Cerca

I 100 posti migliori per mangiare in italia

by Alberto Bombarda
on Marzo 04, 2016
Visite: 581

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Quali sono i bar, le gastronomie, i ristoranti preferiti dagli Yelper italiani? Per rispondere a questa domanda, Yelp – l’esperto nella ricerca delle migliori attività commerciali su base locale, sia da desktop che tramite app – ha analizzato le recensioni realizzate dalle sue community e i punteggi assegnati dagli utenti che hanno testato e commentato le proprie esperienze gastronomiche in giro per la penisola. E’ nata così la Top 100 dei locali più amati per mangiare fuori nelle principali città italiane.

La classifica di Yelp è stata stilata basandosi sull’analisi dei locali più popolari e meglio recensiti di sempre su Yelp. Le attività di tutta Italia sono state messe a confronto sulla base di una valutazione che prende in considerazione sia i punteggi che il numero di recensioni ricevuti, tenendo conto della qualità, popolarità e delle oscillazioni statistiche. Tra le sorprese, l’esclusione di Milano dalla Top 10 dei locali più recensiti e votati, dominata da una città più piccola, ma non meno “gourmet” come Firenze.

 

Sul podio pizza napoletana e specialità toscane. Il podio della Top 100 di Yelp parla chiaro: per gli italiani niente è meglio dei sapori di casa e, in particolare, della pizza. La vetta della classifica, infatti, è dominata da due celebri pizzerie napoletane, L’Antica Pizzeria Da Michele e Sorbillo. L’innato amore per la tradizione culinaria italiana è testimoniato anche dal terzo posto di Mercato Centrale a Firenze, un must per gli amanti delle eccellenze toscane. Con ben sette attività nella Top 10, Firenze è la città con il maggior numero di locali recensiti, mentre Napoli compare due volte, seguita da Roma, il cui unico business presente tra i primi dieci – la birreria Open Baladin - occupa il quarto posto. Per trovare il primo ristorante di Milano, bisogna scorrere fino all’undicesimo posto, dove compare Poporoya, a testimonianza della grande passione dei milanesi per la cucina asiatica e, in particolare, per le specialità giapponesi.

 

Voglia di esotico. Scorrendo la Top 100, ricorrono ben dieci volte locali che propongono specialità giapponesi, per poi imbattersi in ristoranti cinesi e spagnoli, seguiti a ruota da cucine di ogni parte del mondo: vietnamita, indiana, messicana, eritrea e, soprattutto, americana. Molto votate, infatti, sono state le attività che servono brunch, burger, milkshake e bagel.
Colpisce, infine, l’assenza di locali esclusivamente vegetariani o vegani che, seppur sempre più numerosi e apprezzati, non sembrano ancora in grado di fare definitivamente breccia nei cuori (e negli stomaci) degli Yelper, in maggioranza onnivori.

 

Ecco la top 20 italiana.

1 - L’Antica Pizzeria – Da Michele, Napoli
2 - Sorbillo, Napoli
3 - Mercato Centrale, Firenze
4 - Open Baladin, Roma
5 - All’Antico Vinaio, Firenze
6 - Le Vespe Café, Firenze
7 - Johnny Bruschetta, Firenze
8 - Pasticceria Giorgio, Firenze
9 - Dolce Lab, Firenze
10 - I Due Fratellini, Firenze
11 - Poporoya, Milano
12 - The Diner, Firenze
13 - Dim Sum, Firenze
14 - Burger Wave, Milano
15 - Di Matteo, Napoli
16 - Birdy’s Bakery, Napoli
17 - Oasi Giapponese, Milano
18 - 50 Kalò, Napoli
19 - Porto Fluviale, Roma
20 - Mizzica, Roma

Presentazione Autore
Alberto Bombarda

Una vita da giornalista e comunicatore e adesso affitto case... Da quel lontano 31 agosto 1966 quando vidi la luce a Modena, sotto i ponti della mia vita, in sintesi, è passata una laurea in Scienze politiche nel 1993, un master in Comunicazione d'azienda nel 1995, un esame da giornalista professionista a Roma nel 2000, migliaia di firme tra Il Resto del Carlino, Gazzetta di Modena e anche Gazzetta dello Sport, una moglie, due figli e un'agenzia immobiliare. Un vero globe-blogger...


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Gentile Giancarlo, dovrebbe più che altro far presente che occupare l'immobile con un numero maggiore di inquilini, rispetto a quanto concordato ed ammesso dall'ampiezza dell'immobile (ci sono precisi dettagli in merito) rappresenta una grave inadempienza per cui lei potrebbe chiedere la risoluzione di diritto del contratto. Magari se trova un accordo per una data di rilascio potrebbe risparmiarsi un'eventuale causa.

  • Giancarlo

    Nel ottobre 2014 ho dato in affitto un appartamento a una famiglia di 5 persone. Ad oggi la signora oltre ad aver concepito un nuovo figlio ,sono tornati a vivere con lei altri 3 figli maggiorenni!lla situazione ora é che nell'appartamento vivono stabilmente 9 persone e sinceramente non lo trovo giusto perche io ho affittato l appartamento a 5 persone e inoltre é scomodo anche per loro viverci!la signora ha ammesso che é una situazione che non si aspettava e che vorrebbe cambiare casa!siccome dubito fortemente della sua buona fede avendo avuto modo di conoscere meglio la sua situazione!...come posso comportarmi per chiederle di andare via prima o trovarsi un altra sitemazione?
    Visto che lei stessa ad ammettere questa situazione posso far fare una scrittura privata dove mi assicura che mi libererà l'appartamento in una data precisa?
    Grazie cordiali saluti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati