Cerca

Ok del Governo alla proroga per il blocco degli sfratti

by Chiara Bianchi
on Dicembre 21, 2012
Visite: 2849

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Fra le altre disposizioni legislative di cui sono state prorogati i termini, nel decreto Milleproroghe inserito nel Ddl Stabilità e approvato in Senato è contenuta anche la proroga del blocco degli sfratti. Una norma riferita ai casi di cessata locazione e richiesta a più voci in passato.

 

portaIl Governo ha accolto la richiesta dei sindacati inquilini che proponevano di rimandare il termine per il blocco degli sfratti, che vengono rinviati per i primi sei mesi dell'anno, con la possibilità di un'ulteriore proroga di sei altri mesi: si arriva così a fine 2013.


Duplice l'atteggiamento con cui i sindacati inquilini hanno accolto l'intervento del Governo.


Da una parte la soddisfazione dell'Anci, l'Associazione nazionale comuni italiani, che dichiara: "Quest'intervento servirà a dare un po' di respiro alla situazione di forte disagio sociale che, su questo fronte, si vive nei territori. Non possiamo che esprimere apprezzamento per l'annuncio. Questo annuncio garantisce una soluzione-tampone al problema, che al più presto dovrà comunque essere affrontato in maniera complessiva, a 360 gradi".


L'Unione Inquilini considera invece la norma "una proroghetta effetto placebo", utile solo a limitare il blocco alla morosità incolpevole. Secondo l'associazione, il Governo dovrebbe mirare alla creazione di "un piano straordinario per mettere in condizione di ristrutturare quelle decine di migliaia di alloggi pubblici oggi vuoti perché dichiarati inagibili". Restano infatti in sospeso le domande per una casa popolare di ben 650mila le famiglie, aventi i requisiti ma ancora in lista d'attesa per l'ottenimento.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Bamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitoriBamboccioni o precari? Italia prima per giovani che restano in casa con i genitori
Ben l’80% dei giovani italiani non se ne va dalla casa di mamma e papà prima dei 30 anni. C’entra la crisi, ma non solo  ...
Affitto, tutte le previsioni per il 2017Affitto, tutte le previsioni per il 2017
Previste più transazioni di mercato nelle grandi città. Canoni abitativi stabili quasi ovunque, solo a Milano segnali di crescita. &...
Affitto, i canoni bassi agevolano la scelta di immobili più spaziosiAffitto, i canoni bassi agevolano la scelta di immobili più spaziosi
Grazie ai ribassi dei canoni di locazione degli ultimi anni, molti inquilini possono permettersi una stanza in più per la propria casa in...
Donald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affittiDonald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affitti
Breve storia dei brillanti (ma controversi) esordi nel real estate del nuovo presidente degli Stati Uniti   Fresco di laurea, diventò a...
Aggiornamento Istat: 5 motivi per cui non conviene più adeguare il canone di affittoAggiornamento Istat: 5 motivi per cui non conviene più adeguare il canone di affitto
Certo, a dirla così suona paradossale. Se fino a qualche anno fa non applicare al canone di locazione l’adeguamento Istat poteva suonare...