Cerca

Obbligo di installazione delle valvole termostatiche: chi paga se l'appartamento è in affitto?

by Chiara Bianchi
on Marzo 31, 2016
Visite: 29044

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
Obbligo installazione valcole termostatiche

Entro il 31 dicembre 2016 è previsto l’obbligo di installare le valvole termostatiche con i contabilizzatori di calore in tutti gli immobili facenti parte di condomini con riscaldamento centralizzato, esclusi quindi quelli con impianto autonomo. Obiettivo: contenere la spesa energetica delle nostre abitazioni. Ma se la casa è affittata, tale spesa rientra fra gli oneri spettanti al conduttore o al locatore?


Le valvole termostatiche sono meccanismi di termoregolazione che permettono una diversa – e automatica - regolazione delle temperature per ogni stanza dell’appartamento: ogni volta che ci sarà del calore in eccesso rispetto alla temperatura impostata sulla testa della valvola, essa ne richiederà meno al radiatore, consentendo così il risparmio energetico che si tradurrà, in seconda istanza, anche in un risparmio economico. E’ necessario installare le valvole su tutti i termosifoni presenti in casa: trattandosi di un circuito chiuso, infatti, ogni componente dell’impianto di riscaldamento influisce sul comportamento dell’altro. L’obbligo di installazione si estende anche ai contabilizzatori, o ripartitori di calore, che quantificano il calore effettivamente consumato. L’obiettivo è quello di adeguarsi alla direttiva europea 2012/27/Ue che prevede di diminuire del 20% le emissioni di anidride carbonica, incrementando al contempo del 20% le fonti rinnovabili di energia. In un condominio, dopo un primo investimento iniziale, la prospettiva è quella di ottenere un risparmio medio annuale tra il 10% e il 30% del totale del combustibile utilizzato.

Ma quando l’appartamento è in affitto, l’onere della spesa spetta al proprietario o all’inquilino? Trattandosi di adeguamento dell’impianto di riscaldamento alle leggi e ai regolamenti in materia di contenimento dei consumi, la spesa ricade sul proprietario, come indicato nelle tabelle di ripartizione degli oneri accessori approvate dalle principali organizzazioni sindacali di categoria. Per quanto riguarda la ripartizione delle spese condominiali, esse andranno riviste in assemblea: le spese di riscaldamento vanno infatti ripartite tra le unità immobiliari in proporzione alle letture dei contatori di calore. Solo una parte minima della spesa viene suddivisa secondo i millesimi, compensando i costi comuni e le dispersioni di calore dell’impianto di riscaldamento.

I condomini che non si adegueranno alla legge entro il 2017 saranno soggetti a sanzioni amministrative comprese tra i 500 e i 2500 euro, a seconda delle disposizioni adottate dalle singole Regioni. In realtà il tempo a disposizione per effettuare l'adeguamento è ridotto rispetto a tale scadenza: infatti, per non causare disagi alle famiglie, l'installazione delle valvole termostatiche dovrebbe avvenire a impianti spenti, quindi tra aprile e ottobre. Ma quanto costerà l’adeguamento? Secondo una simulazione effettuata dal Sole 24 Ore, per un appartamento di 80 mq dotato di 6 caloriferi si sborseranno 1.055 euro di spesa per installare le valvole termostatiche, con un costo medio per radiatore di circa 120 euro, compresi i costi per adeguare le pompe di circolazione dell'impianto condominiale da portata fissa a variabile. Importo che sfrutta già il maxi sconto fiscale del 65%, valido fino al prossimo 31 dicembre.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • guido tancredi

    trattandosi di singole caldaie autonome ma istallarle comunque porta ad un risparmio in bollette l'inquilino che usufruisce del vantaggio sul consumo dovrebbe contribuire alla spesa?

  • Gentile Guido, la modifica in ogni caso è una spesa straordinaria, dovuta per adeguamento alle normative e quindi a carico solo del proprietario.

  • Cristina

    Salve! Vorrei anche domandare, mi sono accorta solo adesso dopo 6 anni di affito che le spese di proprietà sono stati pagate da me, come posso procedere nel confronto del proprietario che non vuole ammettere il fatto lui stesso fino a cca 1 fa e stato amministratore del steso condominio, e l'attuale amministratore dice che tale problema lo devo decidere io con proprietario e non voglie togliere le spese di proprietà dalle bollette. Grazie

  • Gentile Cristina, deve verificare che nel contratto non siano stati presi accordi diversi rispetto all'ordinaria suddivisione delle spese tra inquilino e proprietario; quindi accertato questo è giusto che lei avanzi la sua richiesta per il risarcimento nei confronti del proprietario e la variazione all'amministratore; potrà rivolgersi ad un legale oppure prima ad un'associazione di categoria degli inquilini come Sunia o Sicet.

  • Cristina

    Salve! Vorrei chiedere dove posso fare la denuncia per mancata installazione delle valvole termostatiche, per quanto vivo in affitto, e avendo dei inffisi vechi, il riscaldamento e inutule, e uzo la stuffa elettrica, cosi avevo potuto magari risparmiare sul riscaldamento centralizzato, la delibera per installazione e preventivo sono stati fatti invece l'amministratore non a fatto nula. Grazie

  • Monica

    Buon giorno ,
    Ad Aprile 2016 ho venduto casa .
    Oggi il proprietario mi ha chiamato perché sono state messe le valvole ai caloriferi e secondo lui sono a mie spese , perché deliberato prima.
    I nuovi proprietari hanno avuto anche la possibilità di fare i lavori nella casa prima del rogito .
    Potrebbero avere anche aumentato i numeri degli elementi per quanto ne so .
    Come devo comportarmi?
    Grazie
    Monica

  • Buongiorno Monica, nel momento in cui c'è stato il rogito avreste dovuto anche trovare un accordo rispetto alle spese condominiali; di solito quanto riferito al bilancio dell'anno precedente è a carico di chi vende; ma è giusto verificare esattamente quanto concordato.

  • stefano

    nel caso di nuda proprietà a chi spetta pagare l'installazione dei contabilizzatori di calore?

  • Buongiorno Stefano, le spese, straordinarie, spettano al nudo proprietario.

  • Paolo

    Il 23-06-2016 in assemblea è stata approvata installazione di valvole termostatiche.Io ho venduto il mio appartamento con preliminare al 27-07-2016 e rogito al 30-09-2016.L'installazione delle valvole era prevista per il 23-09-2016 ma essendo io assente è stata posticipata successivamente al rogito.Spetta pagare a me o al nuovo proprietario.Vi ringrazio anticipatamente.

  • Gentile Paolo dipende da quando sono state preventivate e approvate le spese; quindi se l'accordo è che lei pagasse le spese fino a settembre e il bilancio le includeva competono a lei.

  • Mancino Filippo

    Buongiorno volevo chiedere se è obbligatorio fare installare le valvole termostatiche ad un tecnico specializzato o se posso installarle da solo risparmiando parecchi soldi grazie

  • Gentile Filippo l'intervento di un tecnico è necessario, essendoci poi una sorta di "collaudo" per il corretto funzionamento.

  • Mariantonietta

    Salve volevo sapere se il proprietario di una casa in affitto è tenuto a garantire un numero minimo di elementi radianti in base ai metri quadri o se si puó richiedere un adeguamento una volta appurato che la casa è fredda.
    Grazie

  • Buongiorno Mariantonietta, quello che può pretendere è che venga raggiunta la temperatura minima prevista, di solito dal comune; ora se per raggiungere tale temperatura fosse necessario l'intervento del proprietario per acquistare altri radiatori dovrà farlo.

  • GIORGIO CERIANI

    Sono affittuario di un appartamento che ho dotato di condizionatori a pompa di calore, comunque, lavorando spesso all'estero, in mia assenza , tengo chiusi tutti i rubinetti dei termosifoni. La nuova legge mi favorirebbe parecchio ma il condominio non ha rispettato la scadenza del 31 dicembre per l'istallazione dei contabilizzatori. Posso chiedere al proprietario o all'amministratore, in attesa della installazione, di chiudere la mandata al mio appartamento e limitarmi il pagamento alla manutenzione (straordinaria?) dell'impianto.

  • Gentile Giorgio può fare richiesta di chiudere l'erogazione del servizio, ma rispetto alla manutenzione del servizio dovrà pagare in base a tabelle e quote stabilite nell'assemblea condominiale con tale ordine del giorno.

  • Carlo Lunardon

    Buongiorno,
    abito, in affitto, in un condominio con riscaldamento centralizzato.
    Ad ottobre è stato installato sui "tubi di raccodo" fuori dall'appartamento una apparecchiatura per il conteggio delle calorie, ma sui radiatori non è stato installato nulla, è corretto?
    Inoltre, avendo un termostato interno, quando lo metto a zero, ho il radiatore all'entrata che è quasi bollenta, in altre tre stanze sono tiepidi e quasi freddi nelle due stanze più distanti.
    Prima dell'installazione del conta caloria quando mettevo il termostato a zero i radiatori erano freddi.
    Potete darmi una spiegazione?
    Vi ringrazio per la vostra disponibilità

    Saluti
    Carlo

  • Gentile Carlo se aveva già un termostato questo può essere sufficiente, ovviamente deve essere funzionante; quindi può contattare la ditta che l'ha installato o l'amministratore per far verificare la correttezza del funzionamento.

  • flora

    A chi spetta pagare le spese relative alle termo valvole in caso dì nuda proprietà se al proprietario o all'usufruttuatio? Grazie

Carica Altri Commenti

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Affitto, per gli oneri accessori occorre diversificare le aliquote Iva.Affitto, per gli oneri accessori occorre diversificare le aliquote Iva.
Le spese di elettricità, riscaldamento, acqua e rifiuti, quando siano compresi nel canone di affitto, devono essere valutate separatamente ai...
Spese forfettarie o a conguaglio? Cosa posso o non posso prevedere per essere in regola.Spese forfettarie o a conguaglio? Cosa posso o non posso prevedere per essere in regola.
Spesso per evitare di intestare le utenze agli inquilini e quindi rischiare di dover frequentemente presentare pratiche di voltura delle utenze, molti...
Riqualificazione energetica: quale risparmio in bolletta, quali agevolazioni fiscaliRiqualificazione energetica: quale risparmio in bolletta, quali agevolazioni fiscali
Obama ne ha fatto uno dei propri cavalli di battaglia: creare sviluppo e aiutare l'ambiente sostenendo la "green economy". In Italia il Governo ha...
Un'ordinaria manutenzione straordinariaUn'ordinaria manutenzione straordinaria
Casa nuova, vita nuova! Quante volte sistemando una camera, comprando un nuovo mobile, guardando le vetrine ci vengono in mente nuove idee e voglia di...
Prorogati i bonus ristrutturazioni, risparmio energetico e mobili.Prorogati i bonus ristrutturazioni, risparmio energetico e mobili.
Arriva il testo definitivo della Legge di Stabilità per il 2015, che contiene la proroga dei bonus per il risparmio energetico, le ristrutturazioni e...