Cerca

Ecobonus, gli incentivi diventano strutturali e vengono allargati ad altri interventi.

by Chiara Bianchi
on Settembre 27, 2013
Visite: 1321

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Diventa strutturale l'ecobonus del 65%, che verrà esteso ad altri interventi oltre a quelli già previsti nel decreto legge n. 63/2013. La risoluzione è stata approvata all'unanimità dalle commissioni Ambiente e Finanze della Camera.


793926 479974168725368 1842756896 oCon la risoluzione n7-000090 l'esecutivo si impegna a stabilizzare l'eco-bonus del 65% applicato, fino ad ora, agli interventi di riqualificazione energetica e alla messa in sicurezza antisismica del patrimonio immobiliare. Il documento prevede inoltre l'ampliamento dei soggetti che possono usufruire dell'eco-bonus, includendo:

  • gli interventi di riqualificazione energetica del patrimonio di edilizia residenziale pubblica;
  • gli interventi relativi alla riqualificazione energetica di edifici interi;
  • gli interventi di consolidamento antisismico degli edifici ricadenti in aree al alta pericolosità sismica che, per ragioni di tipo amministrativo, non rientrano ancora nelle zone 1 e 2 di cui all'ordinanza del Presidente del Consiglio dei ministri n. 3274 del 20 marzo 2003;
  • gli interventi di consolidamento antisismico dei beni immobili strumentali e delle strutture alberghiere.

Si stima che, con la stabilizzazione di queste agevolazioni fiscali, gli interventi a favore della bioedilizia si moltiplicheranno, mentre per le abitazioni che hanno goduto degli incentivi il risparmio energetico è calcolato intorno alle 1.500 euro all'anno.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.
La prima scelta per chi decide di aprire un'attività è quella di selezionare la location giusta e adatta. Il sogno di aprire nella "via...
10 consigli per essere un proprietario di casa in affitto moderno e al passo con i tempi10 consigli per essere un proprietario di casa in affitto moderno e al passo con i tempi
Niente pregiudizi e inutili rigidità, scelte contrattuali e fiscali adeguate, cura dell’immobile, ma anche trasparenza e cordialità...
Optional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affittoOptional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affitto
Internet, una dotazione ormai imprescindibile nelle case di moltissimi italiani. Anche se, quando si va a vivere in affitto, soprattutto se...
E' primavera. Come seminare e coltivare un buon inquilinoE' primavera. Come seminare e coltivare un buon inquilino
Eh già, da un certo punto di vista affittare casa è come fare giardinaggio. Se scegli i semi giusti, li pianti e li annaffi con cura...
Le 7 cose che un agente immobiliare non deve fare quando affitta un immobileLe 7 cose che un agente immobiliare non deve fare quando affitta un immobile
Affidare la gestione dell’affitto del proprio immobile ad un agente immobiliare significa innanzitutto affidarsi ad un professionista. Qualcuno...