Cerca

La badante di condominio: una nuova soluzione anticrisi e pro risparmio.

by Isabella Tulipano
on Agosto 05, 2015
Visite: 1032

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Se pensiamo alle principali finalità per cui nasce l'istituto del condominio, non possiamo non pensare alla necessità di mettere insieme le forze per tutelare e valorizzare le parti in comune. E in tempi come questi: dove, da una parte il numero di anziani è in continuo aumento e dall'altra parte ci sono sempre maggiori difficoltà economiche nell'affrontare la spesa di una badante, l'ingegno si aguzza al meglio per studiare una soluzione, quasi spontanea, che parte proprio dal concetto base di condominio e si applica, in maniera originale, a quello di assistenza ai tanti condomini che ne hanno necessità. Ecco spiegata, in bevi termini, la figura della badante di condomino e l'immediato successo che ha riscontrato.

 

"Casa che ha il buon vicino, val più qualche fiorino"
Un antico proverbio spiega bene il valore che può avere trovarsi a condividere spazi abitativi con persone con cui ci si trova bene e che condividono gli stessi bisogni.
I palazzi moderni sono micro cosmi, riproduzioni delle più ampie dinamiche sociali, dove è facile trovare all'interno molte famiglie costituite anche da anziani che vanno assistiti anche per piccole commissioni come la spesa o il pagamento delle bollette.
Il progetto della badante di condominio è stato lanciato da Confabitare a Bologna, da circa 5 anni, ed ha visto la partecipazione di 53 condomini. L'idea è che una sola badante, selezionata e gestita dalla stessa associazione, divide una giornata lavorativa tra le diverse persone che fanno parte di un unico condominio, svolgendo alcune commissione contemporaneamente, come la spesa o le commissioni in posta e banca, ed altre ore in esclusiva. Solo poche ore a testa, come l'anziano stesso preferisce, poiché spesso le persone anziane non sono contente di avere persone per tante ore in casa e vedersi invadere gli spazi che custodiscono gelosamente. Con il vantaggio però di poter avere sempre qualcuno da chiamare per emergenze, considerando che la stessa persona si troverà sempre nelle vicinanze.


Tra i vantaggi principali, inutile negarlo, quello economico: ogni famiglia paga le ore della badante pro quota, che per una città come Bologna vuol dire spendere circa 200-250 euro contro gli 800-1.000 euro dei costi di una badante a tempo pieno.
Infine, anche un vantaggio legato alla socializzazione dei condomini che spesso vivono da anni a pochi metri di distanza l'uno dall'altro e non si conoscono; in questo caso condividere la spesa e l'esperienza favorisce la conoscenza e lo scambio di opinioni.


Insomma un progetto sicuramente interessante ed utile che verrà pertanto replicato a Torino, Roma, Milano, ecc... E perché non in tutt'Italia considerando i grandi numeri dei condomini: sono ben 27 milioni le unità immobiliari in condominio e quindi ben 14 milioni le famiglie che vivono in palazzi condominiali, formati mediamente da 30 unità immobiliari. Potenzialmente la badante di condominio potrebbe essere una richiesta professionale molto richiesta!

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:

Condominio: è record di spese condominiali non pagate
Condominio, come guadagnare affittando le parti comuni.

Presentazione Autore
Isabella Tulipano

Donna, per designazione naturale, accettata con orgoglio e vanto. Mamma, per scelta consapevole: impegnativa quanto appagante. Esperta in questioni tecniche, fiscali, legali sul mondo delle locazioni, per lavoro, ma soprattutto per passione e per deformazione filosofica: l'eccellenza non è un atto, ma un'abitudine.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Valvole termostatiche, installazione in arrivo nei condomini. Ma quanto si risparmierà?Valvole termostatiche, installazione in arrivo nei condomini. Ma quanto si risparmierà?
Importante novità di questo autunno all’insegna dell’efficienza energetica. Prima dell’accensione delle caldaie sarà...
Cucina etnica e animali domestici, ma non solo: quali cattivi odori provocano liti in condominioCucina etnica e animali domestici, ma non solo: quali cattivi odori provocano liti in condominio
Si sa, in Italia la lite condominiale è uno sport nazionale. E il classico “casus belli” è il cattivo odore proveniente dall...
Morosità nel pagamento dell’affitto, in aumento i proprietari coinvolti. Ma non tutti chiedono lo sfrattoMorosità nel pagamento dell’affitto, in aumento i proprietari coinvolti. Ma non tutti chiedono lo sfratto
Una difficoltà tipica per chi abbia subito la perdita del posto di lavoro è quella legata al pagamento delle spese per la casa. Il...
Fenomenologia dell’ascensore. Comfort ambito, ma anche pomo della discordia per chi vive in condominioFenomenologia dell’ascensore. Comfort ambito, ma anche pomo della discordia per chi vive in condominio
Per chi abita dal primo piano in su la questione ascensore è sempre molto sentita. L’assenza comporta le peggiori fatiche e le più...
Se l’immobile si trova a piano terra, paga tutte  le spese condominiali, anche dell’ascensore?Se l’immobile si trova a piano terra, paga tutte le spese condominiali, anche dell’ascensore?
Le questioni condominiali sono sempre tra le più numerose che riceviamo e sappiamo bene quanto le liti da condominio incidano pesantemente sull...