Cerca

Dieci idee per vacanze in Italia con bambini e ragazzi

by Alberto Bombarda
on Maggio 07, 2017
Visite: 980

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Molveno e il suo lago

Ecco 10 borghi ideali, insigniti della Bandiera Arancione del Touring

Siete alla ricerca di consigli su dove portare i vostri bambini in vacanza o di qualche idea su dove trascorrere un weekend fuori porta? Un'idea può essere quella di visitare i Comuni certificati con il marchio di qualità del Touring, che sono infatti destinazioni family friendly perchè offrono alle famiglie accoglienza, itinerari, percorsi e intrattenimenti appositamente studiati per far svagare i più piccoli e soddisfare al tempo stesso le esigenze dei genitori.

Pronti a partire per un viaggio all’insegna di itinerari poco conosciuti per vivere avventure emozionanti che rimarranno per sempre nei ricordi dei vostri bimbi? Ecco di seguito 10 borghi Bandiera arancione, mete di viaggio ideali per una vacanza all’insegna della famiglia pensata per la gioia e il divertimento di grandi e piccini.

Campo Tures (Bolzano)

I piccoli potranno cimentarsi in avventure acrobatiche, con il percorso a corde alte, il ponte tibetano e le travi di equilibrio oppure in avventure acquatiche e rilassanti presso la Spa Cascade, nel laghetto balneabile naturale o nella baby pool. Da non perdere inoltre una visita a Castel Tures, uno dei castelli meglio conservati dell’Alto Adige, arroccato su una rupe che domina la valle a nord del borgo. Qui il programma per bambini “Le avventure degli Elfi” organizza per i più coraggiosi una serata con gli spiriti del castello, e per i meno audaci cacce al tesoro nei boschi.

 

Molveno (Trento)


Nel cuore delle Dolomiti di Brenta, è il luogo ideale per chi vuole divertirsi in famiglia. Qui c’è un programma di attività varie e numerose a seconda dell’età che dura tutto l’anno. Per esempio il parco avventura Forest Park e la fattoria didattica. Da provare anche una giornata nel mini park sulle rive del lago e una salita in quota alla ricerca delle marmotte. Inoltre è possibile ammirare l’orso bruno e il lupo nel parco faunistico a due passi da Molveno.

 

Gromo (Bergamo)


Da programmare una visita al castello Ginami, agli edifici storici del palazzo Milesi e al Museo delle armi bianche e delle pergamene che contiene una ampia collezione di armi bianche databili dal XV al XVII secolo: alabarde, spade da fante, spade a tazza, strisce e pugnali, coltelle con i punzoni delle famiglie di spadai gromesi Scacchi e Ginami. Qui la tipologia di vacanza può essere interessante anche per gli amanti della natura grazie alla presenza di numerose attrattive naturalistiche come le vette prealpine e la grotta carsica “büs di Tàcoi”, ricca di pozzi, meandri, laghetti e concrezioni di vario tipo e colore che rivestono pareti, soffitti e pavimenti della cavità, offrendo uno spettacolo di grande suggestione che porta al Lago verde. Per preservare l'ambiente naturale, l'ingresso è consentito a speleologi o a persone adeguatamente accompagnate ed attrezzate. Da non perdere anche il parco sospeso nel bosco di Spiazzi di Gromo.

 

Airole (Imperia)


Un piccolo borgo incorniciato da un’affascinante rete sentieristica, collegata dai ponti in pietra sul fiume Roya, che consente piacevoli passeggiate nell’entroterra per godere di stupendi scorci panoramici e incontrare autentiche rarità a livello di fauna. Qui è possibile praticare diversi sport quali trekking, canyoning, mountain bike e percorsi acrobatici presso il parco avventura, aperto da giugno a settembre. I più impavidi potranno cimentarsi nel water jump, un salto nelle acque del fiume direttamente con le bici.

 

Toirano (Savona)


Una giornata di avventura nelle viscere della Terra visitando le note grotte di Toirano. Percorsi con guide specializzate accompagnano nelle cavità carsiche bambini e ragazzi che possono così immergersi in un mondo unico e scoprire come si sono formate le grotte, come si sviluppano stalattiti e stalagmiti, chi le ha abitate in tempi antichi e quali animali preistorici vi sono sepolti. Al termine del percorso è possibile partecipare anche a laboratori archeologici e didattici dove imparare a costruire capanne paleolitiche, tirare con l’arco preistorico e accendere il fuoco con utilizzo degli archetti. Da non perdere poi una visita al Museo Etnografico della Val Varatella e al centro storico del borgo medievale di Toirano.

 

Gavi (Alessandria)


Il luogo ideale per tornare indietro nel tempo e respirare un po’ di atmosfera medievale. Numerose sono le rievocazioni storiche previste presso il Forte e presso il borgo da aprile a luglio. Tra le più interessanti segnaliamo: 7 maggio: “Il Forte e il Borgo nel Seicento”, con visita ai moschettieri, agli ufficiali e ai soldati della guarnigione; 4 giugno - “Gavi città aperta: ritorno al Medioevo”, con visita guidata ai soldati di guardia; 8 luglio – “Il Forte e le stelle nel Seicento: il secolo di Galileo Galilei”, con osservazione delle stelle.

 

Bene Vagienna (Cuneo)


Nella zona archeologica di Augusta Bagiennorum (frazione Roncaglia) è possibile visitare i resti del teatro e di una basilica paleocristiana e partecipare alle varie iniziative del laboratorio di archeologia sperimentale. Le attività dell’associazione Archea offrono ai bambini l’occasione di giocare agli archeologi. Per esempio presso la cascina “I Frati” sono stati riprodotti gli ambienti e le attività di una villa romana del periodo imperiale. Qui i bambini possono partecipare a programmi didattici per rivivere la vita degli antichi romani: raccogliere alcune specie di vegetali coltivati anticamente con le quali cucinare salse romane seguendo antichi testi, accudire animali di allevamento dell’epoca e costruire piccoli manufatti con argilla prelevata da una cava locale.

 

Collodi (Pistoia).


D'obbligo una visita al Parco di Pinocchio, realizzato da artisti contemporanei con sculture bronzee dei personaggi fiabeschi e costruzioni riferite ai celebri episodi del romanzo, come l’Osteria del Gambero Rosso e il Paese dei Balocchi, per far rivivere a grandi e piccini il fascino e la poesia della storia di Pinocchio.
Il borgo di Collodi, detto Collodi Castello, è una vera e propria cascata di piccole case che scendono lungo il pendio di un colle scosceso che confluisce dietro l’imponente Villa Garzoni con il suo storico Giardino barocco e tanti giochi d’acqua. Al suo interno si trova la Collodi Butterfly House, un giardino esotico che ospita centinaia di farfalle provenienti da tutto il mondo.

 

Casciana Terme Lari (Pisa)


E' la meta ideale per il relax delle famiglie con bambini, grazie alla presenza di un ampio complesso termale, e per godere di un weekend all’insegna dell’enogastronomia degustando gli ottimi prodotti locali. Grandi e piccini apprezzeranno sicuramente il Castello dei Vicari visitabile con uno spettacolare percorso che attraverso la “sala dei tormenti” conduce fino ai sotterranei. Il castello in passato è stato sede di importanti magistrature pisane, fiorentine, toscane e dello Stato italiano. Qui vi furono condotti anche processi per stregonerie sotto la direzione della Inquisizione romana. Per bambini e ragazzi di diverse età vengono organizzate presso il castello varie attività come “C’era una volta a Lari”, un nuovo e originale metodo per far conoscere ai bambini la storia del borgo e del suo castello con uno spettacolo a metà tra il teatro e la visita guidata.

 

Civitella Alfedena(AQ)


Il più piccolo paese del Parco nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise offre alle famiglie con bambini rilassanti passeggiate alla scoperta del suo intatto centro storico ma anche numerose botteghe con prodotti tipici e musei. Tra questi il più interessante e affascinante per genitori e bambini è sicuramente il Museo del Lupo appenninico, un percorso dedicato alla vita, all'etologia, alla storia e alle leggende legate a questo predatore e ai suoi rapporti con l'uomo. Anche qui la vacanza è ideale per i bimbi che amano gli animali. A Civitella Alfedena è possibile avvistare il lupo e la lince che vivono in semilibertà in due ampie aree recintate vicino al paese, ma anche incontrare i cervi liberi che si muovono tranquilli per le strade del paese o scorgere l’orso. Da non perdere un’escursione alla Camosciara, areanaturalistica da visitare su un comodo trenino turistico, in mountain bike o a cavallo.

Presentazione Autore
Alberto Bombarda

Una vita da giornalista e comunicatore e adesso affitto case... Da quel lontano 31 agosto 1966 quando vidi la luce a Modena, sotto i ponti della mia vita, in sintesi, è passata una laurea in Scienze politiche nel 1993, un master in Comunicazione d'azienda nel 1995, un esame da giornalista professionista a Roma nel 2000, migliaia di firme tra Il Resto del Carlino, Gazzetta di Modena e anche Gazzetta dello Sport, una moglie, due figli e un'agenzia immobiliare. Un vero globe-blogger...


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati