Cerca

Affitto, canoni ancora in calo nel 2013 ma aumenta la domanda.

by Chiara Bianchi
on Febbraio 03, 2014
Visite: 1255

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Solo Affitti ha pubblicato l'annuale report su "Il mercato della locazione in Italia" redatto in collaborazione con la società di studi economici Nomisma. Nel 2013 il settore della compravendita rimane debole, condizione che induce un lento ma progressivo spostamento della domanda verso quello della locazione.


chiavi-di-casaA fronte di un mercato della compravendita che rimane debole nonostante il calo dei prezzi e la quantità dell'offerta, quello della locazione evidenzia dinamiche differenti: i contratti di affitto per gli immobili d'impresa hanno subito ulteriori cali a causa di una domanda sempre più fragile, mentre nel segmento delle abitazioni si registra una certa stabilità dei contratti stipulati durante gli ultimi dodici mesi, con una quota di domanda che si è spostata progressivamente dall'acquisto all'affitto (in media il 4,7%). Lo spostamento d'interesse di una parte delle famiglie verso il mercato dell'affitto ha favorito una maggiore tenuta dei canoni rispetto ai prezzi, anche se il quadro generale rimane recessivo. Questa la sintesi del rapporto 2013 su "Il mercato della locazione in Italia" pubblicato da Solo Affitti in collaborazione con Nomisma.

 

In particolare, ad avvantaggiarsi del calo nelle compravendite è stato il mercato della locazione residenziale. Nelle 19 città capoluogo si è assistito infatti ad un aumento generalizzato dell'offerta, mentre la domanda e il numero dei contratti stipulati sono rimasti stabili. I canoni hanno subito contrazioni un po' in tutte le aree urbane e per tutte le tipologie di immobile, anche se con cali più contenuti rispetto a quelli in picchiata che hanno caratterizzato il 2012. Per dare un po' di numeri, i monolocali hanno registrato -4,3%, i bilocali -4,7%, i trilocali -4,5% e i quadrilocali -4,4%, per una media nazionale del -4,5%. I canoni medi mensili variano a seconda della zona urbana in cui è situato l'immobile: fra una zona di pregio e una in periferia, la differenza si attesta anche oltre le 150 euro mensili, mentre a spostare ulteriormente il prezzo di circa 50 euro rispetto a un'abitazione normale, sono la presenza di garage o dell'arredamento.


Bilocali e trilocali rappresentano comunque la tipologia preferita dalle famiglie italiane: il 68,3% del mercato della locazione è rappresentato da immobili di tali metrature. Oltre un immobile locato su tre è un bilocale, con punte di preferenza del 39-40% in zone di pregio e centro storico, mentre la richiesta di trilocali è maggiormente diffusa in semicentro e periferia (33-34% del totale degli immobili locati). Tra le eccezioni più rilevanti si segnala Milano, dove i bilocali sono scelti dal 30% delle famiglie un po' in tutte le zone cittadine tranne in periferia, dove la preferenza per questa tipologia sale addirittura al 47%, rispetto ad una media Italia del 34%.


Le previsioni per il 2014 per il settore della locazione residenziale vedono una sostanziale tenuta del numero di contratti stipulati e una stabilità nei canoni, con un eventuale calo nel mercato degli immobili di pregio. Più fosco si configura invece il mercato dell'uso diverso (uffici, capannoni, negozi), per il quale si attende una diminuzione generalizzata di contratti e canoni in tutte le zone urbane, ad eccezione dei negozi nelle aree centrali e di pregio.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite
Gli italiani ricominciano a comprare casa, gli affitti sono destinati a sgonfiarsi. Sbagliato: ecco cosa succede sul mercato immobiliare  ...
Perché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 puntiPerché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 punti
Un mercato in crescita da 9 anni consecutivi, una fiscalità particolarmente vantaggiosa per il proprietario e canoni di affitto accessibili per...
2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?
Comprare casa per i giovani: da passaggio imprescindibile a scelta di vita troppo impegnativa.     L’acquisto di un’...
Affitto, tutte le previsioni per il 2017Affitto, tutte le previsioni per il 2017
Previste più transazioni di mercato nelle grandi città. Canoni abitativi stabili quasi ovunque, solo a Milano segnali di crescita. &...
Affitto, i canoni bassi agevolano la scelta di immobili più spaziosiAffitto, i canoni bassi agevolano la scelta di immobili più spaziosi
Grazie ai ribassi dei canoni di locazione degli ultimi anni, molti inquilini possono permettersi una stanza in più per la propria casa in...