Cerca

Nuovo emendamento vieta i contanti per il pagamento degli affitti.

by Chiara Bianchi
on Dicembre 13, 2013
Visite: 4551

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

In linea con la lotta all'evasione promossa dall'esecutivo, la Commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento alla Legge di Stabilità che proibisce il pagamento in contanti dei canoni d'affitto, compresi quelli per le vacanze. Unica eccezione le case di edilizia popolare.


porcellinoIl testo della Legge di Stabilità prosegue il suo percorso verso l'approvazione finale. Approdato alla Commissione Bilancio della Camera, vengono aggiunti nuovi emendamenti e disposizioni, fra i quali uno in particolare mira a perseguire l'evasione fiscale: quello che vieta il pagamento dei canoni di locazione in contanti.

 


I contratti d'affitto, fatta eccezione per quelli degli alloggi di edilizia residenziale pubblica, dovranno essere corrisposti in forme che escludano l'uso del contante. La tracciabilità dei pagamenti, secondo quanto proposto dal Pd promotore dell'emendamento, servirà anche "ai fini della asseverazione dei patti contrattuali per l'ottenimento delle agevolazioni e detrazioni fiscali da parte del locatore e del conduttore". I Comuni dovrebbero svolgere monitoraggio attivo per contrastare l'evasione fiscale nel settore degli affitti, utilizzando anche strumenti quali il registro di anagrafe condominiale e civile.

 

Resta da aspettare la conclusione dell'iter parlamentare della Legge di Stabilità, ma l'emendamento lascia un po' perplessi, a partire dall'efficacia del monitoraggio fino all'utilità della norma contro il sommerso.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Giuseppe

    Affitto una casa vacanze anche a stranieri non appartenenti a paesi della CEE. Dopo che il futuro inquilino mi invia con bonifico la caparra per riservargli la casa, alla consegna delle chiavi di casa mi dovrebbe corrispondere la restante cifra esempio 400 euro per affitto di una casa al mare per una settimana.
    Questi 400 euro dovrebbero essere corrisposti in modo certo per il mio incasso e tracciato per il fisco. Se il cittadino non appartiene ai paesi della CEE quale è il metodo di pagamento sicuro???? Se ha una banca on - line mi potrà fare un altro bonifico e se non la possiede come si deve fare ????
    Saluti Giuseppe

  • Gentile Giuseppe,
    i metodi di pagamento consentiti sono sempre quelli, anche se l'inquilino è uno straniero: quindi il bonifico bancario, l'assegno non trasferibile, il bancomat, la carta di credito o il vaglia postale. L'importante, insomma, è la tracciabilità dell'importo.
    Saluti!

  • Giuseppe

    Gentilissima Chiara,
    Ti ringrazio per la pronta risposta, ma il problema è che l'inquilino che dovrà soggiornare è russo. Io sono un privato e non ho il POS per inserire la carta di credito o il bancomat dell'inquilino russo, l'assegno in cirillico come capirlo? Tu ti fideresti ad inviare in anticipo (per bonifico) l'intera somma dell'affitto senza vedere se la casa esiste o no????
    Saluti Giuseppe

  • Gentile Giuseppe,
    il problema fortunatamente sembra superato grazie ai chiarimenti del Dipartimento del Tesoro, che ha bocciato la norma sul divieto del pagamento in contanti dei canoni di locazione contenuto nella Legge di Stabilità, ripristinando quindi anche la modalità di corresponsione dell'affitto tramite cache entro il limite di 1000 euro a operazione. Può quindi continuare a procedere come ha sempre fatto finora. Se desidera ulteriori informazioni, può leggere questo articolo: http://www.blogaffitto.it/categorie/prima-pagina/affitti-torna-il-contante-per-il-pagamento-dei-canoni.html

  • sabina

    Ma quale tracciabilità , è solo un modo come gli altri per garantire nuove operazioni ed incassi alle banche , non l'avete capito? Se il contratto è registrato o assegno o contanti in dichiarazione di redditi viene dichiarato o se si vuole si può fare parte affitto con assegno e parte in nero contanti, che cambia? Non sono manovre antievasione , ma sono manovre capitaliste dei politici che detengono le banche!!!!! Attenzione

  • alberto

    affitto regolarmente posti tenda nella mia unica Ca' - nadese. a politici corrotti e non, ma non avendo troppo successo vorrei prororli in offerta a 50 euro . devo richiedere il pagamento a mezzo banca ho posso passare direttamente alla Caritas ?

  • nonuke

    Sempre più vessate le persone oneste e povere. Come fanno gli studenti stranieri che non hanno il C/C nelle banche in Italia a pagare l'affitto. Non basta + la registrazione del contratto e la ricevuta con bollo da 2 euro. L'evasione non si combatte sugli onesti. Sono sempre + incapaci a governare. inoltre quando il decreto diventa operativo? Ho chiesto all'ADE e non sanno ancora niente. Grazie

  • Salve Nonuke,
    non si tratta di un decreto, bensì di un emendamento alla Legge di Stabilità (ex Finanziaria). Prima di trovare applicazione la Legge di Stabilità dovrà essere approvata dal Parlamento (sia Camera dei Deputati che Senato della Repubblica).
    Qualora questa disposizìone venisse approvata dal Parlamento, l'approvazione dovrà in ogni caso avvenire entro fine anno.
    Buone Feste!

  • Tommaso

    Le banche devono restituire tutti gli interessi frodati ai poveri correntisti inconsci ed a tutti gli inconsapevoli mutuatari.
    Per cui, dove pensate andranno a prendere i soldi(si parla di centinaia di milioni di rimborsi)?
    ECCO CHE ANCORA UNA VOLTA INTERVIENE IL GOVERNO E OBBLIGA LA CLASSE OPERAIA A SUBIRE UNA NUOVA INGIUSTIZIA:
    PAGARE L'AFFITTO CON ASSEGNO/BONIFICO/VAGLIA, PURCHE' TRACCIABILE, E CON RICARICO DELLE SPESE, NATURALMENTE A CARICO DEL LOCATARIO.

  • pinco

    Ma non è un partito pseudosinistrorso cho lo ha proposto?
    Anche ammesso che riesca a costituire una maggior entrata fiscale servirà sicuramente per aumentare la spesa di questo stato canaglia.E' possibile che diventino tutti contratti di comodato d'uso.

  • SERGIO

    Disonesti e collusi spacciano una marchetta alle banche per lotta all'evasione.
    Ci credono proprio imbecilli!

  • sabina

    tanto alla fine il popolo italiano obbedisce. La realtà è che si stanno rendendo conto che anche se ce la fanno sotto il naso alla fine ci pieghiamo . Sembra vogliano davvero vedere dove possono arrivare è una provocazione dopo l'altra, un sopruso dopo l'altro, altro che democrazia è questa. E' un offesa per il popolo ci credono idioti. Riportassero in Italia i loro enormi capitali che tengono all'estero per non essere tassati altro ste cazzate finalizzate ad arricchire gli azionisti delle banche.

  • Demetrio

    Ho sempre affittato registrando il contratto per la somma che realmente percepisco.Adesso creo un grande disagio al povero ragazzo filippino che deve sopportare le spese per l'apertura di un conto.Qualcuno dice:parte del canone me lo versa con il bonifico e il resto continua a darmelo in contanti.EVVIVA L'ITALIA. Volete realmente combattere il nero degli affitti, andate nelle università e leggete gli annunci il 90% affitta in nero. Ha ragione Giuseppe è un provvedimento che serve ad ingrassare le banche.

  • SERGIO

    Ennesima presa per il culo
    Fingono di combattere l'evasione per imporre una gabella a favore delle banche
    Vergogna
    Questo provvedimento incentiva gli affitti in nero

  • GIUSEPPE

    SPERO CHE ANCHE VOI DI SOLO AFFITTI CONTRASTERETE QUESTO PROVVEDIMENTO, MA NON PERCHE' SIA SBAGLIATA LA LOTTA ALL'EVASIONE,MA PERCHE' CAPIRETE CON QUESTO SISTEMA PER PAGARE L'AFFITTO BISOGNA AVERE PER FORZA UN CONTO CORRENTE ANDARE IN BANCA PER SCAMBIARE L'ASSEGNO DELL'INQUILINO, MA VOI CI AVETE MAI PENSATO A UN ANZIANO PROPRIETARIO CHE DEVE ANDARE OGNI MESE IN BANCA PER SCAMBIARE L'ASSEGNO DELL'INQUILINO? COSI' SI ALLUNGONO SOLO I TEMPI E LE PERDITE DI TEMPO VISTO LE FILE CHE CI SONO IN BANCA, PROVVEDIMENTO DA RIVEDERE E INEFFICACE.

  • Roberto Lombardi

    Buona idea, ma sull'efficacia ho qualche dubbio. D'altra parte è vietato anche non registrare i contratti sopra i 30gg, eppure la piaga dei contratti in nero è dilagante.Se conduttore e locatore sono d'accordo, non sarà difficile eludere quest'obbligo. Forse l'utilizzo del registro di anagrafe condominiale e civile da parte degli organi comunali potrebbe essere una svolta. Sempre che il Comune abbia la possibilità/volontà di assumere personale ad hoc, perchè tali monitoraggi, per essere efficaci, dovrebbero svolgersi in maniera ripetitiva e costante. Oppure si potrebbero coinvolgere gli amministratori di condominio..

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016
Canoni di affitto a due velocità tra nord e sud. Va forte l’abbinamento tra cedolare secca e canone concordato. In aumento chi si...
Donald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affittiDonald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affitti
Breve storia dei brillanti (ma controversi) esordi nel real estate del nuovo presidente degli Stati Uniti   Fresco di laurea, diventò a...
Affitto, la checklist del bravo agente immobiliareAffitto, la checklist del bravo agente immobiliare
Cosa significa qualità del servizio per un’agenzia immobiliare che si occupa di affitti, in 10 semplici regole   Le 10 regole d&...
Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.Buonentrata e buonuscita: il commercio dei negozi.
La prima scelta per chi decide di aprire un'attività è quella di selezionare la location giusta e adatta. Il sogno di aprire nella "via...
Negozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commercialiNegozi, in sei anni la crisi ha ridotto del 30% i canoni di affitto dei locali commerciali
Cali importanti nei prezzi delle locazioni commerciali, frutto della ridotta richiesta di negozi in affitto che la crisi economica ha portato con s&...