Cerca

Mini-proroga terminata, riprendono gli sfratti per migliaia di inquilini disagiati.

by Chiara Bianchi
on Luglio 27, 2015
Visite: 1065

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

E' terminata a fine giugno la mini-proroga del blocco sfratti concessa dal governo a tutti quegli inquilini a basso reddito che presentano, all'interno del proprio nucleo familiare, persone con oltre 65 anni di età, figli a carico, malati terminali, o portatori di handicap con invalidità riconosciuta superiore al 66%. A più voci si chiede al governo di offrire tutele concrete alle famiglie colpite dal mancato rinnovo del provvedimento.

Proroga blocco sfratti finitaLa mini-proroga era arrivata a febbraio per concedere agli inquilini sfrattati per finita locazione qualche mese in più per trovare una nuova sistemazione, ma la volontà del governo rimane quella di dare un taglio alla lunga serie di blocchi degli sfratti che dura da almeno trent'anni. Pertanto allo scadere delle mini-proroga, migliaia di inquilini in difficoltà si sono ritrovati senza un provvedimento di tutela contro l'obbligo di lasciare l'immobile nel quale hanno vissuto in affitto. Il sindacato inquilini Sunia ha denunciato da subito i mancati adempimenti dell'esecutivo nel garantire il passaggio da casa a casa. La misura che prevede il recupero degli alloggi popolari sfitti a causa di gravi problemi di manutenzione, in particolare, ha ricevuto fondi regionali troppo tardi per poter sperare di avere i primi alloggi disponibili prima della fine del 2016. La seconda misura, aggiunge ancora il Sunia, ovvero la riserva di 25 milioni del fondo di sostegno agli affitti è rimasta ferma nelle casse dei Comuni perché non è ancora stato emesso alcun bando o avviso per il loro utilizzo.

A fronte dei dati ulteriormente in crescita degli sfratti, sembra mancare un pianificazione reale e concreta per fronteggiare la questione del disagio abitativo di così tante famiglie. Per il momento l'unica strada percorribile sembra essere quella di sospendere le esecuzioni fino al reale passaggio da casa a casa per queste famiglie che sono giunti al termine del loro periodo locativo. Secondo la presidente di Solo Affitti Silvia Spronelli, "E' giusto trovare uno sblocco alla situazione di queste cause di sfratto, con caratteristiche molte particolari, che ormai si trascinano da anni. E' giusto farlo per "sollevare" i proprietari da questo carico che, loro malgrado, hanno di dover dare alloggio a persone che indubbiamente necessitano di aiuto e che dovrebbe probabilmente avere un sostegno dello Stato. Non si può chiedere alla proprietà privata (seppure in Italia la maggior parte del patrimonio immobiliare è nelle loro mani) di sostituirsi allo stato e di farsi carico di queste situazioni di disagio. Negli ultimi anno le politiche abitative in Italia iniziano a dare maggiore attenzione alla locazione (non occupandosi solo degli incentivi all'acquisto) e la cedolare secca ne è l'esempio più lampante. Nonostante questo continuano a esserci molti immobili sfitti, lasciati vuoti, che potrebbero soddisfare invece l'ampio fabbisogno abitativo. Molti proprietari, però, preferiscono tenere l'immobile sfitto. Per esperienza possiamo dire che uno dei più forti deterrenti è lo sfratto, più del peso fiscale. Lo sfratto, o meglio, i costi e i tempi biblici necessari per poter liberare il proprio immobile da inquilini che non pagano il canone. E su quei canoni i proprietari continuano a pagarci le imposte".

Ma sappiamo quante sono queste famiglie coinvolte (o meglio, sconvolte) dalla mancata proroga del blocco sfratti? In realtà, se si considera che il provvedimento riguarda esclusivamente gli sfratti per finita locazione e i requisiti restrittivi per accedervi, le famiglie per le quali è stato emesso un provvedimento esecutivo di rilascio di immobili ad uso abitativo, secondo i dati 2014 del Sistema Statistico Nazionale, ammontano a 4.830. Una cifra risicata a confronto della totalità delle procedure di rilascio immobili ad uso abitativo emessi l'anno passato, pari a 77.278 (somma che raggruppa gli sfratti per necessità del locatore, quelli per finita locazione e quelli per morosità o altra causa). Ma comunque si tratta di una mancanza del governo che va a colpire una categoria debole, e per questo bisognosa di tutela.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Sfratti, in calo nel 2015 i provvedimenti emessi. Ma resta grave il fenomeno della morosità in ItaliaSfratti, in calo nel 2015 i provvedimenti emessi. Ma resta grave il fenomeno della morosità in Italia
Inatteso il dato diffuso dal Ministero dell’Interno riguardo agli sfratti emessi nel 2015. Dopo anni di continua crescita, la riduzione è...
Sfratto per morosità: il deposito cauzionale va comunque restituito all’inquilino?Sfratto per morosità: il deposito cauzionale va comunque restituito all’inquilino?
La morosità continua ad essere la causa principale per cui si richiedono ed eseguono sfratti, come ci dimostrano i dati sui provvedimenti...
Sfratti per morosità: quali nuove misure per prevenire, o almeno curare, questa piaga sociale?Sfratti per morosità: quali nuove misure per prevenire, o almeno curare, questa piaga sociale?
Il mancato rinnovo del blocco sfratti, che il Ministro Lupi ha comunicato non verrà riproposto a causa dei più che sufficienti fondi stanziati per l...
Dopo oltre trent’anni  stop alla proroga del blocco sfratti. Cosa cambia per proprietari e inquiliniDopo oltre trent’anni stop alla proroga del blocco sfratti. Cosa cambia per proprietari e inquilini
Milleproroghe, meno una: quella del blocco degli sfratti. Provvedimento che da decenni si ripeteva, sistematicamente inserito nel Decreto...
Sfratti: sono single e famiglie con figli ad avere maggiori difficoltà a pagare l’affittoSfratti: sono single e famiglie con figli ad avere maggiori difficoltà a pagare l’affitto
È Affittosicuro la speciale garanzia che il franchising Solo Affitti propone per tutelare i proprietario dal fenomeno degli sfratti per morosità....