Cerca

Umbria Jazz 2016, the show must go on...

by Alberto Bombarda
on Giugno 24, 2016
Visite: 960

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La celebre manifestazione musicale si terrà a Perugia dall'8 al 17 luglio, presentando in un cartellone ricco e prestigioso di conferme e novità. Tra i nomi più attesi Mika, Diana Krall, Buddy Guy ed Ezio Bosso, che ha incantato al Festival di Sanremo.

 

Le conferme sono nella collaudatissima formula che riesce a sommare la grande musica e le suggestioni dell'incantevole centro storico di Perugia. Lo scenario dei grandi eventi è come da tradizione l'Arena Santa Giuliana dove, tra gli altri, si potranno ascoltare Mika, Massimo Ranieri, Buddy Guy, Diana Krall, Stefano Bollani, Chick Corea, Pat Metheny & Ron Carter, la reunion di Steps Ahead, l'inedita partnership John Scofield- Brad Mehldau - Mark Guiliana, Marcus Miller, il quartetto di Branford Marsalis con Kurt Elling.

I concerti nei due teatri cittadini (la rilettura di Bach di Ramin Barhami-Danilo Rea, Roberto Gatto, The Golden Circle, l'omaggio "Duke" di Fabrizio Bosso, la novità Jacob Collier, Ezio Bosso, la Cosmic Renaissance di Gianluca Petrella e molto altro) propongono musica di qualità per veri jazz fans. I palchi all'aperto (musica in piazza e gratuita) rappresentano la continuità con l'Umbria Jazz delle origini e la sua vocazione popolare. Con il funky di Fred Wesley, i ritmi cubani di Pedrito Martinez, la classica vocalità di Alan Harris e lo swing-jive di Ray Gelato, e naturalmente con i Funk Off, ci sarà da divertirsi.

 

L'edizione 2016 offre importanti novità o, meglio, ritorni. Alle tradizionali location del festival si aggiungono due spazi simbolo di Perugia: la basilica di San Pietro, dove Paolo Fresu presenterà due sue produzioni, una delle quali inedita, frutto della collaborazione tra Umbria Jazz e Sagra musicale Umbra, e la Galleria Nazionale dell' Umbria, dove, nell'ambito dei concerti di mezzogiorno si esibirà, oltre agli artisti della etichetta Tuk Music, anche il giovanissimo (13 anni) prodigio Joey Alexander. Ed a proposito di collaborazione con le istituzioni culturali perugine, spicca la rilettura della Such Sweet Thunder di Duke Ellington a cura di Mario Raja con l'orchestra del Conservatorio in occasione del quattrocentesimo anniversario della morte di William Shakespeare. Infine, per il trentunesimo anno, i Corsi del Berklee College of Music di Boston permetteranno a circa 200 ragazzi di approfondire il linguaggio del jazz con gli insegnanti ed il metodo didattico della più famosa scuola di musica popolare americana.

 

Reduce dalla trasferta in Cina, Umbria Jazz conferma con l'edizione 2016 la sua identità di grande manifestazione internazionale e nello stesso tempo fortemente legata al suo territorio, del quale rappresenta storia, cultura, bellezza e contemporaneità.
Per tutte le info, ecco il sito ufficiale di Umbria Jazz

Presentazione Autore
Alberto Bombarda

Una vita da giornalista e comunicatore e adesso affitto case... Da quel lontano 31 agosto 1966 quando vidi la luce a Modena, sotto i ponti della mia vita, in sintesi, è passata una laurea in Scienze politiche nel 1993, un master in Comunicazione d'azienda nel 1995, un esame da giornalista professionista a Roma nel 2000, migliaia di firme tra Il Resto del Carlino, Gazzetta di Modena e anche Gazzetta dello Sport, una moglie, due figli e un'agenzia immobiliare. Un vero globe-blogger...


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati