Cerca

D.l. "Fare", rispunta la mediazione civile obbligatoria.

by Chiara Bianchi
on Giugno 20, 2013
Visite: 3491

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Torna l'obbligatorietà della mediazione nelle cause civili. A sorpresa è stato inserito nel d.l. "Fare", contenente misure in materie di crescita, il provvedimento che ripristina la conciliazione davanti a un mediatore per (quasi) tutte le cause previste dalla legge 28/2010, comprese quelle su affitto, locazione e liti condominiali.


conciliazione 800 800Il Consiglio dei Ministri ha approvato il d.l.15 giugno 2013 n. 9, recante misure urgenti in materia di crescita. Fra gli interventi sulla giustizia civile messi a punto dal guardasigilli Annamaria Cancellieri, spunta il ritorno della mediazione obbligatoria, che viene ripristinata per numerose tipologie di cause con l'esclusione delle controversie per danni da circolazione stradale.


Il decreto reintegra dunque le disposizioni dichiarate incostituzionali dalla Consulta (sentenza n. 272/2012), introducendo nuove disposizioni che, in parte, riscrivono i caratteri della mediazione.


Fra le principali novità, l'addio alla mediazione su invito del giudice, poichè la mediazione diventerà un iter ex officio; il procedimento di mediazione avrà una durata non superiore a tre mesi (in luogo dei quattro medi previsti originariamente); il verbale di accordo raggiunto davanti ai mediatori, per essere omologato, dovrà essere sottoscritto dagli Avvocati che assistono tutte le parti; gli avvocati iscritti all'albo saranno di diritto mediatori; l'indennità di mediazione verrà ridotta in caso di mancato accordo.


L'obbligatorietà della mediazione civile era stata introdotta dal Dlgs 28/2010 e il d.l. 9/2013 ne mantiene le disposizioni previste, ad eccezione delle novità già citate. Un ritorno al passato che tocca anche il mondo immobiliare: l'art. 5 comma 1 prevede la mediazione anche in casi di affitto, locazione e liti condominiali. In sostanza, la legge dice che chi intende esercitare in giudizio un'azione relativa a una controversia in materia di condominio, diritti reali, divisione, successioni ereditarie, patti di famiglia, locazione, comodato, affitto di aziende, risarcimento del danno derivante da responsabilità medica e da diffamazione con il mezzo della stampa o con altro mezzo di pubblicità, contratti assicurativi, bancari e finanziari, è tenuto ad eseguire l'iter di mediazione che, da nuove disposizioni, diventa condizione di procedibilità della domanda.


Ora non resta che aspettare la conversione in legge del decreto da parte del Parlamento.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Tra proprietario e inquilino non metterci l’amministratore!Tra proprietario e inquilino non metterci l’amministratore!
A chi chiedere il pagamento delle spese condominiali? Oneri accessori o spese condominiali: un balzello (spesso molto pesante) che ci si dimentica di...
Mediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decollaMediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decolla
Tra i fattori principali l’esclusione delle controversie per sfratto, le più numerose, e la scarsa efficacia della gestione...
Perché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 puntiPerché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 punti
Un mercato in crescita da 9 anni consecutivi, una fiscalità particolarmente vantaggiosa per il proprietario e canoni di affitto accessibili per...
2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?
Comprare casa per i giovani: da passaggio imprescindibile a scelta di vita troppo impegnativa.     L’acquisto di un’...
Affitto, tutte le previsioni per il 2017Affitto, tutte le previsioni per il 2017
Previste più transazioni di mercato nelle grandi città. Canoni abitativi stabili quasi ovunque, solo a Milano segnali di crescita. &...