Cerca

2 inquilini, 2 bar ed 1 solo proprietario.

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Marzo 24, 2016
Visite: 1140

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
la_concorrenza_è_ilbar_vicino_affittato_dallo_stesso_proprietario

È una situazione legalmente possibile o ci sono vincoli da rispettare?


È strano pensare a due attività attigue che offrono gli stessi servizi o gli stessi prodotti, ma di fatto questo potrebbe capitare. Oppure no? Un nostro lettore ci pone un quesito alquanto singolare, che offre però le basi per capire quali sono attualmente i vincoli di vicinanza e concorrenza rispetto alle attività commerciali. Ponendo non solo un quesito rispetto alla possibilità per due attività appartenenti alla stessa categoria merceologica di essere “vicine di negozi”, ma anche un quesito specifico rispetto al fatto che i muri di queste due attività appartengono allo stesso proprietario.

Salve,
il problema consiste nel fatto che io sono titolare di un bar caffetteria e pago il canone d' affitto da 10 anni in maniera puntuale e corretta e la proprietaria dei muri è proprietaria anche dei muri del negozio accanto al mio e lo sta affittando ad un altro bar, essendo lei proprietaria di tutti e due gli immobili può affittare a due bar che si fanno concorrenza non tutelando quello esistente da sempre?


Gentile lettore
comprendiamo bene il suo rammarico, credo proprio che ognuno di noi al suo posto potrebbe sentirsi allo stesso modo, non abbiamo buone notizie da fornire. Di fatto il decreto legge n. 223 del 2006, più noto come Decreto Bersani (.. quel Bersani, quando era ministro dello Sviluppo Economico nel governo Prodi) ha recepito le disposizioni dell’ordinamento comunitario in materia di tutela della concorrenza e libera circolazione delle merci e servizi (art. 3 dell’altrettanto famosa direttiva “Bolkestein”) e quindi ha liberalizzato l’apertura di attività commerciali simili in locali vicini.


Tra le novità introdotte, il Decreto andava ad escludere l’obbligo, precedentemente vigente, di rispettare una distanza minima tra due attività che svolgono la medesima tipologia di attività. Viene sancito, pertanto, il diritto alla libertà di concorrenza a ci accenna il nostro lettore e libera circolazione del mercato.
Quindi, in virtù di questa liberalizzazione ci sentiamo di dire al nostro lettore che non può vincolare il proprietario nella sua libertà di concedere il negozio accanto al suo per lo stesso tipo di attività. Ritrovandosi con un bar accanto, il nostro lettore può al limite valutare di dare disdetta al contratto in essere, rispettando i sei mesi di disdetta e riportando gravi motivi, che devono essere, però, lo ricordiamo, motivi gravi ed oggettivi, legati proprio all’andamento della sua attività.


Il divieto di concorrenza, invece, ritrova il suo valore se ad esempio il proprietario in questione non avesse affittato solo l’immobile al nostro lettore, ma gli avesse affittato l’attività del bar con un contratto d’affitto d’azienda e volesse poi lui stesso aprire, come titolare, un bar nell’altro locale di sua proprietà. Per questo caso , allora, sarebbe stato valido l’articolo 2557 del Codice Civile che parla proprio del “ Divieto di concorrenza”
Chi aliena l'azienda deve astenersi, per il periodo di cinque anni dal trasferimento, dall'iniziare una nuova impresa che per l'oggetto, l'ubicazione o altre circostanze sia idonea a sviare la clientela dell'azienda ceduta.

 

L’ultima precisazione riguarda indirettamente il divieto di concorrenza: ovvero, nel caso in cui il proprietario desse disdetta (nei termini e modalità previste) al nostro barista, allora non potrebbe affittare lo stesso immobile ad un altro inquilino che svolga in quel locale sempre l’attività di bar, pena il risarcimento del doppio dell’indennità di avviamento, comunque prevista.

Quindi al proprietario, in questa situazione, il risarcimento per aver trasferito la clientela (se così possiamo dire) da un bar all’altro costerebbe in tutto 36 mensilità dell’ultimo canone corrisposto. Non poco!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Un'indennità per consolazione!
Commercio, rinunciare al locale non è l’unico modo per far quadrare i conti. In crescita bar, ristoranti e hotel

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Bakiu

    Ciao a tutti la domanda che sto per fare io ho affitato un tereno comerciale e ho aperto una soceta con un socio di vendite Auto usate dopo 4 mesi il socio esce dela societa e apre una nuva societa con fratelo ,sempre auto usate e affita dal steso propretario fincho di me per farmi concorenza la mia domanda e regilare quelo che affatto ,mi date una risposta per favore.

  • Gentile la questione qui è tra lei e il suo ex socio; il proprietario può affittare ad entrambi senza problemi. Se nel vostro precedente statuto societario c'era una clausola di non concorrenza allora può far valere quella denunciando il non rispetto di tale clausola.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.
La prima scelta per chi decide di aprire un'attività è quella di selezionare la location giusta e adatta. Il sogno di aprire nella "via...
Commercio, rinunciare al locale non è l’unico modo per far quadrare i conti. In crescita bar, ristoranti e hotelCommercio, rinunciare al locale non è l’unico modo per far quadrare i conti. In crescita bar, ristoranti e hotel
Scegliere di aprire un’attività di commercio ambulante è l’unica via per far andare bene un’attività...
Tempo di crisi: posso sublocare la mia attività?Tempo di crisi: posso sublocare la mia attività?
Purtroppo continua il momento di difficoltà per gli esercizi commerciali e poter in qualche modo "congelare" per un po' la propria attivit&...
Locali commerciali, affitto soluzione preferitaLocali commerciali, affitto soluzione preferita
Crisi, crisi, crisi. Ma sono pur sempre oltre 380.000 le imprese nate nel 2012, secondo una recentissima indagine condotta da Tecnoborsa sulle imprese...
Un'indennità per consolazione!Un'indennità per consolazione!
Un negoziante in affitto dopo aver avviato, con le solite difficoltà e complicazione degli inizi, la propria attività di vendita al...