Cerca

Il venerdì nero dei contribuenti: domande e risposte sulla maggiorazione Tares.

by Chiara Bianchi
on Gennaio 22, 2014
Visite: 1238

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Venerdì 24 gennaio scadono i termini per pagare la mini-Imu e la maggiorazione Tares, secondo quanto fissato nella Legge di Stabilità per il 2014. Il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha raccolto alcune delle domande più ricorrenti fra gli operatori professionali e i contribuenti e ha messo a disposizione sui suo sito una serie di faq come aiuto per affrontare i calcoli e i pagamenti. L'approfondimento di oggi riguarda la maggiorazione Tares.


iStock 000017061743SmallTares vs maggiorazione Tares: si tratta di tributi ben separati, che si distinguono essenzialmente per due elementi: l'importo (nella maggiorazione risulta fisso e uguale per tutti) e l'ente destinatario del versamento (lo Stato per la maggiorazione, il Comune per la tassa). La maggiorazione è dovuta per far fronte ai servizi indivisibili dei Comuni, mentre la tassa base riguarda il costo di gestione dei rifiuti urbani. L'importo per la maggiorazione è fisso ed è pari a 30 centesimi al mq, calcolati sull'estensione della superficie soggetta alla tassa rifiuti. La scadenza del 24 gennaio, in particolare, riguarda la sola maggiorazione Tares; vale quindi per tutti i contribuenti che hanno occupato immobili soggetti all'applicazione della tassa rifiuti nel corso del 2013, mentre per la tassa sui rifiuti bisogna consultare le scadenze stabilite dai singoli Comuni. La maggiorazione sarà applicata comunque per il solo anno 2013, poiché dal 2014 la Tares verrà sostituita da Tasi e Tari.

 
Niente sanzioni se il Comune non invia il bollettino: il Ministero dell'Economia e delle Finanze ha recentemente chiarito che il contribuente in ritardo per il pagamento della maggiorazione perchè non ha ricevuto i bollettini precompilati del Comune non è sanzionabile, come stabilito nell'art. 5 al comma 4-bis del D. L. n. 102 del 2013 che prevede, nel caso in cui il versamento del tributo relativo all'anno 2013 risulti insufficiente, la non applicazione delle sanzioni qualora il Comune non abbia provveduto all'invio ai contribuenti dei modelli di pagamento precompilati.


Ravvedimento operoso: sia per la mini-Imu, sia per la maggiorazione Tares è previsto il ravvedimento operoso.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016
Canoni di affitto a due velocità tra nord e sud. Va forte l’abbinamento tra cedolare secca e canone concordato. In aumento chi si...
Donald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affittiDonald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affitti
Breve storia dei brillanti (ma controversi) esordi nel real estate del nuovo presidente degli Stati Uniti   Fresco di laurea, diventò a...
Affitto, la checklist del bravo agente immobiliareAffitto, la checklist del bravo agente immobiliare
Cosa significa qualità del servizio per un’agenzia immobiliare che si occupa di affitti, in 10 semplici regole   Le 10 regole d&...
Negozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commercialiNegozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commerciali
Cali importanti nei prezzi delle locazioni commerciali, frutto della ridotta richiesta di negozi in affitto che la crisi economica ha portato con s&...
Deposito cauzionale, un confronto a livello europeo sul valore della più comune garanzia per l’affittoDeposito cauzionale, un confronto a livello europeo sul valore della più comune garanzia per l’affitto
Paese per paese, un’analisi di quanto in Europa viene richiesto all’inquilino a titolo di cauzione per i danni a immobile e arredi, ma...