Cerca

Bmw rompe gli schemi: ecco la prima auto a trazione anteriore!

by Alberto Bombarda
on Febbraio 28, 2014
Visite: 701

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Ancora pochi giorni di attesa e potremo vedere la nuova BMW Serie 2 Active Tourer dal vivo, visto che sarà tra le attrazioni principali dello stand della Casa bavarese al Salone di Ginevra 2014 (6-16 marzo). Sarà la prima monovolume dell'era moderna, la prima auto del marchio ad adottare un tre cilindri e soprattutto la prima BMW a trazione anteriore. Ideale per giovani famiglie e sportivi che vogliano vivere al meglio il proprio tempo libero. 

 

 

L'obiettivo è palese: sfruttare la grande esperienza fatta con la Mini in questo ambito, per rispondere con una nuova gamma di modelli, di cui la Serie 2 Active Tourer è la prima realizzazione, all'avanzata della Mercedes nel segmento delle compatte, ora presidiato dalle varie Classe A, Classe B, CLA e GLA tutte a trazione anteriore (o integrale). Con il nuovo modello la BMW punta a offrire un'auto dalla grande versatilità, quella che manca alla Serie 1: l'obiettivo è di convincere un target composto da giovani famiglie e sportivi in genere. Il modello potrebbe tuttavia attirare anche i clienti tipici delle berline compatte a cinque porte e dei Suv compatti.

 

CARATTERISTICHE. Il design e il look della carrozzeria della nuova BMW sono quelli distintivi del marchio bavarese, mentre gli spazi generosi e versatili sono contenuti da dimensioni esterne compatte. Non a caso il bagagliaio della vettura offre una capacità di carico di 468 litri espandibili fino a 1.510 litri con i sedili posteriori ribaltati. Gli interni della Serie 2 Active Tourer si preannunciano di elevata qualità e decisamente funzionali grazie alla presenza di materiali pregiati e tecnologie all'avanguardia per un abitacolo che porta al massimo il piacere di viverlo sia per il conducente che per i passeggeri. Spiccano, per il loro livello tecnologico, l'assistente alla guida in colonna, che segue automaticamente le auto che precedono, e tutte le nuove app del sistema ConnectedDrive. L'obiettivo è quello di aumentare la sicurezza e diminuire la fatica di guida. Un esempio? L'assistente di guida in colonna regolerà anche lo sterzo, oltre alla freno e all'acceleratore, per togliere ogni incombenza al guidatore, durante le lunghe e noiose code in città o in autostrada. La gamma delle dotazioni hi-tech è completata dall'Head-up display a colori, con informazioni proiettate sullo schermo trasparente posizionato al di sopra del quadro strumenti. 

 

MOTORIZZAZIONI. Al lancio la Serie 2 Active Tourer sarà disponibile con tre motori a tre e quattro cilindri TwinPower Turbo della nuova generazione 'modulare' e tutti omologati Euro 6. La gamma si aprirà con la 218i con il 3 cilindri 1.5 da 136 Cv (lo stesso della nuova Mini) accreditato di un consumo combinato di 4,9 litri/100 km ed emissioni di CO2 pari a 115 g/km. La versione top di gamma sarà la 225i Active Tourer con il nuovo 4 cilindri 2.0 da 231 Cv. Grazie a questa unità, che consuma 6 litri/100 km ed emette 139 g/km di CO2, la nuova Bmw può accelerare a 0 a 100 in 6,8 secondi e raggiungere i 235 km/h. Infine la 218d Active Tourer con l'inedito 4 cilindri 2.0 da 150 Cv e 330 Nm di coppia. Il consumo è contenuto il 4,1 litri/100 km e le emissioni di CO2 in 109 g/km. L'accelerazione 0-100 si realizza in 8,9 secondi con una velocità di punta di 205 km/h.

 

I prezzi non sono ancora stati dichiarati. Per farsi comunque un'idea, la Serie 1 a cinque porte parte da 24 mila euro circa, la concorrente Mercedes Classe B da 25 mila circa. Sarà in vendita dall'autunno 2014. Insomma, un'auto innovativa che vogliamo presentare ai nostri lettori, dimostratisi sempre molto dinamici nell'apprezzare una novità nel panorama immobiliare, come BlogAffitto.

 

Presentazione Autore
Alberto Bombarda

Una vita da giornalista e comunicatore e adesso affitto case... Da quel lontano 31 agosto 1966 quando vidi la luce a Modena, sotto i ponti della mia vita, in sintesi, è passata una laurea in Scienze politiche nel 1993, un master in Comunicazione d'azienda nel 1995, un esame da giornalista professionista a Roma nel 2000, migliaia di firme tra Il Resto del Carlino, Gazzetta di Modena e anche Gazzetta dello Sport, una moglie, due figli e un'agenzia immobiliare. Un vero globe-blogger...


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati