Cerca

Sfratto per morosità: il termine di grazia sana le mensilità non versate?

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Gennaio 02, 2015
Visite: 20796

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

Purtroppo nel 2014 registriamo molti casi di quesiti inviati dai nostri lettori che ci raccontano difficoltà nel pagare regolarmente il canone di locazione. Situazioni di difficoltà oggettive, dovute alla perdita del lavoro, nella maggior parte dei casi, e che quindi implica una reale ed vera impossibilità a versare la rata d'affitto. Con la conseguenza di numerose raccomandate inviate per intimare lo sfratto e molta confusione sulle procedure da seguire. Come ad esempio sul significato del "termine di grazia" che un inquilino può richiedere.

Buonasera,
ho ricevuto lo sfratto x morosità e devo presentarmi davanti al giudice il 17/01/2015 e se mi va bene chiedo la grazia e che mi dia un mesetto in più. Ma dopo devo pagare lo stesso gli arretrati? Dato che per motivi economici (ho perso il lavoro, la mia azienda ha chiuso sei mesi fa) non son riuscita a pagare?
Attendo risposte, grazie.
Caterina

Gentile Caterina
comprendiamo bene la sua posizione e soprattutto l'oggettiva difficoltà causata dalla perdita del lavoro. Devo fare però alcune precisazioni rispetto al termine di grazia.
Il giorno dell'udienza quindi lei dovrà comparire davanti al giudice, ammettendo la sua morosità e spiegando le cause di tale mancato pagamento e chiedendo per questo di usufruire del termine di grazia. Quindi il giudice non potrà che constatare la sua situazione e con specifica ordinanza le concederà di usufruire di questo termine che, però, consiste in una dilazione del pagament. Ovvero il giudice fisserà un termine massimo di novanta giorni (solo eccezionalmente 120) entro il quale lei dovrà saldare i canoni non pagati, nonché eventuali oneri accessori non versati, il tutto maggiorato degli interessi legali e dalle spese di procedura liquidate dal Giudice stesso all'udienza.
Pertanto alla sua domanda dobbiamo dire che la grazia, in questo caso, non è un provvedimento che cancella la situazione di morosità.
Nella stessa udienza il Giudice indica una nuova data d'udienza per verificare l'effettivo pagamento da parte sua del debito calcolato. Se lei per tale data riuscisse a pagare tutto, allora il giudice potrà chiudere la pratica di sfratto e far proseguire il contratto in piena regola, ma se non ci sarà il pagamento, allora il giudice dovrà convalidare lo sfratto e fissare una data per il rilascio dell'immobile. Considerando anche questo termine potrebbe avere in tutto 90 +60 giorni per liberare l'immobile, ma non potrebbe per lo stesso tempo liberarsi del debito contratto con il proprietario al quale dovrà poi risarcire il tutto. Tra l'altro il proprietario, nel momento di convalida dello sfratto, potrà chiedere al giudice di emettere un decreto ingiuntivo a suo carico per il recupero delle somme a lui dovute.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Dopo oltre trent’anni stop alla proroga del blocco sfratti. Cosa cambia per proprietari e inquilini
Sfratti: quali tasse sui canoni non ricevuti?

 

 

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • ELENA

    Buona sera.Vorrei chiedere una informazione,Eu o scoperto ché proprietario dell appartamento ma presso in giro con le spese CONDOMINIALI.Sunia mia fatto conteggi mi deve dare indietro dei soldi 2500 euro.Lui non mi li vuole dare indietro,eu o cominciato a non pagare l'affitto e adesso dopo un mese da quando non pago mi è arrivato là sfratto dal tribunale.Com'è mi dovrei comportare,eu o una bambina piccola di 7 anni e lavoro solo 3 mezzi giornati,potrei chiedere là grazia???Grazie mille.

  • Gentile Elena, diciamo che potrebbe scontare queste spese dalle spese stesse.. non dal canone o fare una richiesta ufficiale tramite raccomandata di un legale per ottenere questi soldi.

  • ELENA

    Buonasera, volevo una precisazione...dopo aver ricevuto una richiesta di sfratto per morosità da parte del locatore, è stata fissata un'udienza davanti al Giudice di Pace, il quale dovrà decidere se convalidare o meno la richiesta, ora mi chiedo, se davanti al Giudice intendo saldare tutto l'importo dovuto ed avendo il contratto che mi scade a maggio 2017, io sono lo stesso obbligata ad uscire o potrò arrivare alla scadenza del contratto??? Grazie per una gentile risposta.
    ELENA

  • Gentile Elena, saldando tutta la morosità il giudice sospenderà il procedimento e potrà rimanere nell'immobile proseguendo il rapporto di affitto.

  • Danilo

    Buonasera.. Ho secondo me una grave problema che al proprietario non gli interessa per niente.. Ho le pulci in casa addirittura la notte nel letto..siamo una famiglia con due bambini di 5 e 2 anni.i vecchi inquilini lo hanno avuto ma sono stati qui per 5anni.anche se hanno fatto le disinfestazioni le pulci sono sempre tornate.il mio dubbio è se dare i sei mesi al proprietario o non pagare più e farmi fare lo sfratto.in quel caso nel tempo dovrò pagare prima o poi?grazie

  • Gentile Danilo, se il proprietario non intende intervenire per risolvere la cosa allora potrebbe anche chiedere una risoluzione immediata del contratto.

  • danilo

    Gentilmente mi può dire come fare?questa risoluzione immediata posso farla solo io o deve essere d'accordo il proprietario.. Se e cosi in questo caso lui si negherà al 100%

  • la risoluzione immediata la invia lei con raccomandata citando l'articolo 1456 del codice civile; il proprietario potrebbe opporsi, ma intanto lei può andar via e sistemerete le cose eventualmente tramite legale.

  • Artur

    Salve o subito un sfratto di 1900 di qui (1400 affitto 376 riscaldamento e 124 spese condominiale)x problemi economici e visto che senza soldi ne anche un avvocato e ne anche le ore giuste x le udienze non li avevo Comunque a la fine mi anno pingoratto dalla buste paga x primi 10 mesi 184euro dopo x altri 16 mesi 294 euro x un complessivo di 6544 euro ma nel ultimo atto ce scritto la soma complessivo di 4475 euro oltre interesi sino al soddisfo oltre le spese successive occorrente e vorrei capirre se è giusto così o no visto che il suo avvocato mia comunicato che le 3 mensilità di cauzione 1050 euro sono state tolte. Quindi x questa causa chmia costato 7594 euro seconde Lei è possibile una cosa del genere? grazie mille

  • buongiorno Arthur diciamo che per i conteggi potrebbe provare a confrontarsi comunque con un legale; provi a contattare un'associazione di categoria degli inquilini, come Sunia o sicet, per avere sostegno.

  • Praticando il Diritto

    Davvero complimenti per i contenuti, ci permettiamo di segnalare anche questo post per chi è interessato alla fattispecie dello sfratto per morosità.
    Saluti.
    http://www.praticandoildiritto.it/2013/06/procedura-di-sfratto-per-morosita-art.html

  • Salvatore

    Salve Isabella
    Piacere Salvatore vorrei chiedervi una informazione io ho un negozio mi scadeva il contratto di locazione il 31/12/2016 chiamando questa società che dispone del fitto del mio negozio mi dice che mi è stato rinnovato per altri 6 anni io l'attività già lo chiusa Da settembre per pochissima produttività e per vari problemi che ci sono in zona comunque gli ho mandato una raccomandata alla società dicendo che io per vari motivi devo lasciare l'immobile ma metterò tutto apposto come loro vogliono. Dopo tanti giorni dalla mia raccomandata loro mi hanno risposto dicendo che io devo rispettare il contratto di locazione per altri 6 anni e non posso lasciarlo io in questi mesi non ho pagato il fitto perché non posso pagarlo per problemi economici mi hanno mandato una carta verde dove mi dovrò presentare davanti ad un giudice c'è scritto carda di sfratto io ho tantissima paura perché ho una casa di proprietà piango giorno e notte lei mi può dare un consiglio come fare grazie mille gentilissima buona giornata !

  • Gentile Salvatore lei ha diritto a recedere dal contratto, per gravi e oggettivi motivi come evidenti dalla situazione della sua attività, deve far valere la lettera di disdetta inviata; quindi il preavviso è di sei mesi, oltre questo periodo è libero di lasciare l'immobile e non pagare più.

  • Beatrice

    Buongiorno Isabella,
    ho in locazione un locale commerciale da 5 anni ma nell'ultimo anno a causa della chiusura improvvisa del cinema di fronte al mio esercizio, il lavoro è calato - drasticamente oltre il 60% - e pertanto ho avuto, ed ho, serie difficoltà a pagare il canone. Da maggio ho richiesto piu volte al proprietario dell'immobile un incontro, sempre negato, al fine di ottenere una riduzione del canone. Nel mese di ottobre e dicembre per i motivi sopra citati, non sono riuscita a corrispondere per intero le 2 mensilità dovute ma solo una parte(1300 euro a fronte di 5500 dovuti) e i primi di dicembre, senza nessun sollecito, raccomandata o nulla, ho ricevuto la notifica di sfratto per morosità(che tra l'altro include anche il mese di dicembre seppur l'atto riporta come data il 20 novembre). La convalida dell'atto è fissata per il 19 gennaio.

    Nel frattempo avendo difficoltà economiche ho preso la decisione di vendere l'attività e avrei già trovato gli acquirenti che vorrebbero tuttavia una riduzione del canone poichè con la chiusura del cinema il prezzo di mercato del locale ovviamente è cambiato(vorrebbero scendere da 2800 euro a 2400, quindi credo riduzione accettabile); ho comunicato il tutto al proprietario che mi ha risposto(per la prima volta da maggio) di prendere eventualmente in considerazione la cessione solo se entro 3 gg gli saldo la morosità degli affitti, pago le spese del suo avvocato e saldo il condominio(è arrivato ad ottobre un conguaglio di 1800 euro di cui avevo richiesto la rateizzazione).

    Come dovrei comportarmi??? qualche consiglio?
    La mia volontà sarebbe quella di concretizzare la vendita per saldare la morosità e rientrare di qualche soldo per pagare altri piccoli debiti che nel frattempo ho purtroppo accumulato. Grazie Beatrice

  • Buongiorno Beatrice capisco la situazione difficile e direi che il suo atteggiamento è davvero molto onesto; a questo punto potrebbe accettare la proposta del proprietario, ma se la condizione fondamentale per le persone a cui cede l'immobile è quella della riduzione del canone, le conviene già registrare questa scrittura di riduzione del canone, in modo da cedere un contratto già a tali condizioni.

  • Roberto

    Salve, l'altro giorno sono arrivate a casa 3 lettere (una a mio nome, una a mia madre ed un altra a mio padre) dicendo che mio padre ha accumulato fino al 2012 un debito di quasi 6000 euro per affitti non pagati della precedente abitazione e dobbiamo saldare il tutto al più presto possibile .. al tempo vivevamo tutti assieme e l'intestatario del contratto d'affitto di allora era per l'appunto mio padre, quindi è possibile che questo debito ricada pure su di me?? sarei disposto ad aiutare mio padre a pagare come posso, ma essendo citato pure io in quella lettera ho paura che mi pignorino lo stipendio in qualche modo e dato che sto cercando di trasferirmi a parte con la mia ragazza sarebbe una mazzata pesante per me.. possono fare una cosa simile? oppure c'è qualcosa che mi sfugge...grazie in anticipo

  • Gentile roberto se il titolare del contratto era suo padre ora il debito ricade su di lui e non possono aggredire il suo patrimonio.

  • Mariarca

    Salve e quasi un anno e mezzo che il mio compagno ha perso il lavoro ho uno sfratto ieri mi è arrivato una notifica che entro 10 giorni dv lasciare casa come mi dv comportare

  • Gentile, diciamo che se non ha un altro posto dove andare molto probabilmente l'ufficiale giudiziario non potrà eseguire materialmente lo sfratto; è meglio in ogni caso provare anche a cercare un altro alloggio o il sostegno dell'ufficio comunale di competenza.

  • Fabiana

    Salve,tre anni fa ero in casa in affitto mio marito è rimasto senza lavoro e non potevamo pagare l'affitto,c osi la padrona di casa ci ha fatto mandare la lettere dall'avvocato che se non pagavano entro 15 giorni dovevamo lasciare la casa,quindi non avendo o soldi abbiamo lasciato la casa senza andare in causa... L'anno scorso mio marito ha iniziato a lavorare così abbiamo iniziato a pagare il debito,poi ad agosto di quest'anno abbiamo dovuto prendere casa in affitto perché non potevamo continuare a stare dove eravamo,cosi sono un paio di mesi che non ho più continuato a pagare il debito,o ra lei mi fa pressione x i soldi,lo può fare?

Carica Altri Commenti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati