Cerca

Imu, i Comuni si decidano o deciderà lo Stato!

by Chiara Bianchi
on Ottobre 31, 2012
Visite: 1451

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

A un mese dalla data fissata come scadenza per la presentazione delle aliquote Imu, mancano ancora il 20% delle delibere comunali all'appello.

imm finOra la palla passa ai Comuni.

 

Il Ministro dell'Economia Vittorio Grilli, intervistato da Uno Mattina, ha fatto sapere di aver approvato in data di ieri i moduli per la dichiarazione Imu. Dopo l'allarme lanciato qualche giorno fa dalla Consulta dei Caf su un probabile caos Imu, il Ministro dichiara di aver rispettato le scadenze burocratiche relative alla parte che gli compete. E auspica la medesima puntualità per quel che concerne il lavoro dei Comuni. Il 18% di essi, infatti, non avrebbe ancora deliberato circa le aliquote definitive da applicare all'imposta unica, il cui conguaglio finale rimane fissato per il 17 dicembre.

 

I Comuni hanno a disposizione solo un altro mese per emettere la delibera: il 30 novembre dovrà essere tutto pronto. Altrimenti "i cittadini pagheranno secondo le aliquote decise dallo Stato".

 

Il delegato Anci alla finanza locale Guido Castelli, intervenendo a sua volta a Rai Radio 1, garantisce che dal 2 o 3 di novembre sul sito dell'Anci verranno comunicate tutte le aliquote.

 

 

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite
Gli italiani ricominciano a comprare casa, gli affitti sono destinati a sgonfiarsi. Sbagliato: ecco cosa succede sul mercato immobiliare  ...
Bamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitoriBamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitori
Ben l’80% dei giovani italiani non se ne va dalla casa di mamma e papà prima dei 30 anni. C’entra la crisi, ma non solo  ...
Donald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affittiDonald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affitti
Breve storia dei brillanti (ma controversi) esordi nel real estate del nuovo presidente degli Stati Uniti   Fresco di laurea, diventò a...
Tasi 2016: tra abitazione principale del proprietario e dell’inquilino.Tasi 2016: tra abitazione principale del proprietario e dell’inquilino.
Chi paga la Tasi nel 2016? E Quanto? Abbiamo trattato da un po’ nella rubrica di Prima Pagina le novità che la famigerata Legge di...
Imu, Tasi, Tari: i calcoli, le scadenze e le novità per il 2016.Imu, Tasi, Tari: i calcoli, le scadenze e le novità per il 2016.
Le scadenze per il pagamento di Imu, Tasi e Tari. Con l’avvicinarsi del 16 giugno, termine ultimo per il pagamento della prima rata 2016 di Imu...