Cerca

Vacanze in affitto: le preoccupazioni dei turisti inquilini.

by Isabella Tulipano
in Esperto
on Giugno 17, 2016
Visite: 1686

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
inquilino per turismo, quali precauzioni prendere

I dubbi di chi va in affitto- Parte Seconda.

Sentirsi a casa nelle proprie vacanze è il pay off di Solo Affitti Vacanze, il portale di Solo Affitti dedicato esclusivamente agli affitti turistici. Una frase che esprime bene la filosofia di chi sceglie, anche per le vacanze, di avere la comodità di una casa, i comfort che solo un’abitazione (appartamento, villa, residence) sa offrire, il lusso di potersi pienamente rilassare. E perché non, visto il periodo degli Europei, poter seguire la propria nazionale del cuore rigorosamente sul divano e una birra ghiacciata in mano!! Spaparanzati come riusciamo ad esserlo solo in una casa!

Dopo aver provato a rispondere ai principali dubbi dei proprietari che concedono in affitto un immobile per uso turistico, proviamo a capire quali sono le perplessità lato inquilino, ovvero le incertezze di chi vorrebbe trascorrere un periodo di ferie in pace, senza pensieri!

ANTI TRUFFA: QUANDO E COME PAGARE?

 

Buongiorno,

ho trovato, tramite annuncio privato, una casa vacanze in Liguria per fine agosto, ma il proprietario mi richiede di pagare tutto dell'affitto prima dell'arrivo. È normale? Come faccio a capire che non si tratta di una truffa?
Lucrezia

Gentile Lucrezia, la richiesta che le è stata fatta non è così strana, se così vogliamo dire, o meglio dovremmo dire che è in linea con quello che fa la maggioranza dei proprietari. È giusto però che lei prenda delle misure per accertarsi dell’esistenza dell’immobile e che il pagamento copra davvero l’affitto di quella casa vacanze.
Possiamo riassumerle 5 essenziali accortezze:


1. Richieda un contratto che contiene i dati anagrafici e fiscali del proprietario, l e particelle catastali dell'immobile.


2. Provi a chiedere di pagare un acconto del 30% massimo ed il resto poi da versare all’arrivo; non utilizzi i servizi di pagamento che non hanno tracciabilità.

3. Chieda di pagare tramite bonifico, è molto più sicuro in questi casi di altre strane richieste

4. Puoi prendere l'assicurazione che mediavacanze propone... e attenzione alle case bellissime che costano pochissimo.

5. Prediliga in realtà siti specializzati in case vacanze e prenotazione on line in portali che offrono assicurazioni in caso di cancellazione della prenotazione, anche solo entro 24 ore prima della partenza, come Prenota ora, cancella quando vuoi.

CONTRATTO SCRITTO O ORALE?


Salve
ho trovato un annuncio su internet ed ho preso contatti con il proprietario per la firma del contratto. Abbiamo parlato di prezzo, spese di pulizia, deposito, ma mi ha detto che non è necessario firmare alcun contratto. È vero?


La legge 431/98 esplicita che il contratto di locazione debba essere scritto per non essere nullo; in ogni caso se anche non volessimo fare riferimento alla norma, di certo sappiamo che verba volant e scripta manenet. Quindi sarebbe sempre preferibile un accordo scritto che riporti di dati delle parti contrattuali, dell’immobile, così come le pattuizioni sulle spese incluse o escluse, i termini di consegna dell'appartamento, lo stato di manutenzione della casa, sanzioni pe rmancata riconsegna, ecc..

ASPETTI BUROCRATICI


Salve, con mia moglie stavamo valutando un’alternativa alla classico albergo in riviera che frequentiamo ormai da anni. L’alternativa sarebbe prendere un appartamento in affitto, ma non vorremmo rimanere incastrati in vincoli burocratici!! O pensare id passare l’estate a fare la fila all’agenzia delle entrate.
Saverio


Caro Saverio,
da questo punto di vista potete dormire sonni tranquilli! Non ci sono lungaggini burocratiche che ostacoleranno il vostro sereno soggiorno. Infatti, sarà il proprietario a sottoporvi la firma di un contratto di solito standard che dovrete eleggere attentamente e siglare, la registrazione è necessaria solo se si affitta per un periodo superiore ai trenta giorni, per durate inferiori l'impegno non sussiste.


Hai comunque degli obblighi, i principali:
• in primo luogo quello di custodia dell’immobile, per cui risponderà di eventuali danni arrecati e imputabili al suo comportamento (quello del buon padre di famiglia);
• in caso di un appartamento in condominio, è tenuto a rispettare il regolamento di condominio vigente, di cui le andrà consegnata una copia;
• il rispetto della clausole contrattuali debitamente firmate.

SCATOLA CHIUSA/TRASPARENZA

Buongiorno a tutti. È la prima volta che decido di andare in affitto per la nostra vacanza. I prezzi mi sembrano molto convenienti rispetto alla classica sistemazione in hotel, ma non vorrei ritrovarmi come quel turista fai da te con un immobile senza tetto o a 50 chilometri dal mare! Come posso tutelarmi? Inoltre viaggiamo con un cane, uno ben educato a abituato a vivere con noi in un appartamento, è meglio specificarlo? C’è un deposito da pagare?
Gennaro

Caro Gennaro, i suoi dubbi sono condivisibili e purtroppo richiamano scene che accadono realmente. Quindi dopo aver letto attentamente l’annuncio (ora con Google maps la localizzazione di un posto almeno è molto semplice) può chiedere che nel contratto vengano riportate anche tutti i plus indicati e che ci sia la possibilità anche per lei di richiedere la restituzione dell'anticipo versato o una riduzione della cifra pattuita, nel caso in cui la vista mare, la presenza di posto auto o degli elettrodomestici, ad esempio, non corrispondano alla verità.


Per la presenza di animali è indubbiamente corretto specificarlo e quindi scegliere una casa in cui gli animali sono ammessi.
Come tutti gli inquilini lei è responsabile degli eventuali danni all’immobile; perciò, le verrà richiesto un deposito a garanzia del suo comportamento, ma è giusto anche, prima della stipula del contratto, che controlliate insieme lo stato della casa: i mobili e la funzionalità degli elettrodomestici, in modo da evitare spiacevoli contrattempi, formando un apposito verbale di consegna.

RESIDENZA TURISTICA?

Gent.mo,
le scrivo per avere delucidazioni in merito al mio diritto di residenza.
Il 3 settembre prossimo convolerò a nozze, per questo ho esigenza di richiedere residenza. Vivo in un bilocale da più di un anno con contratto d'affitto casa vacanza annuale. Attualmente non ho residenza in alcun luogo, dal momento che la mia famiglia di origine si è recentemente trasferita altrove senza spostare, ovviamente, la mia residenza siccome sono fuori casa da un po’. La questione è la seguente: necessito di residenza per poter effettuare regolari pubblicazioni di nozze in comune e in chiesa. La padrona di casa si rifiuta di concedermi il diritto di residenza perché teme la richiesta di un contratto 4+4 del quale non ho esigenza d'ottenere ne ora, ne in futuro, dal momento che dopo il matrimonio intendo, con il mio futuro marito ed attuale convivente nella mia stessa identica situazione in merito a residenza, trasferirmi in una nuova casa ancora da definire e attualmente inesistente.
Come posso risolvere la situazione?
La ringrazio per la Sua gentile attenzione, fiduciosa di un Suo riscontro,
Saluto Cordialmente

Gentile Ornella, purtroppo con un contratto ad uso vacanza, in effetti, non potrà chiedere la residenza, considerando che la caratteristica principale di questo contratto è il fatto che lei abbia un’esigenza di tipo turistica, e non sia residente nella località dove si trova la casa. Quindi o sceglie un altro immobile in cui le stipulano un contratto regolare, oppure convince la sua proprietaria a stipularle un classico contratto libero di 4 anni + 4, dove potreste mettervi d’accordo per una disdetta anticipata.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:
Tempo di vacanze, tempo d’affitto.Il contratto turistico.
Dizionario dell’inquilino: un Bignami per chi va in affitto

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Tempo di vacanze, tempo d’affitto.Il contratto turistico.Tempo di vacanze, tempo d’affitto.Il contratto turistico.
I dubbi di chi concede un immobile in affitto. Ci siamo, come per chi ha seminato d’inverno e aspetta ora i frutti della terra, anche i...
Expo 2015: il vademecum per il turista/inquilino consapevole. Expo 2015: il vademecum per il turista/inquilino consapevole.
Ci siamo.. pronti a partire e a partecipare a questo grande evento. E se per farlo abbiamo scelto non la classica struttura alberghiera, ma una comoda...
Expo2015: a Milano, in affitto, con un contratto turistico ad hoc.Expo2015: a Milano, in affitto, con un contratto turistico ad hoc.
Si avvicina il giorno di inaugurazione di Expo e tra titubanze e speranze, iniziamo a registrare un buon interesse. Soprattutto sono confortanti i...
Asti e dintorni: a caccia di tartufi, buon vino e sapori uniciAsti e dintorni: a caccia di tartufi, buon vino e sapori unici
Settembre e Ottobre sono i periodi perfetti per passare un week-end nella zona del Monferrato e dintorni, tra le colline dell’astigiano e della...
Le vacanze estive? Decisamente al mare in affitto o in albergo.Le vacanze estive? Decisamente al mare in affitto o in albergo.
Quali sono le abitudini del popolo dei vacanzieri italiani?L'abbiamo chiesto a 7000 navigatori della rete, tramite il sondaggio veicolato sulla pagina...