Cerca

Report Solo Affitti, i canoni d’affitto tornano a crescere dopo cinque anni.

by Chiara Bianchi
on Dicembre 21, 2015
Visite: 1326

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 
I costi degli affitti nelle città in Italia nel 2015

Il 2015 rappresenta, per il mercato degli affitti, l’anno della svolta: dopo cinque anni di flessione i canoni di locazione sono tornati infatti a crescere, in media dell’1,7%. La rilevazione è stata effettuata da Solo Affitti, che presenta il suo annuale Report elaborato con il supporto scientifico della società di studi economici Nomisma.

Sono soprattutto i quadrilocali (+3,3%) e i trilocali (+2,4%) a guidare la ripresa dei canoni di locazione, che tornano a segno più dopo che dal 2010 al 2014 erano diminuiti del 12,5%. E’ questa la sintesi del Rapporto sul mercato della locazione in Italia nel 2015 elaborato dall’Ufficio Studi Solo Affitti, che raccoglie i dati di oltre 300 agenzie attive sul territorio nazionale.

La ripresa fotografa anche un punto di svolta nella mentalità con cui gli italiani si approcciano all’affitto, e un cambiamento sociale non indifferente soprattutto per un popolo che tradizionalmente vede la casa di proprietà come un investimento indispensabile. Sempre secondo il Report Solo Affitti, infatti, sono sempre più numerose le famiglie che prendono in locazione un appartamento come abitazione principale (59,8%, a fronte del 50,3% del 2014), quindi effettuando una scelta di vita che non è più temporanea (pensiamo ad esempio agli studenti universitari o ai professionisti che si spostano per lavoro, le cui richieste di affitto sono passate rispettivamente da 22,9% nel 2014 a 16,1% nel 2015 per i primi, e da 25,1% a 22,6% per i trasfertisti), bensì permanente. Tanto che sono proprio le ampie metrature a sostenere la ripresa, scelte da famiglie alla ricerca di spazi più confortevoli dove crescere i propri figli: il trend è più marcato a Palermo e Trento (80% ciascuno), Campobasso (75%) e Roma (70,4%).

L’infografica sottostante mostra le variazioni dei canoni di locazione nelle province capoluogo di Regione: a guidare la ripresa dei canoni sono Bologna (+11,6%), Perugia (+9%) e Bari (+8,5%), mentre a livello di prezzo Milano si conferma ancora una volta la città più cara, con un affitto medio di 916 euro, a fronte della media nazionale di 516 euro. Al secondo e terzo posto, nelle stesse posizioni del 2014, seguono Roma (809 euro) e Firenze (645 euro), mentre si registra il sorpasso di Potenza nei confronti di Perugia come città più economica per gli affitti, con appena 379 euro di canone mensile, seguita da Campobasso (381 euro), Perugia (396 euro) e Catanzaro (399 euro).

canoni affitto italia 2015

Le grandi metrature, di cui parlavamo prima, hanno tirato soprattutto i mercati di Bologna (+15,2% per i quadrilocali, +10,6% per i trilocali), Perugia (+14,3% per i quadri, +11,4% per i trilo), Bari (+11,6% per i quadri, +11,3% per i trilo). Restano a segno meno città come Palermo, che registra la contrazione più consistente (-7,7%), Potenza e Campobasso (-5% ciascuno), Roma (-2,2%), Trieste (-1,9%) e Trento (-1,2%).

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016
Canoni di affitto a due velocità tra nord e sud. Va forte l’abbinamento tra cedolare secca e canone concordato. In aumento chi si...
I Millennials e la casa: la generazione social vuole una casa pratica, a misura d’abitante, di design e con zona living.I Millennials e la casa: la generazione social vuole una casa pratica, a misura d’abitante, di design e con zona living.
Cresce la domanda di affitto da parte dei Millennials, soprattutto nelle città più dinamiche. Hanno tra i 18 e i 34 anni, sono sempre...
Affittopoli, quanto costano veramente gli affitti a Roma?Affittopoli, quanto costano veramente gli affitti a Roma?
Affittare un’abitazione a Roma con vista panoramica sui Fori Imperiali a pochi euro al mese: possibile? Sembra una bufala, ma c’è...
Quanto costa affittare casa nella tua città? Scopri i dati 2015 e le previsioni per l’anno appena iniziato.   Quanto costa affittare casa nella tua città? Scopri i dati 2015 e le previsioni per l’anno appena iniziato.
In alcuni articoli precedentemente pubblicati, abbiamo presentato i risultati dell’annuale indagine che l’Ufficio Studi Solo Affitti...
Canone concordato al top e tempi di locazione più brevi: ecco i trend dell'affitto nel 2015. Canone concordato al top e tempi di locazione più brevi: ecco i trend dell'affitto nel 2015.
Il 2015 ha visto il definitivo sorpasso del canone concordato sul contratto a canone libero, anche grazie all'aliquota agevolata della cedolare secca...