Cerca

EXPO 2015, tutto quello che c'è da sapere

by Alberto Bombarda
on Aprile 10, 2015
Visite: 806

Valutazione attuale: 4 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella inattiva
 

L'Esposizione Universale si terrà a Milano a partire dal 1 maggio fino al 31 ottobre. Il tema ufficiale attorno a cui ruoterà l'evento è "Nutrire il pianeta, energia per la vita". Verrà trattato tutto ciò che riguarda l'alimentazione, dal problema della mancanza di cibo in alcune zone del mondo a quello dell'educazione alimentare, fino alle tematiche legate agli OGM. Si parla di 20 milioni di presenze attese nella capitale lombarda per l'evento. Inoltre, ci saranno più di 130 nazioni rappresentate, oltre 60 padiglioni e investimenti da capogiro.

 

L'Expo 2015 (ufficialmente Esposizione Universale Milano 2015, Italia, in inglese World Exposition Milano 2015, Italy) avrà luogo a Milano (zona Rho-Pero) tra il 1 maggio e il 31 ottobre. L'esposizione è organizzata da Expo 2015 S.p.A., società costituita dal Governo Italiano, dalla Regione Lombardia, dalla provincia di Milano, dal comune di Milano e dalla Camera di Commercio di Milano.

Il tema scelto per l'Esposizione Universale di Milano 2015 è "Nutrire il pianeta, energia per la vita". Saranno incluse le tecnologie, l'innovazione, la cultura, le tradizioni e la creatività legati al settore dell'alimentazione e del cibo. Il tema principale è il diritto ad una alimentazione sana, sicura e sufficiente per tutti gli abitanti della Terra. La preoccupazione per la qualità del cibo in un mondo sempre più popolato (si calcola che nel 2050 gli abitanti della Terra saranno 9 miliardi) si accompagna a scenari di un aumento dei rischi per la quantità globale dei cibi disponibili.

 

I NUMERI. Si consumeranno in media 5.887 pasti all'ora dentro il sito espositivo nei 184 giorni di apertura di Expo 2015. Un totale di 26 milioni di pasti (si stima 141 mila ogni 24 ore) per nutrire i 20 milioni di visitatori previsti. Un superlavoro per chef e cuochi dentro e fuori i padiglioni che prepareranno prelibatezze per tutti i gusti e per tutti i portafogli: dalla colazione (1,5 milioni quelle che si serviranno, pari al 6%) alla cena (3,1 milioni, pari al 12%), passando per pranzo (17 milioni, pari al 65%) e merenda (4,4 milioni pari a 17%). Cifre e percentuali in uno scenario che comprenderà oltre 150 fra ristoranti, bar-caffetterie, corner food&beverage, chioschi e postazioni di street food in cui mangiare e bere a Expo.

In ciascuno dei 55 maxi padiglioni di altrettanti Paesi partecipanti ci sarà un ristorante e in alcuni casi anche più di uno: il Giappone, per esempio, ne avrà quattro. A questi si affiancheranno gli spazi previsti nei nove padiglioni collettivi ("cluster") dedicati ai 92 Paesi accomunati da un prodotto, da un clima o da un'area geografica.

 

Dislocate tra i padiglioni di Expo, inoltre, ci saranno 32 postazioni con un'offerta di "street food". Potranno essere delle innovative "ape", dei "food truck" o altri modelli di postazioni ancora da definire. Tutti venderanno consumazioni veloci, pratiche ed economiche. E vicino all'anello che circonderà il sito espositivo, i visitatori potranno anche contare su 10 chioschi gourmet, ciascuno in tema con il prodotto offerto: si potrà spaziare dai panini con salumi selezionati alla frutta di stagione.

 

I MARCHI. Nel sito espositivo ci sarà anche la cucina griffata di "Identità Golose": sarà uno spazio polifunzionale con una cucina di alto profilo. E poi, grazie a chef stellati che ruoteranno durante i 6 mesi, per i visitatori ci sarà un appuntamento culinario da non perdere con le "Cene d'Autore".

Un pasto su quattro all'esposizione sarà preparato dalla Cir Food, la cooperativa leader nelle mense aziendali e scolastiche che si è aggiudicata la gara indetta dalla società Expo. Cir gestirà 4 ristoranti "Tracce" con tavoli tematici ad accesso libero; 8 quick service restaurant (a marchio "Viavai" e "Let's toast"); 4 caffetterie snack ("Chiccotosto"); un ristorante con il servizio al tavolo del brand Aromatica, in collaborazione con Chic (Charming Italian Chef), e 3 punti ristoro (gestione del bar, del ristorante e dell'area pic nic) alla Cascina Triulza, più un servizio banqueting.
In totale, 20 locali in edifici in legno distribuiti lungo il Decumano, la via principale che unisce idealmente il luogo di consumo del cibo (la città) a quello di produzione, la campagna. I prezzi? Un pasto completo ai ristoranti "Tracce" potrà costare 12-14 euro, ma scegliendo un piatto unico o composizioni ridotte si potrà mangiare con 7-8 euro.

A Expo parteciperà anche Slow Food. L'associazione promuoverà un percorso di degustazione agroalimentare sostenibile e di qualità. Protagonisti soprattutto vini e formaggi.

 

A Expo sbarcherà pure McDonald's. Sarà presente con un ristorante da 300 posti, 400 metri quadrati più 200 di terrazza. Proporrà un menù anche con hamburger speciali preparati con ricette dal mondo. Ma McDonald's, soprattutto, punterà sul progetto «Fattore futuro» a sostegno della filiera italiana: venti agricoltori e allevatori under 40 saranno selezionati come fornitori per i prossimi tre anni.

Si potranno consumare i pasti anche al di fuori dei padiglioni nei 16 ristoranti di Eataly, con menù di tutte le regioni d'Italia. Inoltre ci saranno due aree consorzi dove poter assaggiare specialità nuove, tipiche e di qualità ogni mese diverse. E due punti che sforneranno uno pizze e l'altro piadine.

 

EXPO FAMILY FRIENDLY. Grazie a Chicco, le famiglie troveranno una serie di servizi a loro dedicati: una «Welcome area» per dare accoglienza e fornire indicazioni logistiche su tutti i punti-servizi di hospitality. A ogni famiglia che si presenterà alla welcome area verrà consegnato un "welcome kit" contenente una mappa cartacea e digitale dei servizi family friendly del sito espositivo, unitamente a prodotti utili come, ad esempio, le salviettine detergenti. Poi, ci saranno 1.000 passeggini di cortesia a disposizione gratuita dei genitori, per consentire loro di muoversi liberamente, senza dover portare il passeggino da casa. I bambini potranno, così, riposare quando stanchi di camminare e non dovranno rinunciare al sonnellino.

Presenti 14 Aree Nursery dove sarà possibile trovare tutto il necessario per l'allattamento e il cambio dei più piccoli, grazie a una fornitura di 350mila salviettine detergenti, 50mila confezioni di pannolini e oltre 30mila prodotti tra fasciatoi, federe, cuscini per l'allattamento e mangia-pannolini. E ancora, più di 1.000 prodotti per la pappa tra seggioloni, rialzi sedia e scalda-biberon in 10 punti Ristoro (CIR food e Eataly) del sito espositivo.

 

COME RAGGIUNGERE EXPO.

In metropolitana. La fermata della metropolitana più vicina al sito espositivo è quella di Rho Fiera Milano (linea rossa M1), capolinea della diramazione nord-ovest. La linea M1 transita dalle stazione di Cadorna e Duomo ed è collegata con le linee M2 (Stazioni di Loreto e Cadorna) e M3 (Duomo), nonchè con le stazioni ferroviarie di Sesto Primo Maggio e Porta Venezia. Il tempo medio di percorrenza è di circa 25 minuti dalla stazione metropolitana Duomo e 20 minuti dalla stazione metropolitana Cadorna. Una volta giunti alla stazione di Rho Fiera Milano, è possibile raggiungere il sito espositivo utilizzando la passerella pedonale.

 

In treno. La stazione di Rho Fiera Milano può essere raggiunta utilizzando le linee suburbane S5 (Varese-Treviglio), S6 (Novara-Treviglio), S14 (Rho-Milano Rogoredo), che attraversano il passante di Milano (quindi il sito può essere raggiunto anche partendo dalle stazioni di Milano Certosa, Villapizzone, Lancetti, Porta Garibaldi, Repubblica, Porta Venezia e Dateo). Tutti i treni regionali provenienti da Arona, Domodossola, Varese e Torino e diretti a Milano, prevederanno una fermata nella stazione Rho Fiera.

 

In auto e in taxi. Sarà possibile raggiungere le zone adiacenti al sito espositivo in auto, lasciando il veicolo in appositi parcheggi (è necessario però prenotare prenotarlo). I parcheggi disponibili sono quello di Merlata, adiacente all'omonimo accesso, Arese e Trenno (che permettono di raggiungere l'accesso Roserio tramite una navetta gratuita) e Fiera Milano (con modalità simili a quelle del parcheggio di Arese, permette di raggiungere l'accesso Florenza). Per ulteriori informazioni sulle modalità di prenotazione e i costi, consultare il sito ufficiale. Gli accessi di Merlata e Roserio sono raggiungibili anche con taxi.

 

In aereo. Milano vanta tre aeroporti, quelli di Malpensa (provincia di Varese), Orio al Serio (provincia di Bergamo) e quello di Linate, distante pochi chilometri dalla zona est del capoluogo. Nei tre aeroporti è possibile usufruire di navette che permettono di raggiungere il centro della città e successivamente di raggiungere il sito espositivo, con le modalità sopra elencate.

 

Per ulteriori approfondimenti potete esplorare il sito di EXPO 2015.

 

Presentazione Autore
Alberto Bombarda

Una vita da giornalista e comunicatore e adesso affitto case... Da quel lontano 31 agosto 1966 quando vidi la luce a Modena, sotto i ponti della mia vita, in sintesi, è passata una laurea in Scienze politiche nel 1993, un master in Comunicazione d'azienda nel 1995, un esame da giornalista professionista a Roma nel 2000, migliaia di firme tra Il Resto del Carlino, Gazzetta di Modena e anche Gazzetta dello Sport, una moglie, due figli e un'agenzia immobiliare. Un vero globe-blogger...


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Hotel troppo caro per visitare Expo con la famiglia? Risparmio e comodità con l’affittoHotel troppo caro per visitare Expo con la famiglia? Risparmio e comodità con l’affitto
I numeri di Expo sono stati snocciolati in ogni trasmissione televisiva o radiofonica, durante l'ultimo mese. Ma di qualcosa non si è parlato molto:...
Vuoi mangiare all'Expo? Ecco la guida on line di tutti i ristorantiVuoi mangiare all'Expo? Ecco la guida on line di tutti i ristoranti
Zomato, la piattaforma globale che raccoglie oltre 1 milione di ristoranti in 22 Paesi del mondo, ha catalogato circa 200 tra ristoranti, trattorie,...
Expo 2015: il vademecum per il turista/inquilino consapevole. Expo 2015: il vademecum per il turista/inquilino consapevole.
Ci siamo.. pronti a partire e a partecipare a questo grande evento. E se per farlo abbiamo scelto non la classica struttura alberghiera, ma una comoda...
Expo2015: a Milano, in affitto, con un contratto turistico ad hoc.Expo2015: a Milano, in affitto, con un contratto turistico ad hoc.
Si avvicina il giorno di inaugurazione di Expo e tra titubanze e speranze, iniziamo a registrare un buon interesse. Soprattutto sono confortanti i...
Nel 2015, italiani tutti al mare!Nel 2015, italiani tutti al mare!
Nel 2015 le vacanze degli italiani punteranno di nuovo sul mare: a delineare il quadro delle mete preferite per l'anno appena iniziato è Expedia.it....