Cerca

Affitti, arriva il modello RLI che semplifica la registrazione dei contratti.

by Chiara Bianchi
on Gennaio 14, 2014
Visite: 8115

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

D'ora in poi sarà più semplice registrare i contratti d'affitto: l'Agenzia delle Entrate ha approvato il nuovo modello RLI, che consentirà la registrazione online dei contratti di locazione, nonché l'adempimento telematico di tutti gli altri obblighi legati all'affitto.


F41FDF5829E93A732CF428F74175D9 h498 w598 m2Una nuova misura è stata introdotta dall'Agenzia delle Entrate per incrementare il pacchetto delle semplificazioni fiscali: a partire dal 3 febbraio sarà attivo il nuovo modello RLI che consentirà ai contribuenti di adempiere a tutti gli obblighi legati alla locazione direttamente per via telematica. Grazie all'approvazione del nuovo modello, d'ora n poi si potrà richiedere agli uffici dell'Agenzia delle Entrate la registrazione dei contratti di locazione e affitto, oltre a comunicarne eventuali proroghe, cessioni o risoluzioni. L'RLI può essere utilizzato anche per esercitare l'opzione e la revoca della cedolare secca e per comunicare i dati catastali dell'immobile oggetto di locazione o affitto, adempimenti fiscali che prima erano contenuti all'interno del modello "69".

 


Ma come funziona? A partire dal 3 febbraio sarà possibile, direttamente o tramite un intermediario abilitato, registrare il contratto e allegare la relativa documentazione direttamente via internet, attraverso i servizi online dell'Agenzia delle Entrate. Gli allegati dovranno essere inviati in un unico file in uno di questi formati: TIF, TIFF e PDF. Inoltre, si potrà versare online le imposte connesse alla registrazione con addebito sul conto corrente del contribuente o dell'intermediario, secondo le regole previste per il modello F24.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Domenico

    Salve,
    nel febbraio del 2008 ho concesso in affitto (per la durata di anni 6) un locale ad uso commerciale, nel febbraio del 2014 (alla scadenza del contratto) ho dimenticato di presentare l'allora mod. 69 (oggi RLI) all'agenzia delle entrate per la proroga del menzionato contratto, pagando comunque regolarmente l'F23 per l'imposta di registro.
    Vorrei sapere se è opportuno che regolarizzi questa omissione o non è necessario.

    P.S. ho visto i codici tributo per il nuovo mod. F24ELIDE, ma non è prevista una sanzione per la omessa o ritardata comunicazione della proroga dl contratto di affitto.
    Grazie

  • Gentile Domenico,
    in effetti si tratta di un errore solo formale, avendo comunque pagato nei termini l'imposta. Potrebbe segnalare la cosa direttamente all'agenzia delle entrate per capire come regolarizzare la cosa.

  • Domenico

    Oggi mi sono recato all'agenzia delle entrate per chiedere lumi. Mi hanno risposto che dovrò pagare una sanzione

  • Gentile Giovanna,
    In effetti ci viene da pensare così, ma stiamo aspettando anche noi maggiori dettagli da parte delle Entrate.
    Non mancheremo di aggiornarvi!
    Grazie a lei per l'interesse!
    Chiara

  • Giovanna

    Buongiorno Chiara,
    una domanda mi sorge spontanea, che differenza c'è tra questo RLI e i vari programmi che già usiamo per registrare i contratti?Forse che è uno solo?
    Grazie
    Giovanna

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite
Gli italiani ricominciano a comprare casa, gli affitti sono destinati a sgonfiarsi. Sbagliato: ecco cosa succede sul mercato immobiliare  ...
Mediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decollaMediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decolla
Tra i fattori principali l’esclusione delle controversie per sfratto, le più numerose, e la scarsa efficacia della gestione...
Perché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 puntiPerché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 punti
Un mercato in crescita da 9 anni consecutivi, una fiscalità particolarmente vantaggiosa per il proprietario e canoni di affitto accessibili per...
Cedolare secca, nel 2015 l’hanno scelta il +22,4% dei proprietari di case in affitto.Cedolare secca, nel 2015 l’hanno scelta il +22,4% dei proprietari di case in affitto.
Boom della cedolare secca nel 2015, scelta nel +22,4% dei casi di nuovi contratti di affitto. Sono 1,7 milioni i proprietari di case che hanno...
2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?
Comprare casa per i giovani: da passaggio imprescindibile a scelta di vita troppo impegnativa.     L’acquisto di un’...