Cerca

Cosa fare dei mobili lasciati dall'inquilino?

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Febbraio 21, 2013
Visite: 43151

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Cosa fare quando l'inquilino non libera l'immobile, lasciando mobili e suppellettili? Impossessarsene? Venderli? Regalarli? La legge, in realtà, vincola il proprietario ad una precisa procedura. Vediamo quale.

 

Sono proprietario di una serie di appartamenti situati in una tranquilla zona residenziale.
In diversi anni, non ho mai riscontrato alcun problema con i vari inquilini, tranne di recente, quando mi sono accorto che uno di loro sublocava il mio immobile senza avermene dato comunicazione. Fino a che non l'ho più visto. Oltre ad essere venuto meno ad una delle clausole contrattuali, non ha nemmeno provveduto allo sgombero dei locali, abbandonandovi i propri mobili. Ho provato a rintracciarlo, a intimare che mi sarei sbarazzato della sua roba, ma non c'è stato nulla da fare. È sparito nel nulla, introvabile. La legge mi permette di intervenire e di liberarmi dei mobili? A chi mi devo rivolgere per risolvere questa scomoda situazione?
Luca

 

Caro Luca, se gli arredi e corredi lasciati dal conduttore hanno un certo valore, la soluzione più corretta consiste nel procedere al loro pignoramento e alla loro successiva vendita all'asta, non essendo consentito dalla legge di impossessarsene (diversamente si commetterebbe reato) o portarli alle pubbliche discariche (per le quali comunque bisogna fare richiesta di smaltimento al proprio Comune). L'articolo 609 del Codice di Procedura Civile prevede, infatti, che se in un immobile l'inquilino abbandona parti del proprio mobilio e/o oggetti di sua proprietà, senza fare menzione o accenno di occuparsene, il locatore è obbligato a rispondere del volere dell'Ufficiale Giudiziario, custodendoli nell'appartamento o trasportandoli in un altro luogo, avendo cura che non vengano danneggiati o alterati.
L'articolo 1591 del Codice Civile, infine, specifica che l'obbligo dell'affittuario di pagare il canone di affitto mensile continua ad essere valido fino al momento dell'effettiva riconsegna dell'immobile al locatore e quindi fino a quando all'interno dei locali siano presenti i suoi mobili o beni (con riferimento all'articolo della Cassazione Civile, del 20 aprile 1982, n. 2452).

 POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Sfratto, un pericolo da scongiurare. I consigli da seguire.
Dubbi su uno sfratto per morosità: se l’inquilino non paga le spese condominiali?

Per qualsiasi quesito sull'affitto, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • marco

    buonasera
    espongo il mio problema per avere maggiori informazioni sul ciò che mi sta accadendo!!
    ho firmato un contratto di affitto e ricevuto le chiavi,il vecchio inquilino era stato avvisato(telefonicamente) di svuotare appartamento e garage delle proprie cose,cosa che non è successo!!! ho chiesto al padrone se potevo svuotare e portare tutto in discarica(ho portato tutto in discarica),ora l'ex inquilino si è fatto vivo volendo indietro le cose smaltite o un rimborso..in questo caso chi a ragione?? l'ex inquilino ha diritto ad un rimborso?
    grazie

  • Gentile Marco l'inquilino era tenuto a liberare l'immobile e il proprietario a dare un termine ultimo entro cui liberarsi delle sue cose; ora lei è parte terza rispetto a questo contenzioso e quindi al limite l'ex inquilino potrebbe chiedere il risarcimento al proprietario.

  • Francy

    Buongiorno, gli inquilini dell' appartamento di nostra proprietà se ne andarono circa 2 anni fa senza dare preavviso e con un debito affittuario di circa 10.000 euro. C' è stata una causa, un sigillo all' appartamento, si erano portati via anche le chiavi di casa in cui avevano lasciato molti suppellettili tra cui numerosi quadri di valore dipinti da un loro nonno. Dopo che non si presentarono in tribunale, ovviamente, perso ogni diritto, l' ufficiale giudiziario tolse i sigilli e finalmente abbiamo potuto riprendere l' appartamento. Ad oggi questi dipinti sono qui e nessuno li ha reclamati. Ma se li faccio pignorare e mettere all' asta, questi soldi a chi vanno?

  • Gentile Francy, lei potrebbe avvisare i proprietari e quindi restituirli facendosi ripagare il debito; oppure avvisarli che li metterà all'asta, tratterà il suo debito e le spese ed il resto potrà restituirlo.

  • vincenzo

    Salve, da due mesi sono affittuario di un immobile arredato. Nell arredamento lasciato in dotazione per quanto riguarda la cucina, c'è una cassettiera che e stata aggiunta dall ultimo inquilino. Tale inquilino ora dopo due mesi rivuole questi mobilio aggiunto nella cucina a sue spese. Da premettere che gli é stato chiesto di sgomberare l immobile da questo mobili 10 giorni prima che mi venissero a me consegnate le chiavi Dell appartamento e, successivamente, gli é anche stata avanzata una proposta di 150€ ma lui non si é fatto ne vedere ne sentire. Dopo due mesi si é presentato dicendo di voler ritirare il mobilio o di lasciarli ma con una cifra di almeno 300€. Detto ciò, volevo sapere se lui ha ancora diritto di avvalersi di questo mobilio oppure se ormai non ha più diritto in quanto é considerato come abbandono?
    Grazie in anticipo per la risposta!!

  • Gentile Vincenzo se è chiaramente riconosciuta la proprietà di tale mobilio or al'inquilino ha ancora diritto a riaverlo, ma lei potrebbe chiedere una cifra di ricompensa come "deposito".

  • Stefania Pratesi

    Come posso risolvere legalmente un problema che appare privo di soluzioni : in un mio appartamento 2 mesi fa è morta una persona che viveva sola e che è l'unica intestataria del contratto. I figli (che mi sono debitori) non si fanno trovare ed io non posso accedere al bene, neppure per ottemperare alla legge di applicare le valvole ai radiatori entro la fine dell'anno. Credo che nell'appartamento ci siano ancora i mobili della signora. Come posso fare per rientrare in possesso di questo mio bene?

  • Gentile Stefania, potrebbe, rivolgendosi ad un legale provare a capire come avviare le pratiche di sgombero dell'immobile e quindi in virtù dell'eccezionalità dell'evento se può entrare cambiando la serratura e facendo un inventario delle cose presenti da restituire agli eredi.

  • sera

    buonasera,
    sono da poco tornata in possesso di un appartamento che avevo locato dopo una procedura di sfratto. Avendo trovato dei beni mobili di modesto valore l'ufficiale giudiziario (dopo tutta la trafila dell'art. 609) mi ha autorizzato alla distruzione e/o smaltimento. Essendo presenti anche un p.c. portatile e due mobili che possono tornarmi utili vorrei chiedervi: sono costretta a distruggere tutto o posso tenere gli oggetti che non voglio buttare?
    grazie

  • Buongiorno, se sono stati destinati allo smaltimento può anche trattenerli.

  • Ketty

    Buonasera io ho firmato un contratto di affitto ad uso abitativo di natura transitoria, durata un anno. Premetto che questo tipo di contratto mi è stato richiesto dal proprietario pur essendo residente. Ho firmato il contratto dicendo che era tutto in regola. Ho verificato perdite ad un soffitto, la caldaia era già stata notificata nel libretto che si doveva cambiare la scheda, maniglie delle porte da sistemare una porta esterna del terrazzo che nn si chiude.... tutte cose che il proprietario mi ha detto che lo farà. Se nn bastasse in garage e pieno di tutti i suoi effetti personali abito da sposa , scarponi da sci, due lavatrici insomma tutta una serie di cose compresi scaffalature ove mi si dice che fa parte dell'appartamento . Mi chiedo, le mie cose dove le metto ?Visto che il garage già in buona parte e occupate da cose sue. Ho il diritto di chiedere di liberarmi il garage? Ho un contratto di affitto regolare con cauzione etc etc.. Sono obbligata? Come posso fare? Si può avvalere che quelle cose fanno parte dell'appartamento e io sono tenuta a tenermele? Grazie anticipatamente spero di avere una risposta immediata

  • Buongiorno Ketty se nel contratto è indicato anche il garage ora lei può pretendere che questo venga liberato o chiedere di ridurre il canone, considerando che non gode di tutto lo spazio indicato. Se non trovate un accordo può considerare questa situazione come un vizio per cui chiedere la risoluzione del contratto,.

  • Marta

    Salve , sobo proprietaria d un garage,al cui interno sono conservati materiali oggetti vari ecc tutto del mio ex compagno al quale chiedo di portare via , ma lui nn intende ragioni, dato che nn sono sposata,, volevo evitare le vie legali, ma nn vorrei incorrere in contenziosi giudiziari o di altra natura . Può aiutarmi a chiarire la mia situazione, grazie

  • Gentile Marta lo sgombero è un suo diritto quindi può indicare una data ultima per liberarlo, oltre che una quota per aver occupato tale spazio; oltre tale data può indicare che si libererà di tutto il contenuto.

  • Sonia Capelli

    Buongiorno, ho un problema con i miei cognati dopo che mia suocera é deceduta.Abitava nel mio appartamento e ora che lei è morta i figli vogliono la divisione dei beni mobili.Premesso che a mio marito non interessano affatto ed i fratelli sono in disaccordo sul come dividerli sono passati dodici mesi e ad oggi io non posso disporre liberamente dell'immobile.Lo vorrei affittare o mettere a rendita con un bed and breakfast posso smontare i mobili e lasciali in un locale?Mio marito ha ricevuto la lettera dell'avvocato che diceva che ci sarà una mediazione i tempi saranno lunghi?Grazie per la disponibilità

  • Gentile Sonia lei può intanto sgomberare l'immobile e mettere il mobilio in un deposito, addebitando agli eredi il costo del deposito.

  • Gaetano

    Salve,avendo preso due anni fa,in affitto senza contratto di locazione un piccolo appartamento per conservare delle attrezzatture da laboratorio(odontotecniche) quindi di un certo costo è valore, mi sono ritrovati a marzo 2016 ad avere un incidente stradale dove mi sono dovuto fermare di lavorare x circa 2 mesi . e comunque mi sono ritrovato ad nn pagare il mensile fino ad oggi. due giorni fa ho contattato il locatore per comunicare che dovevo pagare tutto l'arretrato lui mi dice che arbitrariamente ha sostituito la serratura e buttato via tutta la mia attrezzatura liberando l'appartamento perché ha venduto l.immobile (devo constatare se è vero ).a maggio io lo avevo contattato x pagare spiegando l' accaduto ma venni meno al mio impegno sempre x via dell incidente , ora mi ha fortemente danneggiato perché il valore dell attrezzatura si aggira circa 13/14.000 euri ora mi chiedo può avere questo comportamento cosa devo fare?aiutatemi x favore grazie anticipatamente

  • Gentile Gaetano se ci fosse stato un regolare contratto di lavoro ovviamente il proprietario non poteva certo comportarsi in questo modo; direi che in ogni caso che non è stato regolare il comportamento per cui si sono impossessati dei suoi beni.

  • Antonio

    Buongiorno,
    ho disdetto il canone di affitto dell'appartamento in cui ho vissuto per 4 anni. La proprietaria ha visionato diverse volte l'appartamento e ha deciso di scorporare la caparra dagli ultimi due mesi di locazione. Nell'appartamento avevo montato un climatizzatore a mie spese e la proprietaria aveva acconsentito a non procedere con lo smontaggio dello stesso promettendomi 250 in cambio. Attendevo il bonifico ma non ha più intenzione di farlo perché dice di aver riscontrato, una volta riconsegnato l'immobile, dei danni al mobilio e alla tinteggiatura dell'immobile, danni dovuti alla normale usura (in 4 anni le cose si consumano se una persona le utilizza). Come mosso procedere per richieder la restituzione del climatizzatore?

  • Gentile Antonio a questo punto può formalizzare la richiesta tramite raccomandata e allegando la sua fattura di acquisto che dimostri che si tratti di una sua spesa.

Carica Altri Commenti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Lo sfratto in 10 mosse.Lo sfratto in 10 mosse.
  Manuale facile per sfrattare un inquilino moroso. Ne siamo consapevoli, l’argomento sfratto non è mai tanto piacevole da...
Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.
La prima scelta per chi decide di aprire un'attività è quella di selezionare la location giusta e adatta. Il sogno di aprire nella "via...
Sfratto, un pericolo da scongiurare. I consigli da seguire.Sfratto, un pericolo da scongiurare. I consigli da seguire.
Come evitare una causa di sfratto! Lo sfratto, quello per morosità in particolare, rappresenta il peggior incubo per chi decide di concedere...
Professione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affittoProfessione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affitto
Il giusto mix di flessibilità e determinazione, pazienza e attenzione, organizzazione e atteggiamento positivo. Ecco cosa ti serve per vivere...
10 consigli per essere un proprietario di casa in affitto moderno e al passo con i tempi10 consigli per essere un proprietario di casa in affitto moderno e al passo con i tempi
Niente pregiudizi e inutili rigidità, scelte contrattuali e fiscali adeguate, cura dell’immobile, ma anche trasparenza e cordialità...