Cerca

Google Glass e la realtà aumentata: visione troppo futuristica o davvero diventerà un device di uso quotidiano

by Stefania Bartolini
on Gennaio 20, 2014
Visite: 1161

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Prima di tutto: cosa sono i Google Glass? Si tratta di un accessorio comune, di fatto un paio d'occhiali. C'è chi li usa per necessità, chi per bellezza, ma questi hanno una piccola differenza: sono occhiali interattivi, con una fotocamera da 5 megapixel, una connessione wi-fi, una funzione bluetooth, un monitor da 640x360 pixel, un microfono integrato, e registrano video a 720p.

 


Queste caratteristiche contribuiscono a dare azione e una visione più ampia del mondo circostante con l'ausilio di un monitor trasparente, un prisma, posto nella parte in alto a destra del proprio campo visivo.
Anche se ancora non sono in commercio, i rumors ne annunciano l'uscita nel corso della prossima primavera. Sul web se ne discute da diversi mesi, attraverso siti online dedicati, blog, articoli di giornale, interviste, oltre a speciali su radio e televisione.

 

Ma come possono essere utilizzati nella realtà quotidiana? Alcune funzioni sono ovvie, come scattare foto e registrare video. Una coppia negli States li ha sperimentati per filmare il proprio matrimonio. Possono azionare e controllare i propri elettrodomestici, e mentre si sta seduti comodamente sul divano si può accendere il televisore, una lampada o il tablet. Consentono di navigare su internet, consultare il proprio calendario o leggere la posta elettronica. Abbiamo cercato e letto notizie per saperne di più, in particolare recensioni e specifiche degli esperti. I Google Glass sono descritti come innovativo strumento con una potenzialità elevata e, come altri dispositivi, nella fase iniziale di lancio dovranno essere "compresi". I risvolti sono senza dubbio interessanti: pensate a persone disabili o con difficoltà di movimento che possono azionare device con il solo utilizzo dello sguardo; oppure a persone in auto al volante, che con comandi vocali possono consultare l'agenda senza perdere l'attenzione alla guida; o ancora agli sportivi, che in palestra possono controllare le principali funzioni delle attrezzature, monitorare l'attività fisica e condividere le informazioni.


Noi di Blogaffitto ci siamo chiesti quanto i Google Glass possano influire sul mercato immobiliare dell'affitto e della compravendita. A tutti, almeno una volta nella vita, sarà capitato di cercare casa, o di aprire un'attività e cercare la location giusta come un negozio o un ufficio, o di studiare all'università e cercare una stanza, o ancora cercare un alloggio stagionale per la propria vacanza. Al posto del tablet e dello smartphone, potremmo indossare i nostri Google Glass e, camminando per strada, nella zona di nostro interesse, potremmo attivare la funzione di ricerca vocale per "chiedere" ai Google Glass di mostrarci le soluzioni più adatte a noi in zona, visualizzare nel monitor le schede riassuntive delll'immobile, con le foto dei particolari e le informazioni per contattare l'agenzia.

Stupore! Sembra davvero un film fantascientifico. Al contrario, si tratta di realtà e non futuristica. Chi ha avuto l'opportunità di provare i prototipi italiani dei Google Glass, evidenzia sì fattori migliorabili, come il prisma frontale, ma con un potenziale indiscutibile. Crediamo che l'immobiliare sia proprio un settore che verrà ampliato e sviluppato da questa nuova tecnologia!

Presentazione Autore
Stefania Bartolini

Tre frasi che meglio la descrivono.
"Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare"
"Non esiste un vento favorevole per un marinaio che non sa dove andare"
"Sorridere è un ottimo antidoto contro lo stress quotidiano"
Sportiva per antonomasia. Appassionata alle novità.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Donald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affittiDonald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affitti
Breve storia dei brillanti (ma controversi) esordi nel real estate del nuovo presidente degli Stati Uniti   Fresco di laurea, diventò a...
Optional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affittoOptional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affitto
Internet, una dotazione ormai imprescindibile nelle case di moltissimi italiani. Anche se, quando si va a vivere in affitto, soprattutto se...
Un mercato in costante crescita da 8 anni? Cercalo nel settore immobiliare e lo troveraiUn mercato in costante crescita da 8 anni? Cercalo nel settore immobiliare e lo troverai
Siamo abituati a credere che il settore immobiliare abbia subito negli ultimi anni una prolungata fase di crisi, dalla quale solo negli ultimi due...
Affitto, quali previsioni per il 2016? I principali trend del mercato della locazioneAffitto, quali previsioni per il 2016? I principali trend del mercato della locazione
Che i segnali di ripresa nell’immobiliare ci siano e nel 2016 possano ulteriormente rafforzarsi lo confermano i più importanti...
Canoni in risalita nel 2015, è la richiesta delle famiglie a spingere gli immobili più spaziosiCanoni in risalita nel 2015, è la richiesta delle famiglie a spingere gli immobili più spaziosi
Rimbalzo verso l’alto, dopo anni di calo costante, oppure ripartenza della crescita? L’interrogativo è legittimo, visto il +1,7%...