Seguici su
  • Facebook
  • Twitter
  • Youtube
  • Linkedin
  • Pinterest

Sfratti: conoscerli per evitarli

Giovedì, 01 Novembre 2012 00:00 Scritto da 

Come funziona il tanto temuto procedimento di sfratto?

Mentre si parla ancora e nuovamente dell'emergenza sfratti e di come e quanto il periodo di crisi stia incidendo pesantemente sull'aumento del numero di casi di sfratto per morosità, proviamo a capire meglio le tipologie di sfratto, cosa e come fare per procedere all'esecuzione di uno sfratto.

Esistono quattro tipologie di sfratto: finita locazione, morosità, necessità, inadempienze contrattuali.


SFRATTO PER FINITA LOCAZIONE
Avviene alla scadenza del contratto (dopo otto anni per i contratti liberi, dopo cinque anni per i contratti concertati, alle singole scadenze previste negli accordi locali per i contratti transitori e di studenti). Qualora l'inquilino non esprima l'intenzione di rilasciare l'immobile al termine della locazione, il proprietario può avviare le procedure di sfratto dando un preavviso tramite raccomandata 6 mesi prima della scadenza del contratto.
I tempi di esecuzione di questo tipo di sfratto sono abbastanza lunghi. La procedura inizia con l'intimazione, rivolta dal locatore al conduttore, a lasciare libero l'immobile, con contestuale citazione in udienza del conduttore per la convalida.
Ogni provvedimento di sfratto, per necessità, per finita locazione, per morosità, per inadempienza, deve essere rappresentato da un titolo esecutivo che, il più delle volte, è un provvedimento del magistrato che assume la forma dell'ordinanza o della sentenza. Con il provvedimento che decide il rilascio il Giudice deve, in base all'articolo 56 della legge 392/78, fissare anche la data dell'esecuzione.
La particolarità di questo tipo di sfratto, che rende i tempi piuttosto lunghi, è il fatto che l'inquilino può chiedere al giudice la PROROGA dello sfratto. All'udienza di convalida dello sfratto (alla quale l'inquilino deve presentarsi per evitare la convalida automatica) il legale del conduttore può richiedere un rinvio dell'esecuzione: questo è possibile solo nei comuni ad alta densità abitativa e nei capoluoghi di provincia. La proroga può essere:
max 6 mesi
oppure
- max 18 mesi per ultrasessantacinquenni, portatori di handicap, cassaintegrati, ecc.
Nel periodo di proroga il canone viene maggiorato del 20%: il mancato pagamento della maggiorazione rende l'inquilino moroso e porta ad accelerare i tempi di sfratto.
Al termine del rinvio il legale del proprietario notifica il precetto.


SFRATTO PER MOROSITÀ
Il primo atto da effettuare per ottenere lo sfratto di un inquilino moroso è costituito dalla compilazione di una lettera raccomandata con ricevuta di ritorno nella quale occorre sollecitare il pagamento degli affitti arretrati entro una data stabilita (15 giorni).
È necessario quindi rivolgersi ad un avvocato per l'avvio della pratica legale di sfratto, se la morosità persiste. La suddetta pratica consiste nelle seguenti azioni:
1) Intimazione di sfratto per morosità e contestuale citazione per la convalida presso il Tribunale competente. Si tratta di un atto in cui si cita l'inquilino moroso a comparire davanti al Giudice e in cui viene fissata la data dell'udienza (da uno a due o tre mesi a seconda dei Tribunali).
2) Il termine di grazia. Se l'inquilino si presenta all'udienza può chiedere il "termine di grazia", cioè un periodo di tempo entro cui poter pagare e saldare la morosità; il Giudice può concedergli fino a tre o quattro mesi per pagare. Si specifica che nel regime ordinario, l'art. 55 della legge 392/1978 consente all'inquilino di sanare la morosità del canone soltanto con riguardo agli affitti per uso abitativo, e non è quindi applicabile agli affitti commerciali.
3) Convalida. Se l'inquilino non si presenta o non si oppone, allora lo sfratto è convalidato e il Giudice fissa la data di esecuzione per il rilascio dell'immobile circa un mese dopo la data dell'udienza e manda l'atto alla Cancelleria per l'apposizione della formula esecutiva in cui si comanda a tutti gli Ufficiali Giudiziari di mettere in esecuzione l'atto di sfratto se richiesto, dando l'assistenza della forza pubblica.
4) L'atto di precetto. Se l'inquilino moroso non lascia l'appartamento entro la data fissata dal Giudice, occorre che il proprietario a mezzo del suo avvocato gli notifichi l'atto di precetto in cui gli si intima di rilasciare l'unità immobiliare entro circa 10 giorni dalla notifica e gli comunica che in difetto si procederà con l'esecuzione forzata.
5) Monitoria di sgombero. Se l'inquilino continua ad occupare l'immobile, occorre procedere con la "monitoria di sgombero": si tratta di un altro atto da notificare al conduttore nel quale l'Ufficiale Giudiziario del Tribunale comunica all'inquilino moroso che in una determinata data, ad una determinata ora, si recherà presso l'immobile che occupa per sfrattarlo nelle forme e nei modi di legge ed eventualmente usufruendo dell'assistenza della forza pubblica.
6) Ufficiale Giudiziario. L'ultimo atto della procedura di sfratto per morosità è rappresentato dall'intervento dell'Ufficiale Giudiziario che eseguirà materialmente lo sfratto avvalendosi se necessario della forza pubblica e farà cambiare la serratura della porta dell'appartamento al fabbro, il quale deve essere stato preventivamente chiamato dal proprietario (che dovrà farsi carico della spesa relativa alla prestazione professionale dell'artigiano).
7) Verbale di rilascio. A conclusione dell'intero iter viene redatto il "verbale di rilascio immobile", atto in cui l'Ufficiale Giudiziario verbalizza l'avvenuto sfratto.
8) Inventario. Se nell'immobile sono rimasti gli arredi dell'inquilino moroso, l'Ufficiale Giudiziario stilerà un dettagliato inventario degli stessi e nominerà il proprietario custode e responsabile degli averi che l'inquilino non è riuscito a portare via. Se l'inquilino non recupera i suoi averi, deve provvedere il proprietario a effettuare lo sgombero, a proprie spese, salvo poi rifarsi sull'inquilino.


• SFRATTO PER NECESSITÀ
Scatta alla prima scadenza del contratto (libero o 3+2): il proprietario deve dichiarare a pena di decadenza, sei mesi prima della scadenza del contratto, la volontà di impedirne il rinnovo automatico in presenza dei motivi previsti dalle leggi (articolo 3, comma 1, legge 431/98). Alla comunicazione può seguire l'avvio di un giudizio davanti al Magistrato. All'udienza fissata per il giudizio possono verificarsi due ipotesi: o l'inquilino non si oppone e il magistrato fissa con ordinanza esecutiva di rilascio, oppure si oppone e in tal caso il giudice, dopo aver tentato di conciliare le parti, avvierà una vera e propria istruttoria, la quale si concluderà con una sentenza che, se accerta la validità e legittimità dei motivi di necessità richiesti dal proprietario, ordinerà all'inquilino il rilascio dell'immobile. Con questa tipologia di sfratto le procedure si velocizzano, ma la legge 431/98 ai commi 3 e 5 dell'articolo 3 prevede sanzioni per il proprietario che non utilizzi l'immobile dopo averne riacquistata la disponibilità, anche a seguito di procedura giudiziaria, per il motivo per il quale l'aveva richiesta, trascorso un anno dal momento della ripresa di possesso. In questo caso, l'inquilino ha diritto al ripristino del rapporto alle medesime condizioni del contratto disdettato o ad un risarcimento del danno in misura non inferiore a trentasei mensilità dell'ultimo canone corrisposto.


• SFRATTO PER INADEMPIENZA
Scatta nel caso di grave inadempimento da parte del conduttore (es. sublocazione non autorizzata, mutamento destinazione d'uso pattuita, ecc.). Il procedimento è il solito e i tempi sono relativamente brevi.

 

Per qualsiasi quesito sull'affitto, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
L'esperto di Solo Affitti risponde ai tuoi quesiti su contratti di locazione, adempimenti fiscali e aspetti giuridici

Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.

Commenti  

# DANIELE 2014-10-31 09:05
Buongiorno vorrei chiedere una informazione relative alle spese condominiali a carico dell'inquilino.
il proprietario dell'immobile presenta nel consuntivo delle spese degli oneri quali pulizie scale le quali sono eseguite in nero , ovvero senza alcuna fattura o ricevuta. L'inquilino può opporsi al pagamento di ciò?.
è giusto ripartire le spese in base al numero degli occupanti dell'immobile? sono a conoscenza che il calcolo avviene in base ai millesimi.. se ciò non avviene che poteri ha l'inquilino nei confronti del proprietario dell'immobile..
Grazie...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# paola 2014-10-30 18:07
Gen avv. Sono proprietaria di un appartamento che ho fittatto ad una famiglia di 4 persone.Essendo scaduto il contratto di 4+4 a luglio scorso,ho mandato racc 6 mesi prima dicendo che la casa mi serviva per mia figlia che si sposa a febbraio.Gli inquilini a voce mi hanno detto che appena trovano casa andranno via,ma fino ad ora nulla.ORA IL MIO PROBLEMA è CHE SONO SENZA CONTRATTO POICHè nn l 'ho rinnovato.Cosa posso fare per sfrattarli e non incorrere in sanzioni visto che sono attualmente sprovvista di contratto?La ringrazio anticipatamente per la sua disponibilità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-10-30 18:15
Gentile Paola in effetti dovrebbe avviare la causa per finita locazione, chiedere una maggiorazione sul canone del 20% e percepire il canone come occupazione senza titolo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Patrizia 2014-10-17 05:25
Buongiorno
gradirei sapere se uno sfratto esecutivo per morosità può essere prolungato con certificato medico, presentato all'ufficiale giudiziario, di un figlio minore per una semplice malattia ( influenza ecc.) e come si può far verificare se gli affittuari non aprono la porta a nessuno. Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-10-17 09:22
Gentile Patrizia, diciamo che è l'ufficiale giudiziario che fissata la data in cui andrà ad eseguire lo sfratto, riporta poi le motivazione di un eventuale mancata esecuzione. Lei può con il suo legale verificare e magari chiedere di assistere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Piazzini Giuliano 2014-10-15 18:38
Sfratto esecutivo del Giudice per morosità del 15-04-2014 scade contratto dei 4 anni e l'inquilino sempre nell'appartamen to, devo darne avviso all'ufficio delle imposte per non figurare sul prossimo 730.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-10-15 20:15
Gentile dovrebbe darne notizia se ha il titolo esecutivo per chiudere il contratto senza pagare oneri.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Elisa 2014-10-15 07:37
Egr. avv.
ho preso in affitto un immobile pignorato senza esserne a conoscenza.
Il giudice mi ha intimato di lasciare l'immobile in quanto attualmente in vendita presso il tribunale.
Ho una bimba di 3 anni e assisto i miei genitori che vivono in casa con me ultrassessantac inquenni con pensione minima.
Posso chiedere al giudice di rimanere nell'immobile pagando l'affitto al tribunale ? in alternativa posso chiedere una proroga di un anno ?
Cordali saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-10-15 09:43
Gentile Elisa, la sua richiesta sarebbe lecita e quindi è giusto che provi a chiedere di rimanere nell'immobile, magari le conviene comunque cercare altro nel frattempo e chiedere l'assistenza del comune.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Enrico 2014-10-15 07:19
Gentile avvocato,
la casa dei miei genitori è stata messa in vendita dalla banca per debiti non pagati.
Mia madre è invalida al 100%, ha diritto all'accompagnam ento, è malata di tumore ed è in chemioterapia, inoltre è prostrata psicologicament e da tutta questa situazione.
Chiedo se è possibile fare istanza al giudice di restare in casa fino alla vendita della stessa o chiedere almeno una proroga allo sfratto per 12/18 mesi.
Grazie
Enrico
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-10-15 09:41
Gentile Enrico, sicuramente ci sono gli elementi per procedere con la richiesta, potrebbe anche contattare l'ufficio comunale di competenza per chiedere la loro assistenza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Antonio 2014-10-13 20:31
Gent.mo Avv.,
vorrei avere un pare su cosa fare.
Mia madre, ultraottantenne , malata di cuore, invalida al 100% e riconosciuta persona handicappata ex art. 3 c. 1 L. 104/92, è stato intimato uno sfratto per finita locazione (secondo quadriennio) ed il giudice nell'ordinare il rilascio per il mese di novembre prossimo ha fissato ud per gli incombenti ex art. 426 cpc.
Presumendo che il giudice disporrà con sentenza il rilascio cosa è possibile fare per impedire il rilascio dell'immobile a seguito dell'intervento dell'UG coadiuvato se del caso dalla forza pubblica.
In particolare, vorrei sapere se le condizioni di salute possono incidere sul rilascio dell'immobile nel senso che l'UG non si prenderebbe la responsabilità di eseguire uno sfratto senza morosità ed in presenza di tali condizioni di salute.
Inoltre, qual è la procedura da attivare, le eventuali certificazioni mediche da preparare, ecc.
Insomma, qualunque cosa utile per evitare o dilatare al massimo i tempi di rilascio.
Grazie per la risposta che vorrà fornire.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-10-14 08:46
Gentile Antonio, in effetti come indica nessun ufficiale giudiziario riuscirebbe ad eseguire uno sfratto in queste condizioni; dovrebbe comunque affidarsi ad un legale per presentare le vostre motivazioni e i documenti che attestano un'impossibilit à oggettiva a spostarsi; le consiglierei di rivolgersi anche al comune per avere la loro assistenza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco 2014-10-03 12:13
Buongiorno,
Ho locato la mia proprietà (villetta; canone mensile 1.250€) ad un nucleo fam. composto da Lui, Lei, la loro figlioletta e il figlio di lei avuto da precedente storia. Loro non sono sposati ed il contratto di locazione è intestato a lui. Dal primo ottobre sono morosi di 6 mensilità.
Ho inviato Raccom. A/R il 18/9 intimando di saldare entro il 30/9 altrimenti avrei proceduto allo sfratto per morosità. Non hanno pagato ma io non ho ancora deciso in quanto vorrei persuaderli ad andarsene senza adire realmente a vie legali perchè temo che la loro situaz di crisi "presunta" possa allungare i tempi ed un eventuale avvocato che li difende puo' consigliare loro di rimanere dove sono perchè hanno due minori. Lui dice che l'azienda per la quale lavora non paga (ha un contratto di consulenza); lei lavora da 6/7 mesi ma non so se con un contratto regolare. Tra l'altro loro credo si stiano separando perchè non vanno più d'accordo (almeno così lui mi dice). io penso che è vero che hanno due minori ma possono benissimo vivere in un appartamento da 700€ piuttosto che in una villa che non possono permettersi dico male? Il giudice terrebbe conto di questo?nel caso loro non abbiano la possibilità di avviare un nuovo affitto regolare perchè non hanno adeguate garanzie come faccio ad allontanarli?
Grazie in anticipo.
M
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-10-03 12:21
Gentile Marco, la procedura corretta è quella di avviare la causa di sfratto; nel caso in cui la causa di morosità sia effettivamente la perdita di lavoro, potrebbe suggerire loro di rivolgersi al comune per capire come accedere al fondo stanziato proprio per queste situazioni di morosità incolpevole.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Michou 2014-09-18 22:39
Salve!
Devo andare via da questa casa a breve,mentre il contratto era già scaduto da circa un anno,per un motivo di lavoro,tra l'altro stavo in trattativa con il proprietario per una proposta di vendita però poi è rimasto tutto sospeso,
Gli ho detto verbalmente Al proprietario a fine luglio che avrei lasciato la casa entro fine settembre,visto che il contratto è scaduto da una vita,ma lui ribadisce da parte sua che io dovrei pagare la tassa per i rifiuti scalandomi i due mesi di caparra che gli ho lasciato all inizio del contratto,e non ho più intenzione di pagare l'affitto da questo mese mentre lui continua a incassare in nero e insiste da parte sua che devo continuare a fare il bonifico
Ecco vorrei sapere sto rischiando qualcosa ? E come mi devo comportare?
Grazie mille
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-09-19 09:34
Gentile diciamo che in assenza di contratto non ci sono molto tutele; è vero anche se lei ha continuato a pagare regolarmente il canone è come se il contratto si fosse automaticamente rinnovato. Quindi se la tassa sui rifiuti era intesta a lei è giusto che paghi gli ultimi mesi di competenza e poi segnali lo spostamento all'ufficio di competenza. Per il deposito le dovrebbe essere restituito se non ci sono danni, ma se sa già che il proprietario non lo verserà allora valuti di non pagare gli ultimi canoni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gina 2014-09-11 11:58
Buongiorno Isabella,ti pongo subito il mio quesito.E' da 6 mesi che non pago l'affitto per perdita di lavoro.Ho cercato ma le agenzie propongono solo lavoretti occasionali.Il proprietarie preme affinche' io paghi.Premetto che il mio contratto d'affitto ha anche un garente che da qualche mese si trova in ulteriori difficolta' economiche ,per giunta e' a contratto determinato che gli scadra' a dicembre?Ho provato a chiedere aiuto al comune attraverso le leggi antisfratto,aff inche' mi potessero dare un aiuto,ma essendoci il garante ,nel mio contratto di affitto,mi spetta l'aiuto economico?Atten do risposta ..Grazie comunque della disponibilita'.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-09-11 14:36
Gentile Gina gli aiuti sono stati introdotti per aiutare inquilini che si trovano in difficoltà, ad esempio perché hanno perso il lavoro. Quindi credo che il suo caso rientri ed è giusto che presenti la sua richiesta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Tiziana 2014-09-09 12:38
Buongiorno,

sono in attesa del primo accesso. e sto organizzandomi per lasciare l' immobile nel minor tempo possibile. la proprietà sostiene che può entrare in casa con o senza il mio permesso in qualsiasi momento per mostrare casa all agenzia, nonostante la mia semplice richiesta di "appuntamento" ad altra data per validi motivi. Considerabile una violazione di proprietà a mio danno?

Grazie infinite
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-09-09 14:42
Gentile Tiziana la proprietaria non può entrare nell'immobile e non dovrebbe neanche avere una copia delle chiavi, se dovesse farlo può considerare questo atto come violazione di domicilio, secondo l'articolo 614 del Codice penale e quindi denunciarla.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Tiziana 2014-09-09 15:03
Grazie Infinite della sua rapida risposta Isabella,
è stata utilissima e gradita!

Buon lavoro
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gabriela 2014-07-28 14:05
salve Isabella voelovo domandare cosa posos fare se mio propietraio di affitto no vole registrare il contrato di affitto sono statta al centro delle entrate e risulat non registrato e lui no lo vole registrare io ho in mano un contrao scritto ma non registrato ,e poi mi sono intresata e la persona con cui ho stipulato il presente contrato non e manco il propoietario di fatto lui e un intermediario che affita le case di altri cosa poso fare io conosco anche i nomi di veri propietari della casa come mi devo regolare grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-28 16:25
Gentile Gabriela provi a contattare un'associazione di categoria degli inquilini, come sunia o sicet per avere la loro assistenza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gabriela 2014-07-28 18:18
Grazie della risposta prompta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# dani 2014-07-27 17:23
ciao avocato io sono un inquino in affitto da febbraio 2004 con un contratto 4+4 con un mensilita di 350 euro.invece il proprietario mi mi chiede 550 euro al mese.che io purtropo ho pagato fine agosto 2012.poi ho perso il lavoro e ho continato a pagare 350 euro al mese .dal gennaio di quest anno non pago piu niente perche non lavoro da 2 anni,2 giorni fa mi arriva un racommandatta dal avocato di proprietario che entro 5 giorni devo pagare il affitto mancanti..volev a sapere se mi posso fare per salvare da questo incubo,grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-27 18:17
Gentile Dani, per poter rimanere tranquillamente deve pagare, altrimenti il proprietario procederà con lo sfratto per morosità e questo è un suo diritto, ovviamente potrà farlo per la cifra dichiarata in contratto e non altro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# salvatore 2014-07-26 09:27
salve,sono invalido civile al 100% sia io che mia moglie.l'iacp
vuole sfrattarmi per morosità,ma ho qualche agevolazione quale invalido?grazie .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-26 21:23
Purtroppo, caro Salvatore, se la motivazione è la morosità non ci sono agevolazioni. Può però chiedere l' aiuto del comune.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# indaco 2014-07-22 10:02
Salve,
volevo sapere se in tema di locazione abitativa 4+ 4 scaduta nel 2013 e per il quale il giudice ha già fissato il termine di rilascio per novembre 2014, è possibile applicare l'art. 6 della legge 431/98. In particolare, i commi 4 e 5 che consentono al conduttore ultrasessantaci nquenne di presentare istanza per avere la fissazione di un nuovo termine per il rilascio dell'immobile.
in ogni caso, vorrei sapere se oltre ad essere ultrasessantaci nquenne ed handicappata ex legge 104/92 se è possibile ed in che modo ottenere un nuovo termine per il rilascio dell'immobile.
Grazie per la risposta che fornirà
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-22 11:51
Gentile è possibile procedere a tale richiesta se l'immobile è in un comune ad alta densità abitativa ed il suo reddito familiare complessivo è inferiore a 27.000 euro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco costa 2014-07-19 17:33
Buongiorno sono un conduttore di un locale commerciale,pur troppo mi è stato convalidato uno sfratto per il macancato pagamento di un solo canone,i rapporti con il locatore sono pessimi,la data di rilascio è il 31 luglio,sto cercando disperatamente un nuovo negozio per non chiudere un'attività di 10 anni,quanto tempo potrò restare,conside rando Agosto di mezzo,prima che arrivi l'ufficiale giudiziario per il primo accesso?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-20 20:34
Gentile Marco, diciamo che dovrebbe esserci poi un atto di precetto e dopo 10 giorni dalla notifica di questo verrà indicata la data entro la quale arriva l'ufficiale giudiziario.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco costa 2014-07-22 17:24
Grazie per la risposta,ma riesco a rimanere fino a fine settembre?Il mio negozio si trova a Roma.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-22 17:59
tenendo conto dei tempi, ferie e della collocazione in una grande città è possibile; comunque aspetti la comunicazione della data.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# robert 2014-07-18 08:30
Salve,
sono un inquilino ,gennaio dell'anno scorso ho mandato un disdetta di affitto per lasciare la casa dopo sei mesi come da contratto..a causa di problemi economici non potuto ni cercare un appartamento nuovo ni lasciare la casa..2 mesi prima della scadenza ho mandato un revoca alla disdetta..non avuto nessuna risposta dal proprietaria di casa.se la revoca stata accettata o non...adesso piu di un anno che nn riesco a pagare l'affitto.ho cercato le ultimi mese di contattare il locatore per sistemare le cosi tra di noi.non sn mai riuscito a contattarla.set timana scorsa ho saputo che era morta...sn riuscito ad avere il numero della figlia chi segue questa cosa...mo ha promosso di fissare un appuntamento e chiarire tutto pacificamente.. pero non ha piu ricontattato e nn rispondi piu al telefono...nono stante l ho avvisata che devo lasciare la casa tassativamente fine questo mese..come mi devo comportare ora?grazie
n.b:in tutto questo periodo non ha mai mandato nessuna comunicazione
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Andrea 2014-07-18 15:19
Salve Robert, ci sorprende che la sua locatrice non abbia ancora intentato un'azione legale di sfratto, dato che continua a pagare le imposte relative a canoni che non percepisce da oltre un anno. Avrebbe potuto percorrere la strada dello sfratto per finita locazione (qualora come suo diritto avesse considerato inefficace la revoca della sua disdetta) ovvero quella dello sfratto per morosità.
Non avendolo fatto (forse in questo la successione ereditaria ha influito), probabilmente accoglierà favorevolmente la sua offerta di lasciare l'immobile, magari previa negoziazione di una somma a ristoro di tutti i mancati pagamenti avvenuti.
Saluti e in bocca al lupo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Antonio 2014-07-16 20:34
Buona Sera, signora Isabella volevo solo chiederle informazioni su una voce di corridoio a riguardo dei sfratti con morosità che il comune dove avviene lo sfatto in questo caso Barletta (BA) a l'inquilino paghi le spese di trasloco e mesate morte per l'altra abitazione. Sarà vero tutto ciò. a me sembra una bufalata ma chi me la ha detto e una persona che si e rivolto a un patronato. chiedevo a lei inquanto una professionista nel settore. Grazie Anticipatamente .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-17 11:25
Gentile Antonio, non abbiamo conoscenza di tutti gli strumenti che i diversi Comuni possono prevedere in autonomia, pertanto è possibile che un tale strumento esista già da tempo nel Comune di Barletta. Tuttavia probabilmente la "voce di corridoio" cui fa cenno si riferisce a questa notizia dell'ultima ora che può trovare nel nostro blog. Dia un'occhiata al seguente link: http://www.blogaffitto.it/categorie/prima-pagina/fondo-per-la-morosita-incolpevole-ora-e-legge.html
Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# pablo 2014-07-10 22:42
Buona sera , vorrei sapere se lo sfratto pou essere fatto per che non ho pagato il condomio . Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-11 07:17
Sì Pablo, a condizione che le spese non pagate ammontino all'importo di 2 mensilità di canone. Può leggere questo articolo del blog a riguardo: http://www.blogaffitto.it/categorie/esperto/dubbi-su-uno-sfratto-per-morosita-se-linquilino-non-paga-le-spese-condominiali.html

Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Claudio 2014-07-10 15:28
Buon giorno , vorrei un consiglio sul come agire : il mio inquilino ha lasciato l'appartamento che ha in locazione a seguito dell'acquisto di una nuova casa , in questo momento risulta moroso di alcune mensilità e delle spese condominiali . La mia intenzione sarebbe quella di inviare una ingiunzione di pagamento , citarlo per danni e denunciarlo per truffa....è percorribile la strada ?? grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-07-11 06:47
Salve Claudio, formalmente dovrà procedere (in realtà avrebbe potuto farlo già da tempo) con lo sfratto per morosità, sempre che a questo punto non riesca a trovare un accordo con l'inquilino. Ciò le consentirà il recupero delle somme. La denuncia per truffa non avrebbe fondamento, stando a ciò che scrive.
Saluti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luisa 2014-06-26 17:50
Buon giorno
il giorno 15/5/14 era stata fissata la convalida di sfratto x morosità, questa dovuta a problemi finanziari ( son disoccupata, il canone è molto alto ecc. )
L'avvocato che mi segue e conosce la mia situazione di disagio, non ha saputo farmi ben capire e mi ha suggerito di pagare non solo le E 1.966,80 ma ben E 3.500 post ponendo il termine dello sfratto ed in qualche modo danneggiandomi.
Si è persino messo d'accordo con la collega che solo lei si sarebbe presentata davanti al giudice quella mattina, dichiarando che tutto era a posto . Non vorrei fossi stata considerata assente ! Oltre tutto x difformità dell' impianto del gas il contatore è stato asportato ed è dal 17/5/14 che io non posso usufruire di questo servizio essenziale ! Posso farlo presente nella prossima udienza o è fuori contesto visto che con la cifra pagata e la caparra sarebbero giusto l'ammontare che pagherei regolarmente fino a dicembre ( ed oltre )?
Anticipatamente grazie mille
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-06-26 18:19
Gentile Luisa, direi che se non crede che il suo legale abbia fatto i suoi interessi può revocare l'incarico ed affidarsi ad un altro legale; comunque se ha già pagato ora può pretendere di avere un immobile funzionante e quindi con un impianto del gas riparato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luisa 2014-06-27 17:36
grazie Lei x la pronta risposta !
ma durante la prossima udienza fissata x il 09/06 prossimo
posso far presente in quella sede delle pessime condizioni della casa ( mi piove fortemente in 3 punti e la muffa impera nel bagno... ) nonché a questo disagio data dalla mancanza di conformità dell' impianto gas ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-06-27 17:49
diciamo che di solito non pagare il canone di locazione non ha giustificazione ; se l'immobile non soddisfa le sue esigenze può chiedere la risoluzione del contratto o per l'impianto dle gas pretendere la riparazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-06-27 19:29
Gentile Luisa:
l'operato del Suo avvocato è alquanto discutibile,dat o che Lei era tenuta al pagamento solo delle mensilità mancanti e le spese legali.
Per quanto riguarda il problema dell'impianto deve inviare al proprietario una raccomandata di messa in mora ve si intima di provvedere alla messa a norma dello stesso impianto pena risoluzione del contratto e risarcimento dei danni.(Lei non può usufruire del gas)
Condivido la risposta precedente di cambiare legale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# paolo 2014-05-31 12:28
Buongiorno dottoressa avrei bisogno di una delucidazione precisa, non ho capito bene iter giudiziario. Mi e' arrivato come già sapevo lo sfratto per fine locazione tutto regolare con disdetta tramite raccomandata 6 mesi prima della scadenza, il contratto e' scaduto il 20/04/2014 sono rimasto nell' alloggio e il giorno 24 giugno 2014 devo presentarmi in tribunale per la convalida.
Personalmente avrei bisogno il giorno stesso o dopo qualche giorno della convalida con relativa data in cui dovrei lasciare libero l'alloggio per presentarlo al mio comune per aggiornamento della domanda delle case popolari e avrei un punteggio molto alto. Volevo sapere da lei se e' possibile dopo che ho la convalida per esempio di 6 mesi se io non vado via saro' precettato! In quel momento posso presentare istanza autocertificazi one di sospensione della procedura esecutiva di sfratto per finita locazione rientrando nella categoria di famiglie disagiate 18 mesi con reddito basso figlio minore disabile con handicap grave..? a questo punto conviene presentare il giorno della convalida i documenti che dimostrano che posso usufruire dei 18 mesi o dopo la convalida? La mia paura e' che se presento il tutto il giorno della convalida il giudice puo' prendere tempo e non darmi subito la convalida che a me serve appunto per aggiornamento delle case popolari che devo presentare entro il 31 giugno 2014. La ringrazio per le risposte che mi fornirà grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-31 14:40
Gentile Paolo la questione è un po' tecnica e specifica, le conviene sentire il parere di un legale che conosce la procedura seguita di solito dal giudice di quel tribunale. Se la cosa che a lei serve più urgentemente è la convalida per ora potrebbe procedere in questo senso e poi pensare ad un'eventuale sospensione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-31 11:58
Buongiorno, ho sentito un altro avvocato ancora, e mi ha detto che se voglio restare a vivere nella mia casa, l'unica strada possibile e' di fare a mia volta causa ai miei genitori. Ma e' mai possibile che per un usufrutto carpito con l'inganno, la mia famiglia debba passare questa odissea senza fine? E poi anche con tutti i documenti necessari, che possibilita' ho che un giudice riapra la mia situazione? Grazie per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-31 14:37
se ha un bravo avvocato e riesce a raccontare bene la sua situazione il giudice potrebbe anche darle ragione; naturalmente bisogna capire cosa possono portare a loro sostegno i suoi familiari.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-30 11:58
Buongiorno,, la causa con cui i miei genitori hanno ottenuto l'usufrutto del mio immobile, e' stata tra loro e me. Mia moglie
e i miei figli minori, possono chiedere l'opposizione alla sentenza
per dolo o collusione, adesso dopo 4 anni, visto che ci vogliono mandare via con lo sfratto esecutivo? La casa e' intestata a me. Grazie per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-30 12:57
Se la casa è intestata a lei non credo che i suoi familiari possano intervenire.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-29 15:35
Buongiorno, nel 2010, dopo che la sentenza stabiliva il loro usufrutto, gli accordi furono che,finiti gli arretrati, ci avrebbero fatto un contratto di affitto. Nel 2013, ho finito di pagare gli
arretrati. a tutt'oggi di
contratto non se ne parla, anzi per una mia piccola morosita', oggi saldata, il 16 di luglio mi hanno detto che verra' l'ufficiale giudiziario e ce ne dobbiamo andare. Grazie per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-29 15:57
Come le ho già detto l'ufficiale giudiziario difficilmente eseguirà lo sfratto; in più le consigliavo di andare da un avvocato per capire se può procedere con un suo ricorso se ha tutta la documentazione necessaria.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ALESSANDRO 2014-05-29 10:05
Buon giorno Isabella, il proprietario ha intimato lo sfratto a mio suocero ultraottantenne parzialmente invalido.
Lo stesso però non ha rispettato i termini in quanto la proroga del contratto di 2 anni copriva il periodo 31/3/2014-31/03 /2016 e lui ha mandato una raccomandata ad aprile 2014 intimando lo sfratto entro il 31/03/2015.
E' arrivata ora la convocazione per andare in Corte d'Appello.
E' meglio mandare una raccomandata al proprietario avvisandolo dell'errore o bisogna opporsi allo sfratto davanti al giudice?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-29 16:02
A questo punto, gentile Alessandro, è meglio presentare l'opposizione direttamente davanti al giudice.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# giovanni 2014-05-29 08:53
Buongiorno, abbiamo uno sfatto di morosità, Il giudice ci ha dato la grazia, per pagare l'affitto arretrato entro i 90 gg, però in caso che non riuscissimo a fine data del 10 giugno, quando abbiamo la cuasa di finire di pagare, cosa accade?, ci sfrattono ugualmente o ci lasciano altri mesi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-29 09:20
Gentile Giovanni, se entro il periodo di grazia concesso non riuscite a pagare lo sfratto dovrebbe proseguire e quindi il giudice dovrebbe dichiarare chiuso il contratto e decidere una data per l'esecuzione dello sfratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-05-29 16:43
Mi permetto di aggiungere che passano ancora minimo 4 mesi
Dipende poi dalla situazione familiare,all'a rrivo dell'ufficiale giudiziario,se ci sono minori lo sfratto non viene eseguito,ci saranno dei rinvii,tanto per farLe capire che passa ancora del tempo se non paga.
Cordialmente
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-28 21:43
Buonasera, ho spiegato la mia situazione ad un avvocato, e mi ha risposto che purtroppo il 16 di luglio 2014, devo prepararmi ad essere buttato fuori di casa, insieme ai miei figli, e dopo aver sempre pagato per l'occupazione. Mi chiedo come sia possibile che la legge permetta tutto questo. I miei sacrifici e un mutuo
di mille e settecento euro mensili, per dieci anni, non significano niente? Grazie per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-29 08:56
La situazione in realtà è abbastanza complessa: il fatto è che la legge dovrebbe proteggere comunque il diritto alla proprietà da un aparte e dall'altra proteggere gli inquilini in difficoltà. Ora occorre capire bene gli accordi tra di voi, se ha pagato per 10 anni perchè comunque l'altra parte accettava tale situazione come se ci fosse un contratto o se è sempre stato chiaro che lei doveva lasciare l'immobile. In ogni caso gli sfratti difficilmente vengono eseguiti alla presenza di minori.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# paolo 2014-05-28 18:25
Salve buonasera mi e' arrivato come previsto lo sfratto per fine locazione per la convalida, il 24 giugno 2014 devo andare in tribunale, volevo chiedere il giorno stesso il giudice convalidera' lo sfratto perche' e' nei termini di legge? Posso avere la convalida con la proroga di 18 mesi per casi particolari come il mio rientrando nei comuni alta densità reddito basso figlio con handicap? E' importante per me avere il giorno stesso o dopo qualche giorno la convalida di sfratto con la proroga di 18 mesi da presentare al comune di appartenenza per la graduatoria di una casa popolare grazie buon lavoro
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-28 18:57
Gentile Paolo, presentandosi un tribunale e documentando la sua situazione può chiedere la proroga che le verrà molto probabilmente concessa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# andrea 2014-10-06 22:22
Buonasera, vorrei informazioni per un conoscente nei guai. Ha un contratto di affitto 4 piú 4
è moroso da un anno. Ma il problema principale che ha disturbi psichici che compensa con alcool e quindi saltuariamente crea fastdii inizia ad urlare di notte. Il proprietario non ha mai fatto nulla per la morosità. Ma dopo le lamentele dei condomini senza alcun preavviso lo ha minacciato di cambiare la serratura e di andare via tra tre giorni. Lui sicuramente dovrà lasciare l'alloggio ma non avrebbe diritto a più giorni? Non ha nessun posto dove andare ed è disoccupato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-10-07 09:13
Gentile Andrea, in realtà quanto minacciato dal proprietario, seppure comprensibile, non sarebbe legale; il proprietario deve procedere con lo sfratto o con le denunce per disturbo della quiete pubblica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# giuseppe imbastato 2014-05-26 21:43
Ho una domanda. Dopo aver chiuso una causa per sfatto di morosità ed uscita dell'inquilino moroso dall'appartamen to con la comanda firmata dall'inquilino moroso, Il pagamento per la registrazione della chiusura della causa inviata dall'agenzia delle entrate quando arriverà? Arriverà tramite lettera a me intestatario dell'appartamen to?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-27 10:06
Gentile Giuseppe, pe rla chiusura dle contratto dovrebbe portare copia dell'atto all'agenzia delle entrate in modo da aggiornarli sulla situazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-26 08:41
Buongiorno, voglio ringraziarla per la sua disponibilita', seguiro' il suo consiglio di rivolgermi ad una associazione degli inquilini ed eventualmente ad un legale. In questi quattro anni, sono stato sempre disponibile a pagare per l'occupazione, ma addirittura che un giudce possa buttarmi fuori casa con dei figli minori, dopo aver pagato il mutuo e fatto tanti sacrifici per ristruttare questo immobile, mi sembra una grandissima ingiustizia. Grazie ancora.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Paolo 2014-05-24 19:54
Salve buonasera mi è arivata a casa raccomandata in cui ce scritto intimazione di sfratto senza nessuna specifica il contratto è scaduto il 20 aprile 2014 durato 8 anni la raccomandata è arrivata 21 maggio 2014 presumo sia sfratto per fine locazione? Le volevo chiedere lo sfratto per morosità io ho sempre pagato i canoni può essere inviato dopo la scadenza del contratto? La ringrazio per le delucidazioni che mi darà.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-25 22:22
Gentile Paolo a questo punto se il contratto è finito e lei non ha liberato l'immobile si tratta di sfratto per finita locazione; se però smette di pagare dopo la scadenza allora possono procedere anche con uno sfratto per morosità che accelera i tempi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-24 16:32
Buongiorno, i miei genitori mi hanno portato in causa per ottenere l'usufrutto dopo che mi avevano fatto firmare con l'inganno un negozio fiduciario con scrittura privata. Hanno vinto la causa, perché la legge non ammette ignoranza e io avrei dovuto leggere, anche se chi me lo faceva firmare erano i miei genitori.. La sentenza e' del 2010, Da allora io pago mensilmente per l'occupazione dell'immobile in di cui sono nudo proprietario, con mia moglie e i miei due figli minorenni. Lei dice che oggi affidandomi a un legale, potrei ottenere di poter vivere nella mia casa, sempre pagando per l'occupazione, e smettere di vivere nell'incubo che possano mandarmi via? Ho saldato il piccolo debito che avevo con loro di morosita'. Sono alla disperazione. Grazie per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-25 22:15
io credo di sì, Davide, considerando che per questi anni comunque c'è stato un accordo nel ricevere questi soldi come indennità e non procedere con il farvi liberare l'immobile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-23 18:39
Buongiorno, la ringrazio per l'aiuto che mi sta dando, ma come posso fare per portare la mia storia all'attenzione di un giudice
che capisca la situazione in cui mi trovo? Grazie per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-24 15:32
è per quello che rivolgendosi ad un legale potrete riaprire la sua pratica o se verrà nel frattempo richiamato in giudizio dai suoi avrà l'occasione di presentare la sua versione dei fatti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# maria 2014-05-23 16:21
Gentilissima avvocato, dopo vari giorni di trattativa con il proprietario delle mura, affinchè mi riducesse il canone di affitto, dove sono titolare di una gelateria, Siamo venuti a rottura. O si faceva come diceva Lui, oppure basta trattative. Con un tono minaccioso ultima frase sua scritta sulla mia mail "Maria avrà quello che si merita". Ora..io soffro di crisi di panico e questa frase mi ha spaventata. Come posso tutelarmi da questa intimidazione?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-23 16:43
Cara Maria, il fatto è che la sua è una richiesta legittima ma il proprietario non è tenuto a ridurle il canone; quindi i toni devono rimanere sicuramente pacati, ma d'altrond elei può tranquilizzarsi pensando che il suo contratto la tutela e quello che potrà fare il proprietario saranno solo misure previste. Se dovessero esserci minacce che lei ritiene violente o ricattatorie dovrebbe segnalarle alle forze dell'ordine.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-23 13:26
Buongiorno, linnanzitutto la voglio ringraziare per lo spiraglio di luce che mi sta dando, e vorrei dirle che dal 2010 l'ufficiale giudiziario e' venuto 3/4 volte all'anno per verificare che noi pagassimo regolarmente per l'occupazione, e infatti cosi' e' stato. Adesso per gli ultimi sei mesi di morosita', che comunque ho provveduto a saldare, mi dice che a loro richiesta il 16 luglio 2014, dobbiamo andare via. io mi chiedo come tutto questo sia possibile. A me, mia moglie e ai miei due bambini di nove e dodici anni, sembra di vivere in un incubo, perché in questa casa ci sono tutti i nostri sacrifici, sia fisici che finanziari. Crede davvero che trovero' un avvocato che sia in grado di difendermi? Grazie per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-23 14:50
Credo proprio di sì ed anche un giudice a cui raccontare la sua storia; gli sfratti nei confronti di minori non vengono quasi mai eseguiti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-23 11:53
Buongiorno, purtroppo mi e' stato risposto da un ufficiale giudiziario, che proprio perché non mi hanno mai fatto il contratto di affitto, ma ho pagato tre anni e mezzo, " solo per l'occupazione ", possono mandarmi via quando vogliono.
Perche' c'e' una sentenza del 2010, che dice che a richiesta dell'usufruttua rio devo lasciare l'Immobile, anche se ho pagato regolarmente. Grazie infinite per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-23 12:32
quindi loro avevano il titolo per far eseguire lo sfratto quattro anni fa, ma non hanno proceduto, facendolo decadere e accettando poi il suo canone come se ci fosse un regolare contratto. Ora, davatnti ad un giudice come possono pretendere che venga eseguito uno sfratto richiesto 4 anni fa e a cui fa seguito un regolare pagamento che lei dovrà documentare? Le ripeto, si affidi ad un bravo legale, vedrà che la sua posizione è più che difendibile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-22 19:31
Buongiorno, mi hanno gia' risposto che loro dichiarano quanto percepiscono mensilmente da me, e che dato che nella sentenza del 2010, il giudice scrive che devo lasciare l'immobile, anche se in questi tre anni io ho pagato regolarmente per l'occupazione dell'immobile in cui abito, senza contratto di affitto, perché loro non lo hanno mai voluto fare, hanno il diritto di mandarmi via.
Possono buttarmi fuori di casa in questo modo? Grazie per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-22 20:41
Accettando il suo canone mensile è come se avessero accettato di rinnovarle il contratto; avrebbero ai tempi dovuto far eseguire lo sfratto, non pensarci dopo tre anni di rapporto regolare. E se dichiarano quanto percepiscono, non lo dichiarano forse come canone di locazione? Vada avanti magari con un legale di un'associazione di categoria degli inquilini che sapranno assisterla.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Alex 2014-05-22 17:02
salve, per problemi economici ci e' stato intimato lo sfratto per non aver pagato il canone febbraio e marzo 2014, abbiamo saldato questa mancanza, poi aprile 2014 lo abbiamo pagato con 25 giorni di ritardo, ora maggio 2014 abbiamo gia 15 giorni di ritardo, e ci vediamo arrivare la lettera di intimazione con spese, per morosita', e dobbiamo pagare 200 euro di spese legali.

1)per 15 giorni di ritardo si posso mettere tutte queste spese?

2) ci puo' essere un eventuale intimazionedi sfratto se continuiamo a pager in ritardo di 10 o 15 giorni?

grazie...
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-22 17:39
Gentile Alex, di solito il ritardo considerato come morosità è di 20 giorni, ma pagare in ritardo è una grave inadempienza. I contratti di solito riportano che anche pochi giorni di ritardo vengono considerati tali da poter procedere con la richiesta di risoluzione del contratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gabriele 2014-05-29 17:32
Salve dopo essere stata sfrattata mi arriva un ingiunzione di pagamenti dei mesi che non ho pagato senza tenere conto che hanno in mano 3 mensilità è giusto che io debba pagare dopo che mi hanno buttato in strada???
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-29 18:24
Gentile Gabriele in virtù del contratto che era in essere lei è tenuto al pagamento dei canoni per le mensilità usufruite. Se le tre mensilità del deposito non coprono l'intero debito è giusto che venga avanzata la richiesta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-22 16:19
Buongiorno, io sono nudo proprietario dell'immobile dal 1999, e ci abito dal 2004, nel 2010 gli usufruttuari dopo aver ottenuto l'usufrutto portandomi in causa per ottenerlo e vincendola, mi concedevano di restare ad abitare nell'immobile, pagando un importo mensile per l'occupazione senza volermi fare un contratto di affitto.
Ho sempre pagato regolarmente, ora trovandomi moroso di alcuni mesi , mi hanno detto che mi faranno lo sfratto esecutivo. Ho provveduto a saldare l'intero importo arretrato, ma mi hanno detto che l'ufficiale giudiziario a luglio mi buttera' fuori comunque. Ed essendo dal 2010 che loro mi consentono di abitare nell'immobile non ho piu' diritto a chiedere il termine di grazia.
Comunque ho gia' provveduto a saldare il debito arretrato. E insistono che non mi faranno il contratto di affitto, ma me ne devo andare anche se ho due figli minori. Da premettere che vivono in una casa di loro proprieta' e non hanno figli a cui potrebbe servire la casa di cui sono il nudo proprietario. Grazie infinite per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-22 17:41
Credo Davide a questo punto le convenga deniunciare tale situazione, se hanno preso dei soldi senza dichiararli sono comunque in una situazione irregolare, in più avendo lei saldato il debito ha diritto ad un regolare contratto con scadenze da rispettare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-22 11:46
Buongiorno, dal 2010 pago mensilmente per l'occupazione dell'immobile in cui abito, sempre puntuale, senza avere un contratto di affitto, che gli usufruttuari si rifiutano di farmi. Ho lo sfratto per morosita', ma ho provveduto a saldare il debito, posso chiedere che mi venga fatto un regolare contratto di affitto? Grazie per la risposta, e per la disponibilita' dimostrata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-22 15:29
Gentile Davide, ma ha uno sfratto per morosità per quale contratto? Certamente può pretendere un contratto regolare e "minacciare" una denuncia presso la Guardia di Finanza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-21 16:32
Buongiorno, mi scuso se la disturbo ancora, spero sia l'ultima, la sua risposta vuol dire che, se saldo il mio piccolo debito di morosita', e continuo a pagare per l'occupazione dell'immobile in modo puntuale, di cui sono nudo proprietario, i miei genitori non possono proseguire nel loro intento di sfrattarmi? Grazie per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-21 22:04
Esatto Davide, se rientrasse anche dopo esser stato davanti ad un giudice che le concede il periodo di grazia, dopo il contratto prosegue normalmente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-20 21:35
Buongiorno, come scritto nel messaggio precedente, pago per l'occupazione dell'immobile, ci abito e sotto i portici della casa, ci tengo i miei attrezzi di lavoro, compreso due furgoni. Faccio il giardiniere. Dimenticavo di dire che sono proprietario della nuda proprieta' dell'immobile. Ma dei nonni possono mandare via i loro due nipoti minorenni di nove e dodici anni?.
Io sono in regola con i pagamenti per l'occupazione, ho solo un piccolo ritardo, ma a breve la saldero'. Grazie per la risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-21 10:07
Caro Davide, diciamo che in questo caso si stanno comportando più da titolari di diritto da far valere. Come le dicevo il giudice tiene conto della situazione e soprattutto le darà un termine di grazia entro il quale potrà saldare il suo debito e chiudere la situazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# jorge 2014-05-20 20:04
io mi trovo con un problema ....ti splico io ho subaffitato una azienda e pagaba il affito ma il ragazzo non pagaba al propietario ....sono andato in ferie e quando sono tornato mi trovo il negozio chiuso con gli chiave cambiata e un fogli atacato di sfratto esecutivo .....e solo un anni che abeba affitato e pure ho fatto modifica al locare di bastante soldi adesso il propieterio vuoi falmi un nuevo contrato ame direttamente ma mi chhiede la fidudizione e pure la mancanza di affito non pagata per il altri ....chi devo fare chi dirito celo .....si mi puo agiutare sarebe contento perche debo lavorare gli il mio numero
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-21 10:08
Gentile Jorge, ma se le ha subaffittato tutto lei non è subentrato nel contratto? La proposta di procedere con un contratto intestato a lei è una buona soluzione, ma non è tenuto a pagare per debiti di altri.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-20 12:25
Buongiorno, sono sotto sfratto, ma pago per l'occupazione dell'immobile in cui abito, e dove ho la mia attivita' lavorativa, con dei dipendenti.
I miei genitori usufruttuari dell'immobile mi possono mandare via? Inoltre ho due figli minorenni. Grazie per la risposta..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-20 13:30
Gentile Davide ma parliamo di un'abitazione o do un immobile commerciale? Diciamo che lo sfratto è già un'operazione per mandarla via. Nel caso di abitazione la presenza di un minore di solito fa slittare i tempi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# francesca ventricell 2014-05-16 11:34
Buongiorno,
sono in affitto in un appartamento, sottoposta a sfratto per finita locazione, ho avuto la proroga prevista per le grandi città in condizioni di disagio.
Pago regolarmente l'affitto più indennità di occupazione del 20%. Quando ho fatto la dichiarazione dei redditi al Caf mi hanno detto che non potevo avere la detrazione per l'affitto perchè essendo sotto sfratto il contratto non è registrato. E' così? Va pagata la tassa di registrazione anche se l'inquilino è sotto sfratto ( e paga regolarmente)? E se la tassa di registarzione è stata pagata (non so se il proprietario l'ha fatto) posso avere la detrazione?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-16 13:41
Gentile Francesca in realtà il locatore non dovrebbe procedere con il rinnovo delal registrazione di un contratto comuqnue scaduto; credo che debba informarsi meglio circa la posibilità di usufruire di tale agevolazione; l'esclusione potrebbe essere legata ad una situazione di finita locazione e non tanto di mancata registrazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# davide 2014-05-08 13:00
Buongiorno, sono proprietario della nuda proprieta' dll'immobile in cui abito. A ottobre 2010 ho ricevuto lo sfratto, dopodiché gli usufruttuari hanno acconsentito che io, mia moglie e i miei due figli minorenni, restassimo ad abitare nella casa, pagando un importo per l'occupazione dell'immobile. ( senza contratto di affitto ). Ho sempre regolarmente pagato con bonifico bancario.
Oggi mi trovo moroso di sei mesi,per difficolta' finanziarie, piu' l'importo a loro dovuto per la tassa di registro della causa che mi hanno intentato, e che hanno vinto per ottenere l'usufrutto dell'immobile. Il 14 maggio 2014, verra' di nuovo l'ufficiale giudiziario, puo' buttarci fuori?. In questo immobile ho anche la mia attività lavorativa con dei dipendenti. Grazie fin da ora se potete darmi una risposta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-08 15:58
Gentile Davide, diciamo che lo scopo dell'ufficiale giudiziario è quello di far liberare l'immobile; ovviamente in una situazione di opposizione i valuta la specifica situazione e si cercano di evitare spaicevoli incidenti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# salvatore 2014-05-14 13:53
salve , domani ho l'udienza per sfratto , vorrei saper mi debbo presentare per forza davanti al giudice ? e i mesi arretrati di cui la somma e di 1500 euro gle li devo dare ugualmente? e quanto tempo ho per lasciare la casa ? fatemi sapere grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-14 14:55
Gentile Salvotore, non p tenuto a presentarsi, ma la sua assenza accelera il procedimento di sfratto, portando il giudice a convalidare lo sfratto ed indicare la data di esecuzione; il debito rimane a suo carico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-05-14 17:40
Gentile Salvatore:
si presenti all'udienza,non abbia paura,non succede nulla e chieda il termine di grazia,
Avrà più tempo per poter sanare la morosità(90 giorni)
Se non riesce comunque a grandi linee ha 1 anno di tempo(almeno)pe r lasciare la casa,la procedura degli sfratti sono lunghe.

Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# enrichettamarsala 2014-05-07 17:51
Gentilissima Isabella,sono una affittuaria,ho appena ricevuto una intimazione di sfratto per morosità e contestuale citazione per la convalida.Purtr oppo l'anno scorso a febbraio ho perso il lavoro e non ho potuto pagare l'affitto,da circa 20 gg. ho ripreso a lavorare ed ho chiesto al padrone di casa di voler pagare dal prossimo mese sia l'affitto di € 450,00 più una quota di € 150,00 per cominciare a scontare gli arretrati,ma per tutta risposta mi è arrivato l'uff. giud. per consegnarmi l'intimazione.D a oltre un anno,ho umidità dentro casa ed il rilevatore di umidità segna tra il 70% e l'80% di umidità dentro casa,da circa sei mesi ho il collo bloccato. Ho una pelliccia completamente presa dalla muffa,scarpe,ci nture,contenito ri,muri.Cosa posso fare? oppure cosa posso dire al giudice quando ci sarà l'udienza? Grazie mille!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-05-07 18:43
Gentile Enrichetta col giudice basterà essere sinceri. Le darà un termine di grazia entro il quale saldare il suo debito. Se l'immobile non la soddisfa può richiedere la risoluzione del contratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# peppino imbastato 2014-04-23 12:06
Dopo aver avuto una fregatura a causa di un parassita sociale ( lo reputo tale perché anche nelle altre tre case in cui è vissuto non pagava il fitto dopo qualche mese ) che non solo non pagava fitto e condominio, ma ha avuto il buon gusto di smontare mezza casa e fare danni, esiste un contratto che mi cauteli da questi individui? Ad esempio nella sottoscrizione del contratto far firmare un carta in cui dichiara di andarsene firmata da entrambi le parti e con la data mancante, da mettere nel momento in cui non paga più il fitto?
Chiedo questo perché trovare il nome di un fidatario è impossibile nella sottoscrizione del contratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-04-23 12:53
Gentile non c'è una formula contrattuale che può tutelarla, bensì delle garanzie assicurative; per esempio può scoprire la nostra in esclusiva su www.affittosicuro.it
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-04-26 18:53
Gentile Peppino
si può far sottoscrivere all'inquilino una fideiussione bancaria o assicurativa a Suo favore,nel caso in cui l'inquilino non paga più l'affitto,lei,p roprietario,ric eve i canoni non pagati dall'assicurazi one/banca che poi si rifarà sull'inquilino( 12 mesi massimo),la fideiussione sostituisce il versamento del deposito cauzionale (Le 3 mensilità anticipate)
Cordiali saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Erica 2014-04-17 15:49
Io ho l inquilino che nonostante abbia avuto il precetto per rilascio immobile nel 2012 , il decreto ingiuntivo nel 2013 no. Vuole lasciare libero la casa , ora io sono in attesa dell uff.giud. Di cui non ho ancora una data xché , mi hanno detto ,che gli sfratti da 50 mensili sono passati a 70 mensili da eseguirsi per cui chissà quando arriverà l uff. Giud. Io non posso,come proprietaria,fa re proprio nulla per liberarm da questo inquilino?potet e darmi un imput.grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-04-17 17:59
Gentile Erica purtroppo non abbiamo molti imput da offrire; forse la soluzione più pratica potrebbe essere quella di capire lei stessa se l'inquilino ha le caratteristiche per poter essere assistito dagli assistenti sociali.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Erica 2014-04-17 21:33
A dicembre del 2011 si era recato dagli assistenti sociali i quali gli avevano offerto :a) contributo sui canoni D affitto ,b)una casa comunale,c)cont ributo per tornare al suo paese d'origine (marocco),non ha accettato nulla di quanto .in questi giorni volevo chiedere alla società che fornisce energia elettrica e metano di chiudere le utenze eseguendo la richiesta per iscritto ma il mio dubbio e' che questo avendo ancora la residenza alla casa in questione e un minore mi faccia casino ,eventualmente secondo lei se eseguo la richiesta posso inserire che mi tutelo con la legge sulla praivacy?oltret utto il contratto D 'affitto e statò chiuso su mia richiesta quando il tribunale ha stato lo sfratto con data al 24novembre2012. grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-04-18 09:37
purtoppo Erica questa richiesta non sarebbe lecita e non fornire i servizi la metterebbe in una posizione scorretta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Erica 2014-04-18 18:48
Ho visto che era presente anche il mio inquilino alla a2a. Ieri riguardo alla morosita con la società, credo proprio che (anche se le utenze saranno riattivate)qual cosa accada , come si suol dire ciascun cosa al suo posto), basta saper portare pazienza. Nella prossima mia raccomandata per sollecito pagamenti canoni mensili farò aver all'inquilino coppia della chiusura contratto D affitto dato che ha voluto mettere indubbio la mia parola ecco il documento regolare che ti informa. Penso che mantenere la calma e agire in regola sia la cosa migliore,la prox settimana avrò il documento del pignoramento dei beni e data uff. Giud.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# teresa 2014-04-07 00:56
ho un contrtto che scade il 10 settembre 2014 ed ho sfratto x morosita entro giugno ma nn trovo una casa da affottare cosa defo fare? grz
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-04-07 09:32
Cara Teresa, sa che la procedura di sfratto arriverà ad un decreto esecutivo e quindi potrebbero forzatamente falra uscire di casa. Magari provi a contattare l'ufficio comunale di assistenza abitativa per capire se possono aiutarla.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco 2014-04-09 20:14
Salve.
La domanda così posta è di difficile interpretazione.
Bisognerebbe capire se a Giugno ha la sentenza o l'accesso dell'ufficiale giudiziario.
Poi dovrebbe spiegare perchè non riesce a trovare un'altra abitazione.
Più informazioni date più chiare saranno le risposte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marghe 2014-04-04 01:00
Gentile Isabella,
per il giorno 10 aprile 2014 mi hanno fissato la procedura esecutiva di sfratto per fine contratto con forza pubblica. Purtroppo mio marito ha perso lavoro e non abbiamo pagato idennita di occupazione da 4 mesi. Lunedi al tribunale presentiamo autocertificazi one per la sospensione della procedura (2 minori a carico e reddito sotto 27.000E) Cosa dobbiamo aspettare? Puo ora lo sfratto da fine contratto essere cambiato in questo per morosita?
grazie
Marghe
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-04-04 09:39
Gentile diciamo che il giudice potrebbe accogleire la sospensione e darvi un periodo di grazia, ma certamente la situazione di morosità dovrebbe poi essere risolta. Provate intanto ad informarvi presso il vostro comune per poter accedere i fondi stanzaiati a favore di inquilini in difficiotà come nella vostra situazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Antonio 2014-04-01 22:27
Ciao, Spero che in Qualche modo mi aiutate. ho un contratto turistico detto: Locazione Abitativa di Natura Transitoria (legge 9 dicembre 1998, n. 431, articolo 5, comma 1 ) e un contratto che scade anno per Anno, usando il posto sia abitativo che turistico il proprietario di casa mi aumenta il canone anno per anno tipo 20.000,00€ di cui 10.000,00€ versati in nero..... 10000 divisi in canone mensili (12) quest'anno me ne ha chiesti 4000,00 in piu' ma io nn posso darli avendo fatto 10000€ di lavori di manutenzione e ho apportato migliorie al posto voglio chiedervi visto che scade oggi il contratto come posso fare visto che nn c'e nessun obbligo di avviso e il contratto cessa senza bisogno di nessuna disdetta? se vorrei rimanerci per sfruttare le migliorie apportate quanto tempo mi fanno rimanere prima di uno sfratto? e se continuassi a pagare il canone? Rispondetemi con urgenza Grazie .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-04-02 09:17
Gentile Antonio i contratti turistici e transitori in realtà sottostanno a due diverse normative. diciamo che da quello che scrive il suo è un contratto transitorio del tutto irregolare però, visto che non sarebbe rinnovabile e se in un comune ad alta densità abitativa dovrebbe avere un canone concordato. Quindi quello che può fare ora è impugnare il contratto e chiedere di trasformarlo in un 4 + 4.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# tanya 2014-03-30 17:49
Gentile avvocato. Io e il mio convivente abbiamo deciso di lasciare la casa perche abbiamo perso il lavoro e non possiamo pagare piu gli affitti. Abbiamo 4mesi arretrati e il contratto finiscetra un anno. Vogliamo lasciare la casa tra un mese e con il padrone andarci a parlare subito. A cosa andiamo in contro? non possiamo pagare siamo veramente senza un euro nandremo dai nostri genitori pensionati possono pignorare a loro? grazie.i
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-30 18:30
Gentil eTanya credo che il proprietario possa venirvi incontro magari per saldare almeno quanto in sospeso, per lo meno coprendo parte del debito con il deposito cauzionale. La causa di sfratto sarebbe nei vostri confronti, salvo il caso in cui i vostri genitori risultino come garanti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# desiree 2014-03-24 21:53
Gentilissima,
Sono una studentessa di 23 anni fuori sede a Milano.
Ho versato una caparra di 900 euro in data 16 agosto per una camera che dovevo prendere in affitto da ottobre 2013. Non ho visionato l immobile se non tramite annuncio e relative foto dato che ero a Pescara dai miei genitori.
il 16 pomeriggio ricevo una mail dalla mia università che mi comunica il mio nominativo come ripescaggio erasmus per febbraio.
il 18 agosto rientro a milano, incontro il proprietario, chiedo un contratto semestrale che mi permetta di partire all estero nel secondo semestre e che a lui non appare conveniente. Ci accordiamo verbalmente per la restituzione dalla caparra( 2 testimoni)nel momento in cui avesse riaffittato la camera.
Il proprietario affitta la camera a me destinata da settembre 2013 quindi ci guadagna anche un mese poichè il mio contratto sarebbe dovuto partire da ottobre.e ad oggi(24 marzo) ancora non risponde alle miei chiamate.
ho i documenti del pagamento della caparra, mail, testimoni e ricevuta. tutto tranne l accordo di restituzione della stessa.
C'è qualcosa che posso fare senza dover rivolgermi ad avvocati costosi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-25 09:28
Gentile Desiree oltre a provare a mandare lei una raccomandata con una data ultima entro cui pretende la restituzione, minaccianod poi il ricorso ad un legale, può provare ad rivolgersi alle associazione dei consumatori o magari quelle proprio degli studenti; di solito hanno avvocati a prezzi convenzionati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# caterina 2014-03-24 16:05
Salve , da poco mi è stata inviata una notifica di sfratto, 9 mesi prima del termine del mio contratto di affitto, io sono disposta a lasciare l'appartamento anche prima della scadenza del contratto ; se dovessi andare via questo stesso mese sono obbligata a pagare sino a gennaio o ancora per sei mesi o posso direttamente liberare l'appartamento, previa notifica ?
grazie mille
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-24 18:26
Gentile Caterina credo il proprietario anticipi i empi per essere certo di avere l'immobile libero a scadenza; in ogni caso se lei non ha mandato a sua volta disdetta è tenuta a rispettare il termine.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# paolo 2014-03-20 16:32
Salve avrei bisogno di sapere se indennita' di occupazione va versata al proprietario dal momento che il giudice emette proroga per lo sfratto o da quando mi scade il contratto di locazione? Il proprietario 6 mesi prima mi ha inviato raccomandata dicendo di volere disdire il contratto regolarmente registrato 4-4 per necessita' per sua figlia.
vorrei anche sapere se il proprietario mi mandera' questo tipo di sfratto per necessita' posso sempre avere una proroga per 18 mesi perche' vivo in comune ad alta densita' abitativa e presente nel nucleo familiare minore invalido al 100% grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-20 17:35
Gentile Paolo se il contratto è a scadenza ed è stata inviata regolare disdetta il proprietario potrà procedere con la richiesta di sfratto per finita locazione; se lei continua a pagare regolarmente la sua particolare situazione potrebbe rendere tale causa molto lunga e quindi l'esecuzione dello sfratto molto lontana.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# paolo 2014-03-20 17:56
Grazie per la risposta, ma indennita' di occupazione del 20% la devo pagare appena mi scade il contratto o dalla proroga che mi dara' il giudice? vorrei capire bene in caso ci vorranno piu di qualche mese per avere la causa davanti al giudice grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# paolo 2014-03-20 18:30
Citazione Isabella:
Gentile Paolo se il contratto è a scadenza ed è stata inviata regolare disdetta il proprietario potrà procedere con la richiesta di sfratto per finita locazione; se lei continua a pagare regolarmente la sua particolare situazione potrebbe rendere tale causa molto lunga e quindi l'esecuzione dello sfratto molto lontana.

Grazie per la risposta ma indennita' di occupazione la devo pagare appena scade il contratto o da quando avro' la proroga del giudice?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-20 19:04
da quando scade il contratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# massimo 2014-03-20 14:19
Salve volevo un informazione il mio padrone di casa mi ha chiesto di fare vedere la casa xche la deve vendere , ora mi viene un dubbio se lui si mette d'accordo x la vendita quanto tempo deve darmi e andare via? Ps. Ho un contratto ma nn registrato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-20 15:41
Gentile Massimo, diciamo con un contratto regolare non avrebbe nulla da temere perchè il nuovo acquirente dovrebbe rispettare le scadenze del suo contratto e quindi non potrebbe mandarle disdetta in qualsiasi momento; con un contratto non registrato ovviamente lei è meno tutelato; ma a questo punto pretenda almeno di avere 6 mesi di preavviso o di più se ne ha necessità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# veronica 2014-03-17 17:21
Salve, la mia domanda è.. se il contratto di locazione è intestato a due persone l'intimazione di sfratto dev'essere notificata due volte? anche se hanno la stessa residenza? oppure è sufficiente la notifica ad un solo inetstatario?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-17 22:22
Gentile Veronica, vanno citati entrambi quindi sarebbe più corretta la doppi anotifica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# biski 2014-03-05 20:37
Salve volevo chiedervi un consiglio...
a seguito del decreto di convalida di sfratto emesso nei miei confronti ho deciso di rilasciare l'immobile volontariamente ...ho contattato l'avvocato del proprietario e gli ho comunicato l'intenzione di inviargli in plico con assicurata le chiavi dell'appartamen to. Lui insiste per la consegna di persona al suo studio... ho un timore ad andarci perchè non so cosa mi aspetta.
Perchè l'avvocato insiste tanto? é un errore sottrarsi all'incontro e inviare le chiavi via posta?
grazie per l'eventuale (spero certa!) risposta!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-06 09:19
Gentile, credo che la richiesta di andare lì di persona sia magari per farle firmare dei verbali di rilascio e altre documentazione; credo che alla fine possa semplificare i rapporti anche a suo vantaggio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-03-06 11:40
Salve.
Che paura ha l'avvocato,è un essere umano come Lei,non la mangia mica.
Probabilmente Le chiederanno se trattasi di morosità,se e come intende saldare il debito contratto,non firmi cambiali o assegni postdatati,se non può saldarli.
Il verbale di rilascio sarebbe utile per "liberarla" da responsabilità sucessive alla sua uscita dalla casa.
Non abbia paura,non succede nulla.
Cordialità
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Simona 2014-03-07 09:26
Ciao isabella volevo chiedere una cosa per conto di un amica allora lei e morosa da quasi un anno però la prima visita del l'ufficiale giudiziario e avvenuta a dicembre ma non ha aperto poi la seconda visita e stata verso fine febbraio ma non ha aperto ancora lei ha un contratto per 4 anni quinfi fino al 2017 e ha un bimbo di 3 mesi lei voleva sapere a questo punto cosa può succedere? E quanto tempo gli resta grazie in anticipo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-07 10:04
Cara Simona, l'ufficiale giudiziario dovrebbe già aver indicato una data entro la quale si ripresenterà in questi casi con le forze armate. L'esecuzione di uno sfratto con la presenza di un minore non avviene, ma non credo si possa andare avanti così: perchè non rivolgersi agli assistenti sociali per avere un sostegno?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# nicola 2014-02-27 17:42
Quindi se ho capito bene nn viene annullata il preaviso di sei mesi?in teoria il giudice mi dovrebbe lasciare i sei mesi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-27 18:24
Il giudice di solito le dà un termine di grazia per saldare i debiti, se non salda procede con l'esecuzione dello sfratto, le due cose sono separate.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-28 21:25
Sig.Nicola:
guardi i tempi per uno sfratto per morosità sono molto lunghi.
Poco conta ormai la disdetta da Lei inviata,dato che è già partito un procedimento di sfratto per morosità e non fine locazione.
Chieda il termine di grazia al giudice,otterrà 3 mesi in più di tempo per saldare(se ce la fa),poi il giudice fisserà una nuova udienza e se la morosità persiste ci sarà la convalida dello sfratto...ma non sarà ancora obbligato ad uscire,il giudice concederà un termine di un mese/un mese e mezzo per lasciare l'appartamento.
Se non lo fa,arriverà un atto di precetto,dove sarà scritto che entro 10 giorni dovrà lasciare l'appartamento.
Se ancora è lì,dopo un mese arriva un altro atto detto preavviso di sloggio o monitoria di sgombero,dove sarà indicata ora e giorno in cui arriva l'ufficiale giudiziario,la data mediamente è 2 mesi dalla ricezione dell'atto,
Cordialità
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# nicola 2014-02-27 12:17
Si davanti al giudice ci vado al mille per mille l'unica cosa che volevo sapere e che io avendo mandato la raccomandata del preavviso di sei mesi viene annullata ho pure no
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-27 13:01
no perchè lo sfratto riguarda la morosità, a meno che non l'abbia saldata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ARTEMIDE 2014-02-27 13:55
scusate ma non sapevo come scrivere una richiesta. Gentile Isabella stiamo vivendo una situazione a dir poco assurda,allora abbiamo messo in vendita una piccola casa,la signora che dovrebbe acquistarla ha avuto problemi con la prima pratica di mutuo,alchè ci ha pregati nel frattempo che si definisse il mutuo di poter entrare lo stesso in casa,ci ha dato una caparra di 10000 euro e le abbiamo fatto un contratto di locazione fino al 31/12/2013,anch e nel preliminare di compravendita era stata fissata la stessa data per fare l'atto.In poche parole la signora ancora ad oggi non ha fatto l'atto di vendita e non risponde più al telefono.Cosa possiamo fare? grazie mille della sua risposta
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-27 15:07
Gentile Artemide, vi consiglio di contattare un legale, ci sono gli estremi per procedere con uno sfratto per finita locazione e per trattenere la caparra.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ARTEMIDE 2014-02-27 15:22
Citazione Isabella:
Gentile Artemide, vi consiglio di contattare un legale, ci sono gli estremi per procedere con uno sfratto per finita locazione e per trattenere la caparra.

grazie mille della tempestività della sua risposta,volevo dirle che in effetti abbiamo già contattato un legale,il quale ha inviato una raccomandata alla signora in cui le dice di contattarlo,ma lei ancora nulla,ora aspettiamo fino a lunedi, dopodichè le si invierà un'altra lettera mettendola in morosità.lei che dice?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-27 16:02
in questi casi è giusto essere anche abbastanza solleciti.. consoderando i tempi di durata medi di una causa è meglio partire subito.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Lidia 2014-02-25 18:59
E' vero che con la nota n.10492 del 05 febbraio 2014, il ministero dell'economia ha modificato la norma che prevedeva il pagamento del canone di locazione tramite bonifico bancario o assegno, stabilendo che sotto i mille euro si può pagare in contante?
In un appartamento condiviso da più conduttori, la soglia dei mille euro a cui fa riferimento la nota, è da considerarsi in relazione al canone di ogni singolo conduttore o all'ammontare coplessivo di tutti i canoni?
Grazie.
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-26 09:47
Cara Lidia, confermiamo che l'obbligo introdotto da poco è stato già abolito; il limite si riferisce alla singola quota di canone.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# nicola 2014-02-25 12:19
Salve,io il 25 marzo devo presentarmi dall ufficiale giudiziario per morosità affitti uo ho mandato oggi la raccomandata del preaviso di sei mesi ma decade il tutto ho mi devo presentare ugualmente e il preavviso diventa nullo?grz
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-25 12:24
Caro Nicola, è giusto che lei si presenti lo stesso; spiega l'intenzione comunque di andar via; ma finchè occupa l'immobile sarà tenuto a pagare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-25 15:07
Ciao Nicola.
Presentati alla credo udienza dal giudice,non dall'ufficiale giudiziario e chiedi il termine di grazia per pagare gli affitti arretrati.
C'è da capire il motivo per cui non hai più pagato l'affitto,ma lo spiegherai al giudice che normalmente concede un termine di 90 giorni per sanare la morosità.
L'importante è che ti presenti,se non lo fai perdi la possibilità di richiedere il termine di grazia e il giudice convalida lo sfratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# nicola 2014-02-25 10:06
Salve,mi e arrivata la lettera per presentarmi davanti al giudice per morosità di affitto avendo spedito subito la raccomandata del preavviso di sei mesi cosa succede devo andare l'istesso davanti al giudice?e in questo caso e nullo il preavviso di sei mesi?grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-25 10:39
Gentile Nicola, dovrebbe presentarsi per spiegare la situazione; la disdetta divrebbe essere valida, il fatto è che comunque è tenuto a pagare fino alla scadere dei sei mesi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ivano 2014-02-25 09:56
Buongiorno e complimenti per il blog.Io sono inquilino moroso da alcuni mesi,dopo 18 anni che vivo in questa casa ed ho sempre regolarmente pagato,da 1 anno e mezzo ho perso il lavoro ed i soldi pian piano sono finiti,vive con me mia maadre di 77 anni unica fonte di reddito a parte qualche mio lavoro saltuario,e gia' cosi' non arriviamo alla fine del mese,lo scorso dicembre sono scaduti i primi 3 anni del contratto 3+2 e quest'anno non ho ricevuto i bollettini postali di Gennaio e nemmeno di febbraio ma neppure intimazioni di nessun tipo tanto meno lettere raccomandate o che,cosa sta' succedendo o meglio che mi puo' succedere visto che lavoro vero non ne vedo neppure l'ombra anche in nero?Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-25 10:41
Gentile Ivano, sarebeb meglio contattare la proprietà per spiegare la situazione e prendere contatti anche con gli uffici comunali che si occupano di politiche abitative pe ravere il loro sostegno, sia economico, sia nella ricerca di un alloggio più idoneo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# maria 2014-02-25 04:10
salve,ho uno sfratto esecutivo e 3 mesi fa ho preso accordi con il legale del proprietario che pagando un anticipo di 1500€ +i mesi correnti puntuali e le spese condominiali potevo restar.gli arretrati restanti li avrei liquidati tra giugno e agosto ed ho anche pagato il suo avvocato €600, ora ai controlli dell ufficiale giudiziario(per verificare che stia andando tutto in regola viene il proprietario che voleva sbattermi fuori perchè voleva subito gli arretrati, il rinvio è fissato per il 20marzo e dice che devo uscire per questa data.Ora puo nn rispettare un contratto scritto e firmato dal suo legale ? grz in anticipo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-25 09:19
Gentile Maria, diciamo che l'accordo dovrebbe essere stato approvato dal proprietario o a limite controlalre che l'avvocato riporti tale precisazione per poter dire che avesse valore anche nei suoi confronti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Beppe 2014-02-22 10:31
Salve a tutti.
Ho un inquilino moroso da otto mesi. Il giudice alla prima udienza gli ha concesso il termine di grazie che scade ai primi di Aprile, però per fortuna l’inquilino di sua spontanea volontà oggi ha sloggiato. Ora non saprei cosa fare. Logicamente devo aspettare che mi consegni le chiavi, ma se quest’ultimo non le consegna cosa devo fare, anche se lui ha sloggiato e vie in un'altra casa? Devo aspettare che scada il termine di grazia o posso muovermi prima? Da premettere che ho una copia delle chiavi, quindi potrei entrarci in qualsiasi momento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-22 11:50
Gentile Beppe, poichè avere copia delle chiavi non sarebbe corretto sarebbe meglio sollecitare la consegna e la firma di un verbale di rilascio che tuteli lei ma liberi anche l'inquilino.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# beppe 2014-02-22 12:44
Ma nel caso in cui l'inquilino non si facesse vivo, nel senso non chiama per la restituzione delle chiavi come dovrei muovermi? So per certo che ha fatto dei danni nell'appartamen to, ma non importa, l'importante è che almeno abbia traslocato. Il verbale di consegna dell'appartamen to non credo che venga a firmarlo dato che quel "farabutto" è abituato a non pagare i fitti e sfruttare la cara legge italiana che tutela a questi parassiti sociali che non pagano da subito il fitto ( già dal terzo mese dopo aver affittato la casa ) presentando carte di invalidità, ed oltre al danno la beffa, dovrei pagarmi anche l’avvocato. Scusatemi per lo sfogo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-23 09:12
valuti con il suo legale se a questo punto preferisce interrompere la causa; dovrebbe in ogni caso mandare una lettera di chiusura del contratto per estrometterlo definitivamente .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# antonella 2014-02-21 12:04
salve isabella volevo chiderle una cosa io vivo in casa affitto di aler in provincia di bergamo ma siamo ina famiglia di 5 persone fino ad ora bbiamo sempre pagato abitiamo qui da 20 anni e solo quest anno non siamo riusciti a pagare perche siamo turti e 5 senza lavoro e ora mi hanno chiamato tramite avvocato per l udienza di sfratto la mia domanda e possono buttarmi fuori? aspetto sua risposta grazie mille in anticipo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-21 12:41
Cara Antonella, possono avviare la causa, il giudice le darà un termine di grazia per saldare il debito. Credo che la cosa migliore possa essere comunque quella di segnalare la vostra condizione ai servizi sociali del comune e provare ad avere accesso ai fondi stanziati prorpio a favore di inquilini morosi "incolpevoli", ovvero quelli che come voi hanno perso il lavoro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Maria 2014-02-20 15:20
Gentilissima avvocato, in questo tempo di crisi, ho chiesto alla proprietaria delle mura, dove esercito la mia attività, di poter avere una riduzione del canone di affitto. Dopo 3 raccomandate inviate da me,(Le premetto che ha una attività a 50 metri da me) ancora non ho ricevuto risposta continuando a pagare il canone come da contratto.
Io ho espresso apertamente la necessità di sapere se c'è questa possibilità di riduzione a fronte del fatto che si stanno liberando dei locali adiacenti al mio, con prezzi di affitto molto più bassi. Non rispondendomi, mi vincola a stare per forza affittuaria con Lei. E pertanto, visto che per legge gli devo dare un preavviso di 6 mesi per disdire tale contratto, così facendo potrei perdere l'opportunità di andare a pagare meno. Posso citarla oppure mi dica Lei.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-20 17:24
Gentile Maria, lei può solelcitare una risposta, ma non obbligarla a concederle la riduzione; potrebbe magari valutare realmente di dare disdetta per difficoltà economiche e valutare altri immobili.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Maria 2014-02-20 18:32
Quindi posso disdire il contratto per difficoltà economiche anche non rispettando i 6 mesi di preavviso come da contratto. Ho capito bene??
Grazie avvocato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-21 09:30
Deve rispettare comunque i sei mesi e specificare nella disdetta i gravi motivi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Aziz 2014-02-18 21:04
Si , Isabella ....purtroppo abbiamo ricevuto la disdetta .I tempi sono stretti....abbi amo solo 10 giorni ancora.Speriamo che i servizi sociali ci aiutino.
Grazie dell'appoggio !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-19 15:39
Salve Aziz:
se può confortarla.... non è che deve uscire preciso preciso tra 10 giorni.
Se lei non se ne va il proprietario dovrà iniziare una pratica di sfratto per finita locazione e di tempo ne passa ancora parecchio,per cui se non trova una soluzione nell'immediato, e 10 giorni sono pochi,al momento resta lì.
Auguri.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-19 15:42
Legga l'articolo soprariportato per quel che riguarda lo sfratto per finita locazione,è spiegato tutto benissimo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Aziz 2014-02-18 13:26
Salve Isabella...io e la mia compagna abbiamo una bambina di 8 anni:Abbiamo 1 contratto di 4 x 4 che scade purtroppo alla fine di febbraio 2014.Io sono disoccupato da 14 mesi e mia moglie fa delle ore.Non abbiamo un'altra casa dove andare nemmeno dei soldi per affittarla.Abbi amo difficoltà a mangiare tutto il mese.Preciso che la casa è cointestata con la mia compagna.Dobbia mo lasciare la casa in affitto anche se non abbiamo un'altra casa ? Grazie x la sua disponibilità !
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-18 13:52
Gentile Aziz, ma il proprietario vi ha dato disdetta? In questo caso dovreste lasciare l'immobile e chiedere ai servizi sociali del comune di competenza di potervi dare aiuto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-18 18:25
Diciamo che:
il padrone di casa deve avervi inviato disdetta ameno 6 mesi fa,sempre che abbiate comunque pagato l'affitto regolarmente.
Se non avete ricevuto disdetta e avete pagato regolarmente l'affitto,il contratto è automaticamente rinnovato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Simona 2014-03-06 21:01
Buonasera , mi e arrivata una lettera da parte dell aler in cui non intendono cambiare l intestazione a nome mio del contratto alla quale era intestato a mia nonna deceduta , siamo qua da tre mesi io mio marito e i nostri 3 figli, mi chiedono di lasciare libero l appartamento entro 10
Giorni o si attiveranno per lo sgombero forzato! Voglio capire i tempi e i meccanismi a cui andremo incontro , non abbiamo un altro posto dove andare! E sembra che le relazioni delle assistenti sociali non bastino per evidenziare i problemi economici che abbiamo e il trauma ai bambini in caso mi portino in comunita con loro.. Grazie in anticipo per le risposte
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-07 09:53
Cara Simona, i tempi in realtà dovranno passare da una causa di sfratto e poi dall'esecuzione dello stesso (nel caso in cui in vincessero la causa) che in presenza di minori è sempre abbastanza complicato. Quindi provi a consultare un suo legale per capire se ci sono possibilità per poter rimanere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# massimo 2014-02-18 12:33
Salve, volevo chiedervi in caso di perdita del lavoro, da padrone di casa, posso interrompere il contratto di locazione e rientrare nel mio appartamento anche se non sono passati i 4 anni?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-18 12:45
Gentile Massimo, prima della scadenza contrattuale non è possibile per il proprietario risolvere il contratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Michele 2014-02-17 12:30
Salve signora Isabella, ho un grande problema dato che ho affittato, l'anno scorso, una casa ad un extracomunitari o senza averlo registrato all'agenzia delle entrate perché non mi ha dato mai un centesimo x nulla.Il mese scorso non ha dato + notizie di se e i vicini mi hanno segnalato una perdita d'acqua io ho scassato la porta e sono entrato cambiando chiave. Il giorno dopo si è presentato volendo le chiavi e andando a denunciarmi ai carabinieri. Quest'ultimi non hanno accettato la denuncia xchè lui non aveva alcun diritto sull'immobile, poi mi hanno convinto di dargli la casa dato che ha una bambina di 5 mesi e non sapeva dove andare, dato che lui ha dichiarato che tra un mese circa mi avrebbe liberato l'immobile. Ora ho fatto una lettera di sfratto x inadempienza generale (credo che così si chiama) raccomandata con ricevuta di ritorno ma da 10 giorni che non mi stà arrivando la ricevuta immagino che non si fa trovare. Le mie domande sono: ho fatto bene ad aprirgli casa come mi hanno consigliato i carabinieri? in quanto tempo pensa che potrò tornare in possesso della casa? Cosa mi consiglia di fare? Grazie 1000 in anticipo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-17 13:02
Gentile Michele, ovviamente dal punto di vista umano il suo è un bel gesto .. e quindi h afatto bene. A questo punto visto che le ha fatto questa concessione per tramite dei carabinieri li informi dell'accaduto e si faccia in qualche modo "autorizzare" a rientrare nel suo immobile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Maria 2014-02-15 15:40
Gentilissima Isabella sono proprietaria di una gelateria con contratto di locazione. Ho pagato regolarmente l'affitto (abbastanza alto). Cmq gennaio ho avuto difficoltà ed ho mandato un'acconto, il resto a febbraio con il mensile di febbraio. Ho chiesto per iscritto se si poteva rivedere il canone di affitto, ma niente mi è pervenuto per ora. Mi ha minacciata a fine gennaio di farmi gli atti xchè c'è un contratto e va rispettato senza tener conto della crisi che stiamo attraversando tutti. Alcuni commercianti di zona hanno ottenuto un abbassamento del canone. Cosa mi può accadere se sul contratto c'è scritto che dopo 20 gg. di ritardo c'è la risoluzione del contratto?? Se mi farà gli atti, il giudice terrà conto di questa mia buona fede di voler pagare, anche se in difficoltà?? Ho 54 anni e non trovando lavoro quello che avevo ho investito in questa attività. Sono vedova, ho una figlia disoccupata (anche se non vive con me) e questa attività mi da da vivere per tutte e due. Solo che dicembre, gennaio e febbraio soffro un pò economicamente. Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-16 15:28
Gentile Maria, purtroppo la riduzione del canone non può essere pretesa, ma sicuramente il buon senso potrebbe illuminare anche il suo proprietario. per quanto indicato il contratto, i 20 giorni di ritardo causano la possibilità di metterla in stato di morosità, quindi avviare una causa, non certo mandarla via subito. Dopo di che il giudice dovrebbe tenere conto di tutte le attenuanti illustrate. In bocca a lupo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Claudia 2014-03-25 14:54
gentilissima avv. ho acquistato nel 2011 una casa dell'ATER, dove sono nata e dove la mia famiglia abita dal 1952. L'Ater ha voluto la piantina catastale aggiornata, se ci fossero stati eventuali modifiche all'interno, dal giorno dell'assegnazio ne. I miei nonni nell'80 spostarono una parete senza condonarla e quindi ho aggiornato io il tutto, affrontando delle spese e condonando il tutto. Ora su 27 famiglie hanno potuto acquistare nella scala soltanto 14. Abbiamo nominato un amministratore, sganciandoci dal vecchio proprietario ATER. Metà inquilini sono con Ater e metà sono proprietari. Il nuovo amm.re non vuole riconoscere la piantina aggiornata nel 2011 ed ha nominato un altro ingegnere, chiedendoci dei soldi costringendoci a rifare i rilevamenti per quantificare i millesimi da pagare. Io Le chiedo xchè devo affrontare una nuova spesa, quando la piantina catastale aggiornata è recente?? posso inviare quella che ho del 2011 con una autocertificazi one che i dati riportati corrispondono ai mq dell'appartamen to?? L'amm.re mi ha minacciato che sarebbe entrato con i carabinieri se non lo facevo entrare in casa per i rilevamenti La mia impressione è che l'amm.re voglia favorire questo ingegnere, dandogli l'incarico di rifare tutte le piantine.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-03-25 18:34
Gentile Claudia, credo possa innanzitutto capire se questo amministratore agisce con il consenso dell'assemblea. Se c'è un delibera che lo autorizza a richiedere il rifacimento di tutte le piantine allora dovrebbe adeguarsi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-14 14:55
Buongiorno.
Volevo solo sapere se è possibile nel suo sito inserire risposte o se è meglio che risponda solo Lei.
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-14 14:21
Gentile Marco, i commenti e le risposte sono i benvenuti!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-14 19:42
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# LUISA 2014-02-13 12:30
Io ho un inquilino moroso da ormai 19 mesi ho seguito tutte le regole con avvocato e udienze dove alla prima ha avuto il termine di grazia poi essendoci di mezzo agosto un mese in piu' per chiusura uffici oggi ho appuntamento con l'ufficiale giudiziario come primo accesso !
ho saputo che fuori dall'appartamen to ci sono un a15 di persone per bloccare lo sfratto e l'avvocato mi ha detto che come primo accesso non ci sara' il rilascio dell'immobile!
tutto questo mi sembra ridicolo se questo bel personaggio non ha lasciato l'immobile fino adesso sicuramente non lo fara' oggi se non e' obbligato!
e tutto questo dopo 18 mesi che non paga!
questo e' ridicolooooo
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-13 14:36
Cara Luisa capisco il disappunto.. e crediamo da sempre che proprio una riforma nel senso degli sfratti possa dare davevro slancio al mercato degli affitti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gabriella 2014-02-11 10:26
Gentile Isabella sempre io chiedo scusa se disturbo,pero ho un altra domanda ,ho ricevuto contrato di locazione abitativo stipulato per 12 messi il locatore non ha intenzione di registrare questo atto io come mi devo comportare quando pagò il cannone lui mi fa una ricevuta semplice scritta e bastta ,e valida questa ricevutta ? E poi come mi posso regolarne con il contratto scritto ma non registrato al agenzia delle entrate?ho diritto di registrare io come inqulino con modelli 69 se e stipulato. Sollo per un anno?grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-11 14:31
Gentie Gabriella, il contratto va obbligatoriamen te registrato, se il proprietario non vuole farlo lei porti all'agenzia dell'entrate con le ricevute e lì potrebbero farle una registrazione d'ufficio con un contratto di 4 anni + 4 e un canone molto più basso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gabriella 2014-02-11 10:18
Salve gentile Isabella ,volevo porle una domanda ho preso in affitto un monolocale picolo ,dove quando sono entrata so rimasta sbalordita de la sporcizia e la mochet che puzzava moltto ,il propietario chiedeva un messe de affitto e uno di capara che io ho pagatto pero io li ho chesto se mi meteva la casa apossto perche era in condizioni deplorevoli ma lui a detto che no aveva quesa intenzione e che se volevo fare qualche riparazioni a spesse mie ,si come io mi trovavo in situazione di urgenza ho preso la casa e a spese mie ho imbiancato ho comprato parquet e ho pagatto un muratore per farmi lavori in casa ono arivata a spendere 400e che quando ho fatto vedere al propietario a detto che non lo interessava e che e stattamia ddecisione adeso io li domando io poso non pagare una parte di affitto perche ho spesso i soldi miei per rinovare sua casa ?o come mi devo comportare?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-11 14:32
Gentile Gabriella, in questo caso lei ha deciso di sua volontà di procedere ocn le riparazioni, quindi se il proprietario le aveva anticipato di non essere disponibile a sostenere tali spese ora non può avanzare delle richieste.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# angelo 2014-02-10 14:39
ciao Isabella vorrei sapere anche se ho due figli piccoli il giudice mi dara solo per pagare il arretrato che son 3000 euro
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-10 14:47
Gentile ANgelo, il giudice di slito dà un termine di grazia entro il quale saldare il debito accumulato a fronte idunr egolare contratto di locazione; rispetto a questo la presenza di due figli non ha incidenza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# andrea 2014-02-10 04:26
buongiorno
ho ricevuto nei tempi notizia che non mi verrà rinnovata la locazione allo scadere dei 4+4. escludendo che il proprietario abiti personalmente l'appartamento, non conosco la motivazione e non mi è stata detta. ho sempre pagato regolarmente canone e spese. Cambiare casa, oltre il profondo disagio, ha sempre dei costi elevati da sostenere. Sono da sola, ho 50 anni, un reddito sotto i 20.000 lordi e vivo a Milano. se smetto di pagare il canone questi ultimi mesi per poter sostenere le spese del cambio casa, cosa succede? i tempi reali di uno sfratto esecutivo quali potrebbero essere in questo caso? e se invece continuassi a pagare i tempi cambierebbero?
la ringrazio per la generosa consulenza
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-10 09:27
Caro Andrea, se è allo scadere degli otto anni il proprietario non deve necessariamente avere una motivazione da documentare; se smette di pagare i tempi di sfratto sono mediamente di 6/9 mesi; in ogni caso a prescindere dai tempi sarebbe debitore di quelle mensilità. Se continua apagare e non lascia l'immobile potrenno procedere con uno sfratto per finita locazione, i tempi forse sono leggermente più lunghi, ma credo che alla fine dovendo affrotnare comunque le spese di trasloco, potrebbe risparmiarsi quelle legali.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gabri 2014-02-07 16:46
Gentile Isabella, grazie per avermi risposto; allora devo pagare anche le spese legale, prima dell' audienza per non avere lo sfatto? oppure posso pagarli anche dopo l'audienza? Vorrei aggiungere che il proprietario non ci a mandato prima la raccomandata per chiedere gli arretrati, aveva detto verbalmente che ci aspetta con i pagamenti. E se il proprietario lo chiede, il giudice può comunque convalidare lo sfratto perché sono più di tre mesi di arretrati? Non abbiamo un altro posto dove andare, quindi devo fare tutto il possibile per rimanere nel appartamento. Grazie!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-07 17:39
l'importante è che entro ilt empo indicato saldi il debito accertato, le spese può pagarle dopo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gabri 2014-02-06 20:40
ciao! vorrei chiedere un consiglio anch'io: il proprietario dell' appartamento vuole farci lo sfatto per morosità; essendo tutti due disoccupati abbiamo avuto tre mesi di grazia; se entro la prossima audienza riesco a pagare gli arretrati, dovrò comunque pagare anche le spese dell' avvocato? se si, come faccio a sapere quanto devo pagare?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-07 14:20
Gentile Gabri, in effetti dovrà pagare anche le spese legali, dovrà farsele quantificare dall'avvocato che segue la causa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Barbara 2014-02-06 15:14
Gentilissima,
Sono mamma separata, con una bambina di 3 anni. Ho un piccolo appartamento a Bologna, che ho deciso due anni fa di affittare poiché io e mia figlia non ci stavamo. Ho preso in affitto un trilocale e il mio mono l’ho affittato. A ottobre ho cambiato inquilini e dopo un mese questi non pagano più l’affitto. Io con quello che mi danno, pago il mutuo. E adesso mi trovo sola, a pagare mutuo e affitto mio, cosa impossibile umanamente. A causa loro sarò costretta a lasciare il mio appartamento e non so dove andrò, non posso sostenere 1300 euro al mese di spese.
E’ possibile che io devo fare la fame e non ci sia un modo per ritornare in possesso di casa mia e magari andarci ad abitare dato che comunque al momento sarebbe l’unica cosa che grazie ai due che hanno occupato la mia casa, potrei permettermi?
Lo sfratto dura troppo, non ho soldi per spese legali, sono disperata!

Grazie se saprà consigliarmi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-06 16:23
Cara Barbara, pur comprendendo lo sconforto devo confermare che l'unico modo è quello di procedere con uno sfratto. Magari può provare a contattare le associaizoni di categoria per avere l'assistenza legale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Lidia 2014-02-06 11:26
Vorrei sapere se nel pagamento del canone di locazione mensile e le relative spese (oneri accessori + utenze), il conduttore ha ragione di includere anche le spese di commissione del bonifico bancario. Es: canone mensile di € 200 + € 100 (spese di utenza+ oneri accessori)= € 300 (come da contratto), il conduttore esegue il bonifico di €300 includendo i costi di spese di commissione di € 5.00, quindi sul mio conto corrente mi trovo corrisposta la cifra totale di € 295. E' corretto quanto avviene, o devo considerare il conduttore debitore di € 5? Vorrei anche che fosse così gentile da indicarmi le leggi che regolano situazioni di questo tipo. Sapevo che il debito si considera estinto nel momento in cui viene corrisposta al creditore la cifra pattuita tra creditore e debitore. Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-06 14:58
Gentile Lidia, il costo del bonifico, così come un tempo quello della marca da bollo sul contratto, è dovuto dall'inquilino e regolata dal dpr 642 del 26 ottobre 1972 e successive modificazioni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Brahim 2014-02-05 22:59
grazie Isabella per la risposta.
ma lui non voleva prendere i soldi in contanti. ho dovuto pagarlo tramite bonifico in contanti.
vorrei precisare che è rimasto male perché il contratto l'ho fatto all'agenzia delle entrate.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Brahim 2014-02-05 20:14
un vostro consiglio per il mio caso.
vorrei aggiungere che il locatore vuole in tutti i costi di mandarmi fuori.
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-06 10:11
se non c'è morosità non può avviare la causa di sfratto e comunque anche se l'avviasse il giudice non potrebbe ocnvalidarla.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Brahim 2014-02-06 12:34
grazie Isabella. allora vado tranquillo, faccio il bonifico in contante anche se il suo conto e cointestato con suo moglie.
ma anche gli antri inquilini lo pagano sullo stesso conto.
a presto. grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-06 15:01
perchè non chiede quale conto deve usare o trovate un accordo per la migliore forma di versamento?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Brahim 2014-02-06 21:53
si, ho già provato ma lui non vuole perché il contratto di locazione è stato registrato con un canone inferiore a quello effettivo all'agenzia delle entrate (il canone annuo è solamente pari al triplo della rendita catastale).
allora per questo è rimasto male e cerca in tutti modi di cacciarmi via.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-07 14:21
denunciare una situazione di irregolarità forse sarebbe peggio per il proprietario, meglio trovare un accordo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Brahim 2014-02-04 23:33
ho pagato l'affitto con bonifico bancario senza avvisare il locatore . il suo iban mi l'ha dato un mio vicino. ma dopo un mese mi è arrivata l'intimazione per sfratto.
vorrei chiedere se ha ragione.
ho magari non ha controllato i movimenti bancari.
un altra cosa il suo conto corrente è cointestato ( con sua moglie). cambia qualcosa.
penso che ho fatto il mio dovere, non ho niente da credere.
grazie mille.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-05 09:01
Gentile Brahim, sicuramente deve chiedere al proprietario di controllare pe rquesto mese e per il prossimo di fornirle il conto corrente di riferimento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Brahim 2014-02-05 23:02
grazie isabelle.
adesso devo pagare LA MOROSITA E LE SPESE LEGALE ENTRO IL 20 FEBRRAIO.
VORREI SAPERE QUALE IL MIGLIOR MODO PER PAGARLO.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-06 10:41
come da nuova normativa può usare il bonifico o altri mezzi tracciabili.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-01 12:06
Buongiorno.
Ho ricevuto un preavviso di sloggio,non so ancora la data,devo andare a ritirare l'atto alla casa comunale del comune.
Ho già un nuovo contratto d'affitto che parte a Marzo 2014.
Se l'ufficiale giudiziario viene prima di tale data(l'atto è stato notificato il 22/01/2014,è sufficente mostrare il nuovo contratto ed avere un rinvio di meno di un mese?Ho 2 bambini disabili.
Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-01 15:34
Gentile Marco, dovrebbe esserci un'udienza prima di fissare la visita dell'ufficiale giudiziario; magari già in quella sede può presentare il nuovo contratto; sicurametne la aiuterà ad evitare l'esecuzione dello sfratto, comunque impossibile alla presenza di minori e per di più disabili.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-01 16:23
Gentile Isabella:
grazie,mi sono spiegato male,trattasi di sfratto per morosità,sono già andato in udienza,e lo sfratto è stato convalidato con data ultima al 31/12/2013,rice vuto precetto,ora ricevuto atto preavviso di sloggio,non so ancora in che data l'ufficiale verrà,devo ritirare l'atto in casa comunale,comunq ue per Marzo 2014 parte il nuovo contratto,l'uff iciale se viene prima,aspettera?
Grazie ancora
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-02-02 09:38
La condizione familiare e l'avere una nuova sistemazione dovrebbero porterà l'ufficiale giudiziario ad aspettare.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2014-02-03 20:12
Atto ritirato l'ufficiale viene dopo la metà di Marzo,per quella data ce ne saremo già andati.
Grazie ancora per la Sua disponibilità
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# vale 2014-01-31 00:55
avrei una domanda: l'estate 2013 ho lasciato la casa dove ero in affitto regolarmente, per motivi di perdita del lavoro non sono riuscita a pagare circa 1200 euro, cioè due rate di affitto.
La ex padrona mi ha dato tempo fino ad oggi, ma non sono ancora in grado di pagarla, ora lei mi ha detto che andrà per vie legali, quindi cosa mi potrebbe succedere ?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-31 09:40
Gentile Vale, molto probabilmente potrebbe ricevere un sollecito di pagamento e poi se non risponde a questo un decreto ingiuntivo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gabriele 2014-01-30 13:16
Complimenti per il blog, ho un bar di proprietà che mi ha lasciato mia nonna ora defunta, tutto inizia quando l'impresa inquilina non paga l'affitto per tre mesi di fila e quasi 2 anni e mezzo fa' avviamo la pratica con l'avvocato per sfratto, il primo giudice ha rimandato di sei mesi la prima sentenza perché il proprietario dagli atti non era la stessa del richiedente (mi è sembrata una scusa, cmq) e così passano i primi 6 mesi per un atto che potevamo fornirgli subito.... cmq a 6 mesi spostano il processo perché il giudice entra in maternità e viene affidato in tempi biblici ad un altro giudice che lo ha già spostato di un altro anno.
Morale della favola non si è mai ottenuta la sentenza di sfratto e gli inquilini hanno ben pensato di continuare a non pagare ed è da più di 2 anni e mezzo che sono morosi, la sentenza dovrebbe essere a marzo 2014, se non si inventano un'altra scusa, o cambiano il giudice incaricato...
Che posso fare? Denunciare i giudici è possibile?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# isabella 2014-01-30 18:58
Caro Gabriele in linea teorica credo si possano denunciare anche i giudici ma non saprei con quale vantaggio per lei. Certamente tramite il legale deve provare a recuperare tutti i canoni non versati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ahmed 2014-01-29 01:32
Gentile Isabella,ho uno sfratto esecutivo per finita locazione, fissato in data 15.02.2014,ma solo dopo la sentenza ho scoperto che la casa non fosse abitabile (MAGAZINO), COSA POSSO FARE:
sia perchè ho l'urgenza di rimanere ancor per un altro anno
sia per la truffa che ho subito 8 anni. Crdiali Saluti Ahmed
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-29 09:40
Gentile Ahmed, diciamo che per questa irregolarità il proprietario è perseguibile ma non implica che lei possa rimanere oltre la data di rilascio indicata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# miky 2014-01-27 03:17
Ciao Isabella, io ho concesso la mia casa a locazione gratuita ad una persona per scontare la pena degli arresti domiciliari a casa mia, talè contratto è stato fatto davanti il suo avvocato, appena lui sconta tutto come posso farlo per cacciarlo dato che ha già intenzione di non andare via?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-27 09:26
Gentile Milky, se parliamo di un contratto di comodato lei come proprietario ha diritto a chiedere la restituzione dell'immobile in qualsiasi momeno, magari lasciando un termine di preavviso congruo per trovare una nuova sistemazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Federica 2014-01-26 13:14
Salve, sono stata in affitto per 10 mesi ho pagato solo il primo mese e la caparra, per la perdita di lavoro non ho più potuto pagare quindi ho poi lasciato la casa. Ora il proprietario di casa mi chiede l'affitto arretrato di 1200 euro. Quanto tempo ho per saldare il debito?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-26 17:54
Cara Federica i tempi dovrebbero essere indicati nel sollecito di pagamento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marta 2014-01-25 14:26
Gentile isabella.... Io ho un contratto 4+4....valido ancora per 3 anni....mi è stato chiesto di non mettere la residenza in quanto dovevano tenerla qui i proprietari... !!!! Loro possono disdire il contratto prima dello scadere dei 4 anni???ora sto anche per avere un bambino e ho bisogno di certezze...graz ie mille
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-25 15:55
Gentile Marta non possono disdire prima dei quattro anni e comunque alla prima scadenza solo per uno dei motivi previsti dalla legge.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# PAOLO 2014-01-25 11:06
SALVE vorrei avere delle spiegazioni perche' non ho capito come funziona, ho un contratto di affitto 4+4 con scadenza aprile 2014 circa 10 mesi fa prima della scadenza il proprietario mi invia raccomandata per fine locazione non vuole rinnovare il contratto, volevo sapere gentilmente se io rimango alla scadenza del contratto devo pagare da subito il canone maggiorato del 20% e cosa molto importante vorrei sapere il proprietario per legge dopo quanto tempo mi deve mandare lo sfratto per fine locazione visto che lo sfratto mi potrebbe servire per fare una domanda al comune di residenza. grazie per la risposta che vorra' fornirmi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-25 15:42
Gentile Paolo, diciamo che il priprietario anticipa i tempi. In ogni caso la maggiorazione andrebbe versata dal primo mese oltre la scadenza e lo sfratto potrebbe partire dai sei mesi di anticipo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Daniela 2014-01-20 14:32
Spett.le avvocato, ho una famiglia di inquilini morosi con contratto terminato 18 mesi i quali non sono voluti uscire dalla casa e il mio legale mi ha suggerito di rinnovarglielo per 4 + 4 anni, pagano un po si e un po no come posso sfrattarli?
Saluti Daniela
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-20 20:49
Gentile Daniela, la procedura è quello dello sfratto per morosità, il legale dovrà avviare la pratica in tribunale e il giudice fisserà l'udienza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# PASQUALE 2014-01-20 09:54
Cara Isabella, nel 2008 mi sono separato è la casa in affitto è stata assegnata a mia moglie che ha pagato sempre il canone d'affitto, nel mese di agosto 2013 mi arriva una richiesta di 14.000 euro con sfratto alla prima udienza la mia ex moglie produce le ricevute da ottobre 2008 al mese di settembre 2013, nella richiesta dei soldi non avevano messo i periodi richiesti ed io non ho mai ricevuto nessuna comunicazione di richiesta .
Possono chiedermi di pagare anche dopo i 5 anni di arretrati?
Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-20 11:15
Gentile Pasquale, bisogna considerare bene i termini di prescrizioni, perchè se ci sono dei solleciti il procedimento ptorebbe essere iniziato prima. Ma se lei ha le ricevute di pagamento non ci sono rpoblemi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Raffaele 2014-01-15 15:09
in riferimento a quanto chiesto prima volevo aggiungere che siamo comunque una famiglia con una bimba di un anno e un bimbo di sette , l'intenzione comunque è riucire a saldare l'arretrato entro la data di comparizione.
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-15 15:32
Gentile Raffaele, diciamo che dovrebbe comuqnue comparire e spiegare che ha saldato; oppure il giudice le darebbe comunque un periodo entro il quale saldare la morosità. In questo caso lo sfratto rientrerebbe e si prosegue con il rapporto di locazione; sicuramente lapresenza di minore potrebbe portare il giudice a valutare tempi più lunghi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Raffaele 2014-01-15 15:03
Ciao Isabella ho ricevuto oggi un intamazione di sfratto per morosità avendo due trimestri arretrati e comparizioni in data 11/02/14 davanti al giudice . Se entro quella data saldo i canoni arretrati lo sfratto si intende annullato o devo fare opposizione e/o chiedere al giudice l'annullamento ? mi puoi dare qualche indicazione ?
in attesa ti ringrazio
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Alessandro 2014-01-15 13:44
Buongiorno Isabella,
io sono sotto sfratto,sono stato in tribunale ed il giudice ha stabilito che devo lasciare casa entro il 14 marzo 2014.
A riguardo ho due domande:Sia io che mia moglie non lavoriamo abbiamo due figli minorenni,non abbiamo altri posti dove andare.
Cosa possiamo fare,cosa succede se il 14 marzo non lasciamo l’appartamento.
La seconda domanda è, può il padrone di casa da qui al 14 marzo continuare ogni volta che ci vede trattarci male gridare e pretendere che o paghiamo o lasciamo casa o addirittura minacciarci che ci fa portare via i bambini. Grazie Alessandro
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-15 14:31
Gentile Alessandro, quello che potrebbe avvenire il 14 marzo è che ci sia un ufficiali giudiziario che fa eseguire lo sfratto; la prima volta vengono senza le forze armate poi su richiesta potrebbero venire con le forze armate anche se la presenza di minori di solito spinge le forze dell'ordine a non intervenire. Per evitare peò questi spiacevoli episodi credo possa essere utile prendere contatti con l'ufficio comunale che si occupa di politiche abitative e capire come usufruire dei fondi previsti per questi casi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Alessandro 2014-01-15 14:47
Grazie gentilissima Isabella,con il nostro comune siamo già in contatto sanno già tutto di noi dal mese di Aprile ma non hanno fatto mai niente per cercare una soluzione,adess o abbiamo in mano lo sfratto e martedi abbiamo appuntamento dai servizi sociali del comune anche se non sono molto fiducioso data la loro incopetenza.La ringrazio ancora per la sua risposta immediata
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# valeria tosatti 2014-01-14 17:27
Buongiorno Isabella, cerco di spiegarti in breve. Nel marzo del 2012 ho stipulato un contratto di affitto 4 + 4 con la proprietaria di casa. Premetto che dopo la firma da parte mia la proprietaria non mi ha mai dato una copia registrata del contratto di affitto. Ho sempre pagato regolarmente l' affitto fino ad Aprile 2012. Nel Maggio sono stata licenziata e dopo aver contattato la proprietaria ho iniziato a pagare 400 euro invece di 650 fino al mese di ottobre 2013 incluso. Non ho potuto pagare piu il pigione per novembre, dicembre e gennaio in quanto finita l'indennità di disoccupazione. In gennaio mi è stata notificata da parte dell'avvocato della proprietaria un atto di sfratto e la presentazione per il 4 febbraio dal Giudice. Nell'atto di sfratto ci sono alcune incongruenze: 1) non è riportato nessun numero del contratto registrato; viene detto che io non ho pagato dal mese di giugno 2013 ed invece ho pagato fino ad ottobre 2013 (anche se in forma ridotta 440 invece di 650 euro);
Da una verifica effettuata all'Agenzia delle Entrate ho riscontrato che la titolare ha registrato il contratto di affitto solo nel mese di settembre 2013, (quindi dopo 19 mesi dalla stipula) e solo dopo che io ho iniziato a pagare di meno. All'Uff. Entrate un contratto stipulato nel marzo 2012 ma registrato nel settembre 2013 in pratica. Mi hanno detto che non avendo Lei registrato il contratto nei 30 giorni previsti dalla legge posso avvalermi del 4+4 calcolato sulla rendita catastale?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-14 18:35
Gentile Valeria, in realtà la proprietaria aveva diitto di avvalersi del ravvediemnto operoso, struemtno che ha utilizzato, andando a registrare in ritardo il contratto e quindi con le relative sanzioni. rimarrebeb la verifica sulla dichiarazione dei redditi, anche lì la proprietaria dovrebbe aver indicato il reddito percepito. Sicuramente nella causa di sfratto lei può riportare tali irregolarità, questopotrebbe aiutar eil giudice a venirle incontro, ma per rimanere nell'immobile sarà fondamentale saldare i canoni non pagati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Paolo 2014-01-11 19:08
Gentile Isabella,
ho comunicato all'inquilino a cui ho affittato il mio appartamento, tramite raccomandata inviata un anno prima del termine della prima fase del contratto, la volontà di non rinnovare il 4+4 attualmente in essere, perché voglio utilizzare la casa per uso personale. L'inquilino, tra l'altro moroso di alcune mensilità (ha perso il lavoro), non ha fatto grandi obiezioni ed è disposto a lasciare l'appartamento entro il termine previsto, alla scadenza del quarto anno, che è il 28.02.2014. Ha soltanto affermato che, se non dovesse trovare una sistemazione adeguata, non può lasciarmi libera subito, dal primo Marzo, l'appartamento. Io sono anche disposto a concedergli una piccola proroga di tempo (10-20 giorni): ma come devo comportarmi dal punto di vista legale e contrattuale? Nel senso, essendo scaduto il contratto, come posso regolarizzare questa piccola proroga senza incorrere in problematiche di varia natura, quali sanzioni amministrative, rischio che l'inquilino faccia il furbo stando molto più della proroga concessa ecc?
La ringrazio in anticipo per la disponibilità e le preziose informazioni
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-12 15:35
Gentile Paolo, a questo punto non conviene indicare e concordare una proroga per iscritto; potendo riservarsi di procedere con uno sfratto per finita locazione e pe ril compenso faccia una ricevuta per indennizzo senza titolo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# giuseppe 2014-01-10 16:15
io dovrei lasciare l appartamento entro 8 febbraio sfratto esecutivo ancora devo trovare un altra abitazione come mi devo comportare
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# isabella 2014-01-11 07:22
Caro Giuseppe potrebbe provare a contattare l'ufficio comunale per le politiche abitative per capire se è possibile avere un loro aiuto per trovare una nuova sistemazione in fretta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# cristina 2014-01-09 14:01
salve, abito in affitto in un appartamento di proprietà di un ente, sotto sfratto per morosità ho richiesto il termine di grazia con data 13/02/2014. Non potrò saldare la morosità entro il tempo dato comprese le spese legali. Ho 4 figli di cui tre minori. Mi sono rivolta all'unione inquilini per sapere se esiste un modo per prorogare ulteriormente la data dello sfratto e mi è stato detto che nel caso in cui ci sono minori il comune di roma provvederà a sistemarmi in un residence prima e ad affidare i bambini ai servizi sociali. E' vero? So che esiste una legge che in questo caso trovando una casa in affitto con regolare contratto, in presenza di minori, il comune o la provincia provvederebbero per un periodo a sostenermi sulla spesa dell'affitto, è vero? Attualmente ho un contratto come collaboratore presso una università che scadrà a marzo, con la speranza che mi venga rinnovato, che genere di garanzie sono richieste per stipulare un contratto di affitto?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-09 14:47
Gentile Cristina, la legge di stabilità conteneva la prorposta di aumentare il fondo in sostegno degli sfrattai "incolpevoli", quelli determinati dalla perdita di lavoro. in ogni caso sarebeb giusto rivolgersi al comune per avere un sostegno. Per le garanzie di solito un proprietario richiede un deposito e una documentazione economica che possa garantire la regolarità nel pagamento del canone.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# bogdan 2014-01-09 08:17
salve.o avutto il sfratto e lo saldato.il sfratto e anulato,e contratto 4 piu 4 si puo anulare?perche mi a detto di fare un altro contratto.grazi e
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-09 09:29
Gentile, in realtà se la situazione di morosità è rientrata il contratto dovrebbe continuare regolarmente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe 2014-01-03 16:06
Salve Isabella di nome e di fatto! Volevo presentarle un quesito io sono in affitto dal 28/08/2008 ma non mi e mai stato consegnato il certificato energetico dal proprietario a mie richieste mi a sempre riferito solo verbalmente che e tutto in regola ma io nelle mani non ho! Niente! Solo il contratto di affitto regolarmente registrato faccio presente che pago puntualmente tutti i mesi posso rivalermi sul proprietario? Fargli causa e farmi rimborsare i 5 anni di affitto percepiti indebitamente senza avere la sicurezza energetica dell'impianto per me e per i miei familiari?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-03 17:38
Gentilissimo Giuseppe, in realtà la responsabilità del prorpeitario, in effetti, è quella di garantire che gli impianti siano norma. Quindi se non le ha rilasciato il certificato non è un problema, se gli impianti non sono a norma, invece, ha il diritto di chiederne la messa in sicurezza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gabriela 2014-01-02 22:46
Salve Isabella chiedo perfavore se mi puo aiutare a capire una come funziona adeso se e stato convalidato lo sfratto della casa dove io abitò ma sono purtroppo in dificolta e non poso pagare cosa sucedera mi e arivato acasa un atto dove scritto che il 17 gennaio i giudici possono ordinare di lasciare la casa io che cosa devo fare ?non ho ne soldi ne dove andare quanto tempo mi rimane dall 17 insomma non capisco dopo la convalida io quanto tempo poso rimanere ancora in casa?e poi s quando ariva il uficiale giudiziaria io pago qualcosa mi lasciano ancora in casa ?e un ultima domanda io tengo una fiat punto che ha valore di 3000 e pensa che il padrone di casa me puo intimare cauza per pignioramento dell auto ?perche io non lavoro come fara a prendersi i soldi di affito che io non ho pagato per 7 messiGrazie:-)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-03 15:21
Gentile Gabriela, se il termine del 17 gennaio è quello dell'udienza allora ci sarà ancor aun pò di tempo prima che arrivi ò'uficiale giudiziario; invece se è già la data in cui arriverà l'ufficiale allora ci sarà l'esecuzione dello sfratto e pagare lì non serve. Il proprietario potrebbe provare a procedere ocn un pignoramento per recuperare i suoi debiti. Le consiglierei di rivolgersi ad un'associazione di categoria degli inquilini (per esempio sunia o sicet) per capire se possono darle assistenza diretta con un loro legale; oppure può contattare l'uffiico comunale per l'assistenza abitativa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gabriela carmen davi 2014-01-08 11:11
salve cara isabella volevo domandare quando arivera il giudice per la prima volta dopo la convalida cosa mi sucedera se io non poso lasciare la casa ?lui cosa mi fara ?mi puo buttare fori con la foreze di ordine opure come mi poso metrere dacordo con il giudice purche mi lasci ancora un po di tempo per trovare un altra abittazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2014-01-08 12:36
Di solito la prima volta non intervengono subito le forze dell'ordine, quindi probabilmente le verrebbe concesso un pò di tempo. in seguito è possibile che l'ufficiale giudiziario venga con le forze dell'ordine.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gabriela carmen davi 2014-01-10 15:52
Grazzie delle sule risposte sempre precise ed della sua disponibita .i facio facio un altra domanda se mi vile rispondere per favore ,allora ho trovatto picolo monolocale che costa 280 e inculuso condominio ma di quelo che so io il condominio costa di pui solo che il propietario non lo paga da anni ma il mio problema ealtro mi ha proposto di prendere la casa ma che e meglio se vado a abittare in nero e che lui non registri contrato ,pero se io non voglio lui acceta di registrarlo cosa mi consiglia di fare probabilmente se io non acceto in nero lui aumenta affito ,io che svantagi ho se vado a abitare in nero? come mi devo comportare quando pago se lui non mi da la ricevuta ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# isabella 2014-01-11 07:26
Cara Gabriela questa è una sua scelta. Magari per ora vista la situazione do necessità può accettare una condizione di questo tipo e poi con calma andare a regolarizzare il tutto. Se non una ricevuta ufficiale si faccia comunque rilasciare traccia anche su un semplice foglio del suo pagamento.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Barbara 2013-12-30 10:22
Buongiorno, mia madre, essendo anziana, ha dato in affitto il suo unico appartamento per andare in affitto a sua volta in una casa vicino la mia abitazione. L'inquilino che ha preso in affitto il suo appartamento se ne è andato via prima della scadenza del contratto, non pagando le ultime sei mensilità, dicendoci di rivalerci con le 2 mensilità lasciate come caparra (da qui il primo danno economico!). Ora mia madre vorrebbe rispostare la sua residenza nel suo appartamento in modo da non pagare più imu e utenze varie come seconda casa, ma quel "furbacchione" di inquilino aveva aggiunto svariate persone a quella residenza. Da verifiche effettuate questa mattina risulta che l'inquilino e la sua famiglia non hanno più residenza lì ma ce l'ha un tizio che ci viveva e che io e mia madre non abbiamo neanche mai visto. A causa di questa persona mia madre non può riprendere la residenza di casa sua se non facendo una particolare domanda al municipio e comunque i tempi sono molto lunghi: ci hanno parlato anche di un anno... E' possibile una cosa del genere? Mia madre ha perso 6 mesi di affitto, continua a pagare tasse, utenze e imu per una seconda casa e si è dovuta accollare la spesa di disdetta anticipata presso l'agenzia delle entrate. Possiamo fare qualcosa?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-30 11:36
Gentile Barbara, ma questa persona risulta residente nell'immobile di sua madre a quale titolo? Se non c'è un canone di locazione e nessun contratto sua madre ha pieno diritto di tornare in possesso dell'immobile e pretendere il rilascio immediato da parte di questa persona.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Alessandro 2013-12-29 22:14
cara Isabella, sono proprietario di un appartamento di cui ho affittato, ho fatto un contratto arredato 4+4 a luglio 2013 sono scaduti i primi 4, ho inviato 3 lettere all'inquilino di cui 2 lettere 2anni prima e la 3 sei mesi prima della scadenza, per motivi di necessita per il fatto che ci devo andare a vivere io, l'inquilino nonostante il contratto è scaduto(i primi 4) continua a pagare..
mi sono rivolto dall'avvocato prima udienza gennaio..
le mie domande sono queste...
tempi di sfratto?
se faccio bene ad accettare i soldi dell'affitto?(t ramite bonifico)
la ringrazio Distinti saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-30 11:34
Caro Alessandro, i tempi sono davvero variabili a seconda del tribunale, delle motivazioni dell'inquilino, dell'abilità del legale stesso. Si attestano mediamente sui sei mesi.. ma è una media. Per i canoni sarebbe meglio rilasciare ricevute per occupazione senza titolo e non come canoni.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marcello 2013-12-29 22:00
Salve,
sarei intenzionato ad acquistare un immobile che, allo stato attuale, si presenta occupato; il contratto di locazione è scaduto da tempo ma il conduttore continua, con regolarità, a pagare il canone di locazione secondo quanto stabilito dal vecchio contratto. L'acquisto ha per me un carattere di necessità: acquisterei con un mutuo prima casa e l'immobile diverrebbe sede della mia abitazione insieme alla mia famiglia (che comprende anche un bambino di pochi mesi). Il problema è che il vecchio contratto di locazione è scaduto prima del mio acquisto, senza che nessuna comunicazione di sfratto venisse fornita al conduttore. Come si deve procedere in questi casi? Come potrei essere certo di venire in possesso dell'immobile? In quali tempi?
Cordiali Saluti
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-30 11:32
Gentile Marcello, ma il contratto è scaduto e quindi rinnovato automaticamente se non ci sono state comunicazione di disdetta? Inq uesto caso lei deve aspettare la prossima scadenza per poter dare disdetta con i classici sei mesi di preavviso. Se il contratto era stato disdettato, invece, può iniziare lei una causa di sfratto per finita locazione.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Drini 2013-12-18 19:06
Salve Isabella. Da ottobre di quest anno ho affittato un garage per un'anno. Il contratto è scritto ma non registrato. Siccome a pagare questo garage non c'è la faccio più, ho avvisato la proprietaria che da febbraio del prossimo anno libererò il garage (pagando ovviamente l'affitto). La proprietaria mi ha fatto sapere che io dovevo rispettare il contratto e quindi pagare fino a settembre del prossimo anno. Siccome io non la pagherò, poiché sono soldi che non c'è lì ho e comunque non usufruirò del garage volevo sapere da lei come posso fare? Grazie in anticipo per i suoi consigli.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-19 09:36
Gentile, la procedura che lei indica è corretta: può mandare magari anche una comunicazione scritta con la data entro cui lascerà il garage.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Davide 2013-12-16 17:08
Ciao Isabella!

Grazie per il tuo tempo e la tua panzienza.

Ti spiego rapidamente:

Ho affittato con contratto regolare (e temporaneo di 18 mesi) la mia casa riservandomi l'uso esclusivo di una stanza e dei servizi comuni.
Da 4 mesi non percepisco canone per problemi lavorativi dell'inquilino e il 10 Febbraio finirà il contratto.
Io ho provveduto, come richiesto da legge, ad inviare la comunicazione a mezzo raccomandata che ho bisogno dell'appartamen to a 90 giorni dalla scadenza.
Lui non risponde più al telefono e nell'ultima chiamata mi ha detto di essere tornato in patria (non è italiano) ma non so se per vacanze natalizie o per sempre...
Io sono veramente interdetto.
Sono addolorato per i soldi persi ma molto spaventato pensando al futuro e al da farsi.
Non navigo nell'oro e ho 29 anni di mutuo davanti.
Ovviamente cerco una soluzione amichevole ma sembra che non ci sia modo di avere garanzia che se ne vada quando dovrebbe andarsene.
Che fare?
Risolto quest'inghippo o vendo o non affitto mai più.

Grazie di cuore.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-16 18:00
Gentile Davide, credo possa a questo punto procedere anche con il leale per lo sfratto; con il titolo esecutivo potrà rientrare in possesso dell'immobile.
Per il futuro le consiglio di valutare forme di assicurazione, come www.affittosicuro.it
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# franco 2013-12-13 16:57
buonasera,
sono in affitto da cinque anni di cui tre a nero pagati con assegno. ho lasciato l'appartamento e non ho pagato gli ultimi sei mesi come da accordi con la proprietaria. Oggi ho saputo che vorrà farmi causa per quei fitti!!
Ora vorrei sapere se un documento firmato dal figlio in cui era dichiarata nulla a pretendere ne ora e ne mai ha valore visto che il contratto di fitto era stato stipulato con la madre e se eventualmente la posso attaccare per i tre anni di fitto a nero senza contratto
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-14 14:04
Gentile Franco, credo prorpio che la scrittura privata tra lei ed il figlio della proprietaria abbia valore e soprattutto la minaccia dei tre anni in nero possano scoraggiare a sufficienza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# carola 2013-12-12 21:03
salve,xquasi un ano non ho pagato le rate x mancansa di lavoro,non ho mai ricevuto le richieste di andare dal giudice prima ne niente..oggi ho ricevuto nella posta el aviso de sfratto x questa data (oggi) sicomme non cero ho letto nel foglio k la prox data e ultima di sfratto e per il11.01.2014... mah io vado via prima..vorrey sapere si saro inscrita al alvo di cattivi pagatori o de atti giudiziari..nel l modo k non potrei farmi ne un prestito ne quiedere un lavoro.grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-13 09:42
Gentile Carola, con il procedimento di sfratto non viene iscritto all'elenco dei cattivi pagatori; potrebbero verificare tale siuazione con una specifica verifica sui procedimenti pendenti a suo carico.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Caterina 2013-12-09 21:13
Buonasera,
La scorsa settimana ho ricevuto la diffida da parte del locatore.
Non sono disoccupata, ma lo stipendio non mi permette di trovare l'ammontare di canoni arretrati nel giro di 10 giorni, tanto meno nei prossimi mesi.
Ho intenzione di andarmene dall'appartamen to entro il mese, sto infatti cercando una sistemazione più economica che mi permetta di 'ripartire da zero' e pagare (spero) regolarmente ogni canone.
In questo caso cosa può succedere? Non ho i mezzi per poter pagare canoni ed oneri menzionati nella diffida, ma sono disposta a lasciare libero l'appartamento il prima possibile. Si giungerà comunque all'iter giudiziario?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-10 09:25
Gentile Caterina, il proprietario potrebbe valutare di procedere per i canoni che non pagherà considerando che lascaindo l'immobile subito non rispetterà i termini di preavviso che sono di solito di sei mesi. Provi comunque a contattare il proprietario per spiegare la sua posizione e magari trovare un accordo, lasciando il deposito cauzionale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Angelica Soleti 2013-12-26 17:40
salve isabella sono soleti angelica ho un problema: l'affitto lo pago con qualche giorno di ritardo la mia proprietaria non ha mai perso un mese di affitto siccome di questa situazione non ne può più mi ha intimato di lasciare l'appartamento entro l'inizio di gennaio oppure firmando un accordo per sei mesi, facendolo è possibile andarmene prima dei 6 mesi?grazie una risposta urgente.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# isabella 2013-12-27 23:42
Gentile Angelica se non ci sono ritardi che giustificano una causa di sfratto o una grave inadempienza allora non potrebbe mandarla via. Accettando una disdetta di sei mesi dopo potrebbe andar via prima potrebbero comunque chiedere le sei mensilità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# roberto 2013-12-05 14:24
buongiorno,vorr ei porre un quesito in merito alla mia situazione.ho un attivita' commerciale acquistata con il sudore,attaccat o alla mia attivita' ho un locale annesso che pago il fitto di euro 465.sul contratto da me rilevato stipulato nel 1994 c'era scritto di euro 310,00 ovvero vecchie 600 mila lire.per circa 8 anni ho sempre pagato regolarissimo ma euro 465,00 cifra accordata in precedenza con il vecchio titolare dell attivita'.una volta subentrato io con l acquisto dell attività stessa mi fu' intimato che se non pagavo 465,00 euro mi sarebbe stato tolto il locale.da circa due anni ho cominciato a pagare al proprietario euro 310'00 come da contratto,perch e' stanco delle sue minacce.in data 20 settembre 2013 si e' fatta la causa e mi hanno dato torto,nonostant e il contratto parla chiaro,e nonostante non ho mai pagato in ritardo.sono stato condannato a pagare gli arretrati e tutte le spese legali,quasi 9000'00 euro,in piu' mi e' stato dato lo sfratto per morosita'.l'uff iciale giudiziario ha fatto il suo primo accesso in data 17 ottobre 2013,per il rilascio dell'immobile,m a questo non e' avvenuto perché tra i due locali esiste una porta che divide,e naturalmente deve essere murata,ed e' stato richiesto l ausilio di un c.t.u,il quale ancora non e' venuto per stabilire i fatti.il sei febbraio 2014 ho la causa di appello per ottenere la sospensiva,le chiedo con le lacrime agli occhi,cosa posso fare per ritardare la venuta dell'uff.g,vist o che l'appello arriva e mi e' costato?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-05 15:17
Caro Roberto,
mi dispiace molto per la situazione, purtroppo iniziato il procedimento potrebbe solo provare a capire meglio con un avvocato se ci sono margini per ribaltare l'esito. Potrebbe provare ad informarsi anche presso le associaizoni di categoria degli inquilini (come sunia o sicet) per avre un loro parere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Carlo 2013-12-04 22:09
Salve grazie per il servizio, molto utile, avrei una domanda, non ho possibilita' di pagare il canone per difficolta' economiche la mia proprietaria mi ha fatto fittare un appartamento ormai in locazione da 30 anni di questi solo gli ultimi 10 con contratto regolare, so che lo sfratto non puo' essere eseguito se non si è in regola con i pagamenti delle tasse , posso io invocare questa cosa per evitare lo sfratto? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-05 09:27
Gentile carlo, purtroppo per i primi vent'anni credo che ormai ci siano i tempi di prescrizione e s egli ultimi 10 c'è stato smepr eun regolare rapporto contano questi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# luana 2013-12-04 10:20
salve mi chiamo luana e pultroppo da tre mesi non riesco a pagare l affitto ho cercato in tutti i modi ma non ci sono riuscita e vorrei andarmene perche' rispetto la ragazza che mi ha affittato l appartamento e vorrei sapere se si puo' evitare il tribunale magari accordandomi con lei,lo posso fare?o devo per forza andare in tribunale?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-04 13:00
Gentile Luana, può sicuramente provare a cercare l'accordo con la proprietaria, credo che anche lei preferisca evitare il tribunale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Luca 2013-12-01 02:54
buongiorno. ho una curiosità: nel 2012 mi hanno intimato uno sfratto per morosità. sono andato all'udienza e mi hanno dato il termine di grazia. non ho mai saldato i debiti ma vivo ancora nella stessa casa. il proprietario non è andato avanti con le procedure, lo sfratto dovrebbe andare in prescrizione? qualche mese dopo mi ha fatto un'altro contratto (che però mi sembra strano perché privo di marche da bollo e timbri). questo contratto, se fosse valido, annullerebbe lo sfratto? grazie per il tempo concessomi.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-12-01 08:59
Gentile Luca, a rigor di logica dovrebbe essere così. Il nuovo contratto magari è senza bolli perchè registrato in regime di cedolare secca e per via telemattica. Provi a verificare bene questo aspetto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Carlo 2013-11-30 14:00
Salve,

ho un quesito da porle, sono da 40 inquilino di un appartamento il contratto mi è stato registrato solo da 20 , cioè i primi 20 anni non ho mai avuto regolare contratto seppur abbia pagato i canoni di locazione, avendo io la dimostrazione di tutti i pagamenti effettuati al proprietario posso in caso di sfratto rivalermi nei confronti di questi?

Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-30 14:35
Gentile Carlo, credo che per quanto avvenuto 40 anni fa ormai ci siano i tempi di prescrizione. Bisogna anche capire che tipo di sfratto teme di ricevere.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# stefano 2013-11-28 15:40
Isabella buongiorno, vivo ad albano laziale provincia di roma,mi è scaduto il contratto di locazione abitativo a dicembre 2012,non ho mai ricevuto preavviso di restituzione,qu indi ho continuato a pagare regolarmente i canoni di affitto tramite bonifico bancario,sono 7 mesi che mi trovo all'estero con mia moglie per cercare lavoro visto che in italia non si trova ,avendo 46 anni,ora il caso a voluto che questa mattina mi veniva recapitata da l'Ufficiale giudiziario in una busta sotto la porta dal tribunale di velletri lo sfratto fissato per oggi ma rinviato poichè non c'era nessuno al 9 gennaio 2014,il quale è stato ritirato da mia cognata che era passata a casa per dare l'acqua alle piante e mi avvisava tempestivamente della cosa.Ora se fosse possibile le CHIEDO:posso ora bloccarlo per irregolarità nella notificazione? o qualcosa che mi dia più tempo almeno 18 mesi, che possano permettermi di trovare un altro alloggio, premetto che attualmente non ho reddito e sto affrontando le spese familiari con soldi messi da parte in una vita,ma stanno finendo.In realtà credo basti andare da un legale che però in questo momento non posso pagare ecco perchè mi sono rivolto a lei per un aiuto non solo morale.Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-29 09:30
Caro Stefano, credo che rivolgendosi ad un legale abbia buone possibilità di ottenre almeno un pò più di tempo. Purtroppo non posso escludere tale eventualità. Magari può provare a sentire prima un'associaizone di categoria degli inquilini (per esempio Sunia o Sicet); magari loro hanno un legale che può assisterla.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# stefano 2013-11-30 00:24
Grazie della celere risposta,ho appena scritto alla sicet ,una domanda,quando dici che purtroppo non puoi escludere tale eventualità di cosa parli?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-30 15:28
dell'eventualit à di essere sfrattato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Marco 2013-11-26 10:21
Gentile isabella, nel caso di morosita' di un inquilino posso rivalermi su di lui delle mensilita' non pagate attraverso il blocco del suo stipendio che ammonta a circa 800 euro? e se si devo fare un altra causa rispetto a quella di morosita'? quanto mi viene a costare?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-26 11:35
Gentile MArco, lei dovrebbe rivolgersi ad un legale per procedere con lo sfratto di morosità, nel momento in cui il giudice lo convalida condannando al pagamento di arretrati e spese allora ocn il suo legale potreste valutare la strategia per ottenere tali somme.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe 2013-11-25 14:02
Salve Avvocato,

sono 40 anni che vivo in una casa in affitto ho sempre pagato regloarmente il canone di locazione, in 40 anni non ha mai fatto un lavoro di ristrutturazion e tipo il bagno e la cucina impianto elettrico ecc, nonostante questo ha sempre aumentato i canoni di locazione, in caso di morosita' posso chiedere al giudice le motivazioni del mio mancato pagamento di cui sopra? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-25 14:20
Gentile Giuseppe, per quanto possa capire il suo stato d'animo, non credo che sia una motivazione giustificabile. Se ritiene che quanto richiesto per l'immobile non sia idoneo allos tato dell'immobile può sempre dare disdetta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ciro 2013-11-24 19:18
ha ricevuto la mia domanda ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Ciro 2013-11-24 19:13
Buonasera Isabella, la locataria ha registrato il contratto nell'Ottobre 2012 e subito dopo, senza alcun preavviso, mi ha intimato lo sfratto. Mi sono opposto registrando lo stesso alle condizioni previste dal D.L.vo 23/2011, che appunto prevede ope legis le condizioni per tutti quei contratti non registrati ( quindi NULLI ) per i quali i proprietari non abbiano nei 60 gg. concessi per la regolarizzazion e provveduto in tal senso.Ho quindi comunicato regolarmente alla locataria le nuove condizioni, pagando regolarmente il nuovo canone. La locataria mi ha mandato intimo di sfratto per morosità e clamorosamente, prutroppo, il giudice sull'assunto della non retroattività della norma ( ! ), rinviando al Marzo 2014 la fase di merito, ha emesso ordinanza di rilascio immobile ! inaudito ! primo accesso previsto il 11 Gennaio 2014. Posso rivolgermi, tramite l'u.g., al giudice dell'esecuzione affinchè sospenda tale ordinanza frutto di un madornale errore del giudice ? La ringrazio molto per l'attenzione che Vorrà donarmi e Le auguro buon lavoro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-25 09:41
Gentile Ciro, ma se il contratto era stato registrato ad ottobre, lo sfratto per cosa esra stato emesso? In ogni caso se ci sono le ocndizioni, è giusto che lei porti avanti la sua difesa.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Carlo 2013-11-23 13:49
Gentile Isabella mia moglie ha chiuso un'attività commerciale causa crisi del settore.Il proprietario ci aveva garantito che ci sarebbe venuto incontro con l'affitto ma ora ci chiede gli arretrati anche se non c'era guadagno.Mia moglie è nulla tenente e senza lavoro.Cosa può succedere?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-23 14:15
Gentile Carlo, quello che succede di solito è che il proprietario possa procedere con una causa e con un decreto ingiuntivo per recuperare le somme.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Angela 2013-11-21 03:57
Carissima,
Sto in affitto dal primo nov 2009 con un contratto regolare 4x4 registrato. Ad agosto 2013, il proprietario a accettato di abbassare l'affitto di 20%. Mi ha firmato un pezzo di carta che stipola che questo era effettivo fino al 30 ottobre. Mi ha mandato un altro contratto di 3*2 che sarebbe effettivo dal 01 nov. Che ci sono problemi? No ho ricevuto nessuna raccomandazione entro sei mese prima della scadenza?! Che posso fare valere il contratto del 4*4 ancora con il canone ridotto?
Anzi: ci sono i lavori da fare sul balcone che non sono stati fatti, non vuole farmi vedere i dettagli delle spese di condominio, no vuole rendere la casa idonei e non mi va comunque di cercare una altra casa, lei che consigli mi da?!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-21 10:04
Gentile Angela, deve capire meglio cosa ha firmato; da quello che dice potrebbe aver firmato un nuovo contratto 3+ 2; in questo caso potrebeb stare tranquilla e chiedere comunque tutti i giustificati delle spese.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# monica 2013-11-19 15:27
Buonarera, mi trovo nella seguente situazione: separata con due bimbi di 5 e 4 anni, ho un contratto 4+4 la cui prima scadenza è il 31/10/2014. Ho sempre pagato regolarmente il canone e fatto lavori in casa a mie spese. La proprietaria ha messo in vendita l'immobile e i potenziali acquirenti (non hanno ancora stipulato l'atto) mi hanno comunicato che mi faranno uno sfratto preventivo ad aprile per essere sicuri che vado via il 31 ottobre. Io gli ho solo anticipato che a novembre e dicembre 2014 ho un esame di stato e non posso affrontare un trasloco fino alla fine degli esami. La legge mi aiuta in qualche modo?? Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-20 10:05
Buonasera Monica, capisco il suo problema, purtroppo però in questo caso la legge non la tutela: i nuovi proprietari hanno diritto a darle lo sfratto preventivo. Il mio consiglio, data la sua necessità di avere una certa tranquillità nel periodo novembre-dicemb re 2014, è di anticipare il trasloco,dando il dovuto preavviso ai proprietari.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# terry 2013-11-17 02:07
salve sono un inquilino di un negozio il mio proprietario mi ha mandato una lettera in cui x fine mese pretende tutto l'affitto arretrato o procederà con lo sfratto ma io da 9 mesi le pago l'affitto del mese corrente piu 200 euro x i mesi arretrati volevo sapere lei accettando i soldi decade tutto
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-17 17:03
Gentile Terry, diciamo che se riesce a saldare i debiti non ci sono i temrini per procedere, in ogni caso se il prorpietario ha accettato questa rateizzazione probabilmente il giudice potrebbe non accogliere lo sfratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# valentin 2013-11-16 22:15
sto in affitto da un anno e a ottobre e scadutto il contratto o pagato tutti ii mesi regolarmente il canone del affitto.adesso il propietario non mi vole dare la capara e mi chiede di andare via dal mese prosimo . questo mese o saltato il pagamento dell afitto cosi posso recuperare una parte della capara. che mi puo succedere tenendo conto che ho un figlio nato il mese scorso...grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-17 17:02
Gentile Valentin, se il contratto è scaduto dovrebbe lasciare l'appartamento e naturalmente pretendere la restituzione del deposito se non ci sono danni. Rimanere nell'immobile e non pagare non la tutela.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Sacco Cladio 2013-11-16 14:08
Dott.ssa Isabella Buongiorno, Le scrivo perchè conduttore di 2 locali come negozio di computer "artigiano" aperto al pubblico.
Anni fa, causa di un mancato affitto al locatore, ricevo un'atto dall'Uff.Giudz.
piccola premessa sono ditta individuale, disabile al 100%, conduttore dal 1996, con contratto scaduto, ma mai revocatomi. con elogi per la puntualità e senza rimproveri di nessun genere.
mi arriva l'uff.Giudiziario.
ad oggi pur essendoci accordati per il rifacimento del wc "per disabili" mai eseguito ricevo l'avvertimento di sloggio, ma avviene così cattivamente, dopo 16 anni, io sono in carrozzella, cosa rischio?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-16 19:05
Gentile Claudio, mi dispiace molto per la situazione. Purtroppo per gli affitti commerciali le procedure sono più severe e quindi se c'è una situaizone di morosità il proprietario può chiedere la restituzione del bene.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# NADIA 2013-11-15 14:37
Buongiorno Isabella, ho ceduto in locazione un appartamento ad una coppia di 60enni. Regolare contratto (4+4 cedolare secca) intestato al marito dove comunque compare che nell'immobile vive anche la moglie, firmato e registrato. Hanno versato cauzione pari a 6 mesi di affitto ed hanno regolarmente pagato la locazione di ottobre. A fine ottobre il marito si é allontanato da casa facendo perdere le tracce (poi si é presentato ai Carabinieri di altra città dicendo che era uscito di casa volontariamente ). Allontanamento per motivi economici, in buona sostanza NON TENGO DINERO! Ovviamene non ha pagato l'affito di novembre; ho mandato lettera di messa in mora. La moglie é sempre nell'immobile, non ha reddito, fatica a trovare da mangiare, tra poco le taglieranno le utenze (intestate al marito). Se proseguo con la richiesta di sfratto, la moglie può restare nell'immobile (non é intestataria del contratto) o deve uscire? Sono disperata non so cosa fare. Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-15 14:47
Gentile Nadia
in questi casi il contratto si considera comuqneu in essere con la moglie e quindi dovrà proseguire con la causa di sfratto per poterlo liberare, salvo ovviamente trovare un accordo con la stessa. Magari può consigliarle di rivolgersi agli assistenti sociali del comune che potrebbero seguirla, vista la situazione di difficoltà economica.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gabriela 2013-11-12 21:40
salve Isabella volevo domadare si come io sono in debito con mio propietario di 2500 E alla prima udinenzza il giudice mi ha concesso 2 messi di tempo per pagare 850 e dall debitto fino al 17 dicembre ma io poso pagarefine a quela datta solo al massimo 500 e se io pago i 500 e e vado alla udienza pensi che il giudice mi dara altro tempo chiude la causa opure cosa sucede se io riesco a pagare il 850 e ma poi si come non lavoro rimaro quomunue indietro di altri messi come andra perche io non voglio lasciare la casa ma non poso pagare entro 2 messi opure podarsi pago ma dopo sucede che dopo la udineza non riesco dinovo pagare .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-13 09:27
Gentile Gabriela in questi casi se il giudice le ha indicato un acifra quella deve essere saldata tutta perchè le possano concedere di rimanere nell'immobile; poi se ocntinua la situazione di morosità in tutto il giudice potrà concederle il termine di grazia per non più di tre volte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Gabriela 2013-11-13 11:35
Grazie Isabella e stata molto gentile a ripsondermi e anche subito .
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# sara 2013-11-12 21:18
Buonasera.
Ho due domande cortesemente.la prima è questa:Il mio inquilino non paga l'affitto da mesi ma il contratto 4-4 non è ancora scaduto.Io essendo proprietaria ora sono disoccupata e senza affitti non vado da nessuna parte. Se ho bisogno di entrare e prendere la residenza come prima casa devo aspettare la scadenza del contratto con l'inquilino moroso?Che diritti ho e che doveri ho in questa situazione?la seconda è questa: oggi ho sentito che il Comune si è attivato in Regione per non chiedere gli sfratti in inverno agli inquilini morosi.Se fosse così questo va a bloccare ogni diritto dei proprietari di appartamento?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-13 09:25
Gentile Sara, a questo punto per poter riottenere il suo immobile deve procedere con una causa di sfratto per morosità. Effettivamente in questi giorni si parla di bloccare gli sfratti e soprattutto si è già previsto un fondo economico di sostegno per gli inquilini morosi, ma di quelli che lo sono per cuase oggettive come ad esempio la perdita del lavoro.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# toni 2013-11-12 15:25
Salve ,il mio problema è che nell'ultimo anno non sono stato regolare nei pagamenti ,visto che dall'inizio dell'anno sono praticamente disoccupato .Poi inoltre scopro da qualche mese che il propietario mi contesta una annualità ,avendo io effetuato anticipi i pagamenti tramite un agenzia immobilare che fa da tramite mi rendo conto che pur non essendo regolare l'agenzia non ha passato regolarmente i miei soldi ,io ho solo dei pezzi di carta firmati di volta in volta da un impiegata della stessa ,c'è molta confusione mi rendo conto ma l'agenzia ha sicuramente contribuito ,visto che ora c'è l'ombra dello sfratto posso in qualche modo contestare questa situazione ,resta il problema che non riscirò almeno per il momento a pagare comunque gli arretrati riconosciuti .Grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-12 17:29
Gentile Toni,
in effetti la prima cosa da fare è quella di sistemare la questione con l'agenzia, facendo coincidere quanto lei ha versato a loro con quanto il proprietario ha ricevuto. Dopo di che se lei ha delel emnsilità arretrate comunque il proprietario potrebbe iniziare una causa di sfratto per morosità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Linda 2013-11-11 14:06
Gent.ma Isabella, per sopraggiunte difficoltà economiche non abbiamo pagato 3 canoni di locazione e relative spese condominiali, nel mese di settembre abbiamo subito un furto in casa, in quanto siamo al pt e l'appartamento è privo di inferriate; ritenendo co-responsabile il proprietario (avendo solo successivamente scoperto che la palazzina è spesso oggetto di furti e che nello stesso appartamento il proprietario ne aveva subiti ben 5; avevamo chiesto le inferriate anche concorrendo alle spese ma il proprietario si è rifiutato) gli abbiamo scritto chiedendo i danni (solo quelli materiali ammontano a più di 10mila € di beni, poi ci sono quelli morali e biologici, il ladro è stato scoperto da mia figlia in camera sua) e che i canoni arretrati e quelli a scadere da settembre a dicembre erano da considerarsi a fronte dei danni. Il contratto scade il 31/12/13 e noi abbiamo già comunicato che lasceremo libero l'appartamento. Oggi ci è arrivata notifica di sfratto per morosità. In considerazione di quanto sopra ma soprattutto del fatto che il locatore non ci ha mai fornito l'ACE, possiamo chiedere annullamento dello sfratto e/o del contratto ? Grazie, cordialmente,
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-11 14:18
Gentile Linda, l'obbligo di alelgare l'Ace è successivo rispetto al vostro contratto quindi questa non è un'argomentazio ne che potete usare. Ma il prorpeitario non aveva risposto alle cvostre richeiste in merito al furto? credo che se la risposta sia stata la causa di sfratto purtroppo si prospetta una situaizone in cui andrete avanti parallelamente con due cause legali.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Francesco 2013-11-07 16:26
salve ,
io ho avuto uno sfratto per morosita , soltanto che non ero andato a ritirare la lettera dello sfratto perchè non avevo ancora avuto il tempo di andare in posta , l'udienza era ieri , posso fare ricorso ? cosa succede adesso ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-07 20:14
Gentile Francesco, può fare ricorso presentando le sue ragioni. Il giudice potrà accoglierle o meno.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# rosa 2013-11-05 07:52
Salve. La mia situazione è molto critica con un marito in carcere, io disoccupata e una bambina di 8 anni contando anche 2 cani e 1 gatto mi è stato dato uno sfratto per morosità, l'ufficiale giudiziario ha fissato già la data in cui verrà e volevo sapere se quando viene lo farà per mettermi fuori? Io non ho un posto dove andare con la bambina e gli animali, possono farlo ugualmente? quanto tempo ho ancora a disposizione e soprattutto cosa posso fare per far si che non accada?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-05 09:48
Cara Rosa, immagino che la siuazione si amolto difficile. per questo le consiglierei di rivolgersi ai servizi sociali del suo comune per poter apire con loro se possono offrirle una sistemazione. L'ufficiale giudiziario, infatti, deve compiere il suo dovere, e potrebbe al limite concederle qualche settiman in più ma non trovare un'alternativa concreta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# michele 2013-11-02 17:42
sono in ritardo con il canone di locazione ad uso abitativo,ad oggi di 3 mensilità dal locatore ho ricevuto la raccomandata di procedura di sfratto. siamo una famiglia di 4 persone con 2 bambini di 8 e 5 anni monoreddito. come devo muovermi? entro quanto devo lasciare l'appartamento?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-03 09:47
Gentile Michele, per ora ci sarà un'udienza a ocmparire in tribunale nella quale le sarà data l'opportunità di saldar eil debito. In caso contrario sarà il giudice a fissare una data per il rilascio dell'immobile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# mario 2013-11-02 12:12
SALVE
GENTILE ISABELLA, LE VOLEVO CHIEDERE SE IL RICORSO IN APPELLO BLOCCA LO SFRATTO, CONCESSO AL PROPRIETARIO DAL GIUDICE DI PRIMO GRADO.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-02 15:54
Gentile MArio, nel momento in cui c'è stata regolare ordinanza di convalida di sfratto, lei potrebbe ricorrere in appello entro 10 giorni, potendosi appellare all'irregolarit à della notificazione o potendo dimostrare cause di forza maggiore che le hannoimpedito di comparire in udienza.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# sabrina 2013-11-02 00:56
Salve..io avrei dovuto saldare entro il 30 ottobre 8 mensilità del valore di 300€ al mese...mio marito è disoccupata...i o problemi di salute e disoccupata con un figlio di 5 anni a carico. L 8 novembre devo presentarmi in tribunale per la convalida dello sfratto per morosità... ma vorrei chiedere:
Siccome modo mio marito da 10gg ha iniziato a lavorare in svizzera posso chiedere al giudice una proroga di altri tre mesi per poter saldare tutto visto che mio marito ora sta lavorando? Devo portare doxumentazione che attesti che lui sta lavorando? Oppure parlando col padrone di casa spiegando che mio marito sta lavorando, ha potere per fermare lapratica di stratto??
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-02 08:31
Cara Sabrina credo sia il caso di provare entrambe le strade. Certo se il proprietario fosse comprensibile potrebbe risparmiarsi il tribunale. Provi anche a consultare l'ufficio delle politiche sociali nel suo comune per capire come poter usufruire del sostegno previsto a favore degli inquilini morosi in colpevoli come nel suo caso. In bocca al lupo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# mario 2013-11-04 14:11
SALVE,
LA VOLEVO RINGRAZIARE PER LA SUA RISPOSTA. SICURAMENTE, IO NON MI SONO ESPRESSO BENE. RIFORMULO LA DOMANDA: MI SONO PRESENTATO ALL'UDIENZA DI PRIMO GRADO PERCHE IL PROPRIETARIO MI HA CITATO PER LO SFRATTO PER MOROSITA. IL GIUDICE DI PRIMO GRADO GLIELO HA CONCESSO DANDOMI LA COLPA.
VOLEVO SAPERE SOLO SE RICORRENDO IN APPELLO BLOCCA LA SENTENZA DI CONVALIDA DI PRIMO GRADO. PERCHE SE NON LO BLOCCASSE, E INUTILE CHE PERDO TEMPO E DANARO.
GRAZIE DI CUORE.
CORDIALITA, MARIO.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-04 14:33
Caro Mario, se ha già portato le sue motivazioni e il giudice non le ha ritenute valide, dieri che il ricorso in questo momento (se non ci sono altre motivazioni) sarebbe inutile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# luca 2013-11-01 08:45
Ciao Isabella sono Luca, ho un appertamento affittato a 2 inquilini che da poco hanno avviato pratica di separazione.
Lui è stato allontanato da casa per motivi di alcool, hanno 2 bambini sono morosi da 5 mesi.
Ma moglie mi chiede di annullare il vecchio contratto e stitularne uno nuovo a suo nome(il precedente è a nome di suo marito) e cominciare da capo, e che i mesi precedenti no spetta a lei pagarli ma bensi al suo ex marito.
Potresti aiutarmi a capire come mi devo comportare, e come recuperare i mesi precedenti? grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-11-01 14:55
Caro Luca, diciamo che nel caso di comunione dei beni anche se il contratto fosse intestato solo al marito, i mesi non pagati graverebbero anche sulla moglie. Per recuperare questi, in ogni caso, dovrebbe procedere con uno sfratto per morosità. Stipulare inq uesto momento un nuovo contratto con l amoglie potrebbe essere controproducent e pe rla sua causa, ma provi a sentire il parere del legale a cui affiderà la causa per il recupero di quanto dovuto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# vincenzo 2013-10-31 10:13
HO OTTENUTO LO SFRATTO PER NECESSITA',
IL GIORNO DELL'ACCESSO DELL'UFFICIALE GIUDIZIARIO,
IL CONDUTTORE HA PRESENTATO ISTANZA DI SOSPENSIONE DICHIARANDO FALSAMENTE DI AVERNE I REQUISITI E L'UFFICIALE HA SOSPESO L'ESECUZIONE
LA SOSPENSIONE VALE ANCHE PER GLI SFRATTI PER NECESSITA???
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-31 11:03
Gentile Vincenzo, di solito non c'è sospensione nel caso di sfratto per morosità.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# marco 2013-10-30 00:03
buona sera isabella,spero tu mi dia un consiglio efficente e sincero ,io sono un padre separato con 2 figli minori e come pultroppo stando andando le cose da artigiano cerco di cavarmela per portare un pezzo di pane a casa,la casa dei miei genitori e' stata comprata all'asta ed io sono residente in una parte della casa...per la legge i primi di gennaio dobbiamo lasciarla tutti..ma io non ho ricevuto niente in proposito a cio'...possono sfrattarmi senza avviso?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-30 09:25
Caro Marco, la situazione è indubbiamente molto difficle e spero possa presto risolevvarsi. Quasto avviso di dover lasciare entro gennaio in che forma le è stato comunicato? Sicuramente nel momento in cui c'è uno sfratto esecutivo deve ricevere comunicazione scritta.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe.Mon 2013-10-09 20:53
Salve ho un inquilino moroso che non paga il fitto già da 3 mesi.
A giorni devo far avviare la pratica per lo sfratto di morosità, però mi sorge un dubbio. Nel caso in cui l'affittuario vada via di sua spontanea volontà ( lo spero vivamente ) ed io ho avviato le pratiche cosa accade? Ad esempio se va via prima dell'udienza? E sa va via subito dopo la prima udienza? Perchè sta cercando casa ma al momento nessuno la cede perché è un tizio abbastanza "conosciuto" in città.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-10 09:31
Gentile Giuseppe
a fronte dell'impegno rpeso con il contratto comunque è perseguibile per i debiti accumulati nei suoi confronti. Se accetta che possa liberare l'immboile subito, senza preavviso, magari troverete un accordo sulla cifra o sulla mancata restituzione del deposito.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe.Mon 2013-10-10 10:56
Il problema è che l'inquilino mi sta prendendendo per i fondelli da 3 mesi oltretutto non ha nulla a cui posso rifarmi e non intende trovare accordi ed incontrarmi di persona. Quindi ha detto che sta trovando casa, ma io avvio lo stesso la pratica dato che non vuole pagare i mesi arretrati. Dunque ritornando al quesito su posto, cosa accade se avvio la pratica e poi lui di sua spontanea volontà va via liberandomi la casa?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-10 10:59
Rimane debitore per i mesi eventualmente non versati.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe.Mon 2013-10-10 11:45
Mentre per quanto riguarda la causa come finisce?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-10 11:50
Se ha già lasciato l'immobile non ci sarà la richiesta di esecuzione dello sfratto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe.Mon 2013-10-14 20:50
La ringrazio per le risposte.
Oggi sono andato dall'avvocato per l'avvio della pratica e mi ha chiesto 780€ solo per l'avvio pratica ( ossia le spese per il contributo unificato, bolli ecc ) esclusa la parcella che poi dovrò versargli alla fine. E' mai possibile che solo per l'avvio si escano tanti soldi?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-15 09:44
Purtroppo Giuseppe è risaputo che le pratiche legali sono costose e variano a seconda della città e della "reputazione" dell'avvocato.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe.Mon 2013-10-15 11:31
Certo Isabella so benissimo che le parcelle variano moltissimo, ma nel mio caso ha detto che queste sono "spese vive" ed in questa cifra non rientra la sua parcella ( poco ci credo ). Dunque le chiedo quali sarebbero le spese vive per avviare le carte fino alla prima udienza ( esclusa parcella avvocato)? Ho fatto una ricerca in rete ma non ho trovato nulla a riguardo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-15 14:19
L'iter che l'avvocato segue prevede: la messa in mora, un atto di citazione per la convalida dello sfratto da notificare all’inquilino a mezzo ufficiale giudiziario. Quindi si tratta di spese per la pratica (ore lavoro) la consegna agli uffici di competenza ed eventuali bolli o imposte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# paolo 2013-10-03 18:35
sono tutte parole, perchè lo sfratto esiste solo per qualcuno fortunato. Per i poveri risparmiatori che cercano di pagarsi un mutuo con sacrifici, lo stato ( cosi chiamato ) aiuta solo gli sfrattati che non lasciano le case perchè protetti da queste belle leggi stupide che vengono fatte.
grazie di esistere stato
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# simona rossi 2013-10-03 11:48
L'inquilina del mio locale adibito a negozio di abbigliamento è morosa di circa 12.000euro di canoni non pagati...a dicembre o massimo primi di gennaio verrà l'ufficiale giudiziario per sfratto esecutivo. L'ultima volta che le ho parlato e le ho comunicato lo sfratto (la lettera dell'avvocato dovrebbe arrivargli in settimana), mi ha detto strafottente "si vedrà se me ne vado!" e riguardo ai canoni non pagati "vedremo!"
Volevo chiedere agli esperti alcune cose:

1) Se in quella data andrà veramente via o se l'ufficiale giudiziario può sotto sua richeista prolungargli la permanenza e per quali motivi.

2) Fino a quante volte l'ufficiale giudiziario può rimandare.

3) Se può chiedere l'indennità della perdita di attività commerciale e quali sono le condizioni per cui può eventualmente chiederla.

4) Se riuscirò ad ottenere il risarcimento dei canoni non pagati e in quali modi posso farlo anche ricorrendo a soluzioni estreme (pignoramento beni, sottrazione di beni tramite forza pubblica se risultasse nullatenente avendo preventivamente intestato tutto a marito e figli per esempio).

Solo esperti grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-03 13:24
Gentile Simona
il caso di sfratto pe rmorosità di un negozio di solito è più breve ed immediato rispetto a quello abitativo. Quindi una volta fissata la data l'ufficiale giudiziario lo sfratto va eseguito, l'inquilino avrebbe dovuto eventualmente saldare prima il debito. per recuperare questo deve necessariamente affidarsi ad un buon legale.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# simona rossi 2013-10-03 14:02
Grazie signora Isabella per la risposta, che mi affido ad un legale è ovvio, volevo sapere con precisione se riuscirò quasi con certezza a riavere le mie mensilità non percepite o non c'è speranza.
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-03 14:37
dipenderà molto dall'abilità/es perienza del elgale, ma anche dall'eventuale patrimonio da "aggredire". In linea di principio direi che essendo documentato e certo il suo debito dovrebbe riuscire a recuperarlo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# simona rossi 2013-10-03 14:47
la ringrazio molto e ce la farò a recuperarlo entro un anno o può andare anche oltre ? Intendo la vincita della causa non l'effettivo recupero di tutte le mensilità (perchè se il giudice dovesse rateizzarle penso sia più di un anno il recupero "effettivo").
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-03 14:51
Per una causa di sfratto per morosità per un negozio un anno dovrebbe essere più che sufficiente. In bocca al lupo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# simona rossi 2013-10-03 17:14
no intendevo meno di un anno per la successiva causa del recupero dei canoni non pagati..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-10-03 17:59
si entra un pò nell'ambito di operatività legale: con un procediemtno abbreviato dovrebbe essere sufficiente; ma bisogna capire se ci sono i termini per richiederlo, e le eventuali contestazioni dell'altra parte.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# MANOLA 2013-09-06 17:09
buonasera,
ho letto tante situazioni, e mi rendo conto che siamo in un paese allo sbando, non mi sembra giusto che una persona prima fatica a comprare un appartamento con sacrifici per crearsi un reddito per la vecchiaia, lo mette a disposizione di gente che ne ha bisogno, altrimenti mezza Italia sarebbe per strada, e poi per 1/2/3 anni così durano gli sfratti non può disporre del suo bene perchè deve aspettare i comodi di tutti Giudici, Inquilini, U.G ma che razza di norme tutelano i proprietari? Ho lo sfratto avviato da 8 mesi non percepisco nulla e non so ancora nulla, i miei inquilini vivono sulle mie spalle ho un marito che nel frattempo è rimasto senza lavoro devo pagare spese condominiali IMU ecc E' pazzesco!!!! il problema oggi è che ci sono molte persone che sono in difficoltà ma anche che ci marciano. In America non succede tutto questo schifo, non affittreò più a nessuno
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# PASQUALE 2013-08-30 23:03
PASQUALE
SONO UN AFFITTUARIO CON UNA BAMBINA DI 3 ANNI PER LA
PERDITA DEL LAVORO NON SONO RIUSCITO A PAGARE IL PIGIONE E DOPO MESI MI SONO TROVATO DINANZI AD UN GIUDICE DI PACE DOVE MI FA PRESENTE ENTRO IL 19 SETTEMBRE DI SALDARE IL TUTTO FACENDOMI PRESENTE CHE L'IMPORTO E DI 200 MENSILI
MENTRE IO MENSILMENTE VERSAVO 350
QUINDI CONTEGGIANDO MI TROVO CON DELLE CIFRE SUPERIORE AL DOVUTO SONO SEMPRE MOROSO
HO POSSIBILITA' DI NON USCIRE GRAZIE GRADIREI AIUTO
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-09-01 09:11
Caro Pasquale,
immagino che non stia vivendo una bella situazione e posso dirle che rappresenta esattamente il tipo di difficoltà di cui sembra che il governo con il recente provvedimento voglia prendersi cura. Purtroppo il proprietario non può farsi carico di questa situazione e quindi se non paga dovrà lasciare l'alloggio. Può comunque rivolgersi al suo comune per capire come usufruire degli aiuti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# alberto schettino 2013-07-25 15:32
La proprietaria mi ha chiesto di lasciare la casa dove abito entro un anno ( il contratto scadrà gen/2017) . la motivazione hce la figlia che avuto 2 case ereditate vuole quella dove abito io .
Può Farlo?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-25 23:33
Gentile Alberto,
La proprietaria può dare disdetta solo in corrispondenza delle scadenze contrattuali quindi non prima del 2017. Se quella è la prima scadenza la motivazione della figlia sarebbe valida solo se non ci sono altre disponibilità di immobili.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# alberto 2013-07-26 09:35
a dire del suo avvocato può farlo , perchè: ha evidenziato nell'eredità che la casa in questione ( è come prima abitazione ) mentre l'altra come seconda.
come mi tutelo ?
grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-26 10:06
Gentile Alberto,
le scadenze contrattuali vanno comunque rispettate e la sua tutela consoste nel verificare se effettivamente l'immobile venga poi utilizzato dalla figlia. In caso contrario la legge prevede che "Qualora il locatore abbia riacquistato la disponibilità dell'alloggio a seguito di illegittimo esercizio della facoltà di disdetta ai sensi del presente articolo, il locatore stesso è tenuto a corrispondere un risarcimento al conduttore da determinare in misura non inferiore a trentasei mensilità dell'ultimo canone di locazione percepito".
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# ciro 2013-07-23 12:19
io inquilino da 40 anni sempre nello stesso stabile,sempre senza problemi,devo accettare l'aumento di fitto dopo scadenza di contratto?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-23 13:03
Caro Ciro,
la scelta di accettare un aumento del canone pur di rimanere nello stesso immobile è una sua libera scelta. Il proprietario ha diritto a dare disdetta ed avanzare la richiesta di aumento del canone.. e lei ha il diritto di fare le sue valutazioni e quindi di accettare o liberare l'immobile.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# mario 2013-07-10 08:31
Cara Isabella la casa acquistata, come ho detto nella precedente mail, è di mio figlio. Se non può essere abitata non è colpa sua ma dello Stato che, pur impegnandosi a farlo, non ha ancora liberato l'immobile dopo l'acquisto in un asta giudiziaria. Credevo, quindi, che ci fosse qualche caso di deroga, considerato che l'inadempiente non è mio figlio ma lo Stato. Il comune attua la legge dicendo che la casa non abitata paga l'imu come 2^ casa. Grazie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-10 15:40
Gentile Mario,
purtroppo per l’IMU non ci risultano meccanismi che salvaguardino la posizione di suo figlio.
Qualche caso di deroga esiste in situazioni simili a quella che ci descrive (occorrerebbe comunque approfondire), ma relativamente all’agevolazion e sugli interessi passivi del mutuo.
Buona serata
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# mario 2013-07-09 09:36
Buongiorno, mio figlio ha acquistato un'abitazione tramite le aste giudiziarie dove c'era scritto che il tribunale dichiarava che a chi acquistava sarebbe stata consegnata casa libera da iscriz. ipot. e da inquilini. Da Marzo che aspetto che si liberi l'appartamento. Il problema comunque è il pagamento dell'Ici 2^ casa che dovrà pagare certamente non dovuto dalla volontà di mio figlio. Chiedo, ci sono delle deroghe rispetto a queste situazioni? Grazie per la risposta che mi darà.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-07-09 18:39
Caro Mario,
devo purtroppo confermarle che, pur in caso di acquisto di immobile già affittato, l'IMU da pagare è quella che fa riferimento ad una 2° casa.
Speriamo che il Comune nel quale è ubicato l'immobile preveda, come spesso avviene, delle aliquote IMU inferiori per le abitazioni affittate (ancor più se a canone concordato) rispetto agli immobili sfitti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giuseppe 2013-07-06 17:22
Buona sera. Avrei da porle un quesito. Ho affittato tramite regolare contratto 4+4 un appartamento ad una famiglia composta da 6 persone. Ho scoperto che la suddetta famiglia non pagava l’affitto al vecchio proprietario ed è stata sfrattata, peccato che io l’abbia scoperto dopo qualche mese dopo aver concesso a loro la mia casa.
In breve, dopo un anno l’inquilino ha cominciato a non pagare il fitto, ed è la seconda mensilità che salta. L’ho contattato ed ho parlato di persona ma trova le scuse più assurde (si è capito chiaramente che sta temporeggiando ), oltretutto ho scoperto che è disoccupato anche se svolge dei lavoretti, e l’intestatario della casa ha dei problemi di salute comprovati da certificati medici, oltretutto la suddetta famiglia ha due figli minori ancora a carico e due maggiorenni. Dunque come mi muovo, ed in particolar modo quanto tempo va via per cacciarli di casa?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# isabella 2013-07-06 23:02
Gentile Giuseppe lei deve andare da un avvocato per avviare una causa di sfratto per morosità. I tempi dipendono da diversi fattori: città, ripensamento dell'inquilino, ad esempio.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Laurentiu 2013-06-29 18:50
Buongiorno,
Sono un piccolo locatore. Ho affittato casa a due persone inizialmente con accordi verbali, avevano fretta di entrare e io di affittare; non volevano contratto in quanto non volevano prendere la residenza perchè sono nelle liste di attesa per casa popolare. Riesco finalmente dopo 5 mesi, con una scusa a fargli firmare il contratto transitorio per il restante tempo (un anno) come da accordi presi verbalmente, senza cambiare una virgola, e lo registro, con cedulare secca.sono passati due mesi e con una scusa e un'altra dalla registrazione non hanno più pagato,mi accorgo che non pagano neanche le utenze (hanno pagato solo la prima che gli è arrivata e il condominio con regolare ritardo) che sono rimaste a nome mio, ma a loro carico.
Potreste darmi un consiglio su come mi dovrei muovere per risolvere la situazione nel miglior modo,in quanto ho un mutuo molto alto su quella casa e uno stipendio basso.Inoltre,i o non ho ancora fatto sfratto un pò per le spese da affrontare un pò perche loro mi minacciano ...che possono fare? come posso difendermi???
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# isabella 2013-06-29 22:45
Purtroppo possiamo immaginare che la situazione no non sia piacevole. Dal punto di vista legale deve comunque rivolgersi ad un legale per avviare la causa di sfratto. .se non pagano è l'unico modo per recuperare i soldi e liberare l'immobile. Può naturalmente tentare prima una conciliazione. .magari rinunciando a qualche mese pur di farli uscire.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Laurentiu 2013-06-30 00:04
Grazie mille per la sua risposta Isabella. E la strada che sto cercando di intraprendere.. . L'unico dubbio che mi viene visto il tipo di persone con cui ho a che fare e la minaccia di un eventuale denuncia per i mesi precedenti al contratto; posso temere un contratto 4+4 calcolato a un quarto della rendita catastale, nonostante il contratto attuale e considerata la loro morosità ? Sembra lo facciano di mestiere...Mi posso difendere? se no mi rovinano l'esistenza. Potrebbe sembrare che gli faccia più comodo una situazione di sfrato a loro dove comunque per un anno prima di mandarli a gratis. Grazie ancora per i suoi chiarimenti e buona serata.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-30 20:33
Direi che se non avesse registrato questo contratto alora potrebbe temere davvero un contratto d'ufficio con il canone relativo alla rendita catastale. ma con un contratto registrato e firmato dagli inquilini direi che può dimostrare di aver regolarizzato la situazione. Credo che per le minacce sia meglio a questo punto che lei possa in qualche modo registrarle, per mettersi al riparo. In bocca al lupo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gian 2013-06-27 11:28
Salve, sfratto ormai esecutivo di immobile commerciale. Il mio amico è disposto ad andarsene al momento in cui busserà alla porta l'u.g., solo che vorrebbe evitare di pagare totalmente l'arretrato.
Secondo voi, se facesse scrivere una lettera da un legale in cui si cerca un accordo del tipo: me ne vado subito e ti pago la metà delle spettanze?
Potrebbe andare?
Grazie mille dell'appoggio siete utilissimI!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-27 12:58
Buongiorno Gian,
sperimao proprio di poter essere d'aiuto! Credo che la soluzione che lei propone possa andar bene, se è disposto a perdere la metà di quanto dovuto pur di veder liberare l'immobile, direi che potete procedere dall'avvocato per sancire l'accordo.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Dolores 2013-06-23 18:55
Salve sono un'inquilina a cui e stato intimato dopo velocissimo processo civile (1 mese) 3 udienze di cui una il mio avvocato non ha partecipato ordinanza di rilascio del giudice che si e riservato di depositare le motivazioni tra 1 anno quindi non posso nemmeno ricorrere all'appello e normale? premetto che la raccomandata di diniego di rinnovo mi e stata inviata oltre i 6 mesi e che mesi addietro venuta a conoscenza della legge sulla cedolare secca mi sono avvalsa di essa perché il mio proprietario in nero ne prendeva 600 ma ne dichiaro' 300 io come prova di tutto questo ho portato il precontratto dell'agenzia immobiliare dove presi la casa in piu' la fotocopia del contratto di 600 euro firmato da me e dal proprietario nell' 'agenzia immobiliare poi non registrato ma invece fu registrato quello da 300 in piu' possiedo dei video dove e visibile che pago le 600 euro invece che 300 ma quest'ultimo il mio avvocato (sunia) a preferito non inserirlo nelle prove ma inserire dei testimoni a mio favore che pero' il gioudice non accettato di sentire mentre quelli del proprietario (falsi mai visti in vita mia) si, che dichiaravano che più di 6 mesi addietro il proprietario mi aveva comunicato verbalmente che gli serviva la casa e in virtu' di una sentenza della cassazione recente il diniego puo' essere fatto anche cosi' ma secondo voi e normale??? cmq alla fine mi ha condannato a lasciare la casa come posso tutelarmi? Il mio avvocato dice in 30 anni di professione non ha mai visto ..
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# isabella 2013-06-23 22:34
Cara Dolores, in effetti la sua storia ha dell'incredibil e e ci dispiace molto. Sicuramente è strano che l'avvocato non abbia usato la storia della parte in nero; ma anche dei termini irregolari di disdetta. Credo che se non ci siano più i termini per un ricorso possa tentare un'ultima strada con l'agenzia delle entrate dove era possibile rivolgersi proprio dopo l'introduzione della cedolare e dove forse la storia del nero interessa sempre. In bocca al lupo!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Dolores 2013-06-24 08:53
Ciao Isabella grazie per la risposta all'agenzia delle entrate gia' ci sono andata infatti loro mi hanno rilasciato un contratto che partiì dalla mia denuncia del parzialmente in nero e lo stesso l'ho presentato al giudice civile durante la causa oltre alle altre prove ma nonostante questo ho ricevuto l'ordinanza di rilascio dell'immobile e come gia' detto nel messaggio inserito nel blog non posso fare nemmeno subito appello perché lo stesso giudice si e riservato di depositare le motivazioni tra 1 anno, io ho consigliato al mia avvocato di
cercare di prendere tempo anche usando la le legge di stabilita' che prevede lo blocco degli sfratti fino al tutto dicembre 2013 visto che ci rientro in pieno in quanto ho 5 figli di cui 3 minori e il mio reddito e molto inferiore alla soglia massima di questa legge, ma lui dice che io molto probabilmente non ci posso accedere perché trattasi di ordinanza di rilascio e non di sfratto, e io mi chiedo e cosa cambia alla fine non e sempre la stessa cosa io quella casa la devo lasciare e' una spesa di trovare altra casa piu' trasloco piu' spese varie contratti utenze e spese agenzia in questo momento non posso proprio permettermele.. ..Saluti Dolores.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-24 15:59
Credo proprio che ha tutti i diritti per continuare a non arrendersi. Può tentare una nuova strada rivolgendosi al suo comune, ognuno ha al prorpio interno un ufficio dedicato ai servizi sociali ed alle politiche abitative. Non penso possano rimanere indifferenti al suo caso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# alessandro 2013-06-06 14:17
Salve volevo chiedervi un'opinione sul mio caso
Sono proprietario di un appartamento, da circa 3 anni gli inquilini non pagano piu' , ho aperto una causa per morosità e nelle prime due udienze il giudice ha deciso che per gravi motivi economici gli inquilini potevano avere una proroga per il pagamento.
Al termine della proroga e per ben 2 volte il giudice invece di convalidare lo sfratto ha semplicemente rinviato la causa fino ad arrivare a febbraio 2014 (cosi' fanno ben 4 anni che gli inquilini non pagano)

Possibile che non ci sia modo di opporsi a questi continui rinvii?

grazie
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-06-10 09:20
Buongiorno Alessandro,
capiamo bene lo sconforto e per primi riteniamo che sarebbe necessaria una riforma proprio degli sfratti come primo segnale per incentivare i proprietari a mettere in affitto i propri immobili. Ovviamente il giudice e l'inquilino hanno utilizzato uno strumento previsto dalla legge "il termine di grazia"; l'unico modo per opporsi è quello di mancato pagamento di quanto fissato da parte dell'inquilino.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# INCAVOLATA 2013-06-13 13:10
MA SEMBRA NORMALE AI GIUDICI MANTENERE GLI INQUILINI CHE NON PAGANO E DARE LORO PROROGHE?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# gius 2013-10-18 13:49
siiiiiiiiiiiiii iiiiii
certo e meno male...:)
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# mario 2013-05-25 11:33
salve volevo chiedere se posso recuperare le mensilita' arretrate dal mio inquilino moroso ,tra un po' ci sara' l'udienza .Tengo a precisare che il mio inquilino e' in mobilita' ma ha una casa di proprieta' nello stesso comune cointestato con la moglie.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-05-25 17:21
Gentile Mario,
dovrebbe rivolgersi al suo legale che oltre alla causa di sfratto potra seguire una causa di recupero crediti.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2013-04-03 09:52
Cara Laura,
la disposizione del Giudice naturalmente ha valore ed è per questo che l'Ufficiale Giudiziario nella data stabilità si recherà presso l'immobile per far eseguire lo sfratto. La questione è che nella pratica capita che gli inquilini non siano collaborativi, se vogliamo dire così, e che l?ufficiale Giudiziario non si adoperi fino in fondo per l'esecuzione e che quindi potrebbero al primo appuntamento trovare chiuso e quindi rinviare. Ovviamente questo rinvio, una volta che il giudice ha emesso la sentenza, non può prolungarsi più di tanto.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Laura 2013-03-29 20:10
Spero possiate aiutarmi a capire.....
Un anno prima della scadenza del contratto abbiamo comunicato all'inquilino la nostra intenzione di non rinnovarlo -con regolare raccomandata. Alla scadenza l'immobile non è stato liberato e abbiamo avviato la procedura di sfratto.
Da poco c'è stata l'udienza ed il Giudice gli ha dato 60 giorni di tempo per andar via: non ci sono state complicazioni perchè la controparte non aveva depositato nessun documento giustificativo! L'avvocato ci ha detto che l'inquilino non può fare nulla: il giorno stabilito l'ufficio le giudiziario verificherá che l'immobile è vuoto.
Ho però letto che se nessuno risponde al citofono l'ug rinvia l'incontro senza fare nulla!È vero????Non conta nulla la disposizione del Giudice?????Com e possiamo fare per assicurare la liberazione dell'immobile alla data pattuita?
Grazie mille per le informazioni che potrete darmi!
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Roberto 2012-12-25 17:05
Certo, in materia di sfratti la giustizia tutela l’inquilino, considerato parte debole, rispetto al proprietario, ma ciò avviene a prescindere dal fatto che si tratti di morosi incolpevoli o morosi professionisti.

La definizione di inquilino moroso professionista (IMP) ? Soggetto che, volendo vivere sopra le proprie possibilità, sfrutta le lungaggini giudiziarie per stare, per quanto più tempo possibile, sulle spalle del locatore di turno per poi reiterare la procedura con il prossimo malcapitato. Possono riuscire a non pagare un euro, salvo la cauzione, nonostante saltino da casa a casa, senza che gli manchi nulla, nemmeno il corso di danza privato alla figlia 11enne, piuttosto che il cellulare da 600€.

È ovvio a questo punto il comportamento del proprietario e del moroso una volta liberato l’immobile: il primo diverrà ben più selettivo e a rimetterci sarà solo la classe degli inquilini incolpevoli, il secondo sarà invogliato a reiterare la procedura.
Quindi se il fine della giustizia è tutelare l'inquilino, in realta tutela solo quello abituale a spese del proprietario e dell'inquilino incolpevole.

Sarebbe opportuno istituire una black list di soggetti con almeno 3 sfratti sulle spalle in 4 anni, oppure 5 in 6 anni ? Sarebbe opportuno non mettere sullo stesso piano un "moroso novello" da un soggetto per i quali 3-4 proprietari precedenti sono pronti a testimoniare riguardo la morosità abituale accompagnata da uno stile di vita almeno medio. Sarebbe opportuno snellire la procedura di sloggio qualora il moroso abbia abbondonato l'immobile e non restituisce le chiavi con il solo fine di ricattare il già stravessato locatore? Non contestualizzan do per aitarne 1 (il moroso professionista) se ne danneggiano 100 (i potenziali inquilini in pectore).
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Isabella 2012-11-22 10:36
Gentile Giovanni,
effettivamente dal momento che l’inquilino non è più in quell’immobile e c’è una sentenza di sfratto esecutivo, lei potrebbe tornare in possesso dell’immobile.
La procedura più corretta dovrebbe prevedere, però, che lei entri nell’immobile insieme all’ufficiale giudiziario per testimoniare che l’immobile è vuoto e non più occupato dal precedente inquilino, in modo da avere un testimone valido.
In questo modo potrebbe avere maggior tutela nel caso di un eventuale “ritorno” dello stesso.
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione
# Giovanni 2012-11-20 18:55
l'inquilino moroso ha lasciato l'appartamento spontaneamente alla prime avvisaglie legali.
il tribunale ha decretato la sfratto 3 mesi orsono.l'inquli no non si è opposto e non era presente all'udienza ed è irreperibile.
posso avere subito la disponibilità dell'alloggio ?
Rispondi | Rispondi con citazione | Citazione

Aggiungi commento

Codice di sicurezza
Aggiorna

Ultimi commenti

Articoli correlati

Sondaggio

La giungla normativa dell'affitto: cosa mi è meno chiaro?