Cerca

10 consigli per studenti fuori sede alle prime armi: da studiare prima di praticare.

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Agosto 31, 2015
Visite: 3300

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

L'estate è ancora addosso, come abbiamo cantato spesso quest'estate, eppure si respira già l'aria del rientro, di settembre, di buoni propositi.
Così molti studenti devono dismettere i panni spensierati delle vacanze ed iniziare ad indossare quelli dei giovani in cerca di una sistemazione abitativa. Se infatti la loro condizione è di studenti fuori sede, è arrivato il momento di cercare un posto dove abitare, poter comodamente studiare, magari cercando di pesare relativamente sui bilanci familiari. Da ex studenti e soprattutto esperti in materia, vogliamo offrire a questi giovani inquilini semplici ed immediati consigli per iniziare al meglio un'avventura, che sarà sicuramente indimenticabile, formativa e positiva.

 

1. Prendere Appunti. Individuare esattamente la zona in cui si trova l'Università prescelta e quindi decidere se e quanto allontanarsi dalla stessa; come sono organizzati i mezzi di trasporto pubblici in città, eventuali mezzi privati a disposizione, situazione traffico. Quindi fare un elenco di possibili zone/quartiere in cui vi piacerebbe abitare. Oltre alla zona, segnatevi le caratteristiche e le necessità indispensabile che volete trovare nella vostra abitazione. Per esempio la connessione wifi, la lavatrice e/o la lavastoviglie, la possibilità di portare un animale domestico, ecc.. decidete fin da subito se cercate una stanza o un appartamento e la fascia di budget a vostra disposizione.


2. Ricerca mirata. Con le idee ben chiare ora potete tuffarvi nell'infinito mondo di annunci per studenti. Siti specializzati, siti generici, passaparola tra amici, conoscenti dei genitori, agenzie immobiliari. Le vie che portano all'affitto sono molteplici, percorrete quella che vi sembra più comoda, ma anche più sicura. È vero che la professionalità dell'agenzia si paga, ma ha un giusto valore!


3. Visita fiscale! Quando avrete individuato l'immobile giusto o più di uno, andrete fisicamente a vedere l'immobile prescelto. Andateci "armati": di macchina fotografica, quaderno per gli appunti e qualche occhio in più rispetto al vostro. Quando sarete alla stipula del contratto firmerete che lo avete trovato in buono stato.. è meglio perciò essere certi di quanto dichiarerete.


4. Soli o ben accompagnati? Al momento della stipula del contratto, se dividerete l'appartamento con amici o conoscenti, dovrete anche decidere se comparire tutti come intestatari del contratto, se ognuno di voi è intestatario solo di una porzione in esclusiva e degli spazi in comune. Valutate bene i pro e i contro delle varie situazioni.


5. Patti chiari. Se l'immobile vi convince, le condizioni economiche sono giuste, la zona vi piace, gli amici sono d'accordo, è il momento di fermare l'immobile. Magari firmando una proposta di locazione e dando la caparra. Importante decidere però quando passare alla vera e propria stipula del contratto e cosa succede in caso di ritiro di una delle due parti. Cosa succede quindi se siete voi a cambiare idea o se fosse il proprietario a ritirarsi.


6. Contratto blindato. Alla firma del contratto cercate di raccogliere tutte le energie per essere concentrati e sul pezzo. So bene che le clausole potranno sembrarvi lunghe e noiose, ma state mettendo nero su bianco le premesse per poter poi avere un sereno rapporto di locazione con la proprietà. Quindi leggete attentamente tutti gli articoli, le date, la disdetta, le garanzie, le scadenze, le spese accessorie, ecc.. Molto probabilmente, a fronte delle agevolazioni previste, vi verrà presentato un contratto (a canone concordato nei comuni ad alta densità abitativa) per studenti furi sede che ha una durata minima di 6 mesi e massima di 36, con uguale periodo di rinnovo automatico; ma potreste anche trovare un contratto libero di 4 anni + 4, o transitorio.. Se seguite questo blog sapete che trovate molti articoli che spiegano bene le caratteristiche di ciascun contratto.
Inoltre, dato che molto probabilmente prenderete in affitto un immobile arredato, chiedete e controllate con attenzione il verbale di consegna che deve riportare l'elenco di quanto vi viene consegnato e lo stato in cui si trovano gli oggetti, gli elettrodomestici, i mobili. È importante, quindi, che se nella visita avete notate, ad esempio, che il frigo aveva una grossa ammaccatura, questo venga riportato nel verbale, per evitare futuri contenziosi.


7. Pratiche post contrattuali. Se vi affidate ad un'agenzia sarete sgravati da questi compiti, se fate da soli potreste affidarvi all'esperienza del proprietario. In ogni caso sapete che il vostro contratto andrà registrato e quindi avrà un relativo numero di registrazione e che pagherete o meno le spese di registrazione a seconda che il proprietario scelga la cedolare secca o l'IRPEF. Quindi riassumo brevemente: se il proprietario sceglie la cedolare non si versano imposte di registro, né per la registrazione, né per l'eventuale risoluzione anticipata; se sceglie l'IRPEF, invece, pagate il 50% delle spese di registrazione.


8. Vantaggi fiscali. Ricordate ai vostri genitori, magari già ben informati, che nella prossima dichiarazione dei redditi potranno portare in detrazione il 19% di quanto pagato per il vostro canone mensile, indipendentemente dalla tipologia contrattuale stipulata.


9. In regola, sempre. Se l'immobile scelto si trova all'interno di un condominio, vi verrà consegnata anche copia del regolamento condominiale.. non è una lettura molto divertente, ma è bene leggere almeno gli articoli sul rispetto degli orari e di altre regole fondamentali, per evitare di instaurare cattivi rapporti con i vicini, che già non amano molto la presenza degli studenti. Organizzatevi quindi per invitare amici e avere una normale vita sociale, ma senza conseguenze!


10. Studiando s'impara. L'esperienza si fa sul campo.. e quindi cercando ma soprattutto vivendo in affitto vi farete una cultura anche su questo argomento. Nel nostro piccolo, se avete dei dubbi, scriveteci!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Detrazione per studenti universitari: valida anche per contratti di subaffitto?
Rimborso spese per affitto studenti universitari: come indicarli in sede di dichiarazione dei redditi.

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • giuseppe

    buon giorno, avrei bisogno di un informazione riguardo il contratto per studenti, sto affittanto una camera della mia abitazione principale ad una studentessa proveniente da roma (io abito a Bergamo) quindi d'accordo per fare un contratto per studenti e quindi avere le agevolazioni fiscali. Ora la ragazza oramai entrata in casa mi ha detto che non ha intenzione di inscriversi alla facoltà della mia città ma ma resta iscritta ad una facoltà romana, ma si trasferisce comunque per seguire un accademia di danza. Frequentare altri tipo di scuole, accademie ecc ecc che quindi non sono universitarie mi permette di avere comunque le agevolazioni??? grazie mille
    giuseppe

  • Gentile Giuseppe di solito si parla di agevolazioni per studenti universitari (quindi anche post università o scuole dello stesso grado); non so se quest'accademia può essere considerata un'università. Provi a farlo verificare, d'altronde la studentessa saprà se ha diritto ad agevolazioni come studenti o meno.

  • Alessandro

    Salve! a novembre dovrò affittare casa a roma in quanto inizio il mio periodo di studio universitario. Non mi è ben chiaro però quale sia la tipologia di contratto che per me sarebbe più vantaggiosa, mi pare di capire la cedolare secca ma non ne sono sicuro. Potreste darmi un consiglio? volevo poi chiedere, in caso di contratto regolarmente registarto a mio nome, in che maniera influirebbe ciò sull'isee del prossimo anno? grazie mille!

  • Gentile Alessandro per lei potrebbe essere conveniente un contratto per studente fuori sede a canone concordato, per avere magari un canone più basso, con cedolare secca implica il risparmio della tassa di registro. Di solito tale spesa può essere conteggiata nell'Isee e dà diritto ad una detrazione del 19% per la famiglia, se è questa che sostiene il costo.

  • Buongiorno Roselis, l'intento è di provare ad aiutare tutti gli inquilini e proprietari. Per la sua ricerca la rimando al nostro sito www.soloaffitti.it dove potrà impostare i criteri di ricerca e visionare le offerte che le interessano maggiormente. Le chiederanno comunque un passaporto o altro documento identificativo. in bocca a lupo.

  • Roselis

    Bon giorno. Non so se aiutare solo gli studenti. ... voglio sapere se sará in grado di aiutarmi in questo... Mi transferiró in Italia e voglio trovare una appartamento in affitto per 4 persone senza lusso... 2 camere (scusami se non scribo bene l´italiano).. e vicino a Milano...per un periodo di tempo limitato (1 a 3 messi), mentre si ottiene i documenti per rimanere lá... noi abbiamo la nacionalitá italiana e non abbiamo la carta d´identitá. Grazie mille per l´ atenzione...Roselis.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Registrazione on line dei contratti di affitto: cosa cambia.Registrazione on line dei contratti di affitto: cosa cambia.
Nuove regole per la registrazione on line dei contratti di affitto. Oltre a sfoderare i calendari dell’avvento, questo primo dicembre ci porta...
Studenti universitari, quanto pagano per un posto letto in affitto nell’anno accademico 2016/2017?Studenti universitari, quanto pagano per un posto letto in affitto nell’anno accademico 2016/2017?
Posto letto per studenti: quanto costa, città per città. L’anno accademico 2016/2017 è appena cominciato per migliaia di...
Studenti universitari, oltre il 40% del budget se ne va per l’affitto. Qualche consiglio per i fuori sedeStudenti universitari, oltre il 40% del budget se ne va per l’affitto. Qualche consiglio per i fuori sede
Facciamo i conti in tasca ai tantissimi studenti universitari che si stanno organizzando in vista dell’avvio dei corsi, dando qualche...
Registrazione del contratto di affitto, ravvedimento operoso e proroga della locazione: gli ultimi chiarimenti delle Entrate.Registrazione del contratto di affitto, ravvedimento operoso e proroga della locazione: gli ultimi chiarimenti delle Entrate.
Registrazione del contratto di affitto a carico del locatore, ma vale ancora la solidarietà tra le parti. Esiste ancora la solidarietà...
Legge di Stabilità, la registrazione del contratto di affitto spetta al proprietario.Legge di Stabilità, la registrazione del contratto di affitto spetta al proprietario.
Una novità importante contenuta nel testo della Legge di Stabilità 2016, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n.2018 del 28 dicembre 2015,...