Cerca

Condominio, come guadagnare affittando le parti comuni.

by Chiara Bianchi
on Settembre 03, 2014
Visite: 7216

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

E' possibile tenere le spese sotto controllo anche quando si vive in condominio? Se l'è chiesto Il Sole 24 Ore nella sua Guida pratica per la famiglia, e la risposta è affermativa: risparmiare è possibile, seguendo alcuni accorgimenti come, ad esempio, mettere a reddito i beni comuni. Ma cosa prevedono la legge e il regolamento condominiale in questi casi?


condominio-CORBIS-672x351Mettere a reddito le parti comuni consente non solo di risparmiare, ma anche di creare un'opportunità di guadagno non indifferente. Ma cosa dice la legge? La sentenza della Cassazione Civile, del 19 luglio 2012, n. 12485 stabilisce che "se la natura di un bene immobile oggetto di comunione non ne permette un simultaneo godimento da parte di tutti i comproprietari, l'uso comune può realizzarsi o in maniera indiretta oppure mediante avvicendamento". L'uso indiretto (come la locazione) della cosa comune è quindi consentito, ma dietro delibera dell'assemblea a maggioranza dei condòmini. Bisogna tenere ben presente, tuttavia, che esistono norme diverse che regolano i diversi casi di locazione: posti auto in cortile, la portineria ove sia in disuso, la facciata cieca dell'edificio per le affissioni pubblicitarie. Vediamoli.

 
Portineria e alloggio del portiere: i locali precedentemente adibiti a un servizio di portineria ormai revocato, possono essere concessi in affitto ad un singolo condomino o ad una terza persona, ad insindacabile giudizio dell'assemblea. Poiché l'affitto dei locali dell'ex portineria è considerata un'innovazione diretta al miglior uso della cosa comune, in assemblea condominiale è sufficiente ottenere la maggioranza degli intervenuti e almeno 500 millesimi per poter procedere con la locazione dell'immobile.


Posto auto: nel caso dei posti auto, l'assemblea condominiale può scegliere diverse soluzioni: assegnare i posti auto in via esclusiva, a seguito di delibera unanime di tutti i condomini; predisporre un sistema a rotazione dei posti auto per evitare la violazione del principio del godimento paritario; può decidere per "l'uso indiretto" della cosa comune, assegnando i posti auto in locazione agli stessi condomini o a soggetti esterni. Il singolo condomino non può affittare di sua iniziativa il posto auto che si trova nel cortile comune, a meno che l'assemblea non abbia deciso unanimemente di assegnare in maniera esclusiva i posti auto ai singoli, che potrebbero così affittarli a persone terze.


Facciata: se le prescrizioni del regolamento condominiale e del codice civile non vengono violate, l'assemblea condominiale può valutare la proposta commerciale di una eventuale società intenzionata ad affittare la facciata dell'edificio per apporvi manifesti pubblicitari.


Innovazioni: è possibile concedere in affitto a terze persone il lastrico solare o altra superficie comune idonea per ospitare interventi previsti per la produzione di energia mediante l'utilizzo di impianti di cogenerazione, fonti eoliche, solari o rinnovabili. Anche qui occorre, in sede di assemblea condominiale, ottenere la maggioranza degli intervenuti e almeno 500 millesimi.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Morosità di un condomino: cosa fareMorosità di un condomino: cosa fare
L’inquilino non paga le spese condominiali: come procedere? La “questione morosità” è ormai una problematica discussa...
3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite
Gli italiani ricominciano a comprare casa, gli affitti sono destinati a sgonfiarsi. Sbagliato: ecco cosa succede sul mercato immobiliare  ...
Tra proprietario e inquilino non metterci l’amministratore!Tra proprietario e inquilino non metterci l’amministratore!
A chi chiedere il pagamento delle spese condominiali? Oneri accessori o spese condominiali: un balzello (spesso molto pesante) che ci si dimentica di...
Perché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 puntiPerché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 punti
Un mercato in crescita da 9 anni consecutivi, una fiscalità particolarmente vantaggiosa per il proprietario e canoni di affitto accessibili per...
2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?
Comprare casa per i giovani: da passaggio imprescindibile a scelta di vita troppo impegnativa.     L’acquisto di un’...