Cerca

Chiarimenti fiscali

by Chiara Bianchi
on Marzo 13, 2013
Visite: 1280

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Con la circolare 5/E del 2013, l'Agenzia delle Entrate chiarisce alcuni punti che riguardano i rapporti tra l'Imu e le imposte dirette, come Irpef e addizionali.


agenziaentrateDalle indicazioni contenute nella circolare 5/E del 2013, emerge che l'Imu va a sostituire l'Irpef e le relative addizionali dovute sui redditi fondiari relativi ai beni non locati, mentre non cambiano le regole ordinarie di tassazione. Ad esempio, la tassazione rimane immutata per il reddito di fabbricati locati senza l'applicazione della cedolare secca e per i redditi derivanti da immobili che non producono reddito fondiario.


Nel caso in cui un immobile sia stato locato soltanto temporaneamente, l'Imu sostituisce l'IRPEF e le addizionali sul reddito relativo al periodo in cui l'immobile non è stato locato.Chi affitta una parte dell'abitazione principale, dovrà applicare l'Imu solo se la rendita catastale rivalutata del 5% risulta maggiore del canone annuo di locazione. In caso l'importo del canone sia superiore a tale rendita catastale, saranno dovute sia l'Imu che l'Irpef, o la cedolare secca, a seconda del regime fiscale scelto.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite
Gli italiani ricominciano a comprare casa, gli affitti sono destinati a sgonfiarsi. Sbagliato: ecco cosa succede sul mercato immobiliare  ...
Mediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decollaMediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decolla
Tra i fattori principali l’esclusione delle controversie per sfratto, le più numerose, e la scarsa efficacia della gestione...
Perché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 puntiPerché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 punti
Un mercato in crescita da 9 anni consecutivi, una fiscalità particolarmente vantaggiosa per il proprietario e canoni di affitto accessibili per...
Bamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitoriBamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitori
Ben l’80% dei giovani italiani non se ne va dalla casa di mamma e papà prima dei 30 anni. C’entra la crisi, ma non solo  ...
2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?
Comprare casa per i giovani: da passaggio imprescindibile a scelta di vita troppo impegnativa.     L’acquisto di un’...