Cerca

La pulizia della caldaia grava sull'inquilino

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Settembre 12, 2013
Visite: 33322

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Settembre, andiamo. È tempo di migrare. .. forse! Sicuramente è tempo di ricominciare! Lavoro, scuola, palestra e casa! Tra le prime cose da fare c'è quella di prendere appuntamento per far pulire la caldaia. Ma chi paga? Il proprietario o l'inquilino?

L'anno scorso, dal primo novembre, ho dato in affitto, con regolare contratto 4 + 4, un appartamento con impianto di riscaldamento autonomo con caldaia murale esterna, dotata di regolare dichiarazione di conformità e libretto di impianto indicante le regolari manutenzioni annualmente fatte prima della accensione invernale (normalmente effettuate a settembre). Ho avvisato ora l'inquilino che nei prossimi giorni dovrà provvedere alla pulizia della caldaia e gli avevo offerto di contattare la ditta di manutenzione che utilizzo da sempre, ma che avrebbe dovuto pagare lui. Dopo due giorni mi ha detto che non ha alcuna intenzione di pagare il canone annuo relativo alla pulizia, facendo riferimento ad una sentenza della Corte di Cassazione. Ha ragione?
Salvatore

Gentile Salvatore,
non sappiamo bene a quale sentenza faccia riferimento il suo inquilino; probabilmente cita la sentenza della Cassazione 6 luglio 2006, numero 32298, secondo la quale il proprietario è tenuto a consegnare l'immobile in buono stato manutentivo, con gli impianti a norma e funzionanti. Cosa che lei ha fatto. Tale sentenza non esclude che, sul piano contrattuale e salvo patto contrario, la manutenzione ordinaria della caldaia sia a carico dell'inquilino. In questo senso, la Tabella allegata al Decreto Ministeriale delle Infrastrutture e dei Trasporti, 30 dicembre 2002, dettata per le locazioni regolamentate (contratti a canone concordato) di cui all'articolo 2 comma 3, legge 431/98, ma applicabile anche alle locazioni libere, precisa che l'installazione, la sostituzione e l'adeguamento dell'impianto termico competono al proprietario, mentre la manutenzione ordinaria e la pulizia annuale competono all'inquilino.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Un'ordinaria manutenzione straordinaria
Obbligo di installazione delle valvole termostatiche: chi paga se l'appartamento è in affitto?

 

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • alda

    salve io abito in affitto dal 2012 e o fatto x3 anni i controlli con pulizia e prova fumi la mia domanda e devo fare trasloco e lultima pulizia lo fatta nel 2014 sono obbligata a farla prima che vado via?

  • Gentile Alda di solito l'immobile va restituito in buono stato, quindi con la pulizia eseguita; il proprietario potrebbe in alternativa trattenere la somma dal deposito.

  • Stash

    Buonasera,
    ho un appartamento con impianto di riscaldamento autonomo ereditato da poco ed occupato da più di 10 anni dalle stesse persone.
    Quest'anno le persone che lo occupano se ne vanno via e dovrebbero restituirmi il nuovo libretto di manutenzione dell'impianto di riscaldamento (redatto nel 2014 o nel 2015 secondo le disposizioni regionali) allegando naturalmente tutte le certificazioni dei controlli effettuati negli anni in cui hanno vissuto nell'appartamento (il vecchio libretto di impianto).
    Se al momento della restituzione del suddetto libretto di manutenzione dell'impianto e delle precedenti certificazioni dei controlli periodici effettuati nell'arco dei 10 anni di affitto mancassero alcuni documenti che attestano i controlli (perché magari gli affittuari si sono "dimenticati" di farli questi controlli ) come mi devo comportare? In che modo posso rivalermi sulla eventuale negligenza degli inquilini nei controlli periodici?
    E se tra un paio di anni gli ispettori regionali fanno un controllo del mio impianto di riscaldamento e viene fuori qualche anomalia nelle certificazioni posso rivalermi su questi vecchi affittuari anche se non abitano più nel mio appartamento?

    Grazie per le risposte

  • Gentile difficile rispondere a questo scenario, di fatto è meglio procedere con le verifiche periodiche, quindi accertarsi di anno in anno o per il periodo di obbligo previsto che la manutenzione venga regolarmente effettuata, pena la possibilità di detrarre tale somma da eventuale deposito versato.

  • Chiara

    Buonasera, ho condotto in locazione da settembre 2014 a settembre 2016 un appartamento in provincia di bergamo. Lo scorso settembre ho rilasciato l'appartamento ma il proprietario non vuole restituirmi per intero il deposito cauzionale poichè afferma che sono tenuto a pagare la manutenzione della caldaia per questo inverno poichè quando ho preso in locazione l'appartamento aveva provveduto lui a fare la prima manutenzione. Ha ragione? Grazie

  • Gentile Chiara l'immobile va restituito nelle stesse condizioni in cui l'ha trovato, quindi in effetti se ai tempi la pulizia era stata già eseguita ora dovrebbe pagarla lei.

  • Andrea

    Salve. Sono in affitto da maggio del 2015 in un appartamento che fino al mio arrivo era rimasto chiuso da 4 anni circa. Pochi giorni fa mi è arrivata la lettera che dice che bisogna fare il controllo dei fumi. Ora, dato che penso non sia stato fatto negli ultimi anni a chi spetta pagare il controllo? A me o al padrone di casa? Grazie mille

  • Buongiorno Andrea, il controllo spetterebbe a lei; se dal mancato controllo degli anni in cui non era sua la responsabilità dovesse derivare un danno allora dovrebbe intervenire il proprietario.

  • Andrea

    Grazie mille per la risposta. Volevo inoltre sapere se vale anche nel caso in cui la campagna si riferisca all anno 2013 2014. Perche sulla lettera che mi è arrivata c è scritto cosi. Quindi dato che io non abitavo li in quegli anni spetta comunque a me pagare il controllo dei fumi? Grazie ancora

  • DOMENICO

    UNA SETTIMANA FA HO AFFITTATO UNA APPARTAMENTO E LA PROPRIETARIA MI HA MANDATO IL TECNICO PER LA REVISONE ANNUALE DELLA CALDAIA A CHI SPATTA PAGARE IL COMPENSO VISTO CHI IO NON HO ANCORA GODUTO DEL RISCALDAMENTO, IL'IMPIANTO NON DEVE ESSERE A NORMA PRIMA DI AFFITTARE
    GRAZIE

  • Gentile Domenico, in effetti l'immobile le andava consegnato in buono stato e quindi con la pulizia effettuata; ora può far presente al proprietario di intervenire direttamente o al limite di scalare questa prima pulizia dall'ultima che potrebbe gravare su di lei quando lascerà l'immobile.

  • maura

    Buongiorno,

    Avrei due questioni da sottorvi:
    La prima riguarda il controllo annuale della caldaia, quest'anno ho ereditato dopo la morte di mio padre una casa che era già affittata, come secobda casa , ad una famiglia. Ho mantenuto il contratto rinnovandolo essendo cambiato il proprietario ed il rinnovo è per 18 mesi perchè poi vorrei metterla in vendita. Per la prima volta si è posto il problema della caldaia che è nuova e che non era mai stata revisonata prima. Per la prima volta ho pensato che fosse un mio obbligo fare la revisone ed i controlli dei fumi più il cambio di una valvola, il libretto è stato fatto a mio nome. Ora vorrei sapere, per il prossimo anno l'inquilino si deve occupare della manutenzione della caldaia e deve anche far cambiare il nome sul libretto?

    Altra questione molto importatnte, il comune dove sorge la casa mi ha detto che parte della tassazione IMU, il 30%, spetta all'inquilino. Sapreste dirmi il decreto legge a cui mi dovrei appellare per avre questo 30% perchè il mio inquilino non credo che voglia assolutamente pagare questa parte di IMU.


    Grazie mille del vostro aiuto

    Maura

  • Gentile Maura rispetto alla caldaia l'inquilino deve occuparsi dell pulizia, quindi della manutenzione ordinaria; mentre rispetto all'imu questa compete a lei per intero; al più l'inquilino dovrebbe pagare la tasi, il riferimento è al regolamento comunale in materia.

  • ANTONIO

    sono in affitto da agosto del 2015,la proprietaria a fatto fare la manutenzione alla caldaia, i primi di novembre 2016 lascio l'appartamento, spetta a me fare la pulizia della caldaia?GRAZIE

  • Isabella Tulipano

    Salve Antonio,
    se quando cadrà la manutenzione annuale lei sarà il conduttore (non importa per quanti mesi ancora), allora la spesa sarà a suo carico. In caso contrario non le spetterà.

  • Cat

    Ciao . Siamo due ragazze e abbiamo la casa con il nostro proprietario . L'abbiamo presa dal febbraio 2016 fino al luglio 2016 . Dobbiamo pagare le manutenzioni per i mesi che siamo state a casa ?!

  • Gentili, di solito per questa tipologia di contratto le spese vengono richieste a forfait; provate a chiedere dettagli al proprietario.

  • Alessandro

    Buongiorno,
    ho affittato un appartamento dal novembre 2015 ... Oggi mi viene richiesto, dal proprietario, il controllo caldaia obbligatorio. La spesa spetta a me anche se era scaduta a luglio 2015? non avrebbe dovuta farla lui ?
    Grazie!

  • Gentile Alessandro diciamo che oggi il controllo grava su di lei, eventualmente quando lascerà l'immobile farà presente di aver ricevuto lo stesso senza caldaia, in modo da poterlo lasciare nello stesso stato in cui l'è stato consegnato.

  • Alessandro

    Grazie per la risposta.

Carica Altri Commenti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.
La prima scelta per chi decide di aprire un'attività è quella di selezionare la location giusta e adatta. Il sogno di aprire nella "via...
Professione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affittoProfessione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affitto
Il giusto mix di flessibilità e determinazione, pazienza e attenzione, organizzazione e atteggiamento positivo. Ecco cosa ti serve per vivere...
Caro inquilino, la tua casa è come un calzinoCaro inquilino, la tua casa è come un calzino
Ti è mai successo di ritrovarti con un calzino bucato? Dai, niente imbarazzi, capita a chiunque. Di solito proprio quando vai a comprare...
E' primavera. Come seminare e coltivare un buon inquilinoE' primavera. Come seminare e coltivare un buon inquilino
Eh già, da un certo punto di vista affittare casa è come fare giardinaggio. Se scegli i semi giusti, li pianti e li annaffi con cura...
Canoni in risalita nel 2015, è la richiesta delle famiglie a spingere gli immobili più spaziosiCanoni in risalita nel 2015, è la richiesta delle famiglie a spingere gli immobili più spaziosi
Rimbalzo verso l’alto, dopo anni di calo costante, oppure ripartenza della crescita? L’interrogativo è legittimo, visto il +1,7%...