (e quindi il canone resterà invariato per la durata del contratto 3+2) posso comunque ritenermi in regola?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-04-23 18:03
Gentile Marco può ritenersi in piena regola; il probelma potrebbe sorgere solo nel caso in cui in una delle annualità successive dovesse tornare al regime irpef, allora non essendoci l'aggiornamento istat da contratto non potrebbe richiederlo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Mario 2014-04-15 13:11
Buongiorno,
ho un appartamento a Chieti affittato a studenti con contratto a canone concordato per parte di unità immobiliare della durata di un anno stipulato il 1/10/2013 con scadenza 30/09/2014 con opzione cedolare secca (canone annuale di 2000 euro). Non riesco a capire quanto e quando devo pagare es.
- solo i primi 3 mesi al 10% (quindi 50 euro?)
- anche il 2014?
- è giusta l'aliquota al 10%?
Inoltre nel modello 730 cosa devo dichiarare? mi sembra di aver capito nulla considerando la cedolare secca.
Grazie per la disponibilità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-04-15 15:03
Gentile Mario, l'aliquota agevolata al 10%è valida a partire dal 2014; mentre pe ril 2013 applicherà quella del 15%. In sede di dicihiarazione dei redditi dovrà indicare il possesso dell'immobile e la scelta della cedolare e versare il saldo sul 2013 e l'acconto 2014.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Mario 2014-04-15 15:34
Grazie per la risposta. Quindi se ho ben capito devo pagare 75 euro per il 2013 (3 mesi con aliquota al 15%) e 150 euro per il 2014 (9 mesi con aliquota al 10%). A questo punto onde evitare ulteriori calcoli potrei pagare una sola volta 225 euro. Mi corregga se sbaglio. Grazie ancora per la disponibilità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-04-15 16:57
I calcoli sono esatti; per gli acconti provi a verificare con il comemrcailista la soluzione migliore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ALFRED 2014-03-27 11:27
Gentile Dottoressa,
è possibile fare un contratto a cedolare secca per un locale uso commerciale
In attesa, grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-27 14:05
No Alfred, la cedolare secca si applica solo sugli immobili abitativi concessi in locazione per uso abitativo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-26 12:20
Gentile D.ssa Isabella, sto sottoscrivendo un contratto di locazione per un posto letto. Con il proprietario abbiamo concordato la cadolare secca ma nella bozza che mi ha inviato non ha inserito la clausola per la cedolare secca ma quelle sull'aggiorname nto istat e le spese di registro. Chiedendogli spiegazioni mi ha detto che prima della stipula del contratto mi invierà una raccomandata con la quale mi comunica la scelta della cedolare che andrebbe ad annullare le clausole nel contratto. Secondo me non ha molto senso ma lui mi ha confermato che è giusto così e in questo modo potrà decidere in futuro di tornare al regime ordinario. Volevo chiederLe un parere. Grazie mille Isabella
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-26 12:35
Gentile Isabella, quanto comunicato dal suo prorpeitario è corretto; non è la procedura più semplice ma va bene. Quindi dovrà semplicemtne accertarsi che le venga recapitata la raccomandata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giacomo 2014-03-25 11:20
Gentile Dottoressa
Ad aprile 2010 ho stipulato un contratto d'affitto a canone libero 4+4, registrandolo solo a mio nome anche se l'appartamento è cointestato al 50% tra me e mia moglie. Le tasse le paghiamo al 50% tra me e mia moglie sulle rispettive dichiarazioni dei redditi. Ad a aprile 2014, nel momento del rinnovo tacito, vorremmo passare alla cedolare secca. I quesiti che voglio porgerle sono questi:
- Dobbiamo inviare al locatore due raccomandate distinte, un per me ed una per mia moglie?
- Dobbiamo compilare io e mia moglie due distinti modelli 69, facendo riferimento allo stesso numero di registrazione del contratto, anche se questo è intestato solo a me?
- Non dobbiamo più pagare le tasse di registrazione dovute al momento del rinnovo?
- La cedolare secca va pagata contestualmente ai versamenti irpef con la dichiarazione dei redditi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-25 13:13
Gentile Giacomo per la raccomandata così come per il modello 69 basta un solo adempimento; nel modello 69 riportate entrambi i nomi e la percentuale di possesso; nella racomandata indicate entrmabi cone proprietari. Non pagherete più l'imposta di registro e la cedolare pe ril primo anno può essere pagata come saldo a giugno del prossimo anno o con i due acconti a giugno e novembre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Teresa 2014-03-21 11:27
Gent.ma Dott.ssa Isabella,
premetto che io sono in possesso del codice PIN per l'accesso ai servizi telematici Fisconline dell'Agenzia delle Entrate, la mia domanda è se posso effettuare la registrazione telematica di un contratto di locazione per conto di una mia amica non essendo io una professionista e se sì posso inviarla direttamente a suo nome o devo compilare il riquadro di impegno alla presentazione in via telematica?
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-21 11:49
Gentile teresa, gestendo la cosa direttamente con Rli on line dovrebbe riuscire ad inserire direttamente il nome della sua amica e quindi il realtivo conto corrente (che deve essere sempre quello della sua amica) per eventuali pagamenti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Michele 2014-03-19 08:57
Buongiorno, al termine del primo anno di un canone concordato (3+2) in cui si è optato per la cedolare secca, va fatta qualche comunicazione all'ag delle Entrate nel caso si intendesse continuare ad utilizzare questa opzione (cedolare secca)? Grazie

Michele
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-19 11:28
Gentile Michele, nessuna ocmunicazione; la scelta va confermata con versamento acconto e devita compilazione della dichiarazione dei redditi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Max 2014-03-17 22:24
buonasera isabella.
ho affittato il mio appartamento con contratto transitorio da marzo 2013 fino a marzo 2015 in regime di cedolare secca. Quando e quanto devo pagare nel 2014?
grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-17 22:36
Gentile Max, se non ha pagato acconti nel 2013 ora dovrà a giugno pagare il saldo intero sul 2013 e la prima parte di acconto (il 40% del 95% dovuto) per i redditi 2014.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Max 2014-03-24 21:11
Citazione Isabella:
Gentile Max, se non ha pagato acconti nel 2013 ora dovrà a giugno pagare il saldo intero sul 2013 e la prima parte di acconto (il 40% del 95% dovuto) per i redditi 2014.


buonasera isabella.
per la cedolare secca, sul 730 devo indicare l'importo che ho percepito su base giornaliera, mentre in realtà lo ho percepito su base mensile. come mi devo comportare?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-25 09:24
Gentile Max a giugno deve pagare il saldo sui redditi 2013 eil primo acconto per il 2014; il secondo lo dovrà versare a novembre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# SARA 2014-03-15 23:32
Gent.ma Isabella ho stipulato un contratto per studenti fuori sede per 1 anno dal 1/2/2014 con rinnovo di 1 anno e opzione cedolare secca. Ho scelto di pagare la cedolare con metodo storico nel 730/2015, relativo ai redditi del 2014. Dopo il 730/2015 gli importi relativi alla cedolare entreranno nel mio CUD, ma tali importi saranno automaticamente adattati ai mesi di locazione ? Es. 11 mesi per il 2014-12 mesi per il 2015 e 1 mese per il 2016? oppure devo fare delle comunicazioni al sostituto o semplicemente conguagliare nei 730 successivi?
Infine se nel 2016 dovessi stipulare un nuovo contratto ad esempio da aprile 2016, in tale anno pagarei la cedolare solo del primo contratto in scadenza per 1 mese? Grazie. Mi scuso della mia pochissima conoscenza della materia, ma è la prima volta che mi cimento in questi discorsi e mi piace imparare. Grazie infinite
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-16 12:46
Cara Sara, in realtà direi che ha già le idee ababstanza chiare e quindi pagando gli acconti lei pagherà per l'intero anno quando è coperto tutto; se ci sono variazioni che intercorrono durante l'anno vanno ricompensate nella successiva dichiarazione. Quindi nel 2015 l'acconto potrebbe essere versata per il 2016 coprendo già un eventuale nuvo contratto, salvo diversa scelta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Teresa 2014-03-13 12:53
Gent.ma Dott.ssa Isabella,
dovendo preparare un contratto di locazione con opzione della cedolare secca, volevo sapere se comunque bisogna inviare la lettera al conduttore o essendo già indicata nel contratto non è necessaria questa procedura.
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-13 14:48
Cara Teresa, se indicata in contratto non è necessario inviarla.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Teresa 2014-03-13 19:21
La ringrazio per il chiarimento, sempre gentilissima.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# giuseppe 2014-03-08 19:37
Buonasera, vorrei cortesemente sapere nel caso di due locatori che vogliono scegliere la cedolare secca per un contratto in corso, basta inviare una sola raccomandata a firma di entrambi o bisogna necessariamente inviarne due? Dopodiché usiamo il modello RLI per la comunicazione all'agenzia?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-08 21:34
Gentile Giuseppe, va bene anche una sola raccomandat afirmata da entrambi; corretto anche l'utilizzo del modello RLi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# giorgiana 2014-03-06 10:41
Gentile d,ssa, vorrei chiederle chiarimenti circa la possibilità di commutare un contratto da canone libero (4+4) sottoscritto a gennaio 2013, in contratto a canone concordato, Premetto che l'unità abitativa è arredata ed è situata nel comune di Roma. Il contratto è stato regolarmente registrato all'Agenzia delle Entrate nel gennaio 2013 con mod. 69. Essendo la città di Roma compresa nei comuni che consentono tale facoltà ed essendo il canone mensile, peraltro concordato con l'inquilino, abbastanza basso (600,00 euro ) ed alla luce dell'attuale regime fiscale più conveniente con il contratto a canone agevolato, mi chiedevo se posso disdire il contratto in corso (credo che devo aspettare alla fine del 2014) per poi sottoscrivere altro contratto da registrare al 2.1.2015. Tutto questo in accordo con l'affittuario. La prego di fornirmi chiarimenti in merito e, eventualmente, da chi posso andare per essere aiutato nella compilazione degli atti. La ringrazio anticipatamente .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-06 13:16
Cara Giorgiana, la procedura indicata è quella corretta: occorre registrare la risoluzione antcipata del vecchio contratto e registrare il nuovo contratto , a questo punto perchè aspettare se siete in accordo? per assistenza nelle pratiche può consultare una nostra agenzia in zona, trova qui l'elenco www.soloaffitti.it
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Simone 2014-03-02 19:19
Salve Isabella, sono propietario di un immobile che ho affittato con regolare contratto di 4+4 con opzione cedolare secca registrato nel maggio 2013, ora volevo sapere, l'acconto della cedolare secca mi e' stato trattenuto nella busta paga di novembre, e il saldo immagino a luglio di quest'anno o sbaglio? ma la domanda è, a maggio devo provvedere a registrare nuovamente il contratto o siccome e un 4+ 4 con opzione cedolare secca non devo far nulla??
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-03 09:15
Gentile Simone, se intende rimanere con il regime di cedolare secca allora non dovrà fare nulla, a parte acconti, saldo e dichiarazione dei redditi come già fatto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Simone 2014-03-03 09:24
La ringrazio per la risposta, buona giornata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Max 2014-02-24 12:48
buongiorno isabella.
ho affittato un appartamento in regime di cedolare secca con scadenza marzo 2015 ed ho la residenza presso questo appartamento.
devo spostarla per poter usufruire della cedolare secca?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-24 14:47
Gentile Max, in realtà dovrebbe spostarla perchè se l'ha concessa in affitto eveidentemente risiede in un'altra abitazione; ma non è un obbligo che riguarda la cedolare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-13 14:53
Salve, in data 5/11/2013 ho affittato il mio appartamento specificando come canone mensile 550 euro + 50 euro come contributo spese condominio. L'agenzia mi ha registrato il contratto mettendo come valore dichiarato 7.200 euro mentre secondo me andava dichiarato 6.600 (550 x 12). Chi ha ragione ?
grazie mille
Marco
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-13 16:37
Gentile Marco,
ha ragione lei, le imposte vanno pagate solo sulla parte di canone, non sulle spese.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-19 15:01
Citazione Isabella:
Gentile Marco,
ha ragione lei, le imposte vanno pagate solo sulla parte di canone, non sulle spese.


Grazie per la risposta ma ora come mi devo comportare? devo comunicare all'agenzia delle entrate qualcosa?

Marco
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-19 16:10
Dovrebbe comunicarlo all'agenzia delle entrate e capire con loro come farsi riconoscere una nota di credito.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-21 15:37
Assurdooo, ho scritto all'agenzia delle entrate e leggete cosa mi hanno risposto in merito:Testo risposta:
Gentile sig. Marco, nei contratti di locazione di beni, ai fini dell'imposta di registro, la base imponibile è costituita dall'ammontare dei corrispettivi in denaro pattuiti per l'intera durata del contratto: fra questi vanno ricompresi, oltre al canone di locazione, anche tutti gli oneri di qualunque natura che a qualsiasi titolo il conduttore si sia assunto, infatti, come previsto dalla Risoluzione del 09/03/1976 n. 410 - Min. Finanze - Tasse e Imposte Indirette sugli Affari, che qui Le riporto: "...nell'imponi bile dei contratti di locazione di beni ai fini dell'imposta di registro, devono comprendersi, se previsto nell'atto, anche le somme dovute al locatore a titolo diverso dal canone. Tale orientamento, che l'Amministrazio ne aveva adottato anche con le disposizioni del R.D. 30 dicembre 1923, n. 3269, trova attualmente il suo fondamento giuridico nel precetto contenuto nell'art. 41, primo comma, punto 7), del D.P.R. 26 ottobre 1972, n. 634, che ha recepito, senza sostanziali innovazioni, la precedente normativa in materia.
Questa disposizione, nella cui previsione rientrano anche i contratti di locazione, stabilendo che la base imponibile e' costituita dall'ammontare dei corrispettivi in danaro pattuiti per l'intera durata del contratto, non consente di esentare dal tributo le spese condominiali, di portierato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-21 15:38
di riscaldamento e simili, accollate, con clausola espressa, al locatario, ciò in quanto le stesse costituiscono accessori della locazione.
Del resto è interpretazione pacifica che, per i contratti di locazione, nell'ampio concetto di corrispettivo devono comprendersi non solo i canoni veri e propri, ma anche gli altri oneri di qualunque natura che, a qualsiasi titolo, il conduttore si sia assunto" .
Pertanto, nel caso di specie, anche se con opzione per la cedolare secca, la base imponibile per il calcolo dell'imposta sostitutiva è da considerarsi al lordo delle spese condominiali.
Si ritiene pertanto corretto il comportamento adottato dall'agenzia immobiliare.
Cordiali saluti


La presente risposta non è resa a titolo di interpello ordinario ai sensi dell'art.11 della legge n.212 del 2000, bensì a titolo di assistenza al contribuente ai sensi della Circolare Ministeriale n.99/E del 18/05/2000.

Agenzia delle Entrate
Centro di Assistenza Multicanale di Pescara
Contact Center
IL DIRETTORE
Tiziana Capaldo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-21 18:43
a questo punto se l'inquilino è d'accordo potrebbe rifare il contratto indicando spese generiche, che comunque andrebebro corrisposte dall'inquilino.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Jessica 2014-02-13 14:11
Buongiorno Isabella,

vorrei sapere:

è tenuto sapere a me come conduttore (inquilino) sapere se il proprietario utilizzerà o meno la cedolare secca?
Non vorrei incombere in aumenti ISTAT e se stipulata la Cedolare Secca questo non accadrebbe, neacnhe per l'aumento del canone d'affitto? Corretto?

Purtroppo questo è a libera scelta del locatore, quindi con un contratto 4+4 cosa devo aspettarmi? L'aumento ogni anno? Se si per ISTAT e canone di locazione?

Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-13 14:38
Gentile Jessica, è una condizione essenziale per poter applicare la cedolare che il proprietario informi l'inquilino. Quindi lei deve saperlo. se applica la cedolare non potrà chiedere l'aggiornamento istat; altrimenti sì se previsto in contratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Jessica 2014-02-13 18:30
Grazie per la risposta Isabella, ma io posso richiedere che venga attuata e messa per iscritto nel contratto per mio volere, per evitare innalzamenti del canone e ISTAT?

Poi lui mi manderà raccomandata etc..etc..

GRazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-13 18:42
Certo, anzi solitamente si procede già con l'indicazione in contratto se si tratta di una nuova stipula,
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Jessica 2014-02-18 21:38
Ciao Isabella,

ho ricevuto il contratto prima di procedere alla firma, volevo darci un'occhiata. La voce della cedolare secca è espressa. Devo ricevere comunque la raccomandata o non è necessaria?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-19 09:34
a questo punto non è necessaria; se eventualemente nel corso della locazione il proprietario cambiasse idea e volesse tornare al regime irpef allora dovrà mandarle una raccomandata per informarla.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# giuseppe 2014-02-07 20:00
buonasera dottoressa siamo 2 fratelli ereditari di un appartamento decidendo di versare ai genitori l'affitto ,pagando noi le tasse. Chiedevo con la legge di stabilità sulla tracciabilità possiamo mettere l'iban dei genitori?Cosi da evitare spese dei vari bonifici da effettuare .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-08 08:49
Gentile Giuseppe, potete inserire l'iban dei vostri genitori, l'importante è la tracciabilità del pagamento che dev fare riferiemento al contratto nei quali risultate come locatori.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Monia 2014-01-25 10:56
Buon giorno,
vorrei trasformare il mio contratto di locazione agevolato 3+2 con l'opzione a cedolare secca.
Può gentilmente indicarmi la procedura da seguire?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-25 15:41
Gentile Monia, in occasione della scadenza annuale dovrà inviare raccomandata all'inquilino e presentare il modello 69 presso l'agenzia delel entrate; poi decidere se pagare gli acconti o formalizzare il tutto nella prox dichiarazione dei redditi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# roberta 2014-01-24 13:06
Buongiorno, ho una domanda in merito all'invio della raccomandata per avvisare l' inquilino sulla cedolare secca.
In accordo con l'inquilino, ho inviato la raccomandata presso l'abitazione dei suoi genitori (sempre intestandola a suo nome) perchè nell'abitazione che gli ho dato in affitto, dove ha la residenza, si assenta con frequenza e non c'è un portiere. Onde evitare di costringerla a dover andare alla posta per il ritiro ci siamo accordati appunto per inviarla presso i suoi genitori (sempre a roma). La mia domanda è se va bene, oppure se possono esserci problemi. Ho chiesto indicazioni a persone che dovevano essere competenti ma ho ricevuto due risposte diverse, una che non ci sono problemi, l'altra che il fisco potrebbe farmi problemi. E' questo uso del condizionale che mi lascia perplessa. La ringrazio molto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-24 13:11
Gentile roberta, in realtà nel momento in cui l'inquilino la riceve e si dice informato non ci sono più problemi; l'unica contestazione infatti potrebbe derivare da lui.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# roberta 2014-01-24 13:19
Quindi, nel momento in cui l'inquilino firma e mi ritorna il cedolino dell'avvenuta ricezione, anche se l'ho inviata in cina la raccomandata, per il fisco va bene! La ringrazio tantissimo mi è stata veramente utile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gino 2014-01-23 12:57
Gentilissima sig.ra Isabella.......
Vorrei fare, dal 1°marzo 2014 un contratto transitorio di due anni (per motivi di lavoro), optando per la cedolare secca al 21%.
Ma , non avendo altro reddito, oltre a quello relativo all'affitto di questo appartamento, ed avendo il mutuo prima casa da scalare....... ciò sarà possibile ? e, come posso fare ?
La ringrazio comunque...anticipatamente
Gino Alexander
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-23 16:38
Gentile Gino, il contratto transitorio ha una durata massima di 18 mesi; è possibile applicare la cedolare secca al 21% sul reddito guadagnato; a questo punto deve presentare regolare dichiarazione dei redditi, ma le detrazioni degli interessi passivi non sono detraibile dalla cedolare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Nicolò 2014-01-20 11:01
Buongiorno, vorrei un'informazione in merito all'invio con SIRIA di un contratto con cedolare secca, l'immobili locato ha 5 cotitolari solo che siria me ne fa inserire massimo tre, come posso fare?
Grazie per la collaborazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gino 2014-01-23 17:17
Grazie infinite per la sua disponibilità e sollectudine....
Se quindi, non posso detrarre gli interessi passivi, è obbligatorio comunque presentare la denuncia dei redditi ?
Non posso solo pagare la cedolare secca ?
A questo punto mi conviene la registrazione del contratto tradizionale......
grazie ancora gentilissima isabella.
Gino
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-24 09:35
avendo un reddito da fabbricato superiore a 500 euro, deve presentare la dichiarazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# salvatore 2014-01-19 19:54
Citazione Teresa:
Ok, grazie mille.

devo registrare un contratto di locazione e sono indeciso se optare per la cedolare secca.canone annuale 4800 € quando si
versa l'acconto e il saldo con f24. gli acconti sono due + il saldo
o l'acconto e il saldo e in quale data devo fare il versamento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-20 11:22
Gentile Salvatore, per il rpimo anno di applicazione di cedolare versare gli acconti è una facoltà; in ogni caso sarebbe il 95% di quanto dovuto di cui il 40% da versare entro giugno e il 60% entro novembre; saldo entro giugno anno successivo con F24.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# antonio 2014-01-16 07:34
Gentile signora, ho affittato un appartamento con contratto 4+4 il 1 gennaio 2013 a 5.400 euro annuali. Vorrei sapere:
- Conviene entro il 31 gennaio di questo anno passare alla cedolare secca considerato che prendo anche una pensione di 10.300 euro l'anno?
- Se è per me conveniente, cosa devo fare per passare alla cedolare secca? Devo compilare il modello 69 e presentarlo all'Agenzia delle Entrate? Il contratto originario rimane inalterato? C'è da pagare qualche cosa?
Grazie
Antonio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-16 09:23
Gentiel Antonio, la convenienza della cedolare consiste nel poter sicurametne pagare meno tasse rispetto all'irpef; dal versamento della cedoalre non è possibile perà portare in detrazione eventuali sconti irpef; quindi se lei avesse tali agevolazioni potrebbe non essere conveniente. Se non c'è questa situazione per passare a cedolare deve presentar eil modello 69, inviare la raccomandata al suo inquilino e indicarlo nella prossima dichiarazione dei redditi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# antonio 2014-01-17 07:34
Gentilissima signora Isabella, grazie per la sollecita risposta. Ma se frattanto di qui alla prossima dichiarazione l'adeguamento ISTAT aumentasse? Cosa intende per sconti Irpef? la possibilità di dedurre spese mediche, scontrini farmacie e ogni tipo di deduzione fin adesso deducibile?
Grazie
Antonio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-17 09:20
Lei può scegliere di anno in anno il regime più conveniente; le detrazioni irpef sono tutto il credito eventuale a cui avrebbe diritto che non potrebbe essere scontato dalla cedolare; provi con il suo commercialista a capire se è un credito di cui normalmente può disporre o meno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ALFRED 2014-01-14 18:41
Ho stipulato un contratto di locazione commerciale in data 08/01/13, poichè il canone di affitto è di € 2.400,00 annuali, ho versato con mod. F23 al cod. 115T € 67,00, cioè l'importo mimimo, ora in vista della scadenza per poterlo rinnovare ed essere in regola, cosa devo versare con il codice 112T € 48,00 o attenermi sempre al minimo quindi versare altri € 67,00.
Attendo una tua gentile risposta, grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-14 18:59
Gentile Alfred, al rinnovo pagherà la cifra effettiva, quindi 48 euro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luca 2014-01-14 01:18
Salve, ho affittato dal primo di gennaio 2014 la mia casa a Bologna con contratto a cedolare secca 3+2. Per me è la prima volta e non sono molto pratico. Ci sono limiti per la quota del canone mensile d'affitto in questa città usando la cedolare secca 3+2? E il reddito dell'inquilino può avere "ripercussioni" in qualche modo sulla quota d'affitto? Se si, meglio allora aggiungere nel contratto d'affitto i nomi di altri affittuari che risiedono nella casa o è indifferente? Grazie 1000 se riesce a rispondere :)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-14 09:49
Gentile Luca, ci sono limiti dettata dalle fasce di oscillazione dei valori previsti dagli accordi locali che trova anche nel sito del comune di Bologna http://www.comune.bologna.it/casa/servizi/8:6440/
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# luca 2014-02-05 20:35
Grazie davvero! Proprio quello che mi interessava sapere.
N.1!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# michele 2014-01-12 20:08
Ho acquistato casa con conduttore con contratto in essere tipo transitorio. Posso fare il subentro al vecchio proprietario mantenendo invariate le condizioni contrattuali ? Dovendo cambiare il regime di tassazione dal precedente proprietario( da IRPEF) al regime di tassazione a cedolare secca, posso farlo contemporaneame nte al subentro ? Per l'ufficio delle entrate e' valido sempre il vecchio contratto ?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-12 20:54
Gentile Michele, lei subentra automaticamente nel contratto; può scegliere il nuovo regime in occasione della comunicazione di subentro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# katia moda 2014-01-12 08:56
Ciao gentilmente vorrei sapere se avendo io un contratto con cedolazione secca rientro nel fare la domanda di integrazione sul canone di locazione.....l a posso fare grazie anticipatamente ...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-12 15:42
Gentile Katia, certo che può farla; la scelta del regime fiscale poi è del prorpeitario e non dell'iqnuilino, quindi non incide.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giancarlo 2014-01-10 14:35
Buongiorno Dottoressa,
sono in procinto di affitare un immobile a canone libero avvalendomi della cedolare secca. Dal 1° marzo prossimo inizierà il contratto di affitto. In quale anno dovrò pagare la cedolare secca? Nel 2014 o nel 2015? In sostanza si deve pagare sempre l'anno successivo a quello riferimento o nel medesimo anno? Spero di essermi spiegato. Grazie per quanto vorrà farmi sapere.
Giancarlo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-10 15:23
Gentile Giancarlo, il primo anno può scegliere se pagare o meno gli acconti entro giugno e novembre 2014 quindi; oppure partire dal 2015 con saldo + acconti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Teresa 2014-01-10 11:24
Gent.ma Sig.ra Isabella,
torno a proporLe un altro quesito: il mod. 69 per risoluzione di contratto con cedolare secca può essere inviato per raccomandata con R/R oppure e obbligatorio consegnarlo a mano presso l'Agenzia delle Entrate?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-10 12:04
Cara Teresa, può mandarlo con raccomandata tranquillamente (con copia di un documento); secondo le ultime indicaizoni è possibile farlo anche tramite posta e mail certificata (PEC).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Teresa 2014-01-10 12:17
Grazie infinite, gentilissima.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Alfonso 2014-01-09 20:04
Gent.ma dott.ssa,
Le chiedo se è possibile optare per la cedolare secca relativamente ad un contratto di locazione uso abitativo della durata di due anni rinnovabile di altri due anni.
La ringrazio per la sua cortese diponibilità e colgo l'occasione per augurarle un sereno anno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-10 09:02
Gentile Alfons, grazie e buon 2014 anche a lei. L acedoalre è applicabile su qualsiasi tipo di contratto ad uso abitativo stipulato tra privati; il problema è che il contratto di due anni + 2 non è regolare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Teresa 2014-01-09 19:00
Gentilissima Isabella,
riguardo alla cedolare secca volevo sapere se, dopo aver revocato l'opzione per la cedolare, volendo ripristinarla all'inizio della nuova annualità locativa, devo nuovamente inviare la raccomandata all'inquilino pur avendo eseguito regolarmente l'adempimento con la prima adesione all'opzione.
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-09 19:06
Gentile Teresa,
confermo che sarebbe necessaria la comunicazione; in modo da avere traccia scritta di aver informato il suo inquilino.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Teresa 2014-01-09 19:11
Ok, grazie mille.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Fabio 2014-01-08 15:54
Gentile Isabella, ho dato in affitto una casa nell'anno 2013 in comproprietà con mia sorella. Per quanto riguarda la ricevuta di affitto mensile che devo rilasciare all'inquilino posso farla a nome mio o devo indicare anche il nome di mia sorella? Inoltre per il pagamento l'inquilino può farlo totalmente intestando un assegno a me o deve fare gli assegni distinti per me e per mia sorella?
Ringrazio anticipatamente e saluto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-09 09:16
Caro Fabio, sia la ricevuta che gli assegni possono riportare anche solo il suo nome; l'importante è che sua sorella indichi poi nella dichiarazione dei redditi la quota di reddito percepito e che ci sia traccia di questo passaggio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# isabella 2013-12-28 00:03
Gentile Norma la cedolare potrà essere applicata a partire da febbraio nell'esempio. Quindi dal primo mese di rinnovo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Max 2013-12-19 13:47
buongiorno isabella.
dalla nuova legge di stabilità "sembra" che i ratei di affitto non possano più essere pagati in contanti.
mio padre ha ceduto affitto con contratto regolare un appartamento a 3 studenti. inoltre, l'appartamento è di sua proprietà al 50% con sua sorella.
di fatto ogni locatore dovrà fare 2 distinti bonifici per la parte spettante? cioè, mio padre dovrà ricevere 3 bonifici e sua sorella altri 3 bonifici?
grazie molte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-19 15:07
Gentile Max, potreste anche pensare a due bonifici per suo padre e la sorella e nella causale indicare i tre nominativi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# rosanna 2013-12-19 12:21
Buongiorno,
vorrei un informazione; desidero affittare ad uso transitorio per un anno un mio alloggio, avvalendomi della cedolare secca, ma non avendo esperienza in merito sono a chiedere un consiglio sul da farsi per essere corretti da tutti i punti di vista.
Non conosco la procedura, puoi aiutarmi ?
Ringrazio anticipatamente .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-19 12:23
Gentile Rosanna, il contratto transitorio può essere stipulato se c'è una reale esigenza di questo tipo di una dele due parti; il canone deve essere di tipo concordato se l'immboiel si trova in un comune ad alta densità abitativa. é possibile applicare la cedolare secca.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Federico Magnolfi 2013-12-18 13:01
Salve,
sono il locatario di un contratto la cui registrazione va rinnovata a febbraio 2014. Se volessi passare alla cedolare secca posso presentare da subito il modello? Insieme a questo dovrei presentare anche la ricevuta della raccomandata inviata al conduttore?
Grazie mille
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-18 13:48
Gentile Federico, dovrebbe portarlo in corrispondenza della scadenza contrattuale; non c'è bisogno di allegare copia della raccomandata, da inviare però all'inquilino.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Norma 2013-12-27 10:37
Buongiorno, avendo un caso simile (un contratto che si rinnoverà a novembre 2014) per cui vorrei passare alla cedolare. Avrei bisogno di un ulteriore chiarimento. Prendendo il caso del Signor Federico, in sede di calcolo Irpef , la cedolare si applica per i canoni a partire dal rinnovo cioe' febbraio 2014 e gennaio rimane in tassazione ordinaria oppure si puo' calcolare la cedolare su tutto il 2014? Grazie mille.
Norma.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Patrizia 2013-12-12 12:06
Buongiorno Isabella,
ho un piccolo appartamento in affitto con cedolare secca da Giugno 2012, per 4 anni + 4 a Settimo Torinese in provincia di Torino. E' più conveniente per me far passare ad un contratto a canone concordato? Pagherei meno di tasse?
La ringrazio molto,
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-12 12:25
Gentile Patrizia, per il contratto 3 +2 l'aliquota della cedoalre è del 15% contro il 21% che sta pagando adesso; il 3 +2 però prevede l'applicazione di un canone concordato sulla base degli accordi di Settimo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Patrizia 2013-12-12 12:44
Citazione Isabella:
Gentile Patrizia, per il contratto 3 +2 l'aliquota della cedoalre è del 15% contro il 21% che sta pagando adesso; il 3 +2 però prevede l'applicazione di un canone concordato sulla base degli accordi di Settimo.

Citazione Isabella:
Gentile Patrizia, per il contratto 3 +2 l'aliquota della cedoalre è del 15% contro il 21% che sta pagando adesso; il 3 +2 però prevede l'applicazione di un canone concordato sulla base degli accordi di Settimo.

Grazie mille Isabella. Come posso sapere gli accordi di Settimo e di conseguenza verificare se il canone di affitto mensile di Euro 400 che percepisco è congruo tale da rientrare in questo accordo? La ringrazio molto, Patrizia
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-12 15:04
le segnalo un link dove trova tutti i documenti http://www.comune.grugliasco.to.it/cat/diritti/item/140-accordo-territoriale-per-i-contratti-di-affitto.html
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Patrizia 2013-12-12 16:36
Grazie infinite.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# walter 2013-12-10 18:59
Buonasera Isabella
Ho diversi quesiti da porLe in merito alla cedolare secca.
1)Ho stipulato un contratto nel 2011 in via telematica.
Nel cotratto ho messo come durata un anno dalla stipula.
Si rinnova in automatico?( in quanto la cedolare la pago ad oggi puntualmente)
2)l'inqulino mi chiede uno sconto sul canone di locazione
Come mi devo comportare per modificare il tutto?
Nel portale delle agenzia delle entrate non è molto chiara la cosa.
grazie anticipatamente
Walter
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-11 09:49
Gentile Walter, il contratto di un anno ha senso solo come contratto transitorio e non sarebbe rinnovabile; se lo rinnovate potete considerarlo orami un 4 + 4. Se riduce il canone deve registrare la scrittura privata di riduzione pagando 67 euro con modello f23 e andando fisicamente presso l'agenzia delle entrate.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# walter 2013-12-16 15:54
Citazione Isabella:
Gentile Walter, il contratto di un anno ha senso solo come contratto transitorio e non sarebbe rinnovabile; se lo rinnovate potete considerarlo orami un 4 + 4. Se riduce il canone deve registrare la scrittura privata di riduzione pagando 67 euro con modello f23 e andando fisicamente presso l'agenzia delle entrate.

grazie per la disponibilità e la cortesia...
sono andato personalmente presso un ufficio dell'agenzia delle entrate i quali hanno risposto così alle mie domande:
il contratto reg presso di loro anche essendo di un anno è tuttora in corso in quanto fa fede la scrittura privata che riporta la scadenza rinnovabile alla fine dell'anno di stipula;
quindi dovrei aggiungere nella scrittura privata una postilla dove modifico (in diminuzione) il canone di locazione con le relative firma di tutti per poi portarlo all'agenzia delle entrate per la reg.ne.
Il mio dubbio, ora che ho letto la sua gentile risposta è per la durata del contratto in quanto gli attuali inquilini all'inizio della stipula del contratto erano propenzi a nn rimanere tanto in affitto poichè a sentir loro erano interessati ad acquistare un appartamento, ma di questo non se nè più parlato.
Cosa è meglio fare?
inoltre gli inqulini sono fuori città per le festività imminenti e quanto tempo ho per la reg del contratto presso l'agenzia delle entrate dopo l'eventuale firma della nuova clausola?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-16 17:53
a questo punto può registrare la riduzione del canone proseguendo i rapporti con gli inquilini senza altre variaizoni; può considerare il termine dei 30 giorni come nel caso si nuova stipula.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Antonio 2013-12-05 15:08
Gent.ma Isabella, ho alcuni contratti stipulati in regime di cedolare secca con scadenza luglio 2013. A partire da agosto 2013 ho stipulato altri contratti con altre persone (ma per gli stessi immobili) con scadenza luglio 2014 e con importi inferiori. Ora al momento della redazione del 730 il CAF ha effettuato i calcoli di 1^ e 2^ acconto sui dati 2013 (più alti) rispetto a quelli in essere con prelievo diretto in busta paga. Ora il 2^ acconto è risultato superiore all'importo della busta paga di novembre per cui occorreva effettuare un'integrazione . Io ho però effettuato l'integrazione tenendo conto dei nuovi importi contrattuali e non quelli indicati sul 730. Ho fatto bene?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-05 14:36
Gentile Antonio, per i versamenti degli acconti 2013 l'agenzia delle entrate ha specificato che "il contribuente può scegliere di applicare il metodo storico o quello previsionale.

1. Con il metodo storico si determina l’importo dell’acconto sulla base della cedolare secca dichiarata nel 730/2013 o in Unico PF 2013.

2. Con il metodo previsionale si tiene invece conto della minore imposta che si prevede sia dovuta per l’anno in corso".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Antonio 2013-12-05 15:52
Gent.ma,
mi hai dato una vera buona notizia. Ti ringrazio molto per la rapida ed esaustiva risposta (il CAF mi aveva detto di pagare e basta per chiedere il rimborso
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# lorenzo 2013-12-09 11:25
Gent.ma Isabella,

seguo con attenzione questo blog che fornisce le risposte prima ancora di porre domande.
Per questo gentilmente vorrei conferma delle conclusioni a cui sono giunto, credendo di aver recepiti fin qui qualcosa sull'argomento.
Ho affittato (canone libero) a € 500 il mio appartamento in data 01.07.13, e non ho versato nessun acconto, ora effettuerò versamento mod. F/24:
16/06/14 saldo 2013 = € 630
16/06/14 1° acconto 2014 = € 478.80
30/11/14 2° acconto 2014 = € 718,2.
sul 730/13 devo dichiarare o pagare qualcosa? o farò tutto con il mod. F/24?
grazie anticipatamente per la preziosa collaborazione.
distinti saluti e buon natale.
lorenzo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-20 15:16
Gentile Lorenzo, deve dichiarare il reddito e la scelta e poi pagare con F24.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Federico 2013-12-02 15:16
Gentilissima Isabella, ad ottobre 2013 ho stipulato un contratto di locazione di tipo transitorio ed agevolato a favore di 4 studenti universitari. Ho scelto di avvalermi della cedolare secca.
Il mio quesito è il seguente: il pagamento della cedolare avverrà a giugno 2014 comprensivi dei 3 mesi del 2013 o come? Grazie per l'aiuto e complimenti per le sue risposte sempre esaustive.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-02 15:31
Gentile Federico essendo il primo anno di applicazione della cedolare può pagare direttamente con saldo 2014.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gianni 2013-12-04 18:23
Buonasera isabella, ho affittato un appartamento con decorrenza 1 giugno 2013 con cedolare secca a 150 al mese il mio commercialista mi ha fatto pagare oggi 378 euri.
Leggendo i tuoi post non mi trovo in quanto mi ha fatto pagare il 21% di 1800.
È giusto? Mi dici come e se andava pagato?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-05 09:21
Gentile Gianno, in effetti ha ocnsiderato l'anno intero, mentre nel suo caso il reddito è relativo a solo 7 mesi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gianni 2013-12-05 20:45
Citazione Isabella:
Gentile Gianno, in effetti ha ocnsiderato l'anno intero, mentre nel suo caso il reddito è relativo a solo 7 mesi.

Quindi isabella mi ha fatto pagare in piu, a giugno quanto dovro pagare ? Recuperero quello pagato in eccesso adesso? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-06 09:07
Il recupero dell'eccesso dovrà avevnire a questo punto l'anno prossimo; quando dovrà cololare saldo + nuovo acconto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gianni 2013-12-06 09:36
Isabella visto che lei e cosi preparata mi farebbe il conteggio x giugno 2014. Grazie 1000
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-06 11:58
considerando il canone di 150 euro al mese per 7 mesi lei avrebbe dovuto dichiare un reddito di 1.050 euro, su cui avrebbe pagato la cedolare al 21% di 220,50 con il 95% di acconto a novembre di 209,5 e i i restanti 11 euro a giugno; ora a giugno 2014 se usa il metodo storico dovrà pagare l'acconto sempre sui 1.050 euro, con il 40% del 95%, ovvero 83,79 euro e 125,7 a novembre; a giugno 2015 però dovrebbe compensare se la locazione è poi sui 12 mesi: oppure può usare il metodo previsionale e l'anno prossimo pagare gli acconti sui 12 mesi, quindi 143, 6 a giugno e 215, 5 a novembre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gianni 2013-12-06 13:36
E stata molto chiara, pero non ho capito questi soldi che ho pagato in piu adesso quando e come li posso recuperare scalandoli o altro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-06 14:48
Deve portarli in compensazione con quanto dovrà pagare per i prossimi versamenti; segnali la cosa al commercialista che farà i conti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gianni 2013-12-09 04:51
Dopo i suoi consigli ho avuto una piccola discussione col commercialista e devo dire che non ne capisce nulla di cedolare secca ha tutta un altra teoria.
A giugno usero il fai da me che è meglio.
Mi aiuta isabella a fare i conti per compensare quanto ho pagato in piu.? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-09 09:29
Caro Gianni, mi dispiace per la discussione.. rispetto a quanto versato lei è a credito di 157,50 euro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gianni 2013-12-10 17:12
Non e' mica colpa sua, anzi... mi puo anche spiegare come compensarli praticamente.?
GRAZI
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-11 09:44
Deve usare sempr eil modello F24 e nel rigo (5) importi a credito compensati indicare la cifra versata in più.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gianni 2014-01-03 20:25
Isabella questo c'e' sul mio f24
1841 IMP.SOST.IRPEF/ ADD.LI/REGIS/BO LL,SUCAN.LOC.-A .3DLGS23/11-ACC .SEC.RATAOACC.U N.SOL 2013 215,46 0,00
1840 IMP.SOST.IRPEF/ ADD.LI/REGISTR/ BOLL CANON LOCAZ.-A.3,DLGS 23/11-ACCONTOPR IMA RATA 01 / 01 2013 143,65
tot pgato 359.11.
a giugno quindi col metodo storico devo usare il codice 1842 mettendo a debito 11 eruo
mentre che codice devo usare per mettere il credito accumulato 157.50 giusto? il resto lo scalero a novembre?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-04 20:13
Caro gianni il codice da utilizzare dovrebbe esser eil 6099, le allego il file dell'agenzia delle entrate con spiegazione http://www1.agenziaentrate.gov.it/documentazione/versamenti/codici/ricerca/compilaf24_erario.php?CT=6099
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# arturo 2013-12-02 09:21
Gentile Elisabetta
ho stipulato un contratto con la cedolare secca con Siria ma dopo l'invio mi sono accorto che precedentemente avevo spuntato l'opzione a canone concordato (3+2) poichè pensavo erroneamente che il mio comune era compreso in quello ad alta densità abitativa. Dopo l'invio mi sono accorto dell'errore. Posso fare qualcosa fare per ovviare? Cambia qualcosa per il pagamento delle tasse. Ringrazio sin d'ora per la risposta e la Sua gentile disponibilità
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giò 2013-11-30 21:35
Gentilissima e cortese Isabella, buonasera
in data 22.11.2013 ho trasmesso la registrazione di un contratto d’affitto inviato tramite il sito AdE ma (ahimè) erroneamente con l’applicazione Locazioni web e non con SIRIA web pagando le spese di imposta registro annualità di 115 euro (ma non ho aggiunto il bollo). Il mio problema è che devo registrarlo con la cedolare secca come avevo concordato e assicurato all’inquilino. All’AdE, dopo una lunga trafila, mi hanno riferito in modo approssimativo che devo recedere il contratto appena stipulato, che la somma versata deve rimanere allo Stato (che in questo momento ne ha bisogno) e aggiungerci i canonici euro 67. La mia domanda è: come posso fare per tornare sui miei passi e registrare il contratto con la cedolare secca al fine di tenere fede a quanto concordato con l’inquilino ed eventualmente non incorrere in ulteriori addebiti. La ringrazio sin d’adesso per i suoi preziosi consigli che elargisce a cittadini che combattono sempre più spesso contro mulini a vento
Giovanni
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-01 08:57
Carissimo Giovanni, immagino lo sconforto.. purtroppo in questo caso quanto suggerito è corretto ovvero dovrebbe recedere e farne uno nuovo. A questo punto forse le conviene per quest'anno rimanere con il regime Irpef e dall'anno prossimo aderire alla cedolare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# mauro 2013-11-30 19:10
Citazione Massimo:
Gent.ma
in data odierna ho presentato il mod 69 x l'opzione cedolare secca di un contratto concordato stipulato in data 15/12/2011 e decorrenza 02/02/2012. Vorrei sapere da quando applico la "c.s" e per il 2013 resta tutto invariato? o l'opzione vale anche x quest'anno? Se si gli acconti irpef versati. Grazie in anticipo

posso chiedere come ha fatto a presentare l'opzione cedolare se quest'ultima può essere effettuata entro 30 gg dalla data di scadenza dell'annualità? nel suo caso 01/03/2013 ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giovanni 2013-11-30 00:32
Buongiorno. Nel 2012 avevo alcuni immobili locati con contratti soggetti ad Irpef, quindi in fase di conguaglio 2013 è stato emesso F24 per le due rate. Nel frattempo alcuni di questi contratti sono cessati (esempio quelli ad uso turistico) e altri li hanno rimpiazzati, tutti con la cedolare secca. Un altro contratto (3+2) è cessato e sostituito con nuovo contratto, sempre 3+2 in CS (ora tassato al 15%).
E' stato pagato l'acconto IRPEF a suo tempo predisposto sia a Giugno che a Novembre in toto ma NON è stato pagato alcun acconto CS.
Per i "nuovi" contratti, cioè sorti nel 2013, avrei dovuto pagare l'acconto Cedolare Secca (magari deducendolo dall'acconto IRPEF che aveva tenuto conto di quello precedente) oppure ne sono esentato in quanto 1° anno (anche se alcuni contratti ad uso turistico hanno durata di un anno) rimandando la tassazione al conguaglio 2014?
Quindi le domande sono 2:
a) avrei dovuto pagare gli acconti CS o no?
b) in caso positivo avrei potuto diminuire (con attenzione, per non incorrere in sanzioni, ovviamente) l'acconto IRPEF?
Per la cronaca, una circolare dell'AdE -quella esplicativa per "come pagare" dice che "di norma" non si dovrebbe pagare acconto nel 1° anno di vigenza del contratto, ma il "di norma" mi sembra un po' vago!
Inoltre, se così fosse, tutti i contratti ad uso turistico (quindi non rinnovabili) sfuggirebbero agli acconti CS.
Grazie molte per una spiegazione:
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-30 15:30
Gentile Giovanni, per il rpimo quesito essendo questo il primo anno di applicazione della cedoalre non era tenuto al versamento dell'acconto; pe ri contratti turistici il versamento va fatto in saldo direttametne in sede di dichiarazione dei redditi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giovanni 2013-11-30 17:29
Grazie. Precisa e preziosa come al solito.
Mi mancava completamente la normativa sugli acconti dei "turistici". Ne prendo nota. In questi casi tendo ad essere "più realista del re"
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Massimo 2013-11-29 21:39
Gent.ma
in data odierna ho presentato il mod 69 x l'opzione cedolare secca di un contratto concordato stipulato in data 15/12/2011 e decorrenza 02/02/2012. Vorrei sapere da quando applico la "c.s" e per il 2013 resta tutto invariato? o l'opzione vale anche x quest'anno? Se si gli acconti irpef versati. Grazie in anticipo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-30 15:23
Caro Massimo, per il reddito del mese di dicembre 2013 ricade in cedoalre, ma essendo il primo anno di applicazione non ha bisogno di versare acconti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# francesco 2013-11-27 18:38
Buonasera Isabealla,
ho registrato alcuni contratti di locazione in cedolare secca creati con il software "Contratti di locazione" spuntando contratto esente da imposte, invece che utilizzare SIRIA. All'interno del contratto non è stata specificata l'opzione di cedolare secca. Tale metodo ha validità ai fini del regime di cedolare secca o tale contratti devono essere inviati esclusivamente con SIRIA?
Grazie in anticipo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-28 09:17
Gentile Francesco, va benissimo anche utilizzare Contratti di locazione e procedere con gli altri adempimenti per la scelta della cedolare secca.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Donatof15 2013-11-27 02:00
Gent.ma Sig.ra Tulipano, ho letto alcune risposte già date e credo di aver capito come fare ma, siccome di fronte abbiamo lo stato ed il mio caso è un po' particolare, vorrei avere gentilmente conferma.
Ho locato un appartamento a quattro studenti universitari dal Settembre 2013 in cedolare secca e prezzo concordato.
Ho registrato all'agenzia quattro contratti in quanto ognuno ha richiesto tale suddivisione per meglio scaricare le ricevute con somme/anno diverse (2 x 1770€ e 2 x 1230€) . L'aliquota so essere il 15% ed essendo il primo anno, dovrei versare mediante DUE F23 a Giugno 2014 il 15% dei quattro mesi 2013 + saldo degli otto mesi rimanenti per i contratti che non superano il massimale, mentre dovrei versare a Giugno 2014 l' importo (quattro mesi 2013 + acconto di otto mesi 2014) per i due rimanenti contratti che superano i 257,52€. A novembre 2014 il saldo degli otto mesi per questi due ultimi. Inoltre poi, sempre a novembre 2014,eventualme nte, dovrei versare l'acconto 2014/15 per i due più alti (saldo a giugNo 2015) e l'intero importo per quelli sotto il massimale. Che confusione!
Chiedo se quanto ho espresso è corretto e anche se invece io possa pagare tutto in un unica soluzione per i quattro contratti a Giugno 2014 e poi, per il loro rinnovo (eventuale) sett. 2014/ ago. 2015, per non perdermi in acconti, saldi, annualità, ecc. tutto a novembre 2014. Grazie per la pazienza e l'eventuale disponibilità.
Donato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-27 09:17
Gentile DOntato, quanto esposto è corretto; se questo è il primo anno di applicazione della cedoalre può decidere di versare tutto a giugno 2014 e per quella data procedere anche con i nuovi acconti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# barbara 2013-11-24 07:43
Buongiorno volevo chiedere una precisazione. A giugno 2013 ho affittato la casa dove fino a quel giorno avevo risieduto.
Preciso che fino a quel momento non era mai stata affittata. Nel contratto di affitto, decorrente dal 1 giugno 2013, ho optato per la cedolare secca. Non mi è chiaro se entro il 30 novembre devo pagare già le imposte o se dovranno essere pagate nel 2014 .
Nel caso come calcolo il dovuto.
grazie saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-24 09:43
Cara Barbara, pe ril primo anno di applicazione della cedolare ha la facoltà di versare gli acconti (95% di quanto dovuto, che nel suo caso dovrebbe calcolare come 21% del canone percepito su 7 mesi) o pagare il saldo nel 2014 + i nuovi acconti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Lorenzo 2013-12-20 14:41
Salve, approfitto di questa risposta per chiedere un'ulteriore delucidazione. Come Barbara ho affittato quest'anno per la prima volta un appartamento e ho scelto il regime di cedolare secca. L'inquilino ha lasciato l'appartamento il 30 Novembre u.s. Ho presentato la domanda di risoluzione all'agenzia delle entrate ma non mi e' chiaro se posso versare le tasse a Giugno 2014 o devo farlo adesso.
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Pietro 2013-11-23 16:30
Ho esercitato l'opzione per la cedolare il 1.10.2013. Nel 730/2014 (anno 2013) indicherò l'importo del canone percepito, nel trim. ott/dic. 2013, barrando la relativa casella di col.11. La relativa imposta la pagherò,in seguito all'elaborazion e fatta del CAF,mediante trattenuta sulla pensione di luglio 2014? O dovrò provvedere al versamento col mod.F/24 entro il 16 giugno? E per il 2014,indicherò nel 730/2015 (anno 2014) l'importo del canone annuo percepito, barrando la casella di col. 11? E la relativa imposta a debito della cedolare secca, per l'anno 2014,(essendo superiore a € 257,52) in seguito all'elaborazion e del CAF,la pagherò - analogamente a quanto avviene per l'IRPEF - mediante trattenuta sulla rata pensione di luglio 2015 (acconto) e novembre 2015 (saldo)? Grazie, in anticipo, per la importante risposta!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-24 09:39
Gentile Pietro, pe ril primo versamento a saldo del 2013 dovrebbe procedere con f24; già per il 2014 il Caf dovrà calcolare gli acconti per quanto percepirà nel 2014.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Stefano 2013-11-23 09:49
Buongiorno,
la mia compagna è proprietaria di un immobile che darà in affitto per 500 euro/mese a partire dal 01/12/2013. Attualmente è disoccupata e per il 2013 ha percepito un reddito sotto i 5000 euro fino a giugno. Stiamo valutando se conviene applicare la cedolare secca ma guardando sui vari siti e blog, sembra che questo regime non sia conveniente per il locatario nei casi in cui il reddito sia basso o inesistente. Mi conferma che è così? E in tal caso che tipologia di contratto di locazione dovrebbe adottare?

Grazie mille
Stefano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-23 14:11
Gentile Stefano, in realtà la convenienza della cedolare è in discussione soprattutto se avete diritto a delle detrazioni irpef che in caso di cedolare andreste a perdere. La tipologia di contratto non incide sulla scelta del regime fiscale; quindi con irpef o cedolare scegliete la formula contrattuale che risponde meglio alle esigenze vostre e degli inquilini.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# angelo laffranchini 2013-11-22 12:33
Gent. Sig. Isabella,
ci siamo già sentiti qualche mese fa e da allora seguo con molto interesse il suo blog....c'è sempre da imparare.
La disturbo ancora per i seguenti chiarimenti :
A dicembre devo registrare in contratto di locazione residenziale ( 370 € mensili ). I locatari sono tre soggetti di cui solo due optano per la cedolare secca mentre il terzo ha scellto il regime ordinario . Mi chiedo :
1- è possibile la registrazione con SIRIA e nel caso come posso indicare la distinzione di scelta fra i locatari ? ;
o
2-devo consegnare all' ufficio del registro il cartaceo in due copie , non ricordo se tutte e due in bollo corredate dal mod. 69 e dal versamento della tassa di registro Tributo 112T ( 67 € in misura fissa) calcolati per la quota relativa ad un solo soggetto con l'aggiunta di € 3.72 Tributo 962 per diritti di registrazione ? ;
3-Per l' APE ho dato incarico ad un tecnico certificatore per la sua redazione ma non credo che il certificato arrivi in tempo.
Come posso fare ?...
Personalmente penserei di indicare tale circostanza nel contratto di locazione con l'impegno a consegnarlo non appena ne verrò in possesso.
Grazie per l'attenzione e buon lavoro
Angelo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-22 15:56
Gentile Angelo, grazie mille pe ri complimenti.
Provo a risponderle con ordine:
1. Siria non prevede la possibilità di indicare scelte diverse; quindi nel suo caso non è utilizzabile;
2. potrebbe scegliere un altro programma on line (locazione web) oppure in via cartacea le marche da bollo vanno inserite su entrambe le copie, modello 69, imposta di registro pe rl aprima annualità calcolata sulla quota (67 euro è la quota minima se il 2% del canone annuo per la quota del proprietario risultasse più bassa) e tributi speciali nella misura prevista.I codici sono 115 t e 964 t.
3. dovrebbe chiedere di accelerare i tempi, il certificato va allegato; va bene intanto indicarlo in contratto ma in teoria il contratto fino a quel momento potrebbe essere nullo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# mauro 2013-11-28 17:54
Gentile Isabella, scusi se mi intrometto ma i tributi speciali non vanno più pagati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-29 09:47
Grazie Mauro per la precisazione!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Vanessa 2013-11-21 15:02
Gentile Isabella,
ho reistrato un contratto con regime di cedolare secca a fine ottobre 2013. Adesso avrei bisogno di apportare una modifica da integrare allo stesso.
Come dvo fare, presento una scrittura privata con marca da bollo all'agenzia delle entrate? Devo pagare qualcos'altro?
la ringrazio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-21 15:07
Gentile Vanessa, va bene registrare la scrittura presso l'agenzia delle entrate; oltre alla marca da bollo dovrà versare 67 euro con modello f23.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2013-11-21 14:16
Buongiorno, a ottobre 2013 essendo proprietario di un immobile locato, ho aderito alla cedolare secca. Per il primo anno di adesione mi sembra di aver capito che non sono dovuti acconti.
Quello che non mi è chiaro è per quanto concerne il 2014. Ovvero: a Giugno effettuerò il saldo 2013 e 1° acconto 2014, ma i tre mesi di cedolare secca ovvero Ott. Nov. e Dic. come vanno considerati nel saldo 2013?
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-21 15:12
Gentile Marco, la considerazione su acconto e saldo è corretta. Per il saldo 2014 del reddito 2013 calcolerà il suo reddito sui tre mesi (canone mensile per tre).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco golfetto 2013-11-29 09:27
grazie anche da parte mia
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ivano 2013-11-20 22:46
Gentilissima Isabella,
ho stipulato un contratto a cedola secca nel dicembre 2012 ad euro 690 mensili.
E' corretto che debba pagare a dicembre 2013 il 95% per quanto percepito nel 2012, dato che non supero la soglia dei 257,52 euro e poi a giugno 2014 il saldo insieme all'acconto per il 2013?
Un'ultima domanda, l'inquilino non ha pagato i canoni di luglio e agosto 2013, devo contarli ugualmente nel calcolo del 2013?
Grazie mille in anticipo,
Ivano
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-21 09:59
Esatto Ivano, se la somma non supera i 257,52 deve pagare l'acconto in unica soluzione a dicembre; per i canoni non versati purtroppo dovà calcolarli, finchè non c'è uno sfratto esecutivo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luigi 2013-11-19 22:41
Buonasera, ho stipulato contratto cedola secca, non a canone concordato, nel maggio 2013 ad euro 500. Ma quando si devono pagare le tasse se il primo anno non e previsto acconto. Devo pagarle a dicembre 2013 e quanto visto che ho un reddito da immobile solo per 8 mesi? Grazie luigi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-20 10:50
Gentile Luigi, dal momento che si tratta del primo anno di opzione della cedoolare, può scegliere se pagare l'acconto entro il 30 novembre 2013, calcolando il 95% del 21% di aliquota sul canone percepito in un anno (o, nel suo caso, da maggio), o se versare l'intero saldo nel 730 entro giugno 2014. Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# NUNZIA 2013-11-19 22:38
Gentile Isabella,
ho inviato a settembre 2 a/r al mio inquilino per la cedolare secca, ma in questi gg ho ricevuto le 2 raccomandate, sulla prima, mi dice che il nominativo all'indirizzo è sconosciuto, e l'altra che la sig.ra è stata avvisata ma a/r non ritirata. A fine ottobre, ho presentato il modello 69 all'agenzia, vale lo stesso anche se l'inquilino non riceve o rifiuta di recarsi alla posta perché avvisato. Come comportarmi?
Le chiedo ancora, devo versare degli importi entro l'anno o nei mesi successivi o attendo il modello 730 su cui effettuare i versamenti.
la ringrazio anticipatamente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-20 10:45
Cara Nunzia, per ciò che riguarda la raccomandata lei è certamente tutelata: l'nquilino è tenuto a fornire un domicilio, e se non ritira più lì la posta dovrebbe comunicarle un nuovo indirizzo. Dal momento che è il primo anno di opzione della cedolare secca, può scegliere se applicare il primo acconto entro il 30 novembre o se rimandare tutto a dichiarazione dei redditi a giugno 2014.
Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Alessandro 2013-11-18 16:01
Buongiorno
premetto che vivo all'estero e non sono abituato ad avere a che fare con la burocrazia italiana
Ho cercato di districarmi tra i vari i siti ma non ci sono riuscito, quindi mi rivolgo speranzoso a voi.
Il mio quesito è il seguente:
Ho affittato il mio appartamente a decorrere dal 01/07/2012 affitto da 370€/mese
Al 17/06/2013 ho pagato con F24 (Codice Tributo 1840) la prima rata acconto pari al 40% del 95% (177€)
Entro fine Novembre 2013 paghero' la seconda rata acconto pari al 60% del 95% (266€) (Codice Tributo 1841)
Fino a qui tutto bene, non ho ben capito in che modo e quando paghero' il saldo, ossia il 5% restante
Nell F24 di giugno 2014 dovro pagare 23€ (saldo 2012) con codice tributo 1842 e 177€ (prima rata acconto 2013) codice tributo 1840 ?? E' cosi?
Queste le mie perplessita' spero di essere riuscito a spiegarmi e soprattutto spero che qualc'uno possa illuminarmi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-19 09:24
Gentile Alessandro, direi che è riuscito a districarsi alla perfezione e che è tutto corretto. Complimenti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# maria 2013-11-17 19:01
buonasera,
gentile dottoressa, ho dato in fitto per la prima volta con decorrenza 01/05/2012 un appartamento con regolare contratto di anni 4 più 4 di euro 200,00 mensili concordati e per tutta la durata senza che sarà aumentato, in quanto trattasi di coppia con unica pensione.Purtro ppo quest'anno in fase di dichiarazione mod 730 ho avuto la sgradita sorpresa dell'importo che avrei dovuto pagare.Essendo anche io stessa pensionata con un reddito imponibile lordo di euro 12.000 circa a cui va aggiunto il ricavato del fitto, mi sono trovata nella condizione di chiedere la rateizzazione del conguaglio irpef cosa che puntualmente è avvenuta ed alla data odierna mi ha comportato una trattenuta mensile di euro 200,00 circa tra saldi ed eventuali acconti per oltre 800.00 euro a partire dal mese di agosto a novembre 2013, oltre le spese di bolli e registrazione del contratto a mio esclusivo carico.Non so se dovrò pagare altro a dicembre.Pertan to considerato il costo ed i vari adempimenti che mi ha comportato, Le chiedo è più conveniente optare per la cedolare secca? visto che bisognerebbe pagare solo il 15% dell'importo del canone annuale, e come posso fare a questo punto del contratto in corso visto che ho già pagato l'acconto 2014,è possibile compensarlo?.Se fosse conveniente e possibile lo vorrei fare anche da subito.Spero di essere stata esauriente nella esposizione.
In attesa di una gentile risposta,la saluto cordialmente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-18 09:13
Gentile Maria
da un calcolo veloce sembrerebbe ch eocn la cedolare lei possa pagare un pò meno. Pe rpoter scegliere questo regime deve aspettare la prossima scadenza contrattuale (quindi maggio 2014) e in quell'occasione inviar euna raccomandata agli inquilini per avvisarli di questa scelta e compilare il modello 69 da ocnsegnare all'agenzia delle entrate per informarli della sua scelta. In questo modo non dovrà pagare il rinnovo di registrazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Erasmo 2013-11-15 12:01
Bungiorno Dott.ssa
ho stipulato in data 04/11/2013 un contratto a canone libero (durata 4+4) , registrando il contratto e non inserendo l'opzione per la cedolare secca.
Sono intenzionato ad optare per tale tipo di tassazione da subito: è ancora possibile fare la scelta o conviene farlo da gennaio 2014?
Saluti.

Erasmo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-15 12:48
Gentile Erasmo
se non ha ancora registrato il contratto è ancora in tempo per scegliere da subito l'opzione, manfando una raccomandata all'inquilino e indicandolo nel modello di registrazione; altriemnti dovrà aspettare la prima scadenza contrattuale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Fabio 2013-11-15 11:33
Gentile Isabella, ho affittato una casa ricevuta in successione quest'anno con contratto concordato 3+2 ed optando per la cedolare secca al 15% ad € 500,00 mensili a partire dal giorno 10/10/2013. Non essendo obbligato quindi a versare l'acconto per la cedolare secca nell'anno 2013, mi chiedevo quale fosse la base da prendere in considerazione per pagare il saldo della cedolare per il 2013 nell'anno 2014, visto che il contratto parte dal 10 di ottobre.
Ringrazio e saluto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-15 11:56
Caro Fabio, dovrà considerare a questo punto l'intero canone ricevuto, quini tra mensilità, ovvero 1.500 euro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2013-11-14 22:23
Ho un immobile in affitto dal gennaio 2013 (con due mesi di "buco") contratto cedolare secca e , forse sbagliando, a giugno ho versato (F24) la prima rata dell'acconto per la cedolare secca. Adesso, a ridosso della scadenza per la seconda rata acconto leggo che , per il primo anno, l'acconto non sarebbe dovuto. . . ho sbagliato ? cosa posso fare ? posso aspettare a versare la seconda rata di acconto e a giugno 2014 versare il saldo ?
Grazie 1000
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-15 09:28
Gentile Marco, può stare tranquillo, non c'è nessun errore. In realtà lei è libero per il rpimo anno di pagare l'acconto o di versare direttamente il saldo. Quindi se vuole può versare il secondo acconto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco 2013-11-14 13:05
Gentilissima Isabella, mi servirebbe una conferma su un calcolo da me effettuato, per verde se ho capito qualcosa su come e quando si deve versare la cedolare secca. In data 1/9/13 ho affittato con regime cedolare secca 15% a studenti universitari con contratto scadenza 30/6/14 (quindi 10 mesi) per un totale di 1650 mensili. Ora secondo quanto ho capito dovrei fare i seguenti versamenti :
16/06/14 990,00€ saldo 2013;
16/06/14 376,20€ 1° acconto 2014;
30/11/14 564,30€ 2* acconto 2014;
16/06/15 544,50€ saldo 2014;
grazie per l'aiuto !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-14 14:27
Gentile Marco,
per il saldo del 2013 ok; per le rate dell'acconto 2014 invece dovrebbero essere così:
16/06/14 564,30€ 1° acconto 2014;
30/11/14 846,45€ 2* acconto 2014;
16/06/15 74,25 € saldo 2014;
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco 2013-11-14 14:39
grazie Isabella,
credevo che gli acconti si dovevano calcolare sul reddito dell'anno precedente, nel mio caso gli affitti incassati da settembre a dicembre, invece li devo considerare sul reddito dell'anno in corso, giusto?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-14 15:04
In effetti Marco non sarebbe scorretto neanche procedere con il calcolo con metodo storico; potrebbe convenirle se vuole pagare meno nel 2014.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco 2013-11-14 16:21
grazie mille sempre molto gentile e preparata :-))
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Andrea 2013-11-14 08:58
Salve Isabella,
Ho affittato la mia casa a settembre stipulando un contratto transitorio di 18 mesi e optando per la cedolare secca.
Ho registrato il contratto per via telematica.
Per il pagamento della cedolare devo pagare una rata ora a novembre o devo aspettare giugno dell'anno prossimo?
In tal caso a giugno dovrò pagare tutto l'importo?
C'è un vantaggio se si paga tutto in un'unica rata?
Infine volevo sapere quale modello utilizzare online sul sito dell'agenzia delle entrate visto che mi sono registrato.
La ringrazio in anticipo per la sua disponibilità
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-14 11:07
Gentile Andrea, essendo questo il primo anno di applicazione può decidere se versare l'acconto o pagar eil saldo + l'acconto a giugno. Non c'è un vantaggio economico ma solo una sua scelta di come gestire i pagamenti. Per gli acconti si procede con F24 e vanno utilizzati questi codici:
1840: Cedolare secca locazioni – Acconto prima rata
1841: Cedolare secca locazioni – Acconto seconda rata o unica soluzione
1842: Cedolare secca locazioni – Saldo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ines 2013-11-13 22:19
Vorrei sapere se posso stipulare un contratto di affitto concordato della durata di 1 anno con una laureata in giurisprudenza che deve fare praticantato oppure sono costretta ad utilizzare il contratto transitorio ordinario. Nella stessa casa (Bologna) ci sono anche due studenti con contratto concordato. Grazie per la disponibilità e le competenze che mette a disposizione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-14 08:42
Gentile Ines, il concordato a cui fa riferimento ha una durata di 3 anni + 2; il transitorio, invece, ha una durata massima di 18 mesi e comuqnue un canone concordato, ma non agevolazioni essendo queste insite nella durata più breve.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ines 2013-11-14 14:17
Gentilissima Isabella, grazie per la sollecita risposta. Purtroppo su questa questione ho già ricevuto tante risposte diverse... questa mattina ho contattato telefonicamente l'agenzia delle entrate e tra le varie cose l'operatore mi ha detto che se voglio avere la cedolare secca calcolata al 15 % anche gli studenti debbono avere un contratto concordato 3+2. Non so più che cosa pensare... Io cmq mi sarei orientata in questo modo: 3 contratti diversi, due per studenti della durata di un anno con la possibilità del rinnovo e uno concordato 3+2 alla ragazza laureata, (che sicuramente andrà via prima ma ciò non dovrebbe comportare alcuna spesa ulteriore) per avere la cedolare secca al 15% sull'importo di tutti i contratti. L'appartamento da affittare è a Bologna. Sbaglio? Grazie mille ancora
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-14 14:32
Gentile Ines, semplicemnte dovrà riportare in sede di dichiarazione dei redditi i dati relativi ai contratti (numero di registrazione) e applicare il calcolo con la relativa aliquota.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ines 2013-11-15 05:20
Uno dei due studenti in realtà non frequenta l'università ma il Conservatorio. Posso fargli lo stesso il contratto per studenti con cedolare secca al 15%? Altrimenti gli farei un concordato 3+2. Grazie mille per le cortesi e sollecite risposte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-15 09:31
é comunque uno studente, quindi se rispetta la condizione di fuori sede non ci sono problemi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ines 2013-11-15 12:33
Grazie dell'assistenza , veramente preziosa.
Ines Bartoletti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ines 2013-11-17 07:55
Quante difficoltà per un semplice contribuente! Oggi ho provato a registrare uno dei 3 contratti di locazione utilizzando Siria sul sito dell'Agenzia ma poi non l'ho inviato perchè mi sono sorti dei dubbi. Provo ad sporli: mia figlia ha un appartamento in un condominio, quindi debbo scegliere l'opzione: parte di immobile? Non trovo però dove indicare che affitterà una stanza con uso dei servizi: così risulterà che fa 3 contratti diversi sullo stesso fabbricato. Va bene lo stesso?
Non trovo nemmeno dove indicare che è un contratto per studenti ( e quindi 1+1) ma solo che è concordato. Va bene lo stesso? Perdoni se invece di una mano le chiedo anche il braccio... Grazie comunque
Ines Bartoletti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-17 17:05
Gentile Ines, parte d'immobile è proprio riferito al fatto che ne affitta una porzione e non tutto (il condominio non c'entra); concordato va benissimo per il contratto a studenti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ines 2013-11-18 10:44
Grazie, velocissima e preziosissima. La ringrazio, anche perchè al giorno d'oggi la gratuità è cosa rara. Ancora grazie
Ines
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Vito 2013-11-11 13:14
Gentilissima Dott.ssa Le chiedo gentilmente informazioni entro quando si può effettuare il versamento irpef per un contratto ad uso abitativo con cedolare secca con decorrenza 01/12/2013 .
grazie infinite
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-11 14:15
Gentile Vito in questo caso il versamento slitta a giugno 2014.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# joan 2013-11-06 10:20
Gentile Isabella,
a maggio del 2012 ho stipulato un contratto a canone libero 4+4 registrando il contratto e pagando l'f23 per l'imposta di registro, a maggio del 2013 ho pagato l'f23 (imposta di registro) per il rinnovo e le relative imposte in dichiarazine.
A gennaio del 2014 vorrei passare alla cedolare secca, perchè ciò mi comporterebbe un notevole risparmio confronto alla tassazione ordinaria. Per fare questo passaggio dovrei :1. inviare una raccomandata all'affittuario per il cambio regime; 2. presentare all'agenzia il modello 69 (come proroga?). Ciò mi comporterà il fatto di non pagare l'imposta di registro a maggio del 2014 e di pagare gli acconti a giugno e il saldo a novembre con il mod f24. Tutto ciò è giusto ? oppure, dovrei ricorrere all'istituto della remissione in bonis?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-06 11:30
Tutto giusto, gentile Joan; ha tempo comunque entro la scadenza del contratto (quindi maggio) per efefttuare tutte le comunicazioni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# stefania 2013-11-04 19:50
gentile dott.ssa, ho un dubbio. per 11 mesi (1/9/12 al 31/7/13) è stata sottoposta a cedolare secca a contratto concordato un appartamento per 5940 annui. dal 1/9/13 a 31/7/14 il canone è stata aumentato a 720 mensili. gentilmente potrebbe dirmi l'importo del 2 acconto? secondo i miei calcoli dovrei calcolare due secondi acconti, visto il cambiamento del canone. grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-05 09:46
In realtà, cara Stefania, dovrebbe calcolare gli acconti sul reddito annuo (per il 2013 in questo caso) percepito come locazione, quindi sommare le due somme derivanti dai diversi canone.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Roberta 2013-11-04 19:27
Buonasera, sto per sottoscrivere un contratto di affitto transitorio per un mio appartamento, non avendo altri redditi è comunque conveniente per me optare per la cedolare secca? Se si cosa devo fare e quando pagare la prima rata?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-05 09:45
Gentile Roberta, come tassazione in sè la cedolare è più "legegra", ma se non ha altro reddito e magari ha diritto a delel detrazioni forse il regime irpef potrebbe essere alal fine più conveniente. Provi a fare un calcolo con il suo comemrcailista. Se opta per la cedoalre deve indicarlo nel modello di registrazione e decidere se pagare il primo acconto entro il 30 novembre oppure pagare saldo e prossimi acconti entro giugno 2014.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Linda 2013-11-02 09:22
Salve Isabella,
sono in affitto con contratto 3+2 ed il mio proprietario di casa adotta la cedolare secca. Abbiamo disdetto il contratto precedente per firmarne uno nuovo in quanto, non sono l'unica affittuaria, e l'altro coinquilino è cambiato.
Il mio proprietario di casa mi ha chiesto di pagare le seguenti voci:

- Anticipo F23 Risoluzione Contratto Locazione euro 67,00
- Deposito Risoluzione Contratto Locazione euro 30,00
- Registrazione Contratto Locazione in Cedolare Secca euro 50,00

ma io sapevo che in caso di cedolare secca la risoluzione del contratto non andava pagata ed anche la registrazione del contratto era gratuita. Mi sbaglio?
Grazie mille per l'attentazione
Linda
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-02 15:45
Gentile Linda, le sue informazioni sono giuste. Ma anche pe ril contratto che andate a disdettare il prorpietario era in regime di cedolare? Provi ad approfondire e a chiedere delucidazioni maggiori.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Joe 2013-10-30 18:54
Buongiorno Isabella,
grazie per questo blog! E' possibile inviare il mod.69 per proroga dei 4+4 su celolare secca in via telematica ?
Ho visto che e' disponibile SIRIA, ma sembra essere valido solo per registrare nuovi contratti. Si possono fare proroghe e terminazioni online ?

Grazie ancora per il suo interessante blog.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-31 09:29
Gentile Joe, (Grazie pe ri complimenti!) è possibile gestire anche la proroga per via telematica, effettivamente non tramite siria ma con un altro progamma disponibile sempre presso il sito dell'agenzia delle entrate, "contratti di locazioni".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# aurelio 2013-10-30 13:00
Ho appena saputo che è possibile effetuare un contratto di fitto con opzioni mista: cedolare secca per acuni propeitari e tassazione ordinaria per altri. Tutti propreitari dello stesso immobile e indicati in un unico contratto di fitto. Chiedo è possibile l'invio telematico di tale tipolia di contratto. Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-30 15:06
Gentile Aurelio, confermo questa possibilità (ogni prorpeitario sceglie il regime di preferenza); si può procedere pe rvia telematica, non con Siria ma con contratti di locazione web.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Angelo 2013-10-28 14:48
Gentile Isabella, mi sono accorto di non aver pagato la rata di Giugno scorso della cedolare secca (ero fuori Italiaper lavoro) per un contratto decorrente da aprile 2013 per un importo mensile di 600€.
Ad oggi come mi devo comportare?? cosa posso fare per rimediare a questa mia dimenticanza?? ci sono interessi da pagare??

La ringrazio per la cortese risposta che vorrà darmi.

Angelo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-29 09:56
Gentile Angelo, se il 2013 è il primo anno di applicazione della cedolare, aveva la facoltà di applicare già gli acconti o di versare tutto nel 2014. In ogni caso il secondo acconto scadrebbe a novembre, quindi potrebbe con il suo commercialista procedere al pagamento per questa nuova scadenza, nei termini e senza interessi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Angelo 2013-10-18 09:36
Buongiorno, applicando un contratto di locazione ad uso abitativo con opzione della cedolare secca ai sensi dell'art.2, somma 3, della legge 9 dicembre 1998 n. 431, oltre al risparmio per il locatore in quanto paga il 15%, volevo sapere se il conduttore poteva comunque scaricarsi l'affitto dalla denuncia dei redditi 730 e in che misura rispetto alle altre tipologie di contratti.
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-18 12:00
Gentile Angelo, per l'inquilino sono previste detrazioni sulla dichiarazione irpef (è necessario avere la residenza nell'immobile) che per un contratto 3 +2 sono di 396,64 € se il reddito complessivo non supera 15.493,71 euro;
198,32 € se il reddito complessivo è superiore a 15.493,71 ma comunque inferiore a 30.987,41 euro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Roberto 2013-10-16 19:33
Gentile Isabella,
mio suocero ha stipulato un contratto di locazione annuale in regime di cedolare secca prorogato lo scorso anno tramite mod.69. Ora, al momento del rinnovo, l'inquilino ci ha preannunciato che rimarrà solo altri 6 mesi. Ho necessità di capire se occorre stipulare un nuovo contratto oppure se, nel prorogare tramite mod.69, calcolare gli acconti per la cedoalre secca al 50% dell'anno precedente.
Grazie per la disponibilità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-17 09:22
Gentile Roberto la proproga è comunque di un anno e quindi i calcoli sul reddito percepito relamente (il 50%) potreà essere fatto solo in seguito alla regolare disdetta e registrazione della stessa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Cinzia 2013-10-10 22:47
Buonasera Isabella,
mi può inviare un fac-simile di contratto transitorio per studenti/lavoratori?
Grazie in anticipo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-11 09:41
Gentile Cinzia i modelli di questi contratti si trovano allegati all'accordo territoriale di zona.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Cinzia 2013-10-08 17:59
Gentile isabella, dalle sue risposte mi è parso di capire che, per uno stesso appartamento, è possibile stipulare più di un contratto a persone diverse, mentre a me è stato detto che non è possibile in quanto servirebbe al licenza di affittacamere. Nel mio caso si tratterebbe di contratti transitori, per max 4 soggetti, per lo stesso appartamento (posti letto a studenti/lavoratori).
Altra domanda , nel caso invece di contratto unico per 4 soggetti + il proprietario, è possibile comunque aderire alla cedolare secca o esiste un limite? grazie in anticipo per la sua risposta
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-09 09:00
Gentile Cinzia quando parliamo di contratti per diversi soggetti parliamo di contratti di locazione per porzioni d'immobili e non affitti di posti letto pe ri quali effettivamente servirebbe la licenza di affittacamere. Quindi più contratti transitori per porzioni di immobili è possibile e in ogni caso un unico contratto con più soggetti non preclude la possibilità di applicare la cedolare secca.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Fabio 2013-10-08 12:50
Buongiorno,
ho registrato un contratto di affitto di 4 anni in data 10/12/09, scadenza 30/11/13, ho optato per la cedolare nel 2011 versando gli F24 di acconto e, nel dubbio, l'anno scorso in data 14/12/12 (entro 30 gg dalla scadenza dell'annualità) ho comunicato tramite mod. 69 l'opzione cedolare secca anche per il 2012. Ora devo effettuare il ravvedimento per la tardiva risoluzione del contratto, avvenuta a gennaio 2013, mediante F23.
Oltre alla sanzione del 3,75% e agli interessi sui 67€, devo pagare anche l'imposta di 67€? Lo chiedo perchè in due occasione diverse all'Agenzia Entrate mi hanno dato 2 risposte: uno mi ha detto che devo pagare anche i 67€, l'altro mi ha detto di fare l'F23 solo per sanzioni e interessi sull'imposta di 67€, quindi per un totale di soli 3,67 € circa.
Grazie infinite.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-08 14:15
Gentile Fabio in effetti essendo in regime di cedolare dovrebbe pagare solo le sanzioni e non il tributo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# nunzia 2013-10-05 19:57
Buonasera Isabella, ho gia inviato a/r al conduttore per la cedolare secca (contratto stipulato a nov/2010 4+4) Ora devo presentare il modello 69. Nel "quadro A dati generali", "data di stipula/adempim ento" dovro' inserire l'anno 2010 di stipula o adempimento 2013 per imposta di registro? Questo modello e' da presentare anche l'anno prossimo per la scadenza dei primi 4 anni? La ringrazio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-05 22:08
Gentile Nunzia nel quadro A riporta l'anno di stipula, ovvero il numero con cui è stato registrato il contratto. Esatto, dovrà ripresentarlo l'anno prossimo per la proproga.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gianluigi 2013-10-05 13:10
Buongiorno,
approfitto della vostracompetenz a e gentilezza per porle alcuni quesiti, a cui non mi riesce di rovare risposta sul web.
Ho locato un immobile con contratto 4+4 il 5/12/2009, e vorrei optare per la cedolare secca dalla prossima annualità.
1. In questi primi 4 anni, per agevolare il conduttore, non ho mai chiesto aumenti istat: posso mantenere il canone iniziale o devo a calcolare la cedolare sul canone rivalutato?
2. Essendo lavoratore dipendente, sono tenuto a versare acconti e saldi esclusivamente con dichiarazione 730, o posso optare di versare gli stessi con F24 secondo le scadenze previste?
La ringrazio in anticipo.
gl.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-05 13:59
Caro Gianluigi per il primo quesito direi che deve applicare la cedolare sul canone effettivo quindi quello non rivalutato. Per il secondo i primi acconti verranno gestiti con f24 poi in busta paga. Provi a sentire con il commercialista per l'alternativa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Elena 2013-10-01 07:23
Buongiorno,
sono italiana residente all'estero. Ho un appartamento in Italia che vorrei affittare con cedolare secca. L'appartamento è di mia proprietà ma io non ho alcun reddito e sono a carico di mio marito che presenta dichiarazione all'estero. Come mi devo comportare? Posso affittare con cedolare secca? dovrò poi presentare dichiarazione dei redditi in Italia?
Grazie per l'aiuto e le preziose informazioni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-01 09:33
Gentile Elena
può affittare con cedolare secca epoi dovrà procedere con adempimenti e dichiarazione dei redditi in Italia.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Alex 2013-09-25 23:54
Salve, ho aderito alla cedolare secca nel 2012 alla scadenza del primo anno di contratto (marzo 2012). Quest'anno il CAF, con 730, mi dice che dovrò pagare l'intero saldo della cedolare secca del 2012 per i mesi successivi a marzo 2012 oltre all'acconto del 2012 (in sostanza quest'anno pago due volte l'imposta). E' corretto? per
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-09-26 09:36
Gentile Alex,
se non ha pagato gli acconti l'anno scorso, effettivamente quest'anno si ritrova con il doppio pagamento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Angela 2013-09-25 08:41
SAlve,
stiamo procedendo a locare un'unità abitativa che risulta in comproprietà 1/2 al mio compagno e alla sorella e l'altro 1/2 ai cugini, per un problema di mancata divisione. A dicembre andremo dal notaio a fare l'atto di divisione pertanto l'immobile sarà interamente del mio compagno e della sorella.
Da ottobre, però, vogliamo locare l'appartamento e registrare il contratto. I locatori possono essere solo il mio compagno e la sorella? O devono per forza anche risultare i cugini? E nel caso il contratto fosse solo a nome del mio compagno ci sarebbero problemi nella registrazione?
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-09-25 09:12
Gentile Angela
in effetti le ultime indicazioni dell'Agenzia delle Entrate sembrano richiedere la presenza di tutti i proprietari anche perchè nell'indicazion e di preferenza della scelta tra cedolare e irpef va indicata proprio la percentuale di possesso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Roberta 2013-09-25 12:37
Buongiorno, leggendo i suoi preziosissimi consigli, mi è sorto un dubbio: avendo affittato un appartamento con cedolare secca, posso portare in detrazione sul 730 (ho anche redditi da lavoro dipendente) il costo di sostituzione della caldaia di quell'appartame nto (al CAF m'hanno detto che potevo recuperare il 50%), visto che teoricamente io sui redditi di quell'appartame nto non pago l'IRPEF ma, appunto, la cedolare secca? Grazie anticipatamente per la risposta
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-09-25 12:26
Gentile Roberta le detrazioni per questi lavori vengono scontati dall'irpef; il fatto che lei abbia optato per la cedolare non le preclude questa possibilità; semplicemente ha meno irpef da pagare, se così vigliamo dire, e sulla quale scalare queste ulteriori detrazioni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Lucia 2013-09-23 22:34
Buona sera,
non ho letto i messaggi precedenti, per cui spero di non ripetere un quesito già posto, ma volevo sapere se è possibile applicare la cedola secca anche ai contratti transitori di locazione di una sola stanza e quanto sarebbe in tal caso la percentuale (19 o 21%). Si tratta di un appartamento in Bologna.
Inoltre, vorrei sapere se la forma contrattuale da utilizzare per la locazione di una stanza, possa essere quella dell'allegato C al D.M. 143/1998.
Ringrazio anticipatamente .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-09-24 09:28
Gentile Lucia
è possibile applicare la cedolare anche per i contratti transitori con aliquota al 21/%. L'allegato C è riferito ai contratti per studenti universitari, quello B per il transitorio generico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Cinzia 2013-10-09 09:48
Citazione Isabella:
Gentile Lucia
è possibile applicare la cedolare anche per i contratti transitori con aliquota al 21/%. L'allegato C è riferito ai contratti per studenti universitari, quello B per il transitorio generico.


Grazie ancora per la risposta precedente.
Dove posso trovare gli allegati che cita in questa risposta?
Cordialità
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-09 08:16
provo ad indicare il link per scaricare l'accordo del comune di Bologna http://www.google.it/url?sa=t&rct=j&q=&esrc=s&source=web&cd=1&ved=0CDMQFjAA&url=http%3A%2F%2Fwww.comune.bologna.it%2Fmedia%2Ffiles%2Faccordo_affitto.pdf&ei=FBBVUu3QEcXGswbhwoD4AQ&usg=AFQjCNFW4Efx-LgX51Cc2j-qbqDKftkDnQ&sig2=KIDJbwAoyK5RSautsjh8yg&bvm=bv.53760139,d.Yms
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ale 2013-09-23 22:13
Gentile Isabella,
Innanzitutto complimenti, leggendo le sue risposte chiare e sintetiche mi sono chiarito molto le idee sulla cedolare secca, a cui mi sto avvicinando in questi giorni per la prima volta.
Sto affittando un appartamento (posti letto) a studenti e lavoratori, Pensavo a dei contratti annuali,. Domande:
- Mi viene spesso chiesto della rescissione del contratto in via anticipata. come funziona in regime di cedolare con contratto annuale?
-é possibile stipulare un contratto con la cedolare secca a tempo inferiore a un anno?se si se si rescinde, la disciplina cambia rispetto alla domanda 1?
-cambia qualcosa nell'affittare a studenti o lavoratori?
-Mi consiglia un contratto unico o una pluralità di contratti?
Grazie davvero dell'attenzione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-09-24 07:24
Gentile Ale la durata e le clausole contrattuali non riguardano la cedoalre secca; che è solo un regime fiscale facoltativo ed alternativo rispetto al classico irpef. Quindi è possibile stipulare contratti transitori che hanno una durata minima di 1 mese e massimo di 18 mesi se c'è un'esigenza di transitorietà, che potrebbe essere a questo punto degli studenti o di lavoratori. Per gli studenti però ci sono anche contratti ad hoc. Di solito per contratti di breve durata il periodo di disdetta è di tre mesi. Infine, pe run unico o più contratti dipende se preferisce avere ogni inquilino come unico referente per la stanza o impegnare tutti per tutti gli spazi e qindi se qualcuno dovesse andar via pretendere comunque l'intero canone.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2013-09-11 09:37
Buongiorno Isabella, si può fare un contratto di locazione mettendo una clausola che impegna il locatore a consegnare la certificazione APE entro una certa data? se si cosa si potrebbe scrivere sul contratto Purtroppo per problemi burocratici le cose per il mio appartamento vanno alle lunghe....

Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Andrea 2013-09-11 11:35
Buongiorno Marco,
la normativa relativa all'APE, entrata di recente in vigore, prevede che al contratto di locazione debba essere allegato l'APE, pena la nullità del contratto stesso. Non sono purtroppo previste deroghe legate alla dichiarazione di futura consegna dell'Attestato di Prestazione Energetica a contratto; l'unica previsione in questo senso è quella relativa all'obbligo di inserimento a contratto di una clausola con la quale il conduttore dichiari di aver ricevuto dal locatore tutta la documentazione relativa alla prestazione energetica dell'unità immobiliare, compreso l'Attestato.
Per maggiori info le consiglio l'articolo che trova con questo link: http://www.blogaffitto.it/categorie/prima-pagina/certificazione-energetica-contratto-nullo-senza-ape.html
Buona giornata!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2013-09-11 11:39
grazie, siete sempre molto gentili e disponibili!!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Alberto 2013-09-11 05:53
Salve dottoressa e complimenti. La mia domanda: quali sono le tipologie di contratto di affitto per le quali poter optare per la cedolare secca? Tutti, indipendentemen te da cifre e durate, o?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-09-11 09:27
Grazie Alberto!
Qualsiasi contratto di tipo abitativo, stipulato tra privati e per un immobile accatastato come abitativo; indipendentemen te da cifre e durata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# NUNZIA 2013-09-08 14:40
buongiorno Isabella,
in questa settimana invierò a/r all'inquilino per la cedolare secca. il contratto è di novembre/2010 (4+4). Come comunicarlo all'agenzia delle entrate con siria o modello 69? Mi sembra di capire da alcune letture che il modello siria si presenta solo all'atto della registrazione contratto o sbaglio?
la ringrazio
saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-09-08 15:26
Gentile Nunzia
può usare il modello 69 per comunicare all'Agenzia delle entrate il rinnovo con opzione di cedolare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Monica 2013-09-03 17:25
Buongiorno, sono proprietaria di un alloggio e ho stipulato un contratto di locazione che prevede l'aumento del canone alla prima scadenza contrattuale.. Posso applicare la cedolare secca oppure devo mantenere inalterato il canone fino alla scadenza degli 8 anni?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-09-03 18:29
Gentile Monica,
finchè decide di optare per il regime di cedolare secca non è possibile richiedere l'aggiornamento del canone.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Monica 2013-09-04 10:07
Citazione Isabella:
Gentile Monica,
finché decide di optare per il regime di cedolare secca non è possibile richiedere l'aggiornamento del canone.

Grazie della gentile risposta.. Potrei optare x cedolare per i primi 4 anni e dal quinto passare a tassazione ordinaria per poter effettuare aumento del canone? In quel momento dovrei versare solo il 2% o pagare anche tutti i bolli non versati al m omento della registrazione? Grazie mille
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-09-04 12:22
certo! salvo diverse disposizioni di legge potrebbe optare in qualsiasi momento per il nuovo regime e pagherebbe l'imposta di registro solo a partire da quel momento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# roberto 2013-09-02 13:51
Buongiorno,
avendo un contratto di locazione già in essere di scadenza annualità ( settembre/agost o) e deciso di optare per il regime di cedolare secca a partire da settembre 2013 volevo chiederle
se il nuovo regime fiscale sarà applicato ai soli quattro mesi ovvero Sett/Dic 2013 o e possibile applicarlo a tutto l'anno solare 2013 retroattivament e alla scelta.
Eventuali acconti per il 2013 saranno dovuti?
Considerando cjhe nel 730 2014 redditi 2013 mi saranno eventualmente conteggiati solo quattro mesi per definire gli acconti da versare sarà possibile richiedere comunque come base di calcolo tutta l'annualità 2013 percepita come reddito da affitto o andrà eseguita una eventuale integrazione volontaria?
Grazie
Cordiali Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-09-02 15:18
Caro Roberto,
optando da settembre nel 2014 sul reddito dal 1 gennaio 2013 al 31 agosto sarà assoggettato a irpef e addizionali; dalla nuova scadenza a al 31 dicembre 2013 sarà assoggettato a cedolare; con l'indicazione in dichiarazione dei redditi 2014 l'opzione sarà valida anche per tutto il 2014. Per gli acconti può optare se calcolarli già per novembre, o a questo punto versare il tutto nel 2014.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2013-08-29 17:18
Salve,sono un locatore e avrei deciso di optare per la cedolare secca (visto poi che ora è al 15%) per affittare un appartamento con contratto concordato a studenti universitari. Dovrei far partire i contratti dal 1 settembre, devo far firmare il cartaceo ai conduttori e poi registrare tramite s.i.r.i.a. ?? o devo adempiere ad altre burocrazie??
Visto che sono 4 conduttori ed ad ognuno faccio un contratto,posso usare s.i.r.i.a.?? ( ho letto che con siria si possono registrare massimo tre locatori e tre conduttori)
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-08-29 19:10
Gentile Marco,
se fa un contratto a ciascun studente può procedere alla singola registrazione tramite siria; la firma del cartaceo avviene solo sulla copia del contratto che trattenete.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2013-08-30 08:59
grazie Isabella, quindi stampo il cartaceo in due copie, firmo io ed il conduttore, una copia la tengo io una il conduttore, non metto nessuna marca da bollo, registro su s.i.r.i.a. e così ho adempiuto a tutte la parte burocratica?. Poi per il pagamento della cedolare come mi devo comportare? pago a giugno del 2014 e novembre 2014?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-08-30 09:48
Esatto Marco.
Se questo è il primo anno in cui opta per la cedolare può pagare il saldo direttamente a giugno 2014 o decidere di anticipare l'acconto a novembre 2013.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2013-08-30 09:51
grazie mille Isabella
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# daniela 2013-08-29 07:04
salve, sono locatore e ho deciso di optare per la cedolare secca. dato che ho registrato il contratto di affitto in via telematica l'agenzia delle entrate mi ha detto che, invece di compilare il mod 69, devo "registrare" questa opzione direttamente on line attraverso i servizi telematici dell'agenzia. sono in possesso di credenziali e pin ma..non so assolutamente da dove cominciare!! potete aiutarmi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-08-29 08:47
Gentile Daniela,
il passaggio successivo all'iscrizione per poter accedere ai servizi è quello di scaricare i software per la registrazione, decidendo se procedere poi con le versioni on line o off line degli stessi. Se deve registrare un solo contratto con solo un proprietario ed inquilino può scegliere di procedere con Siria. Eventualmente le agenzie immobiliari possono procedere direttamente alla registrazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Andrea 2013-08-21 13:43
Salve Isabella
Mi sono di recente trasferito all’estero per lavoro e vorrei affittare il mio appartamento con un contratto di tipo transitorio della durata di 18 mesi avvalendomi della cedolare secca.
A tal proposito ho alcune domande:
- Posso giustificare la transitorietà con la mia esigenza di voler vendere l’appartamento allo scadere del contratto? Se sì devo allegare qualche tipo di evidenza? È un pò presto ora per pubblicare l’annuncio di vendita, anche se qualche mese prima dello scadere del contratto ovviamente lo farò.
- Per la cedolare secca dove trovo i valori minimi e i massimi al mq per il comune di Firenze? Ho trovato una tabella on-line ma è molto datata e non so se ancora valida.
- Sono abilitato alla registrazione telematica all’agenzia delle entrate e registerò dunque on-line la cedolare. C’è anche l’obbligo di compilare il contratto tra le parti (l’allegato C della legge 9 dicembre 1998, ad es.) e se sì va anche registrato al comune o basta averlo come scrittura privata?
La ringrazio in anticipo per la sua cortese risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-08-21 23:37
Caro Andrea,
provo a rispondere con ordine ai suoi dubbi:
- per la motivazione di transitorietà va bene al momento l'intenzione di vendere, che deve essere però un impegno concreto prima dello scadere del contratto;
per la cedolare in realtà credo che lei si riferisca al canone concordato da applicare a Firenze e per questo posso suggerirle il seguente link http://www.confediliziafirenze.it/norme_visualizza.php?sezione=Edilizia&sottosezione=ACCORDO%20TERRITORIALE%20SULLE%20LOCAZIONI%20ABITATIVE
- infine, per la registrazione telematica in realtà non dovà allegare alcun contratto ma mandare un file e conservare lei la copia controfirmata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luigi 2013-08-07 16:42
Buongiorno,
mia moglie ha un appartamento che ha messo a reddito dal mese di marzo, mediante la formula di affitti brevi.
Quindi non viene fatto alcun contratto in quanto la permanenza media e di poche giorni e al massimo puo' arrivare a 20 giorni.
Sino ad ora era senza reddito e quindi compariva come carico familiare sul mio 730.
Siamo in regime di comunione dei beni.
Con l'anno prossimo i redditi percepiti vorremmo assoggettarli alla cedolare secca, quindi dovra' fare il suo 730.
Come si prefigurano i pagamenti dei redditi 2013?
16 giugno 2014 pagamento saldo redditi 2013 e acconto del 40 % calcolato sul 95% del reddito 2013
30 novembre 2014 acconto del 60% calcolato sul 95% del reddito 2013
Se cosi' stanno le cose la rata di giugno 2014 sara' particolarmente pesante.
E' possibile pagare un acconto al 30 novembre 2013 e se si in che misura?
Ringrazio per l'attenzione
Luigi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# alessandra 2013-08-07 07:29
/Buongiorno, ho affittato un appartamento dal 01/08/2013 a euro 400 mensili con regime di cedolare secca perchè mi è stato consigliato visto che annualmente con il mio stipendio part time e i canoni di affitto supero la soglia dei 15000 euro e con il contratto ordinario andrei a pagare sull'eccesso il 23%. è corretto? inoltre volevo sapere: avendo affittato ad agosto mi è stato detto che le tasse quest'anno non le pago ma ormai va a finire l'anno prossimo. è corretta anche questa risposta? non è che nn le pago ora ma il prossimo anno mi arriva un'enormità di soldi da pagare? non ho capito molto bene il meccanismo e vorrei mi fosse spiegato in parole semplici! grazie mille
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-08-07 09:17
Gentile Alessandra,
Le aliquote della cedolare sono più basse di quelle irpef quindi il consiglio potrebbe essere giusto
Per il pagamento essendo il primo anno di applicazione può scegliere di pagare tutto l'anno prossimo quando effettivamente si ritroverà con il saldo più acconti. Potrebbe anche scegliere invece di pagare a novembre gli acconti 2013.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-08-07 20:13
Gentile Luigi
La procedura illustrata è del tutto corretta
Per l'acconto può versarlo già quest'anno a novembre. La misura sarebbe del 95% sui canoni presunti non essendoci un metodo storico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Lucia 2013-08-01 18:02
Buon giorno,
a fine agosto scade l'annualità del contratto di affitto dell'appartamen to che ho in comproprietà con mia madre. In tale occasione pensiamo di optare per il regime di cedolare secca con mod. 69.
Ai fini fiscali l'opzione della cedolare
parte con l'annualità di agosto oppure è possibile farla partire già dal 01.01.2013?
Ringrazio già da ora per una Vs. risposta.
Lucia
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-08-01 18:25
Gentile Lucia,
il regime di cedolare secca avrà effetti sui redditi percepiti a partire dalla nuova annualità, quindi da fine agosto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Lucia 2013-08-02 09:58
Grazie mille per la veloce risposta.
Era proprio come pensavo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# paola 2013-07-24 11:40
Mio padre ha fatto nel 2012 un contratto cedolare fissa SOLO a suo nome per un immobile di cui io e mio fratello siamo comproprietari. Nel suo 730 ha indicato il 100% dell'affitto percepito. Io nel mio 730 ho indicato la quota di possesso 16,66% ma nessun affitto percepito. Mio fratello, disoccupato, non fa il 730.
Gli affitti li percepisce mio padre, che paga tuttele relative tasse, oltre ai necessari lavori di manutenzione.
Secondo il commercialista che ha fatto il 730 di mio padre va bene così, secondo il mio caf non va bene, devo denunciare anche gli affitti che non percepisco. Chi ha ragione?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-24 14:30
Gentile Paola,
essendo comprorpietario di un immobile dato in affitto, risulterebbe che anche lei percepisce un reddito. Quindi il suo Caf ha ragione da questo punto di vista. Se lei non percepisce però nulla della quota di canone, al limite può chiedere a suo padre di pagare anche le relative tasse.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Elio 2013-07-24 11:22
Buongiorno, ho letto l'interssante articolo sulla cedolare secca, che però mi ha lasciato un dubbio: io entrerò in possesso (diciamo a settembre 2013) di un appartamento affittato con contratto regolarmente registrato con data di partenza 14/06/2012. L'attuale proprietario è una società che quindi non poteva avvalersi della cedolare secca. In seguito all'acquisto farò la dichiarazione all'agenzia delle entrate della cessione del contratto di locazione.

E' possibile in quel momento dichiarare di voler fruire della cedolare secca?

Se si è possibile farlo già per l'anno in corso (2013)?



Grazie in anticipo per la sua gentilezza.

Cordiali saluti

Elio Pensato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-24 14:28
Gentile Elio,
per la sua posizione fiscale potrebbe esprimere subito la prefernza al regime fiscale. Bisogna capire cosa è stato pagato a livello di imposta di registro e eventuali aggiornamenti applicati all'inquilino che a questo punto andrebbero restituiti a partire però già da quanto versato a partire da giugno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Elio 2013-07-24 15:06
Grazie per la sua celerissima risposta, provo a riassumere per vedere se ho capito:
1) Quando comunicherò all'agenzia delle entrate la cessione potrò anche dichiarare la volontà di usufruire della cedolare secca;
2) Comunicherò all'inquilino via RR la mia volontà e la rinuncia ad aumenti;
3) l'inquilino potrà (eventualmente) fare richiesta di rimborso di parte dell'imposta di registro pagata;
4) non essendoci stati aumenti fino ad oggi non ci sarebbe il problema.
Grazie ancora per la sua chiarezza e puntualità (veramente rare!!).
Cordiali saluti
Elio Pensato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-24 18:03
Grazie a lei Elio per la cortesia!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Anto 2013-07-23 11:36
nel caso in cui un contratto con scadenza 31/07/2013 viene ceduto ad un nuovo locatore il 02/08/2013 quest'ultimo può applicare la cedolare secca già dal 2013 o deve aspettare l'annualità successiva?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-23 13:06
Gemtile Anto,
direi che in questo caso specifico scadenza del contratto e cessione coincidono... avendo trenta giorni di tempo per "registrare" l'atto, il nuovo locatore può eventualmente già scegliere la cedolare per questa annualità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# angela 2013-07-22 23:18
SALVE, VORREI PORVI UN QUESITO, HO UN INQUILINO CHE VORREBBE UN CONTRATTO DI SEI MESI , RINNOVABILE,
HA UN LAVORO PRECARIO E LO RICONFERMANO ALLO SCADERE DEI SEI ,CHE CONTRATTO LOCATIVO POSSO APPLICARE TENENDO PRESENTE CHE PREFERIREI USUFRUIRE DELLA CEDOLARE SECCA , GRAZIE IN ANTICIPO A CHI VORRA' RISPONDERMI
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-23 09:12
Gentile Angela,
può stipulare un contratto transitorio, adducendo come motivazione il lavoro precariod ell'inquilino. Per questo contratto è possibili aderire alal cedolare secca. l'unica raccomandazione è che se l'immobile si trova in un comune ad alta densità abitativa è necessario che il canone sia calcolato sulla base degli accordi territoriali.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# angelo 2013-07-22 12:33
Gentile Isabella,
in merito alla cedolare secca avrei alcune domande:
-ho alcuni contratti di locazione in essere con due fratelli e con opzione già espressa per la cedolare secca;
-vorrei tornate alla tassazione normale per recuperare i benefici fiscali ottenuti in relazione a interventi di ristrutturazion e di immobili che diversamente andrebbero persi per raggiunta "capienza" ;
Per cui leggendo varie circolari ho individuato che cosa fare
1-inviare lettera RRR ai vari inquilini segnalando la mia diversa posizione e che sarà necessario alla prossima scadenza annuale del contratto pagare l'imposta di registro ;
2-segnalare, in carta libera , all'ufficio delle entrate la rinuncia dell'opzione con l'elenco del contratti con i dati delle parti , data di stipula, estremi di registrazione dei contratti , dati catastali , ecc. ;
Chiedendole conferma sulla correttezza di tale procedura, Le chiedo inoltre :
-a come devo assolvere al versamento della imposta di bollo ?
-b trattandosi diversi contratti con scadenze ovviamente varie quale è la rispettiva decorrenza fiscale in relazione alla mia scelta..?...( cioè...possibil i scelte...dalla data della comunicazione all'ufficio delle entrate della mia nuova opzione o deve farsi riferimento alla singole scadenze contrattuali..o si fa riferimento all'anno fiscale ?.. soluzione che mi sembra contabilmente la più semplice.. ?
La ringrazione per l'attenzione .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-22 14:44
Gentile Angelo,
direi che ha già informazioni molto precise e corrette in merito.
Per il pagamento dell'imposta di registro è giusto fare riferimento alle scadenze annuali (ha tempo trenta giorni dalla scadenza e procede con il versamento tramite f23); per le indicazioni ai fini fiscali vale l'opzione indicata nei modelli di dichiarazione e quindi l'anno fiscale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# angelo 2013-07-22 15:31
Gentile Sig. Isabella
Grazie per la sollecita risposta....
per cui se comunico la modifica, nel luglio 2013 essa ha validità a fini fiscali per tutto l'anno fiscale dal 1/1/2013 al 31/12/2013 con opzione da evidenziare con unico 2014 ?? . e ciò indipendentemen te dalla durata contrattuale... ..è corretto....?
...forse Le è sfuggito ma chiedevo anche come assolvere al versamento dell'imposto di bollo (ora 15 euro ) del contratto (punto 4.3. della circ.26/E/2011) ..considerato che il contratto originario non ha pagato l'imposta di bollo...
Grazie ancora per la attenzione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-22 18:29
Caro Angelo, deve sempre verificare la scadenza contrattuale: sul reddito dal 1 gennaio2013 alla scadenza (luglio credo) sarà assoggettato a irpef e addizionali; dalla nuova scadenza a al 31 dicembre 2013 sarà assoggettato a cedolare; con l'indicazione nell'unico 2014 l'opzione sarà valida anche per tutto il 2014. Per l'imposta di bollo questa è dovuta solo per la prima registrazione, quindi per le annualità successive gli obblighi sono relativi alle sole imposte di registro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco 2013-07-20 08:45
Buongiorno Isabella,

quanti giorni ho per inviare la cedolare secca all' inquilino?
basta solo mandarla a lui?

Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-20 14:38
Caro Marco,
la raccomandata con la sua scelta di aderire al regime di cedolare è da inviare all'inquilino contemporaneame nte all'indicazione da registrare all'agenzia delle Entrate e quindi enro 30 giorni dalla scadenza annuale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco 2013-07-22 12:17
Una sola precisazione: ho chiamato l'agenzia delle entrate e mi hanno detto che se espressa sul contratto la volonta di aderire alla cedolare secca,non c'e' bisogno di mandare la raccomandata.Le risulta?

Grazie mille
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-22 14:41
Buongiorno Marco,
è corretto quanto indicato dall'Ade. Poichè la scelta vale per l'intera durata contrattuale, salvo la facoltà di revocarla, allora si ricordi eventualmente di informare l'inquilino tramite raccomandata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Sonia Lombardi 2013-07-18 17:50
Buonasera,
ho un quesito al quale spero possiate rispondere. Mia madre aveva dato in affitto il suo appartamento, ma è morta lo scorso anno asciandolo in eredità a mio figlio, il quale a sua volta poco tempo fa ha fatto la donazione di usufrutto a me e mio marito. Ora, poichè tra pochi giorni scade il termine per il pagamento dell'annualità dell'imposta di registro e volendo io e mio marito optare per il regime della cedolare secca, che cosa dobbiamo fare?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-20 14:42
Gentile Sonia,
è necessario mandare all'inquilino una raccomandata che lo informi di questa scelta con cui rinunciate all'aggiornamen to istat e registrare la scelta presso l'agenzia delle entrate con il modello 69. Dovrete poi indicare tale opzione anche in sede di dichiarazione dei redditi e quindi confrontarvi con il commercialista per il versamento degli acconti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# maxbridge 2013-07-16 14:01
salve isabella. grazie per la risposta.
l'appartamento è stato affittato per la prima volta il 1 marzo 2013. pensavo di pagare entro il 2013 la cedola del 21% con F23 per i 7 mesi di affitto. è sbagliato?
grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-16 14:57
Sì, le confermo che dovrà pagare a saldo l’intera somma (il 21%), nel giugno 2014. Non dovrà versare acconti.
Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# maxbridge 2013-07-15 19:45
ciao isabella.
ho affittato in regime di cedolare secca, registrando il contratto con siria, un appartamento il 1 marzo 2013. i conduttori, previo preavviso, hanno deciso di rescindere il contratto in data 30 settembre 2013 (cessazione anticipata)
devo pagare la cedolare secca relativa ai 7 mesi questo anno? se si, entro quando? come? la cessazione anticipata del contratto si può fare per via telematica o devo andare all'ufficio delle entrate? quanto devo pagare per la cessazione?
grazie in anticipo per l*aiuto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-16 10:28
Buongiorno,
nel suo caso l’imposta andrà pagata a saldo (entro il 16 giugno 2014) in sede di dichiarazione dei redditi, se lo scorso anno aveva affittato con regime IRPEF ovvero non aveva affittato.
Per quanto riguarda la risoluzione anticipata del contratto, non è possibile effettuarla per via telematica e dovrà recarsi presso l’Ufficio dell’Agenzia delle Entrate. Non dovrà pagare nulla (in quanto in regime di cedolare), solo compilare il modello 69 e presentarlo.
Grazie a lei per averci contattato!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luana 2013-07-15 16:27
salve, leggendo qui i vari commenti mi sorge un dubbio...abbiam o un contratto d'affitto ad uso abitativo registrato nel 2010 con regime normale; il rinnovo del contratto per il 2013 avviene nel mese di luglio e noi a giugno abbiamo comunicato tramite raccomandata AR all'inquilino che opteremo per la cedolare secca appunto nel 2013; ho compilato il mod 69 e devo recarmi all'Agenzia delle entrate entro questo mese per protocollare la richiesta. Nel modello Unico 2013 abbiamo dichiarato il canone di locazione relativo al 2012 senza specificare l'opzione della cedolare secca (dovrebbe partire da quest'anno) ma noi adesso dobbiamo versare acconto o no??spero di essere stata abbastanza chiara!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-15 18:38
Gentile Luana,
è stata chiarissima!
Nessun acconto per la cedolare secca quest’anno, essendo nel 2012 il reddito tassato con IRPEF. Pagherà l’imposta a saldo e dal prossimo anno verserà l’acconto.
Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luca 2013-07-13 09:55
Buongiorno, intanto complimenti per il forum. La mia domanda è: ho appena costituito una cooperativa che prende appartamenti in affitto da privati e li riaffitta a studenti stranieri. Molti proprietari degli appartamenti chiedono a me conduttore se possono applicare la cedolare secca. All'Agenzia delle Entrate continuano a dirmi di no ma ho scoperto invece che molti in casi analoghi al mio lo fanno. Qual è il suo parere in merito?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-14 07:18
Buongiorno Luca,
la cedolare secca è applicabile solo nel caso in cui il contratto ad uso abitativo, per uso abitativo, venga stipulato tra privati. La prima introduzione del tributo, infatti, specificava che il proprietario deve essere un privato, le successive circolari completano l'applicazione restringendo anche il campo dei conduttori, che a loro volta devono essere dei privati. Quindi nel suo caso parlando di una cooperativa l'Agenzia delle Entrate applica quanto predisposto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Silvia 2013-07-09 22:24
Buonasera, nel 2012 alla scadenza delle annualità dei 2contratti d 'affitto che ho in essere ho deciso di optare per la cedolare secca. Uno in data 01.08.2012 e l'altro il 01.06.2012. Nel 2012 non ho provveduto al versamento degli acconti, devo versare ora con ravvedimento? In caso positivo ravvedo l'importo totale dovuto dal 30.11.2012? Ringrazio anticipatamente !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-10 15:13
Buongiorno Silvia,
per il 2012 non dovrà versare acconti, avendo assoggettato il reddito da locazione di entrambi gli immobili al regime IRPEF nell’anno precedente (sul punto l’Agenzia delle Entrate ha chiarito con circolare 20/E del 4 giugno 2012).
Se non ha ancora provveduto dovrà invece versare l’acconto 2013 entro il 16 luglio con una piccola maggiorazione, essendo già “saltata” la scadenza del 16 giugno.
Grazie a lei per averci contattato!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# zerrilli 2013-07-09 11:14
Buongiorno
espongo velocemente il mio problema, un nostro cliente ha comunicato con raccomandata A.R. con il mod 69 la risoluzione del contratto di locazione in regime di cedolare secca indicando nella voce data di stipula/adempim ento la data di stipula e non la data di risoluzione , a distanza di tre mesi ci siamo accorti dell'errore come possiamo risolverlo? Possiamo fare una comunicazione sempre con raccomandata o bisogna andare direttamente all'agenzia delle entrate?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-09 18:41
Gentile sig. Zerrilli,
per una gestione della pratica in tempi contenuti e con i dovuti accorgimenti, le consiglio senz'altro di recarsi presso gli uffici dell'Agenzia delle Entrate per l'adempimento che ci segnala.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2013-07-08 23:35
Buongiorno Dr.ssa Tulipano,
ho affittato un immobile di mia proprietà dall'01/02/2013 con cedolare secca. Per quest'anno dovrò versare qualcosa o è tutto rimandato al 2014? Non ho ben compreso se, nel mio caso, il pagamento va effettuato con F24 (Unica rata se inferiore a € 257,52 altrimenti due rate: • 40% entro 16 giugno 2013 o 16 luglio con maggiorazione dello 0,40% • 60% entro 30 novembre 2013) o se tutto è rimandato al 730 del 2014.
Le sarei molto grato se mi fornisse una delucidazione in merito. Grazie di tutto e buon lavoro! Marco
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-09 10:42
Salve Marco,
le confermo che, se nel 2012 l’immobile in questione non era locato (come mi sembra di capire da quanto scrive), l’acconto non sarà dovuto e verserà l’imposta direttamente a saldo nel giugno 2014.
Buona giornata anche a lei!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2013-07-09 14:40
La ringrazio molto Dr.ssa per la sua cortese e chiarissima risposta. Proprio questa mattina, ho ricevuto una mail dal CAF presso cui ho presentato la dichiarazione dei redditi e, in risposta al medesimo quesito, mi è stato così risposto: "...non avendo pagato l'acconto cedolare secca sul 730/2013, dovrà comunque versare il 95% del 21% di IRPEF da calcolare sul totale dell'affitto del 2013. Per quanto riguarda il versamento, come le ho già detto, può dividere la somma pagando entro il 16/07 il 40% del 95% ed il saldo a novembre., oppure pagare l'intera somma sempre entro il 16/07.". A questo punto sono davvero confuso e non capisco se per questo immobile dato in affitto dall'01/02/2013 possa o meno attendere il 2014...E' corretto quanto comunicatomi dal CAF o posso attendere il saldo del giugno 2014? Grazie e scusi se la disturbo nuovamente, credo che sia comunque un argomento che interessa molti utenti dubbiosi sul da farsi! Cordialmente Marco
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-10 11:17
Gentile Marco,
le confermo che essendo il reddito da locazione soggetto, per sua opzione, a cedolare secca l’acconto eventualmente da versare non è quello IRPEF (che, per inciso, non prevede un’aliquota al 21%), bensì quello previsto per il regime alternativo.
Valendo però, a partire dall’anno 2012, un metodo “storico” per il calcolo dell’acconto per cedolare secca e non essendo presenti redditi tassati con cedolare nello scorso anno, quest’anno il versamento dell’acconto non è dovuto.
Su questi aspetti l’Agenzia delle Entrate ha fornito alcuni chiarimenti con le circolari 26/e del giugno 2011 (par. 7) e, successivamente , 20/e del giugno 2012 (par. 3).
Ha ragione, l’argomento è interessante e fa benone a togliersi ogni dubbio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe 2013-07-09 12:19
salve nell'anno nel Gennaio 2012 ho affittato una bottega, adesso mi ritrovo a pagare piu' di 3000€ perche' devo pagare le imposte del 2012 e 2013,in piu' il CAF mi ha detto che a dicembre devo pagare anche il 2014,perche' lo stato prevede che io devo pagare l'imposta dell'anno seguente il 99%,vorrei sapere se e' cosi veramente,(non ho cedolare secca).
grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-09 18:50
Caro Giuseppe,
le confermiamo innanzitutto che, trattandosi di un locale commerciale, non sarà possibile scegliere la cedolare secca.
Per quanto riguarda i calcoli sull'Irpef che le ha fatto il CAF, effettivamente l'acconto è pari al 99%. La prima tranche (40%) va pagata entro il 16 giugno o, con maggiorazione, entro il 16 luglio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Alberto 2013-07-07 22:33
Buongiorno Isabella e complimenti.
Ho riaffittato la mia casa in regime di cedolare secca a partire dal 01/07/2013 dopo che il contratto precedente con tassazione ordinaria era terminato con risoluzione anticipata ad Aprile 2013. Sono pensionato e presento mod730, potrò farmi calcolare le tasse anche per la parte in cedolare secca nel 730 del 2014? Quindi non dovrò per quest'anno pagare acconti con F24?
Grazie mille in anticipo, cordiali saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-08 14:30
Anzitutto grazie Alberto per i complimenti!
Sì, nel modello 730 che presenterà nel 2014 dichiarerà sia i redditi 2013 soggetti a IRPEF che quelli per i quali ha optato per la cedolare secca. Non dovrà pagare acconti per quest’anno, inizierà a pagarli a partire dal prossimo.
Buona giornata
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Daniela 2013-07-04 08:46
Buongiorno, ho 2 appartamenti affittati con l'opzione di cedolare secca che non si è verificata essere la soluzione migliore perchè non mi consente di utilizzare le mie detrazioni fiscali. Come passo da cedolare secca a IRPEF normale? Può essere questo passaggio retroattivo essendosi dimostrato controproducent e nel 2012 ? Grazie, Daniela
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-04 10:18
Gentile Daniela,
deve controllare la data della scadenza annuale del contratto. Il passaggio può essere effettuato 30 giorni prima della scadenza, andando a registrare la sua scelta con il modello 69; inoltre dovrà pagare l'imposta di registro, che prima veniva assorbita dalla cedolare, con il modello F23. Si ricordi di mandare la raccomandata con la scelta del regime fiscale al suo conduttore.
Il passaggio non può essere retroattivo, ma parte dalla data di registrazione del modello 69.
Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Enrico bonucci 2013-07-02 21:09
Buonasera, avevo in corso affitto con cedolare secca dal 1/2012 ma ad aprile 2013 l'inquilino ha lasciato l'appartamento. Sto cercando di riaffittare ma nel frattempo a giugno ho versato l'acconto come se il contratto fosse ancora in essere con l'intento di compensare a dicembre eventuali differenze in meno (non so quando riaffittero'). Ho ragionato bene ? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-03 09:35
Se riaffitta subito direi che il ragionamento è giusto; deve comunque aver registrato la risoluzione anticipata del contratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# rosaria 2013-06-30 18:57
Ciao
Mio marito affitta un appartamento in cedolare secca canone concordato da novembre 2012. Al caf ci hanno calcolato le tasse nel 730 anche se pensavo di dover pagare separatamente entro meta' giugno. Il canone e' di 600 euro. E corretto ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-30 20:49
Gentile rosaria,
è giusto. per chi presenta il modello 730 gli acconti avevngono in busta paga come per l'irpef.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Antonio 2013-06-30 17:54
Ho un appartamento affittato dal 1998 con contratto 4+4 attualmente in regime fiscale di cedolare secca. Vorrei sapere se alla prossima scadenza quadriennale posso, in sede di proroga, in accordo con l'inquilino, aumentare il canone di affitto e rimanere come tassazione in cedolare secca. Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-30 20:48
Gentile Antonio,
purtroppo non è possibile durante il periodo contrattuale (e la proroga appunto è una ocntinuazione del contratto stipulato nel 1998) prevedere aumenti del canone superiori alle misure previste in contratto e solitamente legate all'indice Istat. Potrebbe invece mandare disdetta con richiesta di adeguamento del canone e quindi stipulare un nuovo contratto con il relativo canone pattuito.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Michele 2013-06-27 13:16
Salve,
ho affittato un immobile dal giorno 01-Giugno-2013 e il contratto è stato registrato il 18-giugno-2013.

Per la prima rata della cedolare secca, essendo avvenuta al 16-Giugno-2913, ovvero 2 giorni prima della registrazione.. ..come devo comportarmi?
Pagare il saldo a Novembre? Niente penali dello 0,4%, giusto?
Grazie mille
Michele
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-27 14:49
Buongiorno Michele,
può pagare in un'unica rata a novembre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ximena 2013-06-27 03:15
Buongiorno Isabella, complimenti per il blog!
Vorrei un consiglio, se possibile. Risiedo all'estero è ho un piccolo appartamento a bologna. Mi converrebbe affittarlo con contratto convenzionato e pagare le tasse con cedolare secca? Non ho altri redditi in italia e quindi come dovrei fare per pagare le tasse? Con il 730? O come? Grazie infinite in anticipo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-27 09:23
Grazie Ximena,
è davvero molto gentile, Credo che il contratto convenzionato a Bologna sia conveniente visto che i valori sono aggiornati e la durata a questo punto più breve. è inoltre prevista un'aliquota Imu agevolata per questa tipologia contrattuale. Per il pagamento le suggerisco questo link che contiene una guida fiscale per residenti all'estero http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/wcm/connect/c23d4780426dd133b1f2bbc065cef0e8/guida_non_residenti.pdf?MOD=AJPERES
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# angelo 2013-06-25 16:08
salve, intanto complimenti per questo forum che trovo molto interessante,e poi volevo cortesamente avere delle informazioni riguardo alla cedolare secca, nel mio caso specifico.
ho affittato casa il 01/02/2013, con contrato di locazione libero di 6000 euro annui quando e quanto dovrei pagare? in attesa di una risposta vi porgo distinti saluti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-25 16:46
Buonasera Angelo,
grazie per i complimenti!! Se questo è il primo anno di locazione può scegliere se versare gli acconti già quest'anno (la prima scadenza era a metà giugno, ma potrebbe pagare in un'unica soluzione a novembre); l'acconto sarebbe il 95% ed il saldo da versare nel 2014. In tutto lei dovrebbe pagare il 21% dei 6.000 euro, ovvero 1.260.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Fabio 2013-06-23 19:47
Gentile Isabella buonasera..
scusi la banalità ma districarsi nel mare magnum della burocrazia italiana non è semplice per un neofita.
..affittando un appartamento con regime di tassazione sostititivo " cedolare secca " 21% con decorennza 1 Agosto 2013 ( scavallando quindi la scadenza " Giugno 2013 ") non riesco a capire a cosa si riferiscono gli acconti perchè:
1) si comincia a pagare nel 2014 ( giugno )? Se si quanto ?
2) Si può pagare "anche" nel corso dello stesso 2013 ?
l'Agenzia delle entrate parla di 2 rate ma una è già passata.
3) posso pagare tutto a Novembre ( i 5 Mesi )?
4) e quanto ?IL 95% o il 92% dei 5 Mesi , e poi a Giugno 2014 cosa pagherei il 5% restante relativo al 2013 e basta ?
..cioè in pratica la cedolare secca si paga nell'anno in corso in cui produce reddito o l'anno dopo ?....perchè ,sembra, si possa fare come si vuole .
La ringrazio infinitamente
Fabio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# isabella 2013-06-23 22:42
Caro Fabio..
effettivamente non è molto semplice districarsi tra le questioni burocratiche. La cedolare in realtà si paga in anticipo sui redditi che si vanno ad incassare. Con l'irpef pago a giugno quanto guadagnato l'anno scorso. Per il primo anno di applicazione quindi può decidere se pagare a novembre il 95% dei 5 mesi e saldo e acconto nel 2014 oppure direttamente saldo più acconto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Lia 2013-06-16 21:46
Gentile Isabella,
ho locato un appartamento dal 1/6/12 a €. 350 al mese adottando la cedolare secca. Il 30/11 ho eseguito il previsto versamento dell'acconto del 95%. Nel mod. 730 nel Quadro B, rigo B2 col. 6 devo indicare il canone riscosso per i 7 mesi del 2012 (1°) o il canone annuale (2°)? Nel 1° caso nei righi 100 e 101 vengono calcolati acconti per il 2013 inferiori al calcolo annuale della cedolare da versare. Nel 2° caso gli acconti per il 2012, rigo 81, vengono calcolati in misura maggiore di quelli già versati. Cosa devo fare? La ringrazio anticipatamente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-17 07:05
Gentile Lia,
nel quadro di riferimento c'è un rigo relativo alla percentuale di utilizzo dell'immobile da compilare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Max 2013-06-16 16:51
buonasera.
ho affittato per la prima volta un appartamento con decorrenza 1 marzo 2013 ed ho optato per il regime di cedolare secca al 21%. non ho pagato nulla (e non penso di farlo) quest'anno. Cosa dovrò pagare nel 2014? con quali scadenze? aggiungo che sono un dipendente il cui datore di lavoro è sostituto di imposta. come dovrò pagare? F24 o il datore di lavoro farà la trattenuta in busta?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-17 06:57
buongiorno Max,
ha giustamente usato l apossibilità di versare il 21% di quanto percepito nel 2013 in sede di dichiarazione dei redditi 2014. Con ilmodello 730 quindi lei esprimerà la scelta di cedolare e sarà il datore di lavoro a trattenere quanto dovuto in busta paga. I termini a questo punto coincidono con quelli di presentazione della dichiarazione dei redditi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Max 2013-06-18 13:14
Citazione Isabella:
buongiorno Max,
ha giustamente usato l apossibilità di versare il 21% di quanto percepito nel 2013 in sede di dichiarazione dei redditi 2014. Con ilmodello 730 quindi lei esprimerà la scelta di cedolare e sarà il datore di lavoro a trattenere quanto dovuto in busta paga. I termini a questo punto coincidono con quelli di presentazione della dichiarazione dei redditi.


salve Isabella.
dato che l'importo che il datore di lavoro mi dovrebbe trattenere nel 2014 sarebbe piuttosto elevato (tutto il 2013 più l'acconto 2014), sarebbe possibile pagare quest'anno la cedolare secca relativa ai mesi marzo-dicembre 2013? se si, come? con F24? grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-18 18:41
Certamente. Può scegliere a questo punto di pagare l'acconto del 95% in due rate con f24.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Max 2013-06-18 20:07
Citazione Isabella:
Certamente. Può scegliere a questo punto di pagare l'acconto del 95% in due rate con f24.


scusi ancora.
devo pagare il 95% di quale importo? annuale o i 10 mesi di affitto? entro quando devono essere pagate le 2 rate? quali sono codici da inserire nel F24?
ancora molte grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-19 09:47
il 95% di quanto percepito, quindi dei 10 mesi.
Codice tributo: 1840 Prima rata entro 17 giugno 2013
1841 Seconda rata: 2 dicembre 2013
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Max 2013-06-19 12:32
Citazione Isabella:
il 95% di quanto percepito, quindi dei 10 mesi.
Codice tributo: 1840 Prima rata entro 17 giugno 2013
1841 Seconda rata: 2 dicembre 2013


Grazie ancora Isabella.
Ma dato che ormai sarei in ritardo con la prima rata, devo pagare la penale dello 0.4%?
Visto che il mio sarebbe una specie di contributo "volontario" non dovuto per quest'anno, la pnale non si applichi.
Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-19 14:32
Può eventualmente decidere di pagare in un'unica soluzione a novembre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Max 2013-06-19 15:58
Citazione Isabella:
Può eventualmente decidere di pagare in un'unica soluzione a novembre.


cioè ora a giugno non potrei pagare?
grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-20 09:06
Dovrebbe allora versare con la sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo (1/15 del 30%): se il versamento viene effettuato entro 14 giorni dalla scadenza. Questo interpretando strettamente il regolamento. Magari può chiedere direttamente all'agenzia delle Entrate trattandosi di un versamento volontario.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Max 2013-06-21 10:30
Citazione Isabella:
Dovrebbe allora versare con la sanzione dello 0,2% per ogni giorno di ritardo (1/15 del 30%): se il versamento viene effettuato entro 14 giorni dalla scadenza. Questo interpretando strettamente il regolamento. Magari può chiedere direttamente all'agenzia delle Entrate trattandosi di un versamento volontario.


buongiorno isabella.
se decidessi di pagare tutto (il 95% dei mesi marzo-dicembre) in un'unica soluzione a novembre 2013, che codice F24 dovrei usare?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-21 11:01
il codice 1841 è valido per la seconda o la soluzione unica
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Max 2013-06-21 15:15
Citazione Isabella:
il codice 1841 è valido per la seconda o la soluzione unica


perfetto.
cosa dovrò indicare nel 730/2014 relativamente al pagamento effettuato nel 2013?
grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-21 15:26
Queste le indicazioni per il modello di quest'anno:
Colonna 5 (Prima rata di acconto cedolare secca 2012): riportare in questa colonna:

- l’importo indicato nel punto 26 del CUD 2013 (acconto trattenuto con il modello 730/2012);
- l’importo indicato nel modello di pagamento F24 con il codice tributo 1840 e l’anno 2012 (versamento di acconto eseguito autonomamente).

Colonna 6 (Seconda o unica rata di acconto cedolare secca 2012): riportare in questa colonna:

- l’importo indicato nel punto 27 del CUD 2013 (acconto trattenuto con il modello 730/2012);
- l’importo indicato nel modello di pagamento F24 con il codice tributo 1841 e l’anno 2012 (versamento di acconto eseguito autonomamente).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# pierpaolo 2013-06-12 16:22
Ho un'appartamento che affitto per brevi periodi, sempre inferiori ai 30 giorni e anche inferionri alla settimana, volevo sapere se posso usufruire della cedolare secca. In particolare non riesco a capire quali siano gli adempimenti ai quali sono soggetto:
1) devo ogni volta che affitto registrare il contratto anche con SIRIA ( e se affermativo come faccio ad inserire il dato del codice fiscale se un turista straniero evidentemente non ne è in possesso)
2) basta solo indicarlo al momento della dichiarazione dei redditi del 730 e quindi i miei obblighi terminano li?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-13 09:24
Buongiorno Pierpaolo,
la registrazione nel caso di contratti di durata inferiore a 30 giorni è solo facoltativa; quindi il suo obbligo si esaurisce in sede di dichiarazione dei redditi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Danilo 2013-07-17 14:20
Citazione Isabella:
Buongiorno Pierpaolo,
la registrazione nel caso di contratti di durata inferiore a 30 giorni è solo facoltativa; quindi il suo obbligo si esaurisce in sede di dichiarazione dei redditi.


Buongiorno sono Danilo e mi trovo nella stessa situazione di Pierpaolo.
Vorrei sapere se ogni volta che affitto per un periodo di tempo limitato la mia casa ad un turista devo inviare al medesimo entro i 30 giorni una raccomandata con ricevuta di ritorno o posso anche farne a meno? Nel caso in cui debba inviarla posso farlo con la posta certificata.
Ancora grazie. Danilo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-17 15:27
Buongiorno Danilo,
il caso è stato affrontato dall’Agenzia delle Entrate, che nella Circolare 20/E del 4 giugno 2006 chiarisce: "l'obbligo di inviare la comunicazione di rinuncia agli aggiornamenti del canone può essere escluso nell'ipotesi di contratti di locazione di durata complessiva nell'anno inferiore a trenta giorni. In relazione a tali contratti di breve durata, per i quali non vige l'obbligo della registrazione in termine fisso, non opera il meccanismo di aggiornamento del canone".
Nessuna comunicazione, dunque.
Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marcello 2013-06-12 13:55
Buongiorno,
vorrei sapere il trattamento con cedolare secca nel caso di casa a mare con affitto mensile ce tipo devo versare e come?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-12 15:32
Buongiorno Marcello,
verserà il 21% sul reddito totale percepito. Se non può esserci un metodo previsionale di calcolo, direttamente con saldo nella dichiarazione 2014.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# david 2013-06-12 11:27
Buongiorno ....dilemma cedolare secca. Ho una casa in affitto a Roma e fino a marzo 2013 era affittato 4+4 libero poi l'inquilino è andato via ed a Maggio 2013 l'ho affittato di nuovo ma con cedolare secca. Quand'è che devo pagare cioè già da quest'anno con acconto entro il 17 giugno oppure l'anno prossimo? Premetto che ieri ho pagato F24 per le tasse per il 2012 con contratto libero (faccio il modello unico), Grazie e buon lavoro
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-12 12:14
Buongiorno David,
per i redditi 2013 scegliendo il regime di cedolare secca dovrebbe versare gli acconti già a giungo e poi a novembre. Quanto versato prima, infatti, era relativo ai redditi 2012.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# david 2013-06-12 12:29
Grazie per la cortese risposta. Quindi riassumendo scegliendo quest'anno la cedolare secca devo pagare subito le tasse e non aspettare il 2014 per pagare i redditi di quest'anno. L'importo va calcolato dal 15 Maggio che è il giorno in cui è entrato il nuovo inquilino con cedolare secca? L'affitto è di €800 quindi fino al 31 dicembre sono 7 mesi e mezzo da conteggiare che fanno in totale 7mesi x €800 + metà mese di maggio = €6000. Le faccio tutte queste domande perchè un commercialista anche preparato mi ha detto che anche se pago l'anno prossimo non incorro in sanzioni.....gr azie tante Isabella
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-12 15:31
Caro david il calcolo è giusto e non è in errore neanche il suo comemrcialista dato che l'agenzia delle Entrate offre la possibilità anche, pe ril primo anno di applicazione, di versare tutto in saldo. Credo che comunque prima o poi ci si ritrovi a dover pagare due volte nello stesso anno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# sara 2013-06-11 22:40
sono propietaria di una casa in affitto con contratto a canone agevolato 3+2 che quest'anno scade e con il rinnovo ho deciso di aderire alla cedolare secca pero' non riesco a capire se devo pagare l'acconto a luglio ed eventualmente il saldo a nov in quanto io le tasse sui redditi 2012 l'ho gia pagati con il 730 che ho fatto un mese fa.Mi confermate che fino al 2014 non devo pagare nulla??? grazie sara
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-12 09:13
Gentile Sara,
si parla di acconti in realtà proprio perchè sono tasse anticipate sui redditi che sta percependo in questo caso nel 2013. Quindi dovrebbe versarli nei termini da lei indicati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marzia 2013-06-11 05:30
Un italiano residente negli USA possiede una casa in Italia affittata con cedolare secca da giugno 2012 ora deve pagare saldo e acconto. Si può fare f24 da estero o c'è un conto corrente dedicato? Posto che è l'unico reddito che produce in Italia è obbligato a fare la dichiarazione? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-11 09:16
Buongiorno Marzia,
per il versamento dell'F24 ci sono indicazioni relative all'Imu che suggeriscono di effettuare due bonifici uno indirizzato al comune dove si trova l'immobile e l'altro alla banca d'italia per la quota di competenza dello stato. I versamenti possono essere effettuati anche tramite un intermediario in Italia.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marzia 2013-06-11 14:03
Buongiorno Isabella, la tassa da pagare non è l'IMU ma la cedolare secca.
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-11 15:36
Carissima Marzia, le indicazioni relative all'F24 sono riferite all'IMU, ma possono naturalmente essere estese a qualsiasi tributo richieda l'utilizzo di questo modello.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luciano R. 2013-06-07 16:00
Buongiorno e grazie del servizio, Io ho dato in affitto 5 anni fa un appartamento con contratto a canone libero di anni 4+4. Ora siamo al 5° anno e vorrei passare ad utilizzare la cedolare secca per gli anni rimanenti.
La data di stipula del contratto di affitto è 1/4/2008 .Quello che volevo sapere è questo:
Posso passare anche adesso alle cedolare secca utilizzando il mod69 o dovrei aspettare aprile 2014
a)S e posso passare adesso, (quindi mandandola lettera all’inquilino subito) nel 730/2014 dovrò gestire due riferimenti ? ( cioè un parte di affitto non soggetta e una invece soggetta) o andrà tutto con la cedolare
b)Se dovrò farlo l’anno prossimo  nel 730/2015 dovrò gestire due riferimenti ? ( cioè un parte di affitto non soggetta e una invece soggetta) o andrà tutto con la cedolare
Avrei insomma bisogno di capire se è una cosa che posso fare ora, magari capendo come funziona la competenza infrannuale e come sarà l’iter in fase di dichiarazione .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# isabella 2013-06-07 22:29
Gentile Luciano la scelta del regime fiscale copre i redditi guadagnati nell'intero anno solare. Quindi se per il 2013 ha preferito rimanere in regime irpef potrà apllicare la cedolare ai suoi guadagni dal 2014 esprimendo la preferenza entro il termine di rinnovo del contratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Laura 2013-06-05 22:40
Salve, avrei bisogno di una risposta appena possibile. Mi trasferisco all' estero per lavoro e devo affittare la mia casa, comprata un ' anno fa. Mi potete per favore consiliare che tipo di contratto dovrei fare? Abito a milano. Grazie mille in anticipo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-06 11:25
Cara Laura,
molto dipende da quanto tempo pensa di rimanere all'estero.
Se si trattiene un tempo abbastanza lungo, trattandosi di Milano dove il canone concordato non è molto conveniente, le consiglierei un contratto libero 4+4. Tuttavia può rivolgersi ad una associazione di proprietari, che l'aiuterà a valutare la scelta migliore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# elisa 2013-06-05 18:07
Buongiorno.
Cortesemente chiedo se per un contatto 4+4 con i primi due anni un canone mensile di 400 € e per gli anni successivi di 700€ può essere scelto il regime della cedolare secca o se sono obbligata a scegliere la tassazione ordinaria.
grazie infinite Elisa
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-06 10:45
Buongiorno Elisa,
mi lascia un pò perplessa perchè di solito questi aumenti non sono regolari.
Se però è riuscita a certificarne la regolarità, può senz'altro aderire al regime della cedolare secca, a condizione che si tratti di uso abitativo e che la stipula avvenga fra privati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# stefano 2013-06-05 15:19
Buongiorno, non capisco una cosa: io ho dato in affitto 5 anni fa( 1/4/2008 contratto 4 +4) un appartamento. Ora siamo al quinto anno degli 8, e vorrei usare la cedoalre secca per i rimante 3. So che si può fare e mi pare dovrei presentare entro 1/5/2014 il mod69 +f24. ( perchè immagino che per quest'anno non posso più) . Quello che non cpisco è questo: nel 730/15 dove verranno espressi i redditi 2014 cosa devo fare : scorporare la parte fino al 1/4/14 che non ha goduto della cedolare e mettere in cedolare solo il "rateo" che ne ha goduto...oppure se l'ho pagata nel 2014 indipendentemen te dal gg vale per tutto l'anno.. Mi aiutate a capire il discorso della competenza grazie 10000
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-06 10:36
Buongiorno Stefano,
dal momento che i redditi che va a pagare in sede di dichiarazione fanno parte dell'anno solare, nel 730/15 pagherà tutto con la formula della cedolare secca.
Non dimentichi di inviare una raccomandata A/R all'inquilino, con specificata la scelta di aderire alla cedolare secca e la rinuncia alla facoltà di chiedere, per tutta la durata dell’opzione, l’aggiornamento del canone di locazione, anche se è previsto nel contratto, inclusa la variazione Istat.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# NUNZIA 2013-06-01 16:27
Buongiorno, ho fittato un appartamento a novembre 2010. Per esercitare la cedolare secca devo inviare a/r all'inquilino e modello 69 all'agenzia delle entrate entro ottobre 2013 o posso inviarli nel mese corrente? e se nel mese corrente ai fini della dichiarazione 730 2014 devo considerare da giugno o novembre la cedolare secca? Grazie Nunzia
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-02 20:46
Gentile Nunzia, i documenti sono da presentare entro la scadenza, quindi in anticipo non sarebbe un problema; per la cedolare i redditi da tassare con il nuovo regime sono quelli guadagnati da novembre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# roberta 2013-05-31 10:52
Buongiorno, può gentilemnte indicarmi se ho inteso bene? Ho un appartamento in affitto da due anni a tax ordinaria, il mese scorso ho comunicato agli inquilini che intendo procedere con cedolare secca. Gli adempimenti successivi sono: spedisco mod.69 (non il Siria?) all'AgEntrate entro 30 giugno 2013; verso il 21% del 92% ( e il restante 0,8% dove finisce?) dell'affitto percepito nel 2012 (cto 16 giugno il 38% e sdo 30 nov il 54%). E' corretto? E poi, se sui redditi 2012 ho appena saldato l'irpef questa cedolare è da considerare acconto del 2013 ? Grazie infinite.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-31 12:14
Buongiorno Roberta,
può usare il modello Siria on line o quello 69 da portare fisicamente all'Agenzia delle Entrate; la misura degli acconti è del 95% (le scadenze sono giuste: 40% del 95% a giugno e 60% del 95% a novembre) ed il 5% mancante è da versare a saldo entro giungo 2014; come dice correttamente l'Irpef che andrà a versare conl'attuale dichiarazione è sul reddito 2012; questi acconti della cedolare, invece, sono per i redditi 2013.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# emiliano 2013-05-27 22:52
Salve, sono proprietario di una casa affittata al momento con un canone di 700 euro.Vorrei esercitare alla prossima scadenza di agosto l'opzione per la cedolare secca e devo quindi comunicarlo all'inquilino. Il canone resterà 700 euro per tutta la durata dell'opzione o devo aggiornarlo per quest'anno e quindi sarà sempre circa 716 euro?Da quando decorre la rinuncia agli aumenti istat?Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-28 08:50
Caro Emiliano,
esercitando la cedolare da quest'anno non potrà aggiornare il canone; la scelta della cedolare è contemporanea alla rinuncia dell'aggiorname nto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# angelo 2013-05-27 22:11
ho affittato un appartmentoin in data 22/11/2011 il 14 aprile 2012 ho optatpr la cedolare secca, la cedolare secca partirà dal 01/01/2012 dal 14/aprile2012 oppure alla scadenza dell'annalità 22/11/2012
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-28 08:48
L'opzione di cedolare si può esercitare in corrispondenza delle scadenze annuale, quindi nel suo caso a partire dai redditi guadagnati dal 22/11/2012.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# paola 2013-05-27 19:56
Scusate.... l'anno scorso ho presentato il 730 e avevo un piccolo credito che mi è stato rimborsato. poi a giugno 2012 ho optato per la cedolare secca. Il commercialista mi ha fatto versare i due acconti per la cedolare. L'agenzia delle Entrate mi ha detto che io dovevo soltanto aderire alla cedolare e non versare gli acconti.
Quest'anno invece il commercialista mi informa che devo pagare il saldo a giugno e pagare nuovamente gli acconti a giugno e novembre.
A me questo discorso non sembra corretto. Non dovrei in qualche modo recuperare gli acconti erroneamente versati l'anno precedente?????
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-28 08:45
Gentile Paola,
in realtà gli acconti vanno versati solo che la modalità cambia in base al tipo di dichiarazione dei redditi che presenta. Per il 730 il versamento degli acconti dovrebbe avvenire direttamente in busta paga; la modalità degli acconti con F24 è prevista per la presentazione del modello Unico. L'importante è che lei non paghi due volte e che corregga da quest'anno la procedura.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# paola 2013-05-28 09:57
Grazie Isabella...gentilissima....
Ho parlato ora con l'Agenzia delle Entrate.... io ho aderito alla cedolare per un contratto con decorrenza dall'1/5/12 e per l'altro dall'1/6/12. Mi hanno detto che comunque quest'anno avrò un doppio regime.... per una parte (quella inizio anno) Irpef e per la seconda parte (cedolare). Gli acconti cedolare che ho versato comunque devono essere recuperati quest'anno nel saldo a giugno del 2012. Si pagano invece gli acconti a giugno e a novembre per la cedolare del 2013.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ezio 2013-05-28 11:47
Gentilissima #Paola
ne approfitto per rivolgerle questa domanda, visto che ho lo stesso problema, vorrei chiederle se gli acconti 2013 del 730 devono essere integrati con versamenti F24 dato che la cedolare secca sul 2013 comprende tutto l'anno e non solo una parte come nel 2012. e gli acconti del 730 si basano su quanto dichiarato nel 2012.
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Sandro 2013-05-27 02:50
Buongiorno,

Io percepisco reddito da un affitto di un alloggio, il cui contratto scade a fine luglio 2013. L'hanno scorso avevo optato per la cedolare secca.
Dal momento che la l'acconto cedolare secca si basa sull'anno precedente nella mia dichiarazione dei redditi (730) di quest'anno mi trovo un acconto calcolato sul'intero anno 2013, invece percepirò un minore reddito perchè il contratto d'affitto scadrà a fine luglio (e non sarà rinnovato).

Potrebbe indicarmi se e come fosse possibile pagare un acconto della cedolare secca basato solo sui 7 mesi (fino a luglio 2013) in cui percepirò l'affitto e non sull'intero anno 2013? Devo indicare qualcosa di particolare sul 730?

grazie
Sandro
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-27 09:46
Buongiorno Sandro,
nella prossima dichiarazione se il fabbricato è concesso in locazione solo per una parte dell’anno, il canone annuo andrà indicato in proporzione ai giorni (colonna 3) di durata della locazione. Per gli acconti di quest'anno l’eccedenza di imposta che emergerà in sede di dichiarazione dei redditi del prossimo anno potrà essere compensata con altri debiti attraverso il modello F24, o potrà confluire nei crediti che saranno restituiti dal datore di lavoro in busta paga.
Magari può chiedere consiglio al suo commercialista.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco 2013-05-26 23:36
Salve, ho affittato un appartamento con contratto di 18 mesi, con cedolare secca, che scadrà il 2 luglio 2013. Probabilmente tale contratto sarà rinnovato, ho il dubbio su come pagare il tributo per per il 2013 nel caso in cui il contratto non sarà rinnovato: 40% a giugno e restante 60% a novembre o saldo tutto a giugno ed eventuale ricalcolo e compensazione nel caso di rinnovo contratto?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-27 09:11
Gentile Marco,
al momento potrebbe versare gli acconti solo sul reddito di cui è certo, quindi del contratto in essere. L'acconto del 95%
va versato in un’unica soluzione, entro il 30 novembre, se l’importo è inferiore a 257,52 euro
In due rate, se l’importo dovuto è superiore a 257,52 euro:
la prima, del 40%, entro il 16 giugno (nel 2012, 9 luglio)
la seconda, del restante 60%, entro il 30 novembre.
In caso di rinnovo del contratto rivaluteràin fase di registrazione del nuovo contratto l'opportunità o meno di aderire alla cedolare ed eventualemnte il versamento dell'acconto a novembre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giorgio 2013-05-26 07:57
Nella sua cortese precedente risposta devo ammettere è all'inquilino che avevo mandato la raccomandata. Mi perdoni ma non ho ben capito visto che supero i 257,52 euro se le rate della cedolare le devo pagare nel 2013 o 2014. Ho già consegnato il 730 dichiarando il reddito dell'affitto percepito nel 2012. Grazie per la sicura esauriente risposta. Giorgio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-26 09:13
Buongiorno Giorgio,
presentando il modello 730 avrà espresso la sua preferenza per la cedolare e gli acconti verranno trattenuti nella busta paga.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ezio 2013-05-25 12:40
Buon giorno
ho optato per la cedolare secca a maggio2012. Per la dichiarazione dei redditi di quest'anno ho prentato il 730, dal quale risulta che mi saranno trattenuti gli acconti della cedolare secca per l'anno 2013 dallo stipendio, ma tali acconti sono calcolati sul 2012, meno della metà di quanto percepirò nel 2013. Devo integrare tali acconti utilizzando un F24?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-25 17:26
Caro Ezio,
se secondo i suoi calcoli i prelievi in busta paga non sono corretti, le consiglio di verificare i conti con l'ufficio buste paga. Infatti, presentando il Modello 730, saldo e acconti sono prelevati direttamente in busta paga e spetta al sostituto verificare tutti i conteggi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ezio 2013-05-25 19:34
il problema dipende dal fatto che nel 2012 avevo solo 7 mesi di affitto con cedolare secca, nel 2013 i mesi sono 12. Nel 730 naturalmente gli acconti si basano sui 7 mesi dichiarati del 2012, non sui 12 mesi del 2013. La differenza devo versarla compilando l'F24?
grazie mille
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-26 09:08
Sì, sarebbe corretto così e rivedere i conteggi per il futuro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ezio 2013-05-26 16:43
ma i conteggi per il futuro saranno rivisti automaticamente , dato che nel prossimo 730 dovrò dichiarare l'anno completo, non solo una parte come quest'anno. perchè mi dice di rivedere i conteggi per il futuro?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-27 09:04
Ha ragione Ezio, non tanto rivedere, ma solo controllare la loro esattezza, coma ha già fatto quest'anno, d'altronde.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marcella 2013-05-22 15:56
Ho dato in locazione un immobile in regime di cedolare secca in data 01 marzo 2013....l' acconto si versa entro giugno 2013 o 2014?help me.....
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-23 09:35
Nell'ipotesi di mancanza dell'anno di riferimento che consente la determinazione dell'acconto su dato storico, l'acconto 2013 non è dovuto.
L'acconto non è dovuto quando l’anno di prima applicazione della cedolare secca è anche il primo anno di possesso dell’immobile, considerato che il relativo reddito nel precedente periodo di imposta non è stato assoggettato a imposta.
Il locatore potrebbe decidere di versare comunque in via previsionale l’acconto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giorgio 2013-05-22 09:05
Dal 1 giugno 2009 ho affittato un appartamento con affitto 4+4. Ora dal 1 giugno 2013 ho deciso di optare a cedolare secca dopo aver regolarmente avvisato con raccomandata il proprietario. La mia domanda : quando dovrò pagare le rate e con quale percentuale. Ringrazio per la risposta. Giorgio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-22 14:50
Gentile Giorgio,
presupponendo che ci sia un refuso nel suo commento e che quindi la raccomandata sia stata inviata all'inquilino (la cedolare secca si applica ai redditi da locazione guadagnati dal prorpietario), direi che optando da giugno 2013 può versare gli acconti nelle modalità indicate dalla Circolare relativa: se l’importo è superiore a €257,52:
prima rata, del 40%, va versata entro il 16 giugno (o 18 luglio con maggiorazione dello 0,4%) seconda rata, del 60%, entro il 30 novembre; con modello F24.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Patrick 2013-05-20 17:12
Buongiorno,
chiedo cortesemente un informazione:
Sono il conduttore di un'abitazione, il contratto di affitto è stato stipulato in data 1 luglio 2011 4+4 prezzo affitto 650 Euro al mese.
A giugno 2012 il proprietario di casa mi ha inviato una raccomandata per l'aggiornamento istat del canone di affitto, che da luglio 2012 ho cominciato a corrispondere, 660 Euro circa.
In data 15 maggio 2013 mi è arrivata una raccomandata del proprietario nella quale mi diceva che stava optando per la cedolare secca.
La mia domanda è questa: l'affitto che io devo pagare da luglio 2013 è quello stabilito nel contratto (quindi 650 Euro), oppure quello adeguato a luglio 2012 (660 Euro)? Se fosse quello stabilito nel contratto (650 Euro), avrei diritto alla restituzione di quanto versato in più da luglio 2012?
Ringraziandovi anticipatamente
vi porgo gentili saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-21 09:37
Buongiorno Patrick, in base alla circolare dell'Agenzia delle Entrate rimane acquisita tutta l’Istat maturata fino al periodo precedente la scelta del proprietario di applicare la cedolare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-20 10:07
Gentile Daniela,
il metodo indicato per calcolare gli acconti della cedolare (da versare correttamente con modello F24) è quello storico; quindi teoricamente dovrebbe ripartire dal reddito di locazione dichiarato l'anno precedente. é ovvio che avendo registrato questa scrittura possa fare i calcoli sull'effettivo che percepirà.. ma per evitare delle consguenze è meglio confrontarsi con il suo commercialista. .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# DANIELA 2013-05-21 18:07
GRAZIE MILLE DELLA RISPOSTA
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# daniela 2013-05-19 21:24
salve, ho un appartamento affittato con il regime di cedolare secca dal novembre 2011. nel 2012 per la cedolare secca, ho pagato il 21% dell'intero canone annuo percepito nel 2012, attraverso modello F24 e non tramite modello 730. a partire dal mese di giugno 2013 ho effettuato una integrazione al contratto con riduzione di 50 euro mensili. volevo sapere per favore, se la cedolare secca 2013 la dovrò pagare tenendo conto della variazione dell'importo mensile che peserà per 7 mesi sul totale.
grazie mille per il supporto che saprete darmi
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-09 16:27
Gentile Donatella,
l'opzione per la cedolare secca può essere espressa singolarmente da ciascun proprietario e per ogni singolo immobile/contra tto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Donatella Tibaldi 2013-05-09 15:28
Sono proprietario di più alloggi, ma di uno solo sono l'unico intestatario. Vorrei optare per la cedolare secca solo per quest'ultimo, è possibile ?? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-09 13:48
Gentile Antonio,
in caso di mancanza dell'anno di riferimento che consente la determinazione dell'acconto su dato storico, l'acconto 2013 non è dovuto. L'acconto non è dovuto quando l’anno di prima applicazione della cedolare secca è anche il primo anno di possesso dell’immobile, considerato che il relativo reddito nel precedente periodo di imposta non è stato assoggettato a imposta.
Se dovuto per il 2013 l'acconto è del 95% ed è dovuto in due rate (se risulta di importo pari o superiore a € 257,52) da versare nella misura del 40% entro il 16 giugno o e nella misura del 60% entro il 30 novembre
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Antonio 2013-05-09 12:54
Buongiorno,
sono proprietario di un alloggio che ho affittato dal 1^ Gennaio.
Ho optato nel contratto di locazione per la cedolare secca.
Se non ho capito male a Giugno deve essere versato come acconto il 40% dell'imposta (da calcolarsi come 21% del totale annuo dei canoni) e a Novembre il restante 60%.
E' corretto o essendo il primo anno di locazione cambia qualcosa ?
Nel 730, avendo optato per la cedolare secca, devo comunque indicare qualche riferimento/imp orto ?

Grazie per l'attenzione
Antonio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-09 09:21
Buongiorno Giuseppe,
il conteggio sul reddito da locazione (a cui applicare l'aliquota) è da calcolare a partire dalla decorrenza del contratto e non dalla data di stipula o registrazione. Per i contratti con decorrenza successiva al 31 maggio m non è prevista la possibilità di rateizzazione per cui il versamento dell’acconto dovrà essere effettuato tutto in una unica soluzione entro il 30 novembre .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe 2013-05-09 00:14
Grazie infinite sig.ra Isabella per la celerità.
Ma se registro il mod 69 per passare alla cedolare a fine giugno(entro il termine della scadenza dell'imposta di registro), ai fini di calcolo dell'acconto devo conteggiare 7 mesi (giugno compreso)?
Se l'importo supera i 257 euro (mio padre che ha una % di possesso piu alta) devo comunque anticipare l'acconto anche se i termini dell'acconto gia scaduti (quando presento il mod 69 sara dopo il 16 giugno)?
Grazie anticipatamente per il prezioso supporto e per la disponibilita'.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-08 18:49
Le tasse vanno calcolate sul canone annuo, quindi il fatto che la stipula avvenga prima della decorrenza comporta di dover registrare comunque entro trenta giorni da questa data, ma nessun costoin più; visto che per l'annualità successiva la data di scadenza da tenere in considerazione è 30 giorni dalla decorrenza effettiva. Per il modello 69 sarebbe corretto inserire anche suo marito; come prorpietario dovrà esprimere in quel modello l'opzione, o meno, per il regime di cedolare secca.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-08 18:45
Gentile Giuseppe,
giusta la procedura di comunicazione preventiva all'inquilino della sxcelta di regime di cedolare secca ed i termini di registrazione del modello. Per gli acconti può pagare in un'inica soluzione a novembre se l'importo è inferiore a 257,52 euro; altrimenti in due rate.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# helpmeplease 2013-05-08 17:08
Grazie sig.ra Isabella,
leggevo on line opinioni discordanti, addirittura che il proprietario potrebbe denuciare il conduttore perchè ha fatto decadere il presupposto della transitorietà (cioè la residenza fuori sede) ed è obbligato a passare da subito al 4+4)
Un'ultima domanda: il contratto d'affitto di cui sono locatore va registrato a 30 gg dalla stipula, ma se questa avviene due mesi prima dell'inizio della locazione vera e propria, le tasse vengono calcolate già dalla data di stipula?Nel modello 69 va indicato anche mio marito che è cointestatario della casa ma non figura nel contrtto come locatore?
Infinite grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe 2013-05-08 12:12
Salve,
sono proprietario per il 11,11% di un immobile locato, da giugno 2010, con un canone pari a 450 euro mese in regime ordinario ed è stato applicato l'adeguamento istat solo nel 2011 portando il canone a euro 460 circa.
A partire da questo anno vorrei passare al regime di Cedolare Secca e quindi dovrei presentare il modello 69 entro il 30 giugno (termine per l'imposta di registro) previa comunicazione al conduttore di optare per tale regime giusto? (sono vincolato al modello 69 poichè l'immobile è di proprietà di 4 persone fisiche).
Il dubbio che mi pongo è: sono tenuto a versare l'acconto a novembre di questo anno (anno in cui opto per la cedolare)?
Chi è proprietario di una porzione superiore, la cui imposta (canone x 6mesi di possesso x percentuale di possesso x 21% x 95%)sarà superiore ai 257 euro, dovrà versare entro 16 giorni dalla registrazione il versamento della prima rata di acconto???
Spero di essere riuscito ad esporre chiaramente il mio dubbio.
Grazie in anticipo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-06 11:52
Buongiorno,
la residenza può essere trasferita tranquillamente anche nell'immobile affittato con contratto transitorio. Ovviamente potreste anche usarlo solo come domicilio, ma una residenza è necessaria comunque indicarla per ragioni fiscali. Se la perplessità era legata solo a motivazioni burocratiche, allora procedete pure al trasferimento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# helpmeplease 2013-05-06 10:19
Buongiorno,
ho già usufruito della vostra preziosa consulenza ed ora ho un altro quesito da porre: io e la mia famiglia ci stimao trasferendo a Roma dove abbiamo trovato un appartamento con contratto transitorio (12 mesi). La casa che lasciamo l'abbiamo affittata ad una famiglia che chiedeva il 4+4. Non potendo quindi mantenere quì la nostra residenza volevo sapere cosa succederebbe se trasferissimo la residenza a Roma. Decade il contratto transitorio? Locatore o conduttore incorrono in sanzioni?Possia mo spostare solo il domicilio? e la residenza poi?
Grazie mille ancora
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-04-23 11:51
Gentile Giuseppe,
i versamenti per la cedolare andranno effettuati con il modello F24, che di solito viene compilato da un rpofessionista con relativi codici e calcoli precisi in merito. Nel 730 è stato introdotto un riquadro nel quale dovrà semplicemtne riportare la sua scelta di optare pe ril regime di cedolare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe 2013-04-23 10:44
Ho affittao un appartamento il primo nov 2102 con canone di affito pari a 720 euro/mese (8640 annui) optando x la cedolare secca e non ho ancora mai versato nulla. vorrei sapere in che modalità e valori debbo versare le imposte relative e come riportarle nel 730.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-04-16 09:41
La convenienza della cedolare è sicuramente legata ad un'aliquota più bassa, ma il reddito che ne deriva si somma per intero a quello guadagnato (nel regime irpef il reddito da locazione è decurtato del 5%) e per questo genera un reddito di base un pò più alto su cui si calcolano detrazioni per figlio a carico o per lavoratore dipendente; ma è anche quello di riferimento per la dichiarazione Isee. Le questioni quindi sono un pò tecniche e complesse, se avete un commercialista vi consiglierei di farvi fare un calcolo specifico.
Se optate per questo regime il primo acconto potrà essere versato a novembre.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# helpmeplease 2013-04-15 22:29
Gent.ma sig.ra Isabella,
la ringrazio per la sua celere e preziosa risposta.
Presentiamo oramai dichiarazione dei redditi in comune e probabilmente così resterà nei prossimi anni perchè sarà difficile per me rientrare nel mondo del lavoro! A questo punto è un dettaglio trascurabile l'intestatario del contratto quindi? Se firmassi il contratto dopo il 16/06 qquando pagherei tutto?
Affitteremo la ns prima casa per coprire il mutuo a 600 euro mensili, abbiamo un reddito > 15.000 euro, c'è un motivo per cui potrebbe non convenire la cedolare secca? Leggevo se ci sono spese da detrarre (mediche, per un figlio a carico, ecc...)?
Trasferendoci in affitto fuori regione (cambiando solo domicilio), sul ns immobile pagheremo l'IMU seconda casa e non potremo piu detrarre gli oneri passivi vero?
Grazie ancora
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-04-15 14:50
Gentile Ilaria,
come subentro dovrà registrare la scrittura presso l'Agenzia delee Entrate con pagamento dei 67 euro. Infatti, la cedolare assorbe l'imposta di registro, la risoluzione ma non la cessione di contratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-04-15 14:47
Buongiorno,
partiamo distinguendo il fatto che se lei e suo marito presentate due dichiarazione dei redditi separati allora anche se il contratto fosse intestato ad uno solo, comunque il reddito che ne deriva va suddiviso a metà. Nel suo caso potrebbe valutare insieme al commercialista (calcoli alla mano) la convenienza effettiva o meno della cedoalre rispetto al regime Irpef. Per la cedolare, comunque, i pagamenti vanno effettuati con F24 ( Unica rata se inferiore a € 257,52
altrimenti due rate:
• 40% entro 16 giugno 2013 (o 16 luglio con maggiorazione dello 0,40%)
• 60% entro 30 novembre2013
Nel modello 730 del 2014 poi andrà ad indicare questa scelta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ilaria 2013-04-15 11:43
Salve, sto subentrando in un contratto a cedolare secca come conducente. Vorrei sapere quali oneri devo rispettare al momento della registrazione presso l'agenzie delle entrate. Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# helpmeplease 2013-04-15 11:38
Buongiorno,
in questa settimana affitterò il mio appartamento con disponibilità dell'immobile a partire dal 20/06/13. Volevo chiedere se pagherò in base al reddito del 2013 quindi con il 730 del prossimo anno? O con cedolare secca si utilizzano solo F24 con scadenza giugno e novembre , quindi pagherò già nel nov 2013? In ultimo l'appartamento è cointestato con mio marito unico che lavora in famiglia. Nel contratto d'affitto inserisco lui come locatore o è indifferente per la tassazione cedolare secca. Se lo intestassi a me (al momento disoccupata) pagherei meno tasse senza cedolare secca o conta il reddito familiare?
Grazie mille per la preziosa consulenza
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-04-15 10:10
Gentile Gerardo,
se il rapporto di locazione è cominciato a metà anno dovrà calcolare la cedolare sul reddito prodotto effettivamente in quei sei mesi. Per gli obblighi di dichiarazione al tempo di stipula del contratto dovrebbe averlo registrato indicando la sua preferenza per questo regime.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gerardo 2013-04-14 16:34
Salve,
dal momento in cui ho optato per la cedolare secca a metà 2012 come mi devo comportare?
Considero il canone soggetto a cedolare secca per tutto il 2012 o posso distinguere il canone normale e poi quello sotto cedolare? Esiste un obbligo dichiarativo in un senso o nell' altro?
Grazie, Gerardo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-04-13 12:15
Gentile Mario,
può affittare al lavoratore e stipulare un contratto transitorio, la cui durata massima è di 18 mesi (da legare all'esigenza di transitorietà), ma non rinnovabile. Su questo reddito può applicare la cedolare secca, trattandosi di un contratto ad uso abitativo, stipulato tra persone fisiche.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Mario 2013-04-12 19:16
Salve,

Vorrei affittare parte della mia casa (unico proprietario, abitazione principale in cui ho la residenza) ad un lavoratore. Mi chiedo: posso affittare usufruendo della cedolare secca con contratto transitorio? Qual è il limite massimo di mesi per un contratto transitorio con cedolare secca? E alla fine di x mesi di contratto questo può essere prorogato o ne a fatto uno nuovo?

Grazie per la gentile attenzione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-04-12 15:20
Gentile Antonietta,
le riporto quanto indicato nel sito dell'Agenzia delle Entrate:
Dal 2012 la misura dell’acconto è pari al 95% dell’importo della cedolare secca che risulta dovuta per tale anno. In particolare, il pagamento va effettuato:

in un’unica soluzione, entro il 30 novembre, se l’importo è inferiore a 257,52 euro
in due rate, se l’importo dovuto è superiore a 257,52 euro:
la prima, del 40%, entro il 16 giugno (nel 2012, 9 luglio)
la seconda, del restante 60%, entro il 30 novembre.
Lo stesso specifica che "L'acconto non è dovuto quando l’anno di prima applicazione della cedolare secca è anche il primo anno di possesso dell’immobile, considerato che il relativo reddito nel precedente periodo di imposta non è stato assoggettato a imposta."
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Antonietta 2013-04-12 12:31
Avevo un alloggio vuoto. Il 1 aprile 2013 l'ho affittato con cedolare secca (SIRIA) devo pagare acconto a Giugno, e Novembre 2013? Solo a Novembre 2013? Niente per quest'anno e pagherò solo nel 2014? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-04-09 09:24
Gentile Mauro,
la condizione per poter applicare la cedolare è che l'immobile sia abitativo (e la classe A/4 lo è sicuramente), usato per fine abitativo, posseduto ed utilizzato da privati. Non c'è specifica sul tipo di contratto da utilizzare, purchè sia di tipo abitativo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Mauro 2013-04-08 22:09
Buonasera si può usare la cedolare secca su un contratto ad uso transitorio a canone libero su un app.to a Roma di classe A4 per la durata di 18 mesi?

Grazie in anticipo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-03-27 10:01
Gentile Ignazio, possiamo confermare che la cedolare secca è applicabile anche al reddito da locazione derivante da contratti ad uso turistico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ignazio 2013-03-27 06:46
si può applicare la cedolare secca anche per affitti ad uso turistico?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi commenti

Articoli correlati

Sondaggio

Lo Sblocca-Italia introduce sgravi Irpef per chi compra casa e la affitta a canone ridotto: aiuterà a far ripartire l'immobiliare?