Cerca

Ravvedimento operoso, la soluzione per chi non ha pagato in tempo Imu e Tasi.

by Chiara Bianchi
on Giugno 17, 2015
Visite: 1071

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

E' scaduto il 16 giugno il termine ultimo per il pagamento del primo acconto di Imu e Tasi, ma per chi è arrivato un po' lungo sulla rata, o per chi se n'è dimenticato, è possibile correggere l'errore attraverso il ravvedimento operoso. Scopriamo di cosa si tratta e quali sono le condizioni per poterne usufruire.

 

Ravvedimento Imu TasiVi siete dimenticati di pagare le quote Imu e Tasi in scadenza il 16 giugno? In questo caso potete ricorrere al ravvedimento operoso, uno strumento di regolarizzazione delle imposte che l'Agenzia delle Entrate prevede per omessi o insufficienti versamenti fiscali. Le sanzioni che si accompagnano al pagamento della somma dovuta variano in base ai tempi post scadenza nei quali si provvede al pagamento delle tasse, mentre gli interessi sono calcolati sul tasso di riferimento annuale, che dal 1º gennaio 2015 è fissato allo 0,5% (Decreto del Ministero dell'Economia 11 dicembre 2014). Per Imu e Tasi è possibile aggiustare entro un anno la propria posizione fiscale ricorrendo a una delle quattro tipologie di ravvedimento previste dalla Legge di Stabilità per il 2015, che va a completare l'articolo 13 del D.L. 472/97 introducente lo strumento.

- Ravvedimento sprint: se il ritardo non supera i 14 giorni, quindi entro il 30 giugno, la sanzione applicata è pari allo 0,2% al giorno del valore dell'imposta fino a un massimo del 2,8% per 14 giorni di ritardo più gli interessi calcolati sul tasso di riferimento annuale.

- Ravvedimento breve: dal quindicesimo giorno di ritardo fino al trentesimo (quindi dal 1 al 15 luglio), la sanzione prevista dal ravvedimento breve è pari al 3% dell'importo da versare, più gli interessi da calcolare pari allo 0,5% annuo.

  • - Ravvedimento medio: è quello che si applica per ritardi dal 16 luglio al 14 settembre, ossia dal trentunesimo al novantesimo giorno di ritardo. Tale strumento prevede una sanzione fissa del 3,33% dell'importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale.
  • - Ravvedimento lungo: dal 15 settembre in avanti, quindi dal novantunesimo giorno di ritardo in avanti, la sanzione sale al 3,75% più gli interessi annuali dello 0,5%.

 

Come si calcolano gli importi da versare? Sul sito delle amministrazioni comunali è possibile effettuare il calcolo degli importi dovuti per gli acconti Imu e Tasi; inserendo la data di pagamento che risulterà tardivo, il sistema calcolerà automaticamente le sanzioni e gli interessi a seconda della tipologia di ravvedimento operoso. Come ultimo step basterà stampare il modello F24 e pagare l'importo indicato, recandosi in banca o alla posta per importi inferiori o pari ai 1.000 euro, mentre per importi superiori occorrerà effettuare il versamento con F24 per via telematica.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Marco

    Gentile Chiara,

    Nel versamento dell'acconto TASI di Giugno ho effettuato il pagamento del 50% dell'imposta. Ero infatti in procinto di far diventare l'immobile abitazione principale spostandovi quindi la residenza. Purtroppo per motivi personali ciò non è avvenuto e dunque mi trovo ora nella situazione di dover compansare il mancato pagamento dell' IMU in quanto l'appartamento è come "a disposizione".
    Posso quindi eseguire il ravvedimento sulla base della differenza tra 50% IMU meno il versamento effettuato a giugno e quindi calcolare sanzioni e interessi sulla differenza? A rigor di logica non credo sia sbagliato, cionoostante volevo averne conferma.
    GRAZIE mille.

  • Buongiorno Marco, il suo calcolo è corretto; verifichi oltre all'imu se nel suo comune è applicata anche la tasi sulle seconde case tenute a disposizione; infatti se l'imu non è applicata nella misura massima dell'10,6% per i comuni era possibile applicare anche la tasi.

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Registrazione del contratto di affitto, ravvedimento operoso e proroga della locazione: gli ultimi chiarimenti delle Entrate.Registrazione del contratto di affitto, ravvedimento operoso e proroga della locazione: gli ultimi chiarimenti delle Entrate.
Registrazione del contratto di affitto a carico del locatore, ma vale ancora la solidarietà tra le parti. Esiste ancora la solidarietà...
In vigore nuove sanzioni per tardiva registrazione, adempimenti successivi e risoluzione dei contratti in cedolare secca.In vigore nuove sanzioni per tardiva registrazione, adempimenti successivi e risoluzione dei contratti in cedolare secca.
Dal 1° gennaio sono in vigore nuove sanzioni relative a tardiva registrazione, adempimenti successivi e risoluzione dei contratti. La Legge di...
Ravvedimento operoso, niente più limite temporale ma riduzioni progressive.Ravvedimento operoso, niente più limite temporale ma riduzioni progressive.
La Legge di Stabilità 2015 ha introdotto nuove sanzioni a carico dei cittadini che commettono una violazione tributaria, come la registrazione...
Opzione cedolare secca per un contratto in corso: come e quando?Opzione cedolare secca per un contratto in corso: come e quando?
Abbiamo sempre parlato, nel momento della stipula di un nuovo contratto ad uso abitativo, del fatto che il proprietario possa fare una libera scelta (...
Imu e Tasi, quali novità nel 2015 dopo lo slittamento del progetto sulla tassa unica?Imu e Tasi, quali novità nel 2015 dopo lo slittamento del progetto sulla tassa unica?
La scadenza per il versamento del saldo Imu e Tasi era fissata allo scorso 16 dicembre, ma per chi ha mancato l'appuntamento o per chi ha versato un...