Cerca

La pulizia della caldaia grava sull'inquilino

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Settembre 12, 2013
Visite: 37287

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Settembre, andiamo. È tempo di migrare. .. forse! Sicuramente è tempo di ricominciare! Lavoro, scuola, palestra e casa! Tra le prime cose da fare c'è quella di prendere appuntamento per far pulire la caldaia. Ma chi paga? Il proprietario o l'inquilino?

L'anno scorso, dal primo novembre, ho dato in affitto, con regolare contratto 4 + 4, un appartamento con impianto di riscaldamento autonomo con caldaia murale esterna, dotata di regolare dichiarazione di conformità e libretto di impianto indicante le regolari manutenzioni annualmente fatte prima della accensione invernale (normalmente effettuate a settembre). Ho avvisato ora l'inquilino che nei prossimi giorni dovrà provvedere alla pulizia della caldaia e gli avevo offerto di contattare la ditta di manutenzione che utilizzo da sempre, ma che avrebbe dovuto pagare lui. Dopo due giorni mi ha detto che non ha alcuna intenzione di pagare il canone annuo relativo alla pulizia, facendo riferimento ad una sentenza della Corte di Cassazione. Ha ragione?
Salvatore

Gentile Salvatore,
non sappiamo bene a quale sentenza faccia riferimento il suo inquilino; probabilmente cita la sentenza della Cassazione 6 luglio 2006, numero 32298, secondo la quale il proprietario è tenuto a consegnare l'immobile in buono stato manutentivo, con gli impianti a norma e funzionanti. Cosa che lei ha fatto. Tale sentenza non esclude che, sul piano contrattuale e salvo patto contrario, la manutenzione ordinaria della caldaia sia a carico dell'inquilino. In questo senso, la Tabella allegata al Decreto Ministeriale delle Infrastrutture e dei Trasporti, 30 dicembre 2002, dettata per le locazioni regolamentate (contratti a canone concordato) di cui all'articolo 2 comma 3, legge 431/98, ma applicabile anche alle locazioni libere, precisa che l'installazione, la sostituzione e l'adeguamento dell'impianto termico competono al proprietario, mentre la manutenzione ordinaria e la pulizia annuale competono all'inquilino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Un'ordinaria manutenzione straordinaria
Obbligo di installazione delle valvole termostatiche: chi paga se l'appartamento è in affitto?

 

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • nello

    se il libretto di impianto è aggiornato al 2012 e non si trova il successivo aggiornamento manutentivo , io subentrato nel maggio 2017 come inqulino devo fare la manutenzione ordianaria per il prossimo anno o pretendere che mi si consegni la caldaia in efficienza,anche normativa, all'atto del subentro ? il propietario sostiene che non trova la manutenzione precedente e che è in ogni caso a carico mio . chi ha ragione ? Grazie

  • Gentile Nello, a suo carico è la manutenzione ordinaria annuale; quindi se il tecnico dovesse evidenziare difetti o guasti dovuti alla mancanza di precedenti pulizie allora potrebbe chiedere l'intervento del proprietario.

  • paola

    buonasera. il mio inquilino lascia l'appartamento dopo 7 mesi. sul contratto c'è scritto che deve riconsegnare la caldaia revisionata. può rifiutasi di farlo dicendo che la revisione si fa ogni 12 mesi?
    grazie

  • Buongiorno Paola, in effetti la revisione non gli compete del tutto, potrebbe pagare proporzionalmente al periodo usufruito.

  • Carmen

    Salve per un contratto di 3+2 con caldaia pulita in novembre ho dovuto fare disdetta dopo 5 mesi per motivi familiari devo pagare la pulizia periodica della caldaia come a preteso la proprietaria

  • Gentile Carmen, considerando quanto riportato dovrebbe risarcire la pulizia per la sua "quota" di occupazione; ovvero se costasse 200 euro per 24 mesi lei dovrebbe pagarne circa il 20% (40 euro).

  • Carmen

    Salve ho preso in affitto un immobile con contratto 3+2 purtroppo per motivi familiari ho dovuto lasciare l'immobile dopo soli cinque mesi la manutenzione della caldaia è stata effettuata in Novembre io sono entrata metà Gennaio e ho liberato la casa in luglio la probietaria ha preteso 90 euro per la pulizia della caldaia e vero che l'inquilino deve l'obbligo di a fine contratto di consegnare la caldaia pulita cin i controlli periodici ma è assurdo dopo soli 5 mesi che dopo tutto il controllo va fatto ogni due anni è nel giusto la proprietaria?

  • giorgio

    Sono entrato in affitto il primo luglio 2017, la pulizia della caldaia è stata fatta a maggio 2017 dal proprietario, a chi spetta la spesa della pulizia (il proprietario mi ha chiesto il pagamento dell pulizia) ma quando si affitta il locale la caldaia non dovrebbe essere già in ordine ?

  • Gentile Giorgio, se non le era stato specificato prima e lei ha firmato che l'immobile era in buono stato, è corretto ora rifiutarsi di pagarla; dovrà pagare ovviamente la prossima pulizia.

  • Laura Gigliotti

    Buongiorno,
    ho lo stesso identico problema...Ex Inquilino, dato appartamento in perfetto stato e con pulizia caldaia effettuato da me. Ora l'inquilino ha appena lasciato l'immobile, entrerà un altro e deve essere fatta la pulizia della caldaia a settembre. E' l'inquilino precedente che doveva effettuare la pulizia visto che io l'avevo lasciata già in perfetto ordine? Inoltre trovata anche non pulita. Posso rivalermi?

    Attendo vostra risposta in merito

    Grazie

    Laura

  • Buongiorno Laura, può rivalersi sull'ex inquilino, trattenendo dal deposito (se versato) le spese per la pulizia della caldaia, ma anche quelle per la pulizia della casa stessa.

  • Raf

    Salve,
    Mi hanno consegnato le chiavi di un piccolo appartamento il primo maggio, la revisione della caldaia è prevista a giugno. Devo provvedere io all' intero importo o posso chiedere al proprietario di contribuire.
    Grazie

  • Buongiorno Raf, di solito quando si prende in affitto l'immobile tali aspetti vanno considerati; in generale la spesa compete all'inquilino; se non le è stato specificato niente può chiederla al proprietario; che a sua volta potrebbe rifarsi sull'inquilino uscente

  • Gheorghe Mihai Rotaru

    Salve.
    In 2015 marzo ho fatto,, Pulizia caldaia,controllo con precarca vaso espansione,analisi di combustione" tutto ok dalla parte del tecnico.Ma mi sono lamentato che fa poca acqua calda ché a volte non risci finire docia.
    Alora lui cominciato provare e ha capito ché e piena di calcare che e da fare un lavaggio bollitore con acido,la fatto ma non cambiato tanto. In questo caso ha smontato flangia del bollitore,da dov'è uscito un sacco di calcare.Dopo sostituito anche la flangia del bollitore.
    La mia domanda è.Lavaggio con acido e sostituzione della flangia del bollitore ché tipo di manutenzione e ordinaria o straordinaria,e chi deve pagare propietario/locatore o inquilino/conduttore.
    Grazie

  • Buongiorno Gheorghe, la sostituzione di un elemento è considerata una spesa straordinaria, quindi di competenza della proprietà; il lavaggio potrebbe essere considerata ordinaria, ma in questo caso sarebbe dovuta ad una negligenza non sua, ma di precedenti pulizie non eseguite.

  • Andrea

    Salve, volevo sapere se nel caso in cui l'inquilino dovesse lasciare l'appartamento in cui si trova in affitto, deve pagare lo stesso la revisione della caldaia anche se poi non usuifrirà della suddetta ? Grazie in anticipo, cordiali saluti. Andrea

  • Gentile Andrea, l'immobile va restituito nelle condizioni in cui le era stato dato; quindi se ai tempi la pulizia era inclusa allora ora dovrebbe provvedere.

  • Stefania

    Gent. le Isabella , l'inquilino del mio immobile è deceduto circa tre anni fa e la moglie e il figlio , dopo qualche mese, hanno lasciato l'appartamento senza restituirci il libretto della caldaia, che di conseguenza risulta introvabile. quest'anno ho affittato nuovamente l'immobile ma il problema è che non riesco a risalire al tecnico di fiducia dei precedenti inquilini. Immagino si possa fare un nuovo libretto che tuttavia non potrà attestare le eventuali verifiche della caldaia precedenti. come posso quindi cautelarmi in questa situazione causata solo dall'irresponsabilità e dalla intenzionale negligenza degli ex inquilini?

  • Gentile Stefania, il nuovo libretto in ogni caso riporterà lo stato attuale della caldaia e i nuovi obblighi, quindi non dovrebbero contestarle o richiederle poi documentazioni precedenti.

  • doneganagabriella

    Gentile Isabella, spesso le caldaie date agli inquilini non vengono poi verificate annualmente, come potrei fare per obbligarli a farlo, quindi ricevendo da loro la certezza della loro verifica annuale?
    Anche perche' continuare oppure spesso un non controllo annuale la caldaia va a pezzi, quindi
    dopo tocca a me fare spese importanti sulla caldaia, oppure sostituirla? Devo dire che sui contratti da me fatti non si parla specificatamente della caldaia, come invece sarebbe stato evidenziare, purtroppo!!!! Gabriella Donegana

Carica Altri Commenti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Manutenzione ordinaria è (anche) aprire le finestreManutenzione ordinaria è (anche) aprire le finestre
Tu che sei un bravo inquilino sai bene che la manutenzione ordinaria è compito tuo. Quello che forse non sai è cosa vuol dire...
Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.
La prima scelta per chi decide di aprire un'attività è quella di selezionare la location giusta e adatta. Il sogno di aprire nella "via...
Professione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affittoProfessione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affitto
Il giusto mix di flessibilità e determinazione, pazienza e attenzione, organizzazione e atteggiamento positivo. Ecco cosa ti serve per vivere...
Caro inquilino, la tua casa è come un calzinoCaro inquilino, la tua casa è come un calzino
Ti è mai successo di ritrovarti con un calzino bucato? Dai, niente imbarazzi, capita a chiunque. Di solito proprio quando vai a comprare...
E' primavera. Come seminare e coltivare un buon inquilinoE' primavera. Come seminare e coltivare un buon inquilino
Eh già, da un certo punto di vista affittare casa è come fare giardinaggio. Se scegli i semi giusti, li pianti e li annaffi con cura...