Cerca

5 buoni consigli per cercare immobili su internet

by Stefania Bartolini
on Marzo 09, 2013
Visite: 1422

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Stai cercando casa e non sai da dove partire? Internet è il canale per eccellenza. Le informazioni e i percorsi di navigazione sono davvero tanti. Ma spesso individuare la strada giusta non è così immediato. Qual è il metodo più adeguato? Il primo passo è quello di porre le basi per una buona ricerca. Vediamolo insieme.

Cercare casa oggi è senza dubbio diverso da come potevamo farlo anche solo 5 anni fa. Il web, attraverso portali immobiliari, motori di ricerca e siti specializzati sia sull'affitto che sulla vendita, fa sì che il 70% dei contratti stipulati in Italia abbia origine da proprio da internet.

 

Perciò ipotizzare di escludere l'utilizzo dello strumento diventa impensabile. E allora come possiamo iniziare una ricerca di immobili su internet in modo efficace? I modi di ricercare casa sono tanti, e cambiano in funzione delle nostre abitudini, da quanto quando siamo "compatibili" con internet, da quale dispositivo utilizziamo e soprattutto dal fattore tempo a disposizione.

 

 

Eccetto per gli agenti immobiliari, che lo fanno di mestiere, cercare casa per noi sarà un'attività temporanea. Rendiamola piacevole ed efficace. Partiamo facendo una sorta di lista della spesa: la preparazione evita di perdere tempo prezioso. Ecco 5 tappe generali da seguire per raggiungere il nostro traguardo: cercare casa senza ingorghi e strade senza uscita.

 

1. Definire l'obiettivo temporale. Sembra scontato ma iniziare a cercare casa, senza un minimo di organizzazione, porta inevitabilmente a prendercela comoda. E magari ci lasciamo sfuggire un appartamento che ci piaceva particolarmente perché è stato affittato 2 mesi prima. Una scadenza ci vincola ad un programma: bisogna, quindi, prestare attenzione alle tappe per portare a termine con successo la nostra ricerca.

 

2. Definire i mezzi a disposizione. Il nostro notebook, il tablet, il computer dell'ufficio, lo smartphone. Abbiamo sempre una connessione disponibile o solo in alcuni momenti della giornata? La risposta a queste domande ci permette di capire in quali momenti della giornata possiamo dedicare del tempo alla ricerca, alla raccolta di annunci e alla lettura delle e-mail delle richieste che abbiamo inviato.

 

3. Fissare elementi chiave. Non c'è niente di peggio che non avere delle preferenze. Il rischio è quello di consultare un numero non quantificabile di annunci senza mai arrivare a stringere. Quindi fermiamoci, riflettiamo e definiamo le caratteristiche che assolutamente sono indispensabili per noi, poche ma fondamentali. Questo ci aiuterà a profilare liste di annunci più attinenti alle nostre preferenze. Ad esempio, possiamo fissare il budget massimo che siamo disposti a spendere, la vicinanza dei servizi o di scuola se abbiamo famiglia, e la distanza dal lavoro.

 

4. Scegliere i canali di ricerca. L'applicazione specifica, il portale immobiliare, il sito dell'agenzia. La cosa importante è fare attenzione all'affidabilità del canale stesso. E, come si sente dire spesso, siamo liberi di scegliere.

 

5. Confrontare e inviare richieste. Con gli annunci a disposizione, mettiamo a confronto tutte le caratteristiche presenti, e inviamo la richiesta per gli immobili ai quali siamo veramente interessati. Risparmieremo tempo nello scrivere e-mail o nel compilare moduli per il proprietario o per l'agenzia immobiliare di riferimento.

 

Cinque semplici consigli che crediamo possano ottimizzare l'approccio di ricerca casa su web. Adattando i nostri tipi di abitudini ed esperienza, ma soprattutto preparando un buon piano di ricerca.

Presentazione Autore
Stefania Bartolini

Tre frasi che meglio la descrivono.
"Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare"
"Non esiste un vento favorevole per un marinaio che non sa dove andare"
"Sorridere è un ottimo antidoto contro lo stress quotidiano"
Sportiva per antonomasia. Appassionata alle novità.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Optional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affittoOptional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affitto
Internet, una dotazione ormai imprescindibile nelle case di moltissimi italiani. Anche se, quando si va a vivere in affitto, soprattutto se...
Il social network immobiliare e la Casa 2.0Il social network immobiliare e la Casa 2.0
Prendete due inquilini, scelti attraverso un casting on line, metteteli per 10 giorni in una casa di vetro in centro a Milano ed osservateli mentre...
Spese per la casa, costa meno stare in affitto a canone concordato che in una casa di proprietà con il mutuoSpese per la casa, costa meno stare in affitto a canone concordato che in una casa di proprietà con il mutuo
Una recente indagine della CGIL cerca di fare chiarezza sulla diversa spesa da sostenere per la casa nelle principali città italiane. Sì...
Local Tax e taglio della Tasi per le prime abitazioni: a settembre arriva la riforma delle tasse sulla casa. Local Tax e taglio della Tasi per le prime abitazioni: a settembre arriva la riforma delle tasse sulla casa.
Mentre Confedilizia snocciola gli ultimi dati negativi sulla fiscalità legata alla casa che vedono l'Italia a un livello di tassazione degli...
Agenti immobiliari, guerra di cifre sui regolari. 4 idee per migliorare la figura del mediatoreAgenti immobiliari, guerra di cifre sui regolari. 4 idee per migliorare la figura del mediatore
A tre anni dal completamento della riforma che ha ridisegnato la professione di agente immobiliare e che doveva adeguare gli elenchi camerali degli...