Cerca

La tassa sui rifiuti va pagata dall'inquilino

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Febbraio 28, 2013
Visite: 134660

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Su chi grava la tassa sui rifiuti? Sul proprietario dell'immobile o direttamente sugli inquilini che lo abitano? Insomma, la tanto discussa nuova Tares è un'imposta sul patrimonio o sull'utilizzo? Chiediamo consulenza al nostro esperto!

 

 

Sono proprietaria di un appartamento che ho dato in affitto a 4 studenti universitari. La tassa per i rifiuti urbani deve essere pagata da me oppure dagli studenti - inquilini, anche se questi non sono residenti anagraficamente nel Comune che ha emesso la cartella esattoriale?
Ludovica

 

Gentile Ludovica,
siamo lieti di rassicurarla sul fatto che a tassa sui rifiuti solidi urbani (la nuova Tares, insomma, l'ex Tarsu) grava su "coloro che occupano o detengono i locali, con vincolo di solidarietà tra coloro che usano in comune i locali stessi" (art. 63, Dlgs 15 novembre 1993, n. 507).
Sulla base di questa disposizione, pertanto, la tassa è a carico degli studenti in quanto occupanti l'immobile, anche se non risiedono anagraficamente nel Comune dove si trova l'immobile.

Inoltre, poiché i soggetti passivi di tale tributo sono gli occupanti o detentori dell'immobile e solo loro, gli obblighi previsti dalla legge, compresi quelli di dichiarazione e di pagamento gravano esclusivamente su costoro; tanto da eliminare ogni obbligo e responsabilità a suo carico per le inadempienze commesse dagli inquilini.

 POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Imu, Tasi, Tari: i calcoli, le scadenze e le novità per il 2016.
Tari, come e quando pagare la tassa sui rifiuti?

Per qualsiasi quesito sull'affitto, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
L'esperto di Solo Affitti" risponde ai tuoi quesiti su contratti di locazione, adempimenti fiscali e aspetti giuridici.

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Ekaterina

    Salve,
    Vorrei chiedere riguardo la tassa dei rifiuti.
    Sono la propietaria di un piccolo appartamento a Firenze (tot di 30metri quadri) che si trova in centro. Gli do in affitto ad un signore che non sia residente al mio appartamento, invece sia residente ad un altro posto, deve pagare lui la tassa dei rifiuti? Come deve procedere, fare una dichiarazione che è domiciliato li? In che ufficio deve ricaricare?
    Ho visto simili domande sul vostro sito, e sono curiosa, perché la mia agente immobiliare mi ha detto se la persona non ha la residenza in posto che sta affittando, il proprietario del appartamento sia rispondabile a pagare la tassa di rifiuti.
    Aspetto una vostra risposta, intanto Vi porgo Cordiali Saluti.

    Ekaterina

  • Gentile, per contratti di durata superiore a sei mesi solitamente è chi occupa l'immobile, residente o non, a dover fare denuncia di occupazione e quindi pagare l'imposta. Per la durata minima provi a verificare il regolamento comunale in materia.

  • Andrea

    Salve,
    volevo porre la seguente domanda : ho preso in affitto un appartamento con regolare contratto 3+2, ma ho la residenza in un comune diverso da dove sono appunto in affitto pertanto mi chiedevo se questo mi comportera' delle spese maggiorI sulla tassa della spazzatura e sulle varie utenze.inoltre devo comunicare al comune dove sono in affitto il mio domicilio? Se si, come fare?
    Graziers.

  • Gentile Andrea, come lei dice pagherà di più sulle utenze; se ha necessità di indicare il domicilio in comune deve sempre rivolgersi all'ufficio anagrafe.

  • anna maria

    Buongiorno,
    la rigrazio anticipatamente per la sua disponibilità e le espongo il quesito.
    Io abito a Napoli e mio figlio si è trasferito un anno fa a Milano assunto come ingegnere. E in un appartamento con altri due ragazzi i quali no hanno esigenza di effettuare la residenza a Milano in quanto vengono da città vicine (con regolare contratto di affitto di una stanza)
    Mio figlio ha chiesto al proprietario il permesso di effettuare la residenza e lo stesso ha acconsentito. Ora se lui risiederà a Milano la tassa dei rifiuti arriverà a nome suo, ma sono per la sua competenza o per tutto l'appartamento. Cosa deve fare lui per essere a posto? grazie e cordiali saluti
    Grazie

  • Gentile Anna Maria nel momento di denuncia di occupazione ai fini dell'imposta sui rifiuti è bene chiarire i mq usati in esclusiva; se gli altri ragazzi hanno un contratto di durata superiore a sei mesi devono comunque contribuire al pagamento dell'imposta e fare denuncia di occupazione.

  • anna maria

    grazie, gentilissima. Ho inviato la risposta a mio figlio con il link in modo di aiutarlo se volesse conoscere altre notizie.
    e' da poco lì e quindi cerco, tramite voi, di aiutarlo alla risoluzione di problematiche a noi e lui sconosciute. Grazie del prezioso servizio da Lei offerto.
    Buon lavoro

  • alessandro

    salve solo 1.domanda.la mia inquilina DICE CHE LA TASSA PER I RIFIUTI NON GLI.E MAI ARRIVATA.DA 4 ANNI.HO .,l.affitto registrato.regolarmente.pago.le.tasse.che mi .spettano pagare.(io.proprietario.dell immobile ,in,questione non,ho.fatto mai residenza)il.garante dell .affitto 4per4.e.il.padre.come.andra a.finire.chi .paghera.grazie.manzo alessandro

  • Gentile Alessandro, l'inquilino deve aver presentato regolare denuncia di occupazione per poter ricevere il bollettino; la tassa in ogni caso grava sull'inquilino e quindi è questi che ora deve rivolersi all'ufficio tributi di competenza per sanare la cosa.

  • Elisa

    Buongiorno,
    ho acquistato un appartamento in data 15 ottobre 2016 e l'ho dato in locazione in data 1 novembre 2016 ad un inquilino che non ha la residenza nell'alloggio locato.So che l'inquilino è tenuto al pagamento della TARI ma le chiedo se la dichiarazione di subentro rispetto al precedente intestatario va fatta da me a dall'inquilino stesso. In questo caso nel modello preposto a tale scopo va indicata la dicitura NUOVA ISCRIZIONE o VARIAZIONE? La ringrazio anticipatamente
    Elisa Amelotti

  • Buongiorno Elisa, la dichiarazione va fatta dall'inquilino che ha preso in affitto l'immobile; per la dicitura esatta è meglio confrontarsi con l'ufficio di competenza.

  • CRISTINA

    Buongiorno, sono proprietaria dei muri di un negozio che ho dato in affitto. l'inquilino paga la tassa rifiuti e ha i suoi bidoni di raccolta.Trattasi di un Bar Ristorante. Vorrei sapere per favore se lo spostamento dei bidoni pieni all'esterno del condominio nei giorni prefissati dall'AMSA è a carico dell'inquilino, quindi separato dalla gestione condominiale o deve essere fatto dalla persona che svolge già questa attività nel condominio perché rientra nei servizi che lui paga nelle spese condominiali. E, a chi compete per esempio mantenere pulito il ciglio (non c'è marciapiede) della strada lungo la facciata del condominio in corrispondenza delle vetrine del negozio/ristorante. Grazie per una Vostra risposta.

  • Gentile Cristina se per il servizio di spostamento dei bidoni c'è una persona incaricata pagata dal condominio, alla cui spesa contribuisce il suo inquilino, è giusto allora che serva anche il suo immobile. Rispetto alla pulizia del ciglio diciamo che sarebbe interesse anche del suo inquilino mantenere in ordine e pulito, se di fatto da lì si accede alla sua attività.

  • Antonio

    Gentile dottoressa, dal 20 di settembre ho preso in affitto un appartamento e nei periodi del calcolo della tassa sui rifiuti trovo dal 1/7/2016 al 31/12/2016. A rigor di logica dovrei pagare dal mese di settembre, ma il propietario non é del mio stesso avviso, ora per risolvere la situazione le chiedo se e dove trovare un articolo del codice civile che possa chiarire la questione. Grazie per la cortesia. Antonio Caputo

  • Gentile Antonio non credo trovi un articolo del codice civile su questo; al più dovrebbe chiedere all'ufficio tributi di competenza, dove ha presentato la denuncia di occupazione, da quanto l'imposta è calcolata sul suo nucleo familiare e non più su quello del proprietario.

  • beltrant

    Buona giornata, sarebbe cosi gentile da togliermi un dubbio ?
    Vivo un una casa in affitto con residenza, la proprietaria ha anche la residenza in questa casa ma non vive li.
    E' arrivata la TARI ad entrambi, possiamo chiedere una sola TARi e dividerla in 2 ?
    Qualsiasi sua risposta grazie.

  • Gentile, avendo lì la residenza anche la proprietaria risultano due nuclei che effettivamente vivono lì, quindi il proprietario dovrebbe spostare la residenza per poter avere una sola tassa.

  • Raoul Rainato

    Gentile dottoressa, ho una figlia che da ottobre è subentrata in un appartamento per studenti insieme a tre ragazze che da due anni vivono li, mi chiedo se deve pagare la sua quota sulla tassa rifiuti per intero o dal
    giorno che ha occupato l' appartamento. Grazie per la cortesia. Raoul Rainato

  • Buongiorno Raoul, la tassa grava dal momento in cui sua figlia ha preso il possesso dell'immobile.

  • Antonio

    Mia figlia ha residenza a Torre Annunziata (Na) ma studia a Roma. Quio paga regolarmente la tassa sui rifiuti, ma il comune di Torre Annunziata, nel calcolo della tari, la annovera tra i componenti del mio nucleo familaire in quanto residente a Torre Annunziata. In sostanza pago la tari anche per mia figlia quando lei, invece, non vive in casa mia. E normale tutto questo?

Carica Altri Commenti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Studenti universitari, quanto pagano per un posto letto in affitto nell’anno accademico 2016/2017?Studenti universitari, quanto pagano per un posto letto in affitto nell’anno accademico 2016/2017?
Posto letto per studenti: quanto costa, città per città. L’anno accademico 2016/2017 è appena cominciato per migliaia di...
Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.
La prima scelta per chi decide di aprire un'attività è quella di selezionare la location giusta e adatta. Il sogno di aprire nella "via...
Studenti universitari, oltre il 40% del budget se ne va per l’affitto. Qualche consiglio per i fuori sedeStudenti universitari, oltre il 40% del budget se ne va per l’affitto. Qualche consiglio per i fuori sede
Facciamo i conti in tasca ai tantissimi studenti universitari che si stanno organizzando in vista dell’avvio dei corsi, dando qualche...
Professione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affittoProfessione inquilino: le 7 doti fondamentali per chi va a vivere in affitto
Il giusto mix di flessibilità e determinazione, pazienza e attenzione, organizzazione e atteggiamento positivo. Ecco cosa ti serve per vivere...
10 consigli per essere un proprietario di casa in affitto moderno e al passo con i tempi10 consigli per essere un proprietario di casa in affitto moderno e al passo con i tempi
Niente pregiudizi e inutili rigidità, scelte contrattuali e fiscali adeguate, cura dell’immobile, ma anche trasparenza e cordialità...