Cerca

Tutti i trend della vacanza invernale in montagna

by Alberto Bombarda
on Dicembre 05, 2014
Visite: 957

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il ponte dell'Immacolata da sempre rappresenta il via ufficiale della stagione sciistica italiana. La neve non abbonda, ma parecchi impianti di risalita delle principali località sono già in funzione, anche grazie all'innevamento artificiale. Vediamo insieme numeri, tendenze e scopriamo quali saranno le mete più gettonate di quest'inverno.

 

Il turismo "bianco" rappresenta a livello nazionale l'11,3 percento del complessivo sistema turistico e, solo sulle Alpi, genera un mercato da 16 miliardi di euro. Per la stagione invernale che sta partendo l'Osservatorio turistico della montagna italiana (dell'Osservatorio Skipass Panorama Turismo) prevede un incremento del 3,8 percento di presenze rispetto allo scorso anno, soprattutto nelle destinazioni top – le più famose, quelle più all'avanguardia e con più offerte last minute - anche se solo il 14 percento delle località sciistiche italiane ha investito in strutture e servizi, in grado cioè di attirare l'interesse di nuovi consumatori.

 

Trend 2014-15. Sempre più si cerca nella montagna la vacanza all'insegna del relax e del benessere, senza praticare sport a tutti i costi. Secondo le indagini dell'Osservatorio turistico sono infatti in crescita gli "SLONS" (Snow Lovers No Skiers), cioè coloro che amano la neve ma non sciano: passeggiate, Spa con massaggi, eno-gastronomia e solarium in baita sono le attività preferite.

 

Un'altra tendenza è lo "sci a chilometri zero": quest'inverno si riscoprono il treno come mezzo per raggiungere le località di montagna e gli alberghi davanti agli impianti di risalita. Il massimo è poter scendere dal treno e salire sulla cabinovia, come in Val di Sole (Trentino), a Plan de Corones (Alto Adige), a Pila (Valle d'Aosta) e, dal 14 dicembre, a Versciaco (sopra Bolzano).

 

Per quanto riguarda le discipline sportive, le più gettonate anche quest'anno sono quelle a costo zero perché non necessitano di alcun acquisto di skipass né del maestro di sci e che garantiscono la pratica sportiva in contatto con la natura: ciaspole, nordic walking e sci di fondo. Cresce anche il numero di appassionati di "slow ski", disciplina-filosofia che privilegia le piste panoramiche con soste e percorsi a bassa velocità.

 

Tra le ultimissime novità, un po' elitarie e quindi costose, ci sono il "balloon ski" che prevede la partenza in mongolfiera con gli sci e gli scarponi e l'arrivo in cima alle piste; lo "snowscoot", un mix tra monopattino e bici BMX per i freerider esperti che corrono e fanno slalom; lo "ski running", corsa in montagna sulla neve, che dalla Francia sta contagiando anche gli sportivi italiani, e l' "ice kart", il go kart sul ghiaccio.

 

Si conferma l'interesse crescente anche per l'arrampicata sul ghiaccio, per l'eliski, per le sciate in notturna (soprattutto nel comprensorio Zoncolan-Ravascletto e nell'area Sella Ronda) e all'alba (in Alta Badia e in Trentino), e per le piste alla francese cioè senza innevamento artificiale e senza battitura.

 

Un'altra tendenza molto interessante è la ricerca delle stazioni sciistiche piccole e accoglienti, con poca ressa agli impianti di risalita e un buon rapporto prezzo/qualità. Ecco qualche indicazione: le piste intorno al rifugio Col de Varda, sul lago di Misurina sopra Auronzo di Cadore; Padola, in Val Comelico; Rienza a Dobbiaco; Passo Oclini nella ski area di Lavazé, nella Val di Fiemme trentina; il pianoro di Ciampedie, tra Vigo di Fassa e Pera di Fassa.

Le grandi destinazioni, dal Dolomiti Superski alla Via Lattea, dal Matterhorn Ski Paradise all'Adamello Ski, invece, vengono scelte in base alla qualità e alla diversificazione dell'offerta, alla sicurezza, all'innovazione e alla garanzia di poter sciare sempre.

Presentazione Autore
Alberto Bombarda

Una vita da giornalista e comunicatore e adesso affitto case... Da quel lontano 31 agosto 1966 quando vidi la luce a Modena, sotto i ponti della mia vita, in sintesi, è passata una laurea in Scienze politiche nel 1993, un master in Comunicazione d'azienda nel 1995, un esame da giornalista professionista a Roma nel 2000, migliaia di firme tra Il Resto del Carlino, Gazzetta di Modena e anche Gazzetta dello Sport, una moglie, due figli e un'agenzia immobiliare. Un vero globe-blogger...


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Tutti a sciare appassionatamente!Tutti a sciare appassionatamente!
La stagione invernale 2013/2014 in montagna segnerà una positiva inversione di tendenza, dopo due stagioni difficoltose. Ce lo dice la relazione di...
Una stagione in Una stagione in "discesa"
Tutte le montagne d'Italia sono pronte ad accogliere gli sciatori. Ecco i consigli per prepararsi, su dove andare e come spendere meno. Pronti per...
Stagione 2014/2015: per la settimana bianca si va in affitto! Stagione 2014/2015: per la settimana bianca si va in affitto!
Crisi o non crisi, gli italiani non rinunciano alla settimana bianca, ma scelgono la soluzione più conveniente: l'affitto di una casa-vacanze. La...