Cerca

Una cyclette per ricaricare la casa del futuro.

by Tiziana Pacini
on Dicembre 12, 2015
Visite: 1163

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Come sarà la casa di domani? Come cambieranno le nostre esigenze abitative e quali saranno le risposte dell’arredamento? Come evolverà la funzionalità degli oggetti e il nostro modo di vivere? A questi interrogativi rispondono Ikea e Leroy Merlin, i giganti dell’arredamento funzionale a basso costo, che fanno dell’interpretazione delle tendenze future il loro core business e che studiano costantemente soluzioni innovative e approcci vincenti.

Marcus Engman, product manager Ikea, sostiene che la casa del futuro sarà sempre meno casa e sempre più uno spazio fluido. Cambierà la visione delle strutture rigide a cui siamo sempre stati abituati: non ci sarà più il salotto, la camera da letto e la cucina pensati come spazi fissi, ma lo spazio totale della casa sarà adibito a usi e funzioni diversi. L’abitare diventerà eclettico e i mobili caratterizzanti di questa visione versatile saranno ibridi e adatti a rispondere a esigenze molteplici: il divano è l’emblema del mobile multi-uso diventando comodo sofa per il relax serale, letto principale o solo per gli ospiti, luogo dove mangiare e socializzare. Tanto è vero che, come sostiene Engman, sono molti più gli acquisti di divani letto che semplici divani. Secondo il responsabile Ikea “è possibile che presto uno sgabello diventi uno dei pezzi più importanti dei mobili nella vostra casa, perché può fare così tante cose oltre essere uno sgabello. Si può usare come un comodino, una sedia, un tavolino o una scaletta e si può facilmente progettarli per renderli componibili.“


Versatilità va ovviamente a braccetto con intelligenza e quindi con facilità e velocità. Tutto questo si traduce in una casa del futuro dotata di un sistema domotico che permetta di controllare tutto con un semplice click attraverso il proprio smartphone e/o tablet, non solo per la sicurezza della casa ma anche per l’automazione delle tapparelle e per la gestione della temperatura, essenziale per l’accensione, la regolazione e lo spegnimento del riscaldamento e condizionamento. Questo significa ottimizzazione delle risorse e soprattutto risparmio. La casa del futuro è infatti efficiente, isolata termicamente per ottenere ambienti caldi senza l’uso del riscaldamento con una maggiore efficienza energetica. Ikea ad esempio ha presentato all’ultimo Salone del Mobile una cucina smart con mobili ed elettrodomestici in grado di caricare wireless dispositivi per far diventare la casa più semplice e facile, una sorta di smartphone a misura di mobile. In ultimo ma non per importanza la casa del futuro sarà totalmente sostenibile, nella scelta dei prodotti certificati PEFC e nella gestione responsabile delle risorse.


Ma quanto è lontano questo futuro? In realtà è già arrivato a settembre in Val d’Aosta dove 100 studenti di ingegneria e architettura provenienti da tutta Italia hanno partecipato al workshop “thinking outside the box” che prevedeva la progettazione di un modulo abitativo ad alta efficienza energetica denominato Biosphera 2.0. La casa energeticamente autonoma sarà testata a febbraio nei -10°C di Courmayeur, poi a Torino e nei 40°C di agosto a Rimini.
La casa è in grado di garantire temperature ideali tra 21 e 25 gradi (umidità tra 45% e 55%) senza un vero e proprio impianto di riscaldamento, ma solamente con la produzione autonoma di energia. In situazioni estreme, se ad esempio facesse troppo freddo, sarebbe sufficiente salire su una cyclette, pedalare per qualche minuto e attendere che gli accumulatori vengano ricaricati. Nella pratica la casa del futuro del progetto Think out the box è poco più di un container, realizzato in base alle reazioni del nostro organismo e secondo criteri di massima sostenibilità. Aspettiamo di vedere la nostra casa del futuro e nel frattempo iscriviamoci ai corsi di spinning non tanto per rimanere in forma, quanto per abituarci a pedalare per produrre energia!

fututo1

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fututo3

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fututo4

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

fututo5

 

 

 

 

 

 

Presentazione Autore
Tiziana Pacini

Tiziana vive senza lifting a Rimini e lavora da due anni a Cesena: il tempo trascorso in auto, inizialmente considerato perso, diventa un momento per organizzare la giornata, per pensare, creare, sorridere. La sua vita è un salto a piedi nudi in una pozzanghera desiderando sia profonda.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Mila

    Buonasera.ho un contratto 4+4 di un appartamento e il proprietario lo vuole vendere e ha già trovato a chi vendere.voleva che io davo la disdetta e entro 6 mesi uscire.non ho accettato visto che non ho la possibilità economica per il trasloco ecc e sopratutto non voglio lasciare una casa che per mettere a posto tutta e arredarla ho speso quasi 10 mila€ .oggi la proprietaria mi dice che mi deve fare lo sfratto perché è uscita una nuova legge e che così non paga le tasse.e vera questa cosa perché non l'ho ancora sentita.io ho sempre pagato l'affito.la seconda cosa è da maggio che l'antenna nel condominio non va e nessun antennista è disposto a salire sul tetto visto che è in amianto ma da maggio che io pago cmq l'abbonamento che ho con Premium e senza usufruire.non c'è l'amministratore perché ci sono solo 3 famiglie.cosa si può fare? Grazie mille

  • Salve Mila, non c'è alcuna legge che permette uno sfratto per vendere l'immobile; la disdetta può avvenire solo allo scadere dei primi 4 anni e quindi la casa si può vendere con il suo contratto. Per il funzionamento dell'antenna può sollecitare e provare lei stesso a cercare un antennista e quindi informare il proprietario per eventuali spese.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati