Cerca

Boys & Girls, quanta passione per la cucina!

by Alberto Bombarda
on Maggio 29, 2015
Visite: 630

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Cambiano gli stili di vita con quasi un giovane su quattro tra i 18 ed i 34 anni, che ama cucinare e ha la cultura del cibo di qualità. E' quanto emerge da una analisi Coldiretti/Censis dalla quale si evidenzia che la passione giovanile per la cucina oggi ha contagiato praticamente in egual misura uomini e donne, un trend davvero impensabile per le generazioni precedenti.

 

Lo "show cooking" casalingo per gli amici si afferma come appuntamento nei week end e trascina il boom dell'informazione legata all'enogastronomia con il 32,6 per cento dei giovani che legge e utilizza ricettari magari acquisiti su internet, il 31,9 per cento che segue programmi televisivi di cucina, il 13,9 per cento che non si perde i consigli di chef celebri. E particolare attenzione viene riposta nella scelta degli ingredienti con una tendenza elevata alla ricerca di materie prime fresche e genuine a chilometri zero direttamente dai produttori agricoli o nei mercati di Campagna Amica.

 

La passione per il cibo si esprime anche fuori casa con quasi tre giovani under 35 anni su quattro (71 per cento) che, soprattutto nel fine settimana, partecipano al rito dell'apericena, ovvero il mix tra il rito dell'aperitivo e la cena a base di stuzzichini. Anche grazie alla molteplicità di offerte messe a disposizione dai locali, l'aperitivo in chiave moderna è diventata l'occasione per accompagnare il necessario contenimento delle spese con una attenzione alla qualità dell'alimentazione.

Degustare prodotti e vini tipici di qualità è una pratica collettiva più urbana, di ceti attivi e più giovani: il 48,9 per cento degli under 35 partecipano ad iniziative di degustazione, ovvero 5,4 milioni di cui è il 4,8 per cento a farlo regolarmente e il 44,1 per cento di tanto in tanto.

 

La riscoperta del valore del cibo da parte dei giovani è confermata dalle elevate iscrizioni a corsi di sommelier ma anche da quanti vedono nel cibo una opportunità di lavoro con l'apertura di osterie, vinerie, ristoranti. Non è un caso che l'alberghiero ha raggiunto ben il 9,3 per cento del totale delle iscrizioni al primo anno delle scuole secondarie e si posiziona al secondo posto, dopo lo scientifico, fra i più richiesti in Italia.

Nell'Italia del futuro, secondo il sondaggio di Coldiretti, ci saranno più di due cuochi per ogni operaio, sulla base delle iscrizioni alle prime classi scuola secondaria di secondo grado, statali e paritarie, nell'anno scolastico 2014/2015.

Presentazione Autore
Alberto Bombarda

Una vita da giornalista e comunicatore e adesso affitto case... Da quel lontano 31 agosto 1966 quando vidi la luce a Modena, sotto i ponti della mia vita, in sintesi, è passata una laurea in Scienze politiche nel 1993, un master in Comunicazione d'azienda nel 1995, un esame da giornalista professionista a Roma nel 2000, migliaia di firme tra Il Resto del Carlino, Gazzetta di Modena e anche Gazzetta dello Sport, una moglie, due figli e un'agenzia immobiliare. Un vero globe-blogger...


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati