Cerca

La casa-ufficio: una soluzione contro la crisi

by Chiara Bianchi
on Gennaio 11, 2013
Visite: 3859

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Non solo case condivise, ma anche uffici in casa. In tempi di crisi gli italiani si ingegnano a trovare soluzioni per risparmiare, almeno quando si può. E' così che vengono rimodellati gli spazi, quelli domestici e quelli lavorativi. E ci si adatta a svolgere la propria professione nel posto migliore: quello più economico.


iStock 000000843258SmallC'è un proverbio che dice: "La necessità aguzza l'ingegno". E degli italiani si può dire tutto, ma non che non siano maestri di creatività. Grazie a questa naturale dote, la stretta della crisi economica e la difficoltà di incassare le proprie parcelle non hanno scoraggiato i liberi professionisti, a loro volta in difficoltà nel pagare i canoni d'affitto degli uffici.


Una delle possibili soluzioni è quella di cambiare la destinazione d'uso degli immobili da ufficio a residenziale. La conversione conviene sia ai proprietari che agli inquilini. A questi ultimi perché il canone di locazione residenziale è certamente più basso di quello commerciale, mentre i proprietari possono usufruire delle agevolazioni fiscali consentite dalla cedolare secca, oltre ad avere maggiori garanzie di solvenza proprio grazie al fatto che un canone più basso risulta una spesa maggiormente affrontabile dai conduttori. La tendenza si sta diffondendo in tutta Italia, ed è stata rilevata da Solo Affitti, il franchising immobiliare specializzato nella locazione, che ha raccolto le testimonianze dei propri agenti. Come Raffaele Paola, agente Solo Affitti di Peschiera del Garda, che segnala di avere registrato tre casi di immobili convertiti da ufficio/commerciale a residenziale nel giro di pochi mesi. Stessa storia nelle città del Sud, dove il fenomeno è ancora più consistente per effetto dei mancati pagamenti dei compensi dei liberi professionisti.


Altra tendenza in forte ascesa è quella del trasferimento in casa dello studio per svolgere l'attività professionale, una soluzione che consente di abbattere totalmente la spesa dell'affitto a fronte di una minor disponibilità di spazio nella propria abitazione. Da Ciriè, in provincia di Torino, a Caserta, sembra essere questa una delle scelte più quotate dell'ultimo periodo.

 

Infine il fenomeno degli affitti "parziali" rilevato per le abitazioni da Immmobiliare.it sembra aver contagiato anche il mondo del lavoro. Dai dati raccolti nella recente indagine, risulta infatti che gli ultimi dodici mesi abbiano visto raddoppiare l'offerta di stanze o parti di uffici da condividere. La condivisione è praticata soprattutto da aziende di piccole dimensioni, che hanno pochi dipendenti e uno spazio da sfruttare, mentre ad accogliere questo tipo di offerta sono principalmente piccoli imprenditori o professionisti freelance che puntano a sinergie di spazi, di tecnologie o di personale.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Ufficio Virtuale

    La mia azienda fa parte di quelle che hanno optato per gli spazi condivisi. Non è solo un fattore di grandezza, tutto prescinde dal risparmio. Con questa crisi, un po' tutti gli imprenditori cercano proprio questo.

    Saluti da Milano

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite
Gli italiani ricominciano a comprare casa, gli affitti sono destinati a sgonfiarsi. Sbagliato: ecco cosa succede sul mercato immobiliare  ...
Mediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decollaMediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decolla
Tra i fattori principali l’esclusione delle controversie per sfratto, le più numerose, e la scarsa efficacia della gestione...
Perché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 puntiPerché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 punti
Un mercato in crescita da 9 anni consecutivi, una fiscalità particolarmente vantaggiosa per il proprietario e canoni di affitto accessibili per...
Bamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitoriBamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitori
Ben l’80% dei giovani italiani non se ne va dalla casa di mamma e papà prima dei 30 anni. C’entra la crisi, ma non solo  ...
2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?2 Millennials su 3 scelgono l’affitto. E il mito della casa di proprietà?
Comprare casa per i giovani: da passaggio imprescindibile a scelta di vita troppo impegnativa.     L’acquisto di un’...