Cerca

Nuovo tasso di interesse legale per i depositi cauzionali e stop al modello F23: le prime novità del 2015 per il settore immobiliare.

by Chiara Bianchi
on Gennaio 12, 2015
Visite: 4341

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Il 2015 comincia con alcune novità che coinvolgono direttamente il settore degli affitti: il nuovo tasso di interesse legale e lo stop definitivo all'utilizzo del modello F23 per la registrazione dei contratti e i successivi adempimenti.


imgIl 1 gennaio 2015 ha segnato l'inizio di un periodo ricco di cambiamenti per quanto riguarda il settore immobiliare e per quello degli affitti in particolare. A partire dal cambio del tasso di interesse legale e dallo stop all'utilizzo congiunto del modello soppresso F23 con il nuovo F24 Elide per la registrazione dei contratti di affitto. Vediamo nei dettagli di cosa si tratta.

 
Interesse legale: il tasso di interesse legale raggiunge nel 2015 il suo minimo storico, essendo diminuito dall'1% allo 0,5%, attraverso il Decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze 11.12.2014, pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 290 del 15.12.2014. Per chi affitta, conoscere il tasso di interesse legale serve per calcolare gli interessi maturati sul deposito cauzionale. Nel caso in cui gli interessi legali siano maturati su un arco temporale di più anni, occorrerà pertanto rivalutare l'importo del deposito cauzionale con gli interessi legali corrispondenti a ciascuna delle annualità di maturazione, che riportiamo in tabella per promemoria. 

interessi legali


Modello F24Elide: il 31 dicembre scorso si è concluso il periodo transitorio durante il quale era ancora possibile utilizzare, per i pagamenti connessi alla registrazione dei contratti di affitto e successivi adempimenti, il modello F23. Il provvedimento del Direttore dell'Agenzia delle Entrate prot. 2014/551 del 3 gennaio 2014 ha infatti introdotto il nuovo modello F24 Elide, attraverso il quale dal 1° gennaio 2015 sarà obbligatorio versare l'imposta di registro, l'imposta di bollo, le relative sanzioni ed interessi, connessi alla registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili. Non sarà possibile utilizzare il modello F24 Elide solo nel caso si proceda al pagamento per via telematica, che consente il pagamento tramite addebito su conto corrente. Tuttavia il modello F23 continuerà ad essere utilizzabile per la registrazione dei contratti di comodato. Il modello F24 ELIDE è reperibile nella sezione "Strumenti" – "Modelli" del sito dell'AdE e presso gli sportelli di banche, poste e agenti della riscossione. Rimangono validi i codici tributo istituiti dalla Risoluzione n. 14/E del 24 gennaio 2014, che in relazione alla registrazione dei contratti di locazione e affitto di beni immobili sono i seguenti:


• "1500" denominato "LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per prima registrazione"
• "1501" denominato "LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per annualità successive"
• "1502" denominato "LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per cessioni del contratto"
• "1503" denominato "LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per risoluzioni del contratto"
• "1504" denominato "LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Registro per proroghe del contratto"
• "1505" denominato "LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Imposta di Bollo"
• "1506" denominato "LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Tributi speciali e compensi"
• "1507" denominato "LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Sanzioni da ravvedimento per tardiva prima registrazione"
• "1508" denominato "LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Interessi da ravvedimento per tardiva prima registrazione"
• "1509" denominato "LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Sanzioni da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi"
• "1510" denominato "LOCAZIONE E AFFITTO DI BENI IMMOBILI – Interessi da ravvedimento per tardivo versamento di annualità e adempimenti successivi"

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • mari

    Gentilissima,
    avrei bisogno di un chiarimento per la compilazione di un f24 elide per il subentro in contratto di locazione. In particolare dalle istruzioni dell'agenzia delle entrate non mi è chiaro come compilare i seguenti punti:
    -il codice ufficio e codice atto devono essere inseriti? io credo di no considerato che nella sezione elementi identificativi inserisco il codice del contratto le cui prime tre cifre identificano l'ufficio dove è stato registrato il contratto mentre il codice atto non saprei dove reperirlo.
    - l'anno di riferimento se si tratta di un contratto a cavallo tra il 2015 e il 2016 e del subentro nel 2015 deve essere comunque 2016?
    grazie mille

  • Gentile Mari, confermo che non deve compilare il codice ufficio ed atto; mentre l'anno di riferimento è quello di stipula del contratto quindi 2015.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Registrazione on line dei contratti di affitto: cosa cambia.Registrazione on line dei contratti di affitto: cosa cambia.
Nuove regole per la registrazione on line dei contratti di affitto. Oltre a sfoderare i calendari dell’avvento, questo primo dicembre ci porta...
Deposito cauzionale, un confronto a livello europeo sul valore della più comune garanzia per l’affittoDeposito cauzionale, un confronto a livello europeo sul valore della più comune garanzia per l’affitto
Paese per paese, un’analisi di quanto in Europa viene richiesto all’inquilino a titolo di cauzione per i danni a immobile e arredi, ma...
Nel 2017 i contratti di affitto escono dal 730. Nel 2017 i contratti di affitto escono dal 730.
Cade l’obbligo di indicare in dichiarazione dei redditi i contratti di affitto. È in arrivo il decreto che corregge la delega fiscale...
Registrazione del contratto di affitto, ravvedimento operoso e proroga della locazione: gli ultimi chiarimenti delle Entrate.Registrazione del contratto di affitto, ravvedimento operoso e proroga della locazione: gli ultimi chiarimenti delle Entrate.
Registrazione del contratto di affitto a carico del locatore, ma vale ancora la solidarietà tra le parti. Esiste ancora la solidarietà...
Cala ancora il tasso di interesse legale, ma cosa cambia per gli affitti? Cala ancora il tasso di interesse legale, ma cosa cambia per gli affitti?
Per il secondo anno consecutivo il tasso di interesse legale ha raggiunto i minimi storici, passando dallo 0,5% dello scorso anno allo 0,2% di quest&...