Cerca

Imu e seconde case sfitte, le proposte del Governo.

by Chiara Bianchi
on Luglio 29, 2013
Visite: 1652

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Mentre si avvicina il 31 agosto, ultimo appuntamento possibile per presentare la riforma della tassazione immobiliare, sembra che il Governo abbia trovato un accordo che consenta di sopperire all'eliminazione, totale o parziale, dell'imposta sulla prima abitazione. E il dito è puntato contro le seconde e terze case lasciate sfitte.


piso vacioNon ci sarà ancora accordo su Imu, Tares e riforma della tassazione immobiliare anche se, per non compromettere i bilanci dei Comuni, l'esecutivo dovrà necessariamente rispettare la scadenza del 31 agosto, ma su una cosa le forze politiche sono unanimamente concordi: ridurre la differenza di trattamento fiscale complessivo tra gli immobili sfitti, non considerati ai fini Irpef, e quelli affittati, su cui i proprietari pagano l'imposta sul reddito. In pratica si cercherà di favorire la scelta della locazione, tartassata dai recenti interventi legislativi, ultimo in ordine di tempo il decreto Salva-Italia che limitava la possibilità di sconti per gli immobili locati.


Il ministro Saccomanni, in audizione in Parlamento, precisa che l'esatto dosaggio della soluzione, che potrebbe comprendere il ripristino dell'Irpef sugli immobili sfitti, un'aliquota Imu più favorevole per la locazione, o un incremento delle detrazioni Irpef riconosciute agli inquilini, è ancora in fase di definizione. Ripristinare l'Irpef sulle seconde case porterebbe un gettito di almeno 1,6 miliardi, che potrebbero essere usate sia per alleggerire l'Imu sulle prime case, sia per favorire l'affitto.


D'altra parte, lasciare sfitte le seconde abitazioni significa non produrre alcun reddito, quindi neanche tasse, e non essere di alcun aiuto per superare il problema dell'emergenza abitativa. Il Governo deve aver pensato proprio questo: perciò, anche se probabilmente fino alla fine di agosto non sapremo come andrà a finire, meglio iniziare a pensare di rivolgersi a professionisti della locazione.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • ROSA

    PENSO CHE PER AFFITTARE UNA CASA BISOGNA CONVENIRE AL PROPRIETARI PRIMA DI TUTTO,AD OGGI CON L'IMU (SAREBBE MEGLIO RIPRISTINARE LA VECCHIA ICI SUGLI IMMOBILI IN AFFITTO) E LE TASSE , LA TASSAZIONE ARRIVA AL 74%, QUESTO E' INAMMISSIBILE,METTERE LA PROPRIA CASA A DISPOSIZIONE PER NIENTE,LA DIFFERENZA CHE IL GOVERNO DOVREBBE FARE E TRA SECONDA CASA CHE IL PROPRIETARIO USA PER SE,E CASA IN AFFITTO ,DIMEZZARE IMU E TASSAZIONE COMPLESSIVA.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016
Canoni di affitto a due velocità tra nord e sud. Va forte l’abbinamento tra cedolare secca e canone concordato. In aumento chi si...
Donald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affittiDonald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affitti
Breve storia dei brillanti (ma controversi) esordi nel real estate del nuovo presidente degli Stati Uniti   Fresco di laurea, diventò a...
Affitto, la checklist del bravo agente immobiliareAffitto, la checklist del bravo agente immobiliare
Cosa significa qualità del servizio per un’agenzia immobiliare che si occupa di affitti, in 10 semplici regole   Le 10 regole d&...
Negozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commercialiNegozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commerciali
Cali importanti nei prezzi delle locazioni commerciali, frutto della ridotta richiesta di negozi in affitto che la crisi economica ha portato con s&...
Deposito cauzionale, un confronto a livello europeo sul valore della più comune garanzia per l’affittoDeposito cauzionale, un confronto a livello europeo sul valore della più comune garanzia per l’affitto
Paese per paese, un’analisi di quanto in Europa viene richiesto all’inquilino a titolo di cauzione per i danni a immobile e arredi, ma...