Cerca

Rent to buy, il Notariato propone modifiche al regime tributario.

by Chiara Bianchi
on Settembre 17, 2013
Visite: 1759

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il Consiglio del Notariato ha pubblicato uno studio sul profilo fiscale del cosiddetto Rent to buy, una formula che prevede il pagamento di canoni di locazione a titolo di acconto per il futuro acquisto dell'immobile. La proposta dei notai per rilanciare l'immobiliare consiste nell'introduzione di un credito d'imposta che garantisca il recupero delle imposte già pagate sulle locazioni.


rent-to-Buy1La formula del Rent to buy non è invenzione recente, ma la sua riscoperta è legata all'attuale crisi del mercato immobiliare, il cui sintomo principale è la difficoltà di ottenere prestiti bancari per acquistare la propria casa. Questo tipo di contratto prevede che il potenziale acquirente entri in possesso dell'immobile corrispondendo un canone periodico, per poi acquistarlo in un secondo momento pagando una somma a saldo del prezzo, che tiene conto di quanto già anticipato. Secondo i Notai è proprio da qui che si potrebbe partire per favorire la ripresa delle contrattazioni nel settore immobiliare.

 

La proposta di modifica del Rent to buy è stata presentata in occasione dell'audizione formale del Consiglio Nazionale del Notariato per l'indagine conoscitiva sulla tassazione degli immobili in Commissione Finanze del Senato, e definita con la pubblicazione dello Studio n. 490/2013/T, in cui vengono approfonditi i profili fiscali della formula con particolare riferimento all'applicazione dell'IVA, alla riduzione del prezzo della cessione, all'imputazione dei canoni al prezzo della cessione, all'applicazione dell'imposta di registro e delle imposte dirette. La proposta dei Notai prevede l'introduzione di un meccanismo di credito d'imposta, che assicuri sia all'acquirente sia al venditore il parziale recupero, al momento della vendita, delle imposte versate sui canoni di locazione, limitatamente ai canoni imputati in tutto o in parte al corrispettivo dovuto per la successiva compravendita.

 

Tale problema è stato aggirato dalla formula Compraffittando® proposta da Solo Affitti, che prevede il pagamento di canoni leggermente maggiorati rispetto ai normali canoni di locazione, con i quali i proprietari/venditori possono coprire le spese derivate dall'affitto dell'immobile.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite3 ragioni per cui l’affitto è in crescita anche se le compravendite sono ripartite
Gli italiani ricominciano a comprare casa, gli affitti sono destinati a sgonfiarsi. Sbagliato: ecco cosa succede sul mercato immobiliare  ...
Mediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decollaMediazione civile obbligatoria: perché nell’affitto la conciliazione non decolla
Tra i fattori principali l’esclusione delle controversie per sfratto, le più numerose, e la scarsa efficacia della gestione...
Perché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 puntiPerché l’affitto è il fenomeno immobiliare del momento, spiegato in 3 punti
Un mercato in crescita da 9 anni consecutivi, una fiscalità particolarmente vantaggiosa per il proprietario e canoni di affitto accessibili per...
Affitto, tutte le previsioni per il 2017Affitto, tutte le previsioni per il 2017
Previste più transazioni di mercato nelle grandi città. Canoni abitativi stabili quasi ovunque, solo a Milano segnali di crescita. &...
Affitto, i canoni bassi agevolano la scelta di immobili più spaziosiAffitto, i canoni bassi agevolano la scelta di immobili più spaziosi
Grazie ai ribassi dei canoni di locazione degli ultimi anni, molti inquilini possono permettersi una stanza in più per la propria casa in...