Cerca

10/1 stesso appartamento, malinconie diverse. Un viaggio fotografico a Bucarest.

by Tiziana Pacini
on Gennaio 23, 2016
Visite: 1015

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

L’obiettivo del fotografo rumeno Bogdan Gîrbovan era trovare un’illustrazione vivente di Bucarest, una città fatta di contraddizioni e di una duratura bellezza degna del suo soprannome “la piccola Parigi”. La ricerca della giusta ispirazione ha portato l’artista a girare e girovagare per tutta la città fino ad approdare direttamente a casa sua.

Attualmente vive in un appartamento al decimo piano di un palazzo nella capitale, costruito nel 1966 durante il periodo comunista. Come voleva lo spirito architettonico del tempo l’edificio è solidamente squadrato e protegge le strade della periferia appena fuori dal centro storico, anche il suo palazzo come i restanti della città è un cubo di cemento traforato, un alto parallelepipedo che si impone sul tessuto urbano rumeno. Per quanto le strutture architettoniche siano serie e malinconiche, il fascino è innegabile: tutte le abitazioni condannano gli eccessi delle decadi precedenti e prevedono gli appartamenti realizzati nello stesso identico modo per prevenire qualunque forma di espressionismo individualista.

Gîrbovan li considera mere scatole che non permettono o facilitano alcun evento sociale o culturale. In questi spogli box i residenti possono solamente soddisfare il loro bisogni fondamentali e rappresentarli al meglio nello spazio che, secondo l’artista, “non hanno assolutamente alcun senso del bello. Servono a sopravvivere.”

Dopo aver dato uno sguardo alla composizione del suo appartamento si è interrogato su come i suoi 9 condomini avessero sistemato la propria “scatola”, iniziando così a condurre un’inchiesta chiamata 10/1 corredata di splendide immagini fotografiche di ogni appartamento: stessa stanza e stesso angolo. L’artista vuole illustrare la mescolanza delle differenti classi sociali che vivono sotto lo stesso tetto ed esplorare quali aspetti siano privilegiati all’interno di un’ambientazione omogenea. Il protagonista degli scatti è l’appartamento, chi lo abita invece è sempre presente, ma come elemento puramente coreografico. Dopo 50 anni dall’avvento del comunismo Gîrbovan ha voluto rappresentare le differenze di classe all’interno di uno spazio progettato quando le differenze di classe non esistevano. Una città, stesso appartamento, personalità diverse.

Una raccolta di fotografie toccanti, meste e violente nel loro riuscito tentativo di racconto rivelatore. Si tocca il silenzio, si annusa un odore stantio, si vive lo spazio angusto e in alcuni casi il dolore fisico. Quando una foto racconta tutto. Benvenuti a Bucarest.

 

Decimo piano.

Girbovan10

Appartamento n.52. Bogdan Gîrbovan.

 

Nono piano.

Girbovan9

Appartamento n.47. Signora Bita, proprietaria pensionata, vive qui dal 1967.

 

Ottavo piano.

Girbovan8

Appartamento n.42. Famiglia Ene, proprietari, Il Signor Ene è costretto a letto da molti anni.

 

Settimo piano.

Girbovan7

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Appartamento n.37. Ionut vive da solo e secondo l’amministratore di condominio “è un donnaiolo con qualche problema di udito, vero o presunto che sia, ma comunque un buon condomine”.

 

Sesto piano.

Girbovan6

Appartamento n.32. L’inquilina è una figura pubblica che si è rifiutata di dare il proprio nome e apparire nello scatto fotografico.

 

Quinto piano.

Girbovan5

Appartamento n. 27. Signora Suhuriuc Ioana, pensionata e proprietaria. Vive qui dal 1967 e con il suo gatto dal 1989.

 

Quarto piano.

Girbovan4

Appartamento n.22. Don Lukas, non è il suo vero nome, preferisce uno pseudonimo, recentemente rientrato dalla Spagna vive con la sua fidanzata.

 

Terzo piano.

Girbovan3

Appartamento n.17. L’appartamento è in vendita, il proprietario vive all’estero. Si è gentilmente prestato l’amministratore di condominio per lo scatto della fotografia tenendo però a precisare che non avrebbe guardato in camera per preservare il suo ruolo istituzionale.

 

Secondo piano.

Girbovan2

Appartamento n.12. Madre e figlia, due signore distinte, la figlia si è trasferita dalla madre quando rimase vedova.

 

Primo piano.

Girbovan1

Appartamento n.17. Pensionata e proprietaria, vive da sola, era una designer di banconote fino al 1989.

 

 

http://girbovan.ro/

Presentazione Autore
Tiziana Pacini

Tiziana vive senza lifting a Rimini e lavora da due anni a Cesena: il tempo trascorso in auto, inizialmente considerato perso, diventa un momento per organizzare la giornata, per pensare, creare, sorridere. La sua vita è un salto a piedi nudi in una pozzanghera desiderando sia profonda.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati