Cerca

Posso affittare la prima casa?

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Gennaio 24, 2013
Visite: 155583

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Un quesito che spesso chi ha acquistato con le agevolazione definite "prima casa" si pone nel momento in cui dovesse decidere di far fruttare il proprio investimento attraverso l'affitto. La questione è: posso affittare senza perdere le agevolazioni?


Salve,
ho un quesito molto semplice, a cui però ho da sempre ricevuto pareri discordanti. Ora, visto che voi trattate, come dice il vostro marchio, Solo Affitti, potreste risolvere il mio personale dilemma amletico: se compro coi benefici prima casa (sull'imposta di registro, catastale e ipotecaria), posso dare la casa in locazione?
Salvatore


Gentile Salvatore, innanzitutto grazie per la fiducia che ripone nel nostro marchio e cercheremo, naturalmente, di soddisfare le sue aspettative. Per mantenere i benefici sull'acquisto della prima casa a cui le fa riferimento (sconti sulle imposte da pagare per l'acquisto) è sufficiente spostare o avere già la residenza nel Comune dove si acquista l'immobile. Una volta rispettata questa condizione, l'immobile può essere senza dubbio affittato senza per questo perdere i benefici fiscali goduti. La legge infatti specifica che la residenza deve essere portata nel comune e non all'interno dell'immobile acquistato.
Altro discorso per l'agevolazione sugli interessi passivi del mutuo (si possono detrarre il 19% degli interessi passivi ed oneri accessori nella propria dichiarazione dei redditi per un tetto massimo pari a 4000 euro). In questo caso affittare l'immobile comporta la perdita dell'agevolazione.
Infatti per questo beneficio la legge specifica che per poter usufruire dell'agevolazione occorre adibire l'immobile per il quale si è richiesto il mutuo a propria abitazione principale (intendendo per essa la casa in cui il proprietario ed i suoi familiari vi dimorano abitualmente) entro 12 mesi dall'acquisto e per tutto il periodo in cui si vorrà usufruire del beneficio.

 

prima casa

 

Requisiti per usufruire delle agevolazioni "prima casa"
L'abitazione
▪ Non deve essere di lusso
▪ Deve essere situata nel Comune nel quale l'acquirente ha la residenza o la trasferisca entro 18 mesi dall'acquisto, oppure nel Comune in cui lavora
L'acquirente
▪ Non deve essere titolare (esclusivo o in comunione con il coniuge) di diritti di proprietà, usufrutto, uso e abitazione su un'altra casa situata nello stesso Comune dove sorge l'immobile da acquistare
▪ Non deve possedere in Italia, neppure per quote, anche in regime di comunione legale, diritti di proprietà o nuda proprietà, usufrutto, uso e abitazione su altro appartamento acquistato con le agevolazioni prima casa
▪ Non deve vendere prima di 5 anni l'immobile acquistato con lo sconto fiscale, pena la perdita delle agevolazioni, più una sanzione pari al 30% delle imposte di registro, ipotecaria e catastale, a meno che non riacquisti entro un anno una nuova abitazione principale

Queste, invece, le regole principali per usufruire della detrazione degli interessi passivi:
• essere proprietario dell'abitazione
• essere intestatario del contratto di mutuo ipotecario
• acquisto dell'immobile e stipula del mutuo devono avvenire entro 12 mesi l'uno dall'altro
• l'immobile deve divenire abitazione principale entro 12 mesi

 POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Agevolazioni prima casa: spettano anche a chi ha già un’abitazione acquistata con il medesimo incentivo fiscale?
Bonus fiscale per la prima casa: l’intenzione di vendita è sufficiente per mantenere l’agevolazione.

Per qualsiasi quesito sull'affitto, scrivi a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • manuel

    buongiorno ,sono un portiere categoria A 4 di fabbricato ,io voglio acquistare una casa,pero abito nel condominio dove mi danno un piccolo monolocale è svolgo anche il mio lavoro.vorrei comprare una casa per trovarmi qualcosa nel futuro certo se ci arrivo,ahahhahaha,,,.la mia domanda è ..viene considerata seconda casa ? attenzione io non ho nulla al mio nome qui in italia la casa dove abito è del condominio.io a quella casa che vorrei comprare non andrò a vivere ...seconda domanda posso affittarla ?io ho la residenza a roma e il immobile se lo compro sarà sempre nel comune di roma ..io non vorrei cambiare residenza dove lavoro...e possibile per non perdere le agevolazioni?

  • Buonasera Manuel, a livello di acquisto risulterà la sua prima casa e quindi usufruirà delle imposte agevolate previste in questi casi; se l'affitta, invece, dovrà pagare imu e tasi come fosse seconda casa.

  • Patrizio

    Gentile Isabella
    vorrei sapere se è cambiato qualcosa proprio in questi ultimi giorni con il decreto fiscale...
    mi hanno riferito che qualcosa forse era cambiato per uno che voleva abitare da un altra parte per motivi vari, esempio vicinanza dal lavoro, ecc e magari aveva affittato un appartamento più grande e voleva per poter pagare l'affitto, mettere in affitto la sua prima casa. Ora per siccome sono alla fine del mutuo, mi rimane 4 anni su 20 anni di mutuo, non mi interessa detrarre gli interessi del mutuo ma magari non pagare come seconda casa. E' fattibile alla luce delle ultime riforme?

  • Gentile Patrizio le novità riguardavano la vendita e il riacquisto dell'immobile, ma non il fatto che affittando l'immobile questo non può più risultare prima casa, ma ai fini fiscali diviene una seconda casa.

  • SERENA BRUNI

    posso dare la mia abitazione principale in affitto ad una agenzia assicurativa?

  • Gentile Serena un immobile abitativo deve essere usato come tale; affittandolo in ogni caso diventa una seconda casa ai fini fiscali.

  • Nella Tomezzoli

    Gentile Isabella, abbiamo appena comprato ed intestato a mio figlio la sua prima casa: 2stanze da letto + cucina + sala + 2 bagni con cantina e garage.
    La stiamo ristrutturando e mio figlio sta godendo dei benefici della prima casa.
    Ora mio figlio vorrebbe affittarla come abitazione ad uso turistico. Una volta che abbia li preso la residenza può farlo? O perde i benefici della prima casa? O può solo subaffittare una stanza per non perdere i benefici della prima casa?
    Per trarre profitto da questa sua abitazione qual è la formula più conveniente nel Comune di Verona? Forse B&B? Ma non bisogna avere partita IVA per il B&B?
    La ringraziamo in anticipo per la sua consulenza,
    Nella

  • Gentile Nella a livello fiscale l'immobile mantiene le agevolazioni sull'acquisto, mentre a livello Imu non è la prima casa e quindi va versata. Per l'attività turistica dovete consultare la normativa comunale e regionale e quindi valutare la formula più conveniente.

  • Federica

    Salve, ho comprato un appartamento 4 anni fa con le agevolazioni prima casa e attualmente vi ho la residenza. Ho necessità di trasferirmi in un appartamento più grande ma non riesco a vendere il mio. A che problemi vado incontro se metto in affitto la mia casa e sposto la mia residenza nel comune limitrofe andando a mia volta a vivere in una casa in affitto? Grazie

  • Gentile Federica, diciamo che le agevolazioni sull'acquisto rimangono valide, mentre dal momento in cui non usa più l'immobile come prima casa dovrà pagarci l'imu.

  • Aniello Abate

    Buongiorno vorrei farle una domanda, io attualmente vivo e sono residente a Udine e ho acquistato la casa usufruendo del mutuo regionale. Da allora sono passati 6 anni e, visto che è mia intenzione tornare nella mia città di nascita Campobasso con la mia famiglia, quindi di seguito cambieremo anche la residenza, le volevo chiedere se è possibile vendere la casa o è obbligatorio aspettare che passano i 10 anni della scadenza dell' agevolazione del mutuo regionale, per non andare incontro a sensazioni? O è possibile affittare la stessa senza perdere le agevolazioni? Cordiali saluti Aniello Abate da Udine.

  • Gentile Aniello parlando di contributi regionali molto probabilmente i 10 anni sono un vincolo e quindi andando via prima potrebbe ritrovarsi a dover restituire parte dell'agevolazioni, ma per sicurezza controlli il contratto firmato.

  • davide

    Buongiorno ho un appartamento di proprietà da 12 a Milano dove ho attualmente la residenza che ho affittato con regolare contratto essendo andato a lavorare in altra città e non ho altre abitazioni in possesso . Ora vivo da amici . Volevo chiedere se devo pagare le tasse sulla casa tipo imu o tasi

  • Buongiorno Davide, non usando tale immobile come abitazione principale dovrà pagare le imposte come seconda casa, quindi Imu e tasi nella misura prevista dal Comune.

  • aldo

    gent.ma dott.ssa, sono disoccupata, vorrei affittare il mio appartamento per pagare il mutuo gravante e andare a vivere con il mio compagno che mi ospiterebbe, cosa mi comporta in base alle tasse da pagare? quali tasse dovrei pagare nell'arco dell'anno? non percepisco nessun reddito. grazie. cordiali saluti.

  • Buongiorno Aldo, dovrà pagare l'imposta sul reddito da locazione percepita (potrebbe optare per la cedolare secca) e l'Imu e Tasi nella misura in cui sono previste dal regolamento comunale.

  • Luana

    Buona sera, 7 anni fa lo è mio marito abbiamo acquistato un appartamento, godendo delle agevolazioni fiscali x la prima casa, passati 3 anni , abbiamo acquistato un secondo immobile nello stesso comune di residenza, essendo io e mio marito in separazione dei beni ,al momento del rogito, x godere ancora dell'agevolazione al 4%, abbiamo fatto una compravendita del primo immobile, così facendo io sono proprietaria al 100% dell' appartamento.....posso ora dare in locazione l'appartamento in questione ed io cambiare la residenza nell'immobile...diciamo di mio marito??? Grazie.....

  • Buongiorno Luana, rispetto alle agevolazioni godute sull'acquisto queste sono ormai acquisite e quindi può spostare da lì la residenza e concedere l'immobile in affitto; rispetto all'Imu invece dovrà pagarla come seconda casa.

  • Enrico

    Buonasera, il mio quesito è il seguente: Ho acquistato ed intestato a 2 figli maggiorenni,come prima casa, nel comune di Milano. In attesa di portare la residenza a Milano, per non perdere i benefici fiscali, la casa è stata locata con contratto 4+4 a famiglia che ne ha stabilito residenza. Possiamo portare la residenza dei figli a Milano senza perdere i benefici fiscali e in che modo?
    Grazie per la risposta

  • Gentile Enrico per avere le agevolazioni sull'acquisto deve portare la residenza dei figli in questo comune, non necessariamente presso l'abitazione acquistata; oppure deve risultare che i suoi figli lavorano a Milano.

Carica Altri Commenti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016
Canoni di affitto a due velocità tra nord e sud. Va forte l’abbinamento tra cedolare secca e canone concordato. In aumento chi si...
Donald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affittiDonald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affitti
Breve storia dei brillanti (ma controversi) esordi nel real estate del nuovo presidente degli Stati Uniti   Fresco di laurea, diventò a...
Bonus casa e sismabonus: ecco cosa ci aspetta nel 2017. Bonus casa e sismabonus: ecco cosa ci aspetta nel 2017.
Prorogate le agevolazioni fiscali per la casa con la Legge di Stabilità 2017. L’agevolazione Irpef al 50% per chi ristruttura una casa &...
Affitto, la checklist del bravo agente immobiliareAffitto, la checklist del bravo agente immobiliare
Cosa significa qualità del servizio per un’agenzia immobiliare che si occupa di affitti, in 10 semplici regole   Le 10 regole d&...
Negozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commercialiNegozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commerciali
Cali importanti nei prezzi delle locazioni commerciali, frutto della ridotta richiesta di negozi in affitto che la crisi economica ha portato con s&...