Cerca

Dubbi su uno sfratto per morosità: se l’inquilino non paga le spese condominiali?

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Febbraio 27, 2014
Visite: 16844

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Spesso quando l'inquilino smette di pagare il canone di locazione, a questa morosità si aggiunge quella del mancato versamento delle spese condominiali di sua competenza. Come comportarsi in questo caso? E se la morosità fosse legata alla solo inadempienza condominiale? Sarebbe possibile anche in questo caso parlare di morosità? E a livello fiscale come deve comportarsi il proprietario?

Gentile Esperto, in relazione all'articolo pubblicato il 25 aprile di quest'anno riguardante la tassazione sui canoni non ricevuti, vorrei chiedere se l'eventuale credito d'imposta riguardi anche le spese condominiali non pagate. Ho infatti un inquilino che paga regolarmente l'affitto, ma da un anno non paga le spese di condominio ed è moroso per circa 3.000,00 €. Ho mandato la raccomandata intimando il pagamento entro 60 gg. e so che se non paga posso iniziare la procedura di sfratto. Anticipo i tempi così so a cosa andrò incontro.
Cordiali saluti.
Fiorella

Gentile Fiorella
il mancato pagamento delle spese condominiali determina sicuramente lo stato di morosità.
Infatti, l'inquilino è moroso quando:

- non versa al proprietario anche una sola rata del canone di locazione, decorsi 20 giorni dalla scadenza pattuita;

- non versa le spese accessorie (comprese quelle condominiali) per una somma di denaro equivalente o superiore a 2 mensilità di canone.

È giusto che lei abbia inviato una raccomandata per sollecitare il pagamento e corretto anche l'indicazione di una data entro cui pretendere tale pagamento, poi dovrà, come già sa, rivolgersi ad un legale per procedere con l'INTIMAZIONE DI SFRATTO per morosità.

Dal punto di vista fiscale, della sua dichiarazione dei redditi, dovrà continuare ad indicare i canoni di locazione finché non sia intervenuta la risoluzione del contratto di locazione: "la mancata percezione del reddito locativo, a causa della morosità del conduttore, non ne impedisce l'assoggettamento alle imposte sui redditi fintanto che non sia intervenuta la risoluzione del contratto di locazione (fra tante, sentenze n. 22588 dell'11 dicembre 2012 e n. 651 del 18 gennaio 2012)". Imposte che poi, a conclusione del procedimento di sfratto, potranno essere recuperate.

Per quanto riguarda le somme relative alle spese condominiali, non contribuendo a fare reddito da locazione, non è previsto neanche un credito d'imposta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Sfratto per morosità: il deposito cauzionale va comunque restituito all’inquilino?
Morosità nel pagamento dell’affitto, in aumento i proprietari coinvolti. Ma non tutti chiedono lo sfratto

 

 

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • vincenzo

    salve
    il mio ex inquilino ha lasciato l'appartamento a 03/15 a fino al quel momento aveva pagato tutto quello che c'era da pagare (affitto e spese condominiali). dopo un mese c'è stata l'assemblea condominiale per il spese del 2015 e risultava che quanto versato nel 2014 non hanno coperto del tutto le spese e quindi il mio ex inquilino dovrebbe pagare circa altri € 400 che naturalmente, adesso, dopo quasi un anno non ne vuole più sapere.
    il canone mensile dell'affitto era di € 475
    l'amministratore condominiale dice di aver fatto delle raccomandate/lettere prioritarie ma l'inquilino dice di non averle mai ricevute.
    vorrei rivolgermi ad un avvocato altrimenti dovrei sborsare io la somma in quanto proprietario dell'immobile ma molti mi dicono di lasciar perdere in quanto la strada è molto lunga e non i garantirebbe il recupero della somma.

    cordiali saluti

  • Buongiorno Vincenzo, diciamo che nei confronti del condominio lei è responsabile di questo pagamento, ma di fatto se le spese competono all'inquilino è giusto che provi con un legale a recuperare tale somma, magari iniziando da un decreto ingiuntivo.

  • Rossana

    Gentile esperto, vorrei sapere, si può agire in qualche modo contro un'inquilino puntuale con il canone e le spese di condominio, ma che si rifiuta di pagare solo il conguaglio delle spese condominiali di 40€, certamente inferiori a due mensilità (760€)?

  • Gentile Rossana potrebbe agire non per morosità, ma considerando tale rifiuto come una grave inadempienza.

  • monica

    Buona sera. Mi chiamo Monica, da due anni vivo in un appartamento dove pagato un affitto, registrato regolarmente, di 420,00 e lo pago puntualmente tutti i mesi. Il mio problema e il condominio. Tutto e iniziato a Febbrsio di questo'anno (2015) quando la segretaria dell'amministratore ( lui lo visto solo una volta) e venuta a prendersi le mensilità di novembre e dicembre 2014, il conquaglo 2014 di 420,00 e i due mesi di inizio anno 2015 per un totale di 700,00€. Quando ho chiesto spiegazioni il perché di tanti soldi mi sono sentita rispondere che mi era stato aumentato il canone condominiale da 35€ a 68€ per coprire le spese di tutto l'anno. Per farla breve non avendo i soldi richiesti no go potuto pagare. Ora a fine anno mi ritrovo a dovergli circa 1068,00€. Ho chiesto una rateazione di 50€ al mese perché e il massimo che posso dare e mi e stata rifiutata perché loro vogliono minimo 100€ al mese. Alla fine mi hanno mandato la lettera dando mi 10 giorni di tempo per pagare o sarebbero andati dalla mia proprietaria e l'hanno fatto. Lei mi ha mandato una lettera dando mi 5 giorni di tempo per pagare. La mia domanda e questa. Adesso io i miei due figli minorenni e la mia mamma anziana che fine facciamo? Io non ho soldi sono disabile prendo la pensione minima di 290,00€. Mia madre prende la pensione sociale di 638,00€.. Cosa posso fare per favore un consiglio!!!

  • Gentile Monica credo in realtà che considerando la sua situazione e la sincerità che avrà avuto nei confronti del proprietario, per loro potrebbe essere meglio accettare la sua offerta di 50 euro al mese; dovrebbero in alternativa avviare una causa di sfratto per morosità e i tempi sarebbero molto lunghi considerando la sua situazione.

  • Tino

    buongiorno,
    nel nostro condominio abbiamo due inquilini che non hanno mai pagato le spese condominiali.
    la coperativa proprietaria dice che non ha nessuna responsabilita' e chiede a noi di anticipare i soldi per i morosi.
    noi non riusciamo piu' e ci hanno tagliato la luce delle parti comuni e sicuramente tra poco leveranno anche l'acqua.
    che cosa possiamo fare?
    l'amministratore non ha mai fatto nessun sollecito in quanto d'accordo con la presidenza della coperativa.
    se ci levano le utenze possiamo agire contro la coperativa?
    oppre.. chi deve pagare al posto dei morosi?
    la ringrazio

  • Gentile Tino in realtà le spese sono a carico della proprietà e quindi potete agire nei confronti della società.

  • MATTEO

    . Salve , gentile esperto ! Mi è arrivata una citazione di sfratto per morosità e devo presentarmi il 10 di febbraio al tribunale .Prima di questa citazione avevo già comunicato con i padroni per una valutazione dei lavori da me effettuati che sarebbero stati scalati dai canoni d'affitto , lavori straordinari c a causa delle disastrose condizioni .Stavando in causa per aggiudicarsi la proprietà per ben 5 anni e nessuno dei due proprietari contestanti la proprità ne voleva sapere di fare qualcosa .Costretto avendo un figlio allergico con difficoltà respiratorie mi sono dovuta fare incarico delle spese dei lavori . I proprietari non si sono visti ,tranne una volta con il loro avvocato e mi avevano detto che si rendevano conto dei lavori fatti e di quelli che si dovevano ancora fare li ho anche chiesto il contratto d'affitto ( richiesta fata più volte ) visto che ho ancora quello vecchio del primo proprietario che è morto 10 anni fa. A maggio mi arriva una raccomandata nella quale loro chiedevano tutti i mesi arretrati . Rispondo al loro avvocato via E-Mail di rivedere i calcoli che erano sbagliati e di tenersi alla promessa da loro fatto per quanto riguarda i lavori da me effettuati , e per il momento cominciavo a pagare l'affitto da maggio cioè da quanto mi è arrivata la raccomandata.possono farmi questo anche se non ho un cont.a nome loro?GRZ

  • Gentile Matteo, il passaggio del contratto potrebbe essere stato gestito direttamente dal notaio, poiché la successione implica il passaggio direttamente ai nuovi proprietari. Inoltre, per quanto lei ha diritto al risarcimento dei lavori se le sono stati riconosciuti come necessari, non può sospendere il pagamento del canone. Quindi ora le conviene presentarsi all'udienza, farsi accordare un termine di grazia e magari trovare anche un accordo per il riconoscimento delle spese sostenute.

  • MATTEO

    Grazie per la vostra risposta , ma devo rappresentarmi con un avvocato , o non cambia niente , invece per quanto riguarda al contratto ,perchè io non ho una coppia visto che lo chiesto parecchie volte perchè mi serviva per la cittadinanza e altre agevolazioni economiche e a causa di tale mancanza devo pagare un sacco di soldi per il rinnovo dei documenti di permesso (che non dovevo più fare se avessi quel contratto ) ,e non godo delle agevolazioni .tutto questo non mi sembra giusto , e tutte le spese che ho sostenute per i lavori con il permesso dell'altro padrone che ora no ce mi vanno perse ? Grazie per la vostra pazienza e risposta ! Cordiali saluti !!

  • Senza regolare contratto non sarebbe possibile procedere con la causa di sfratto. In ogni caso affidandosi ad un avvocato faccia presente le sue ragioni.

  • SILVA

    Salve, ho un appartamento dato in comadato gratuito a mio figlia, adesso da 1 anno ne lei ne la sua famiglia mi rivolge più la parola, ed anche se ho avuto seri problemi di salute, non si e fatta vedere. Così gli ho messo un legale per avviare la procedura di sfratto, ma davanti al mediatore non si e fatta viva.Inoltre non paga le spese condominiali da tempo e nenache il consumo d'acqua, che comunque ho affrontato sempre io il pagamento ma adesso per insufficenza economica non rieco a pagare. Cosa posso fare? Grazie e buone feste

  • Gentile Silvia, ha già avviato la procedura giusta, dovrà passare per vie legali per riottenere il suo immobile e provare a recuperare anche il debito.

  • Pasquale Circelli

    Gentile esperto, il conduttore dell'appartamento da me affittato da 8 mesi non paga più il condominio. Inoltre, da 4 mensilità, non mi corrisponde il canone di locazione. Io ho ricevuto in anticipo, a titolo di garanzia 2 mensilità, che sono certo di trattenere ma, in ogni caso, mi troverò a non riscuotere le 2 rimanenti. In anticipo ringrazio per i consigli che Lei vorrà darmi! Saluti.

  • Gentile pasquale, l'unica procedura in questo caso è quella di sfratto per morosità con cui provare a recuperare le somme e liberare l'immobile; per questo deve rivolgersi ad un legale.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Lo sfratto in 10 mosse.Lo sfratto in 10 mosse.
  Manuale facile per sfrattare un inquilino moroso. Ne siamo consapevoli, l’argomento sfratto non è mai tanto piacevole da...
Sfratto, un pericolo da scongiurare. I consigli da seguire.Sfratto, un pericolo da scongiurare. I consigli da seguire.
Come evitare una causa di sfratto! Lo sfratto, quello per morosità in particolare, rappresenta il peggior incubo per chi decide di concedere...
Sfratti, in calo nel 2015 i provvedimenti emessi. Ma resta grave il fenomeno della morosità in ItaliaSfratti, in calo nel 2015 i provvedimenti emessi. Ma resta grave il fenomeno della morosità in Italia
Inatteso il dato diffuso dal Ministero dell’Interno riguardo agli sfratti emessi nel 2015. Dopo anni di continua crescita, la riduzione è...
Morosità nel pagamento dell’affitto, in aumento i proprietari coinvolti. Ma non tutti chiedono lo sfrattoMorosità nel pagamento dell’affitto, in aumento i proprietari coinvolti. Ma non tutti chiedono lo sfratto
Una difficoltà tipica per chi abbia subito la perdita del posto di lavoro è quella legata al pagamento delle spese per la casa. Il...
Esproprio contro sfratto! La guerra lenta.Esproprio contro sfratto! La guerra lenta.
Se un proprietario è meno tutelato di un futuro proprietario: quando espropriare diventa più breve/facile che sfrattare! Sta facendo...