Cerca

Cosa fare dei mobili lasciati dall'inquilino?

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Febbraio 21, 2013
Visite: 41040

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Cosa fare quando l'inquilino non libera l'immobile, lasciando mobili e suppellettili? Impossessarsene? Venderli? Regalarli? La legge, in realtà, vincola il proprietario ad una precisa procedura. Vediamo quale.

 

Sono proprietario di una serie di appartamenti situati in una tranquilla zona residenziale.
In diversi anni, non ho mai riscontrato alcun problema con i vari inquilini, tranne di recente, quando mi sono accorto che uno di loro sublocava il mio immobile senza avermene dato comunicazione. Fino a che non l'ho più visto. Oltre ad essere venuto meno ad una delle clausole contrattuali, non ha nemmeno provveduto allo sgombero dei locali, abbandonandovi i propri mobili. Ho provato a rintracciarlo, a intimare che mi sarei sbarazzato della sua roba, ma non c'è stato nulla da fare. È sparito nel nulla, introvabile. La legge mi permette di intervenire e di liberarmi dei mobili? A chi mi devo rivolgere per risolvere questa scomoda situazione?
Luca

 

Caro Luca, se gli arredi e corredi lasciati dal conduttore hanno un certo valore, la soluzione più corretta consiste nel procedere al loro pignoramento e alla loro successiva vendita all'asta, non essendo consentito dalla legge di impossessarsene (diversamente si commetterebbe reato) o portarli alle pubbliche discariche (per le quali comunque bisogna fare richiesta di smaltimento al proprio Comune). L'articolo 609 del Codice di Procedura Civile prevede, infatti, che se in un immobile l'inquilino abbandona parti del proprio mobilio e/o oggetti di sua proprietà, senza fare menzione o accenno di occuparsene, il locatore è obbligato a rispondere del volere dell'Ufficiale Giudiziario, custodendoli nell'appartamento o trasportandoli in un altro luogo, avendo cura che non vengano danneggiati o alterati.
L'articolo 1591 del Codice Civile, infine, specifica che l'obbligo dell'affittuario di pagare il canone di affitto mensile continua ad essere valido fino al momento dell'effettiva riconsegna dell'immobile al locatore e quindi fino a quando all'interno dei locali siano presenti i suoi mobili o beni (con riferimento all'articolo della Cassazione Civile, del 20 aprile 1982, n. 2452).

 POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Sfratto, un pericolo da scongiurare. I consigli da seguire.
Dubbi su uno sfratto per morosità: se l’inquilino non paga le spese condominiali?

Per qualsiasi quesito sull'affitto, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • sera

    buonasera,
    sono da poco tornata in possesso di un appartamento che avevo locato dopo una procedura di sfratto. Avendo trovato dei beni mobili di modesto valore l'ufficiale giudiziario (dopo tutta la trafila dell'art. 609) mi ha autorizzato alla distruzione e/o smaltimento. Essendo presenti anche un p.c. portatile e due mobili che possono tornarmi utili vorrei chiedervi: sono costretta a distruggere tutto o posso tenere gli oggetti che non voglio buttare?
    grazie

  • Buongiorno, se sono stati destinati allo smaltimento può anche trattenerli.

  • Ketty

    Buonasera io ho firmato un contratto di affitto ad uso abitativo di natura transitoria, durata un anno. Premetto che questo tipo di contratto mi è stato richiesto dal proprietario pur essendo residente. Ho firmato il contratto dicendo che era tutto in regola. Ho verificato perdite ad un soffitto, la caldaia era già stata notificata nel libretto che si doveva cambiare la scheda, maniglie delle porte da sistemare una porta esterna del terrazzo che nn si chiude.... tutte cose che il proprietario mi ha detto che lo farà. Se nn bastasse in garage e pieno di tutti i suoi effetti personali abito da sposa , scarponi da sci, due lavatrici insomma tutta una serie di cose compresi scaffalature ove mi si dice che fa parte dell'appartamento . Mi chiedo, le mie cose dove le metto ?Visto che il garage già in buona parte e occupate da cose sue. Ho il diritto di chiedere di liberarmi il garage? Ho un contratto di affitto regolare con cauzione etc etc.. Sono obbligata? Come posso fare? Si può avvalere che quelle cose fanno parte dell'appartamento e io sono tenuta a tenermele? Grazie anticipatamente spero di avere una risposta immediata

  • Buongiorno Ketty se nel contratto è indicato anche il garage ora lei può pretendere che questo venga liberato o chiedere di ridurre il canone, considerando che non gode di tutto lo spazio indicato. Se non trovate un accordo può considerare questa situazione come un vizio per cui chiedere la risoluzione del contratto,.

  • Marta

    Salve , sobo proprietaria d un garage,al cui interno sono conservati materiali oggetti vari ecc tutto del mio ex compagno al quale chiedo di portare via , ma lui nn intende ragioni, dato che nn sono sposata,, volevo evitare le vie legali, ma nn vorrei incorrere in contenziosi giudiziari o di altra natura . Può aiutarmi a chiarire la mia situazione, grazie

  • Gentile Marta lo sgombero è un suo diritto quindi può indicare una data ultima per liberarlo, oltre che una quota per aver occupato tale spazio; oltre tale data può indicare che si libererà di tutto il contenuto.

  • Sonia Capelli

    Buongiorno, ho un problema con i miei cognati dopo che mia suocera é deceduta.Abitava nel mio appartamento e ora che lei è morta i figli vogliono la divisione dei beni mobili.Premesso che a mio marito non interessano affatto ed i fratelli sono in disaccordo sul come dividerli sono passati dodici mesi e ad oggi io non posso disporre liberamente dell'immobile.Lo vorrei affittare o mettere a rendita con un bed and breakfast posso smontare i mobili e lasciali in un locale?Mio marito ha ricevuto la lettera dell'avvocato che diceva che ci sarà una mediazione i tempi saranno lunghi?Grazie per la disponibilità

  • Gentile Sonia lei può intanto sgomberare l'immobile e mettere il mobilio in un deposito, addebitando agli eredi il costo del deposito.

  • Gaetano

    Salve,avendo preso due anni fa,in affitto senza contratto di locazione un piccolo appartamento per conservare delle attrezzatture da laboratorio(odontotecniche) quindi di un certo costo è valore, mi sono ritrovati a marzo 2016 ad avere un incidente stradale dove mi sono dovuto fermare di lavorare x circa 2 mesi . e comunque mi sono ritrovato ad nn pagare il mensile fino ad oggi. due giorni fa ho contattato il locatore per comunicare che dovevo pagare tutto l'arretrato lui mi dice che arbitrariamente ha sostituito la serratura e buttato via tutta la mia attrezzatura liberando l'appartamento perché ha venduto l.immobile (devo constatare se è vero ).a maggio io lo avevo contattato x pagare spiegando l' accaduto ma venni meno al mio impegno sempre x via dell incidente , ora mi ha fortemente danneggiato perché il valore dell attrezzatura si aggira circa 13/14.000 euri ora mi chiedo può avere questo comportamento cosa devo fare?aiutatemi x favore grazie anticipatamente

  • Gentile Gaetano se ci fosse stato un regolare contratto di lavoro ovviamente il proprietario non poteva certo comportarsi in questo modo; direi che in ogni caso che non è stato regolare il comportamento per cui si sono impossessati dei suoi beni.

  • Antonio

    Buongiorno,
    ho disdetto il canone di affitto dell'appartamento in cui ho vissuto per 4 anni. La proprietaria ha visionato diverse volte l'appartamento e ha deciso di scorporare la caparra dagli ultimi due mesi di locazione. Nell'appartamento avevo montato un climatizzatore a mie spese e la proprietaria aveva acconsentito a non procedere con lo smontaggio dello stesso promettendomi 250 in cambio. Attendevo il bonifico ma non ha più intenzione di farlo perché dice di aver riscontrato, una volta riconsegnato l'immobile, dei danni al mobilio e alla tinteggiatura dell'immobile, danni dovuti alla normale usura (in 4 anni le cose si consumano se una persona le utilizza). Come mosso procedere per richieder la restituzione del climatizzatore?

  • Gentile Antonio a questo punto può formalizzare la richiesta tramite raccomandata e allegando la sua fattura di acquisto che dimostri che si tratti di una sua spesa.

  • Antonio

    La spesa l'ho sostenuta io a questo punto vorrei la restituzione del condizionatore. Posso inviare una raccomandata chiedendo la restituzione del bene entro il termine di 10 giorni? Grazie mille

  • esatto Antonio, mandi una richiesta formale con una data ultima per la restituzione dei soldi o del bene.

  • simonetta

    Sono proprietaria di locali affittati uso bar.Il 30giu2015 mi hanno dato disdetta dell'affitto e consegnato chiavi.
    Affitto di 2 mesi impagati, che ho recuperato dal precedente inquilino in quanto trattavasi di subentro al contratto.Andandosene hanno lasciato mobili ed arredi(che non hanno menzionato nella disdetta) che ora dovendo ristrutturare,in quanto ho riaffittato i locali, li ho avvisati(anche nel 2015) tramite racc.ar. che le loro cose sono in magazzino e di venirle a ritirare pagandone le spese di smontaggio, trasloco e deposito documentate dall'impresa. Va bene così? Devo conservare il tutto x 10 anni dal giu.2015?Cosa mi consiglia?La ringrazio anticipatamente.

  • Isabella Tulipano

    Salve Simonetta, lei si è mossa correttamente finora. Quel che può fare è scrivere nuovamente al precedente conduttore ricordando che i suoi arredi si trovano depositati presso il magazzino e che il deposito matura costi a lui addebitabili.
    Questo potrebbe convincerlo (si sa, repetita iuvant) a recuperare rapidamente le sue cose. In ogni caso il suo immobile ora è libero e questo le consente di procedere senza troppe ansie. In bocca al lupo per la nuova locazione, piuttosto.

  • Catia

    Gentilissima Simona, sono divorziata da 6 anni e abito nella casa coniugale intestata ad entrambi con mio figlio. Possiedo molti bassorilievi del mio ex suocero che è venuto a mancare anni fa e che il mio ex marito non ha mai reclamato. Ora un gallerista vorrebbe esporli in una mostra. Posso dare il mio consenso o devo chiedere il permesso anche al mio ex marito? Può ancora rivendicarne il possesso anche se sono sulle mie pareti da 10 anni?

  • Gentile Catia, se li considera suoi può ovviamente dare il permesso, di fatto però suo marito avrebbe motivo per contestare tale "appropriazione" ritenendo questi oggetti, come il resto della casa, suoi almeno al 50%.

  • Andrea

    Gentilissima,
    sono locatario da 3 anni di un immobile che ho arredato con mobili propri acquistati nuovi.
    Ora dovrei trasferirmi e vorrei lasciare parte del mobilio (cucina e camera da letto) al locatore che, a suo tempo, aveva espresso verbalmente il suo consenso ad un eventuale successione dell'arredo. Indicativamente, quale prezzo potrei proporre? (intendo quale % di sconto rispetto a nuovo, considerando una media usura). Quale è la prassi da seguire in tali casi? Io pensavo di accordarmi verbalmente quanto al prezzo e materiale in oggetto, e poi citarlo testualmente nella lettera di disdetta dell'affitto. Citando anche che, quanto al pagamento, sarebbe avvenuto in natura ovvero in compensazione dei canoni. (esempio, se ho un canone di 500€ al mese, e ci accordiamo che i mobili fanno 1000€, per 2 mesi non pago il canone ma lascio il mobilio...). Non so però se questa prassi sia corretta... grazie!

  • Gentile Andrea, sula valutazione dei mobili è difficile indicarle una percentuale fissa e valida sempre; può provare a cercare su siti on line il valore di mobili simili e quindi chiedere una cifra in linea con le offerte. Va bene compensare questo con i mesi di canoni ed indicarlo in una scrittura privata tra di voi.

Carica Altri Commenti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Lo sfratto in 10 mosse.Lo sfratto in 10 mosse.
  Manuale facile per sfrattare un inquilino moroso. Ne siamo consapevoli, l’argomento sfratto non è mai tanto piacevole da...
Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.
La prima scelta per chi decide di aprire un'attività è quella di selezionare la location giusta e adatta. Il sogno di aprire nella "via...
Sfratto, un pericolo da scongiurare. I consigli da seguire.Sfratto, un pericolo da scongiurare. I consigli da seguire.
Come evitare una causa di sfratto! Lo sfratto, quello per morosità in particolare, rappresenta il peggior incubo per chi decide di concedere...
Professione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affittoProfessione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affitto
Il giusto mix di flessibilità e determinazione, pazienza e attenzione, organizzazione e atteggiamento positivo. Ecco cosa ti serve per vivere...
10 consigli per essere un proprietario di casa in affitto moderno e al passo con i tempi10 consigli per essere un proprietario di casa in affitto moderno e al passo con i tempi
Niente pregiudizi e inutili rigidità, scelte contrattuali e fiscali adeguate, cura dell’immobile, ma anche trasparenza e cordialità...