Cerca

Imu e Tasi, quali novità nel 2015 dopo lo slittamento del progetto sulla tassa unica?

by Chiara Bianchi
on Gennaio 16, 2015
Visite: 1383

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

La scadenza per il versamento del saldo Imu e Tasi era fissata allo scorso 16 dicembre, ma per chi ha mancato l'appuntamento o per chi ha versato un saldo insufficiente c'è la possibilità di usufruire del nuovo ravvedimento operoso, che nel 2015 prevede l'applicazione di sanzioni in misura ridotta.
imu-tasi-corbis-672A partire dal 1 gennaio 2015 è entrato in vigore il nuovo ravvedimento operoso per sanare il mancato, o non sufficiente, pagamento di Imu e Tasi. Il nuovo ravvedimento operoso è stato introdotto dalla Legge di Stabilità 2015 e si applica a tutti i tributi e anche alle violazioni commesse prima del 2015, sempre che non sia già stato notificato al contribuente l'atto impositivo, per evitargli di dover corrispondere le sanzioni piene all'Amministrazione finanziaria. Dopo lo scadere dei termini per usufruire del ravvedimento sprint, di cui ci si può avvalere entro 14 giorni dalla scadenza, il nuovo ravvedimento operoso prevede infatti l'applicazione di sanzioni agevolate, ridotte al 3% (1/10 della sanzione piena) fino al trentesimo giorno dalla scadenza, corrispondente al 15 gennaio, e al 3,33% (1/9 della sanzione piena) fino al novantesimo giorno dalla scadenza, corrispondente al prossimo 16 marzo.


Oltre all'imposta e alle sanzioni dovranno essere versati anche gli interessi di mora, maturati ogni giorno dall'omissione fino al ravvedimento e applicati unicamente all'importo dovuto come imposta. Per calcolare gli interessi, bisogna far riferimento al tasso di interesse legale nei singoli periodi d'imposta, corrispondenti all'1% annuo per il periodo dal 16 al 31 dicembre 2014, e allo 0,5% annuo dal 2015.


A partire dal 2015 un'altra novità dovrebbe coinvolgere i contribuenti italiani: l'arrivo del bollettino Tasi precompilato e inviato dal Comune direttamente a casa, che aiuterà non poco i proprietari di immobili nel versamento delle tasse, evitando il caos dell'anno passato. A stabilirlo è stata la Legge di Stabilità 2014, che aveva rimandato di un anno, quindi al 2015, questa misura semplificativa degli adempimenti a carico dei cittadini.


Resta la difficoltà per la quota a carico degli inquilini, dal momento che i Comuni non sempre hanno dati aggiornati sui contratti di affitto. Ricordiamo infatti che agli inquilini spetta una quota variabile tra il 10 e il 30% dell'intero importo Tasi, a seconda delle diverse delibere dei Comuni. Anche in questo caso si auspica un intervento di semplificazione da parte delle istituzioni.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Tasi 2016: tra abitazione principale del proprietario e dell’inquilino.Tasi 2016: tra abitazione principale del proprietario e dell’inquilino.
Chi paga la Tasi nel 2016? E Quanto? Abbiamo trattato da un po’ nella rubrica di Prima Pagina le novità che la famigerata Legge di...
Imu, Tasi, Tari: i calcoli, le scadenze e le novità per il 2016.Imu, Tasi, Tari: i calcoli, le scadenze e le novità per il 2016.
Le scadenze per il pagamento di Imu, Tasi e Tari. Con l’avvicinarsi del 16 giugno, termine ultimo per il pagamento della prima rata 2016 di Imu...
Rimborso Imu: le istruzioni per ottenerlo.Rimborso Imu: le istruzioni per ottenerlo.
Come richiedere il rimborso Imu. Con maggio si avvicina il momento di versare le prime rate dell’anno sulle tasse locali Imu, Tasi e Tari; oggi...
Due appartamenti, un contratto, quante agevolazioni?Due appartamenti, un contratto, quante agevolazioni?
Le variabili dell’affitto a canone concordato.   Il contratto a canone concordato incontra sempre più spesso i favori dei...
Registrazione del contratto di affitto, ravvedimento operoso e proroga della locazione: gli ultimi chiarimenti delle Entrate.Registrazione del contratto di affitto, ravvedimento operoso e proroga della locazione: gli ultimi chiarimenti delle Entrate.
Registrazione del contratto di affitto a carico del locatore, ma vale ancora la solidarietà tra le parti. Esiste ancora la solidarietà...