Cerca

AAA: cercasi sostegno per inquilini in crisi!

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Giugno 13, 2013
Visite: 2502

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Sono sempre di più, purtroppo, gli inquilini in difficoltà che si ritrovano a dover far i conti con canoni di affitto troppo alti rispetto allo stipendio o rispetto ai guadagni della propria attività. Proprio come succede a questo nostro lettore che si chiede, giustamente, se anche per gli affitti commerciali esistono degli accordi territoriali che indicano congrue quotazioni e tutele speciali per i commercianti.

Buonasera!
Da 5 anni sono il gestore di un bar di ramo di azienda in un centro commerciale a Varese.
Da tempo non riusciamo più a far fronte all'importante affitto impostato al momento della stipula del contratto. Purtroppo le cause sono il calo del lavoro, dimostrabile, sia nostro che dello stesso centro commerciale...
e appunto in questi momenti ci siamo chiesti se esistono dei parametri di legge per le quotazione degli affitti di questo tipo di contratto e se possibile contestare lo stesso chiedendo una riduzione.
Inoltre volevo chiedere se esistono associazioni che tutelano gli esercenti?

Ringrazio per la cortese attenzione!

Cordiali Saluti!

Gentile lettore,
purtroppo per il commerciale non ci sono accordi a canone concordato, come per l'abitativo, e quindi le difficoltà economiche rappresentano solo gravi motivi oggettivi per poter recedere dal contratto.
Naturalmente se il proprietario fosse d'accordo si potrebbe procedere con una scrittura privata di riduzione del canone da registrare presso l'agenzia delle Entrate, come hanno già fatto molti proprietari per i contratti abitavi.
Per le associazioni di categoria credo possa sentire con gli enti come Confartigianato o Confcommercio o similari, di solito si organizzano a livello locale, adeguandosi alle particolari realtà nelle quali operano ed assicurando sostegno ai propri iscritti.
In bocca al lupo!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

La moda del «meno è meglio»: se la riduzione del canone previene lo sfratto
4 ragioni per introdurre cedolare secca e canone concordato anche per l’affitto dei negozi

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • pietro

    ciao, dovrei affittare un negozio che è stato sfitto per mesi. il problema è il canone. il commercialista sostiene che c'è un canone minimo (10% della rendita catastale rivalutata moltiplicata per 55 (è un c1)) da dichiarare che, considerata l'elevata rendita, darebbe un canone che scoraggia i possibili inquilini. Considerata la crisi che c'è, è possibile applicare un canone più basso senza incorrere all'accertamento dell'Agenzia dell'entrate? il coefficinete di 55 è corretto (su internet trovo anche 34 e 44,82), grazie mille Pietro

  • Gentile Pietro, in realtà non si tratta di un obbligo, ma della soglia al di sopra della quale l'agenzia delle entrate non farebbe i controlli; quindi se il canone che percepisce è realmente quello che dichiara può applicarlo senza remore.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Affitto, tutte le previsioni per il 2017Affitto, tutte le previsioni per il 2017
Previste più transazioni di mercato nelle grandi città. Canoni abitativi stabili quasi ovunque, solo a Milano segnali di crescita. &...
Affitto, i canoni bassi agevolano la scelta di immobili più spaziosiAffitto, i canoni bassi agevolano la scelta di immobili più spaziosi
Grazie ai ribassi dei canoni di locazione degli ultimi anni, molti inquilini possono permettersi una stanza in più per la propria casa in...
Contratto uso diverso dall’abitativo: 5 consigli utili.Contratto uso diverso dall’abitativo: 5 consigli utili.
Come stipulare un perfetto contratto commerciale. Ufficio, negozio, laboratorio, associazione, palestra. Sono tante le attività che vengono...
Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.
La prima scelta per chi decide di aprire un'attività è quella di selezionare la location giusta e adatta. Il sogno di aprire nella "via...
Professione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affittoProfessione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affitto
Il giusto mix di flessibilità e determinazione, pazienza e attenzione, organizzazione e atteggiamento positivo. Ecco cosa ti serve per vivere...