Cerca

La domotica: la casa intelligente che semplifica le funzioni di un ambiente domestico.

by Stefania Bartolini
on Febbraio 03, 2014
Visite: 1380

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Di case intelligenti si parla da molto tempo. Le prime tecnologie furono le chiusure automatiche dei cancelli, e si sono sviluppate fino al punto che oggi grazie a telecomandi possiamo gestire i climatizzatori, le tapparelle, per fare qualche esempio, ed altre utenze domestiche . E la domotica cos’è?

Partiamo dalle origini della parola stessa: domotica deriva dal connubio dei termini “domus” dal latino casa, e robotica. La domotica interviene in modo intelligente ed unisce tutti i sistemi in una soluzione integrata.

 

La domotica semplifica le operazioni di gestione dei disposizioni domestici installati, dall’illuminazione, alle finestre del tetto, alle aperture e chiusure di porte e portoni. Tecnologia e quotidianità che si vanno a fondere per raggiungere un grado di semplicità all’uso elevato, dove ogni situazione è sotto controllo e ogni decisione è intuitiva ed immediata.

domotica abitazione

L’automazione è portata all’interno del’ambiente domestico. Di fatto un sistema di domotica domestico è un sistema che mette in comunicazioni parti diverse di un impianto, sfruttando tecnologie elettriche, elettroniche, informatiche e di telecomunicazione. Alla base di tutto, la caratteristica più innovativa è l’integrazione. Funzioni diverse della casa possono dialogare tra loro.

 

Cosa lo rende possibile? L’utilizzo di un unico canale di comunicazione condiviso, chiamato bus, che è un doppino che collega fisicamente i dispositivi in modo che comunichino tra loro.

 

Chi può installare un impianto di domotica? Il sistema di domotica può essere installato sia in nuove abitazioni sia in case esistenti, proprio perché essendo un sistema adattabile consente interventi di varia natura. Vero è che se la casa è in costruzione è possibile progettare un impianto di domotica a 360 gradi.

Ma anche su impianti esistenti e in abitazioni che sono in ristrutturazione, si può prevedere una predisposizione parziale.

Una volta che l’impianto è stato realizzato mettendo in comunicazione i dispositivi all’interno o esterno dell’abitazione, la gestione avviene tramite un unico pannello che può essere comandato da un quadro centrale in casa, oppure tramite un applicazione su dispositivo in mobilità come smartphone o tablet.

 

Quali sono i vantaggi nell’adozione di un impianto di domotica? I vantaggi che ne scaturiscono sono di facile comprensione . Primo la semplicità di utilizzo, come abbiamo già illustrato con un unico pannello che gestisce comandi e non diversi telecomandi. Anche i Google Glass potrebbero gestire da distanza i nostri dispositivi a casa.

 

Secondo, una casa più sicura. Perché? Perché con un sistema di domotica è possibile aumentare i livelli di sicurezza da intrusione, ed anche per rilevare internamente possibili eventi pericolosi come fughe di gas attraverso l’azionamento di elettrovalvole tramite contatto di uscita e che avvisano con segnalazioni acustiche di allarme.

 

Terzo il risparmio. E oggi è un tema sul quale tutti siamo molto sensibili. L’automazione delle funzioni dell’ambiente della casa permette di fare un uso più razionale dell’energia distribuendola al reale bisogno. Unita anche alla regolazione della temperatura in base a fasce orarie o parti dell’abitazione, possono ridurre sostanzialmente i consumi di energia.

 

Presentazione Autore
Stefania Bartolini

Tre frasi che meglio la descrivono.
"Quando il gioco si fa duro, i duri cominciano a giocare"
"Non esiste un vento favorevole per un marinaio che non sa dove andare"
"Sorridere è un ottimo antidoto contro lo stress quotidiano"
Sportiva per antonomasia. Appassionata alle novità.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Optional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affittoOptional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affitto
Internet, una dotazione ormai imprescindibile nelle case di moltissimi italiani. Anche se, quando si va a vivere in affitto, soprattutto se...
Spese per la casa, costa meno stare in affitto a canone concordato che in una casa di proprietà con il mutuoSpese per la casa, costa meno stare in affitto a canone concordato che in una casa di proprietà con il mutuo
Una recente indagine della CGIL cerca di fare chiarezza sulla diversa spesa da sostenere per la casa nelle principali città italiane. Sì...
Local Tax e taglio della Tasi per le prime abitazioni: a settembre arriva la riforma delle tasse sulla casa. Local Tax e taglio della Tasi per le prime abitazioni: a settembre arriva la riforma delle tasse sulla casa.
Mentre Confedilizia snocciola gli ultimi dati negativi sulla fiscalità legata alla casa che vedono l'Italia a un livello di tassazione degli...
Agenti immobiliari, guerra di cifre sui regolari. 4 idee per migliorare la figura del mediatoreAgenti immobiliari, guerra di cifre sui regolari. 4 idee per migliorare la figura del mediatore
A tre anni dal completamento della riforma che ha ridisegnato la professione di agente immobiliare e che doveva adeguare gli elenchi camerali degli...
Caldo record, rischio caro bolletta da condizionatore. 5 consigli per risparmiare fino a 200€Caldo record, rischio caro bolletta da condizionatore. 5 consigli per risparmiare fino a 200€
Sudore, affaticamento, notti insonni, pressione bassa, stress. Non sono però questi gli unici effetti collaterali dell'ondata di caldo torrido che,...