Cerca

Sblocca-Italia, dagli emendamenti novità che scuotono l’immobiliare.

by Chiara Bianchi
on Ottobre 22, 2014
Visite: 1921

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Il decreto Sblocca-Italia ha subito diverse modifiche durante l'iter parlamentare, modifiche che vanno a impattare anche sul mercato del mattone. La novità più importante sembra essere l'abbassamento dell'iva dal 10 al 4% sugli interventi di ristrutturazione e di efficientamento energetico degli immobili. Vediamo le novità.
HiResIl testo del decreto legge n. 133/2014, cosiddetto Sblocca-Italia, è stato modificato con una serie di emendamenti nel corso del passaggio alla Commissione Ambiente della Camera. Mentre prosegue il suo iter parlamentare, vediamo le novità che stanno mettendo in subbuglio il mondo immobiliare.


Iva più bassa: chi ristruttura il proprio immobile o effettua interventi di riqualificazione energetica vedrà scendere l'Iva dal 10 al 4%. Lo sconto sarebbe compensato da una misura inversamente proporzionale per quanto riguarda le nuove costruzioni prima casa vendute direttamente dalle imprese, che passerebbero pertanto dall'attuale 4% al 10% di iva. Tuttavia sembra che ila disposizione sia incompatibile con la normativa dell'Unione Europea, che ammette un'imposta sul valore aggiunto ridotta al 4% solo per specifiche tipologie di interventi.


Incentivi agli acquisti: la misura che prevedeva una deduzione Irpef pari al 20% sul prezzo di acquisto di abitazioni nel caso vengano concesse in affitto a canone concordato godrà di un allargamento della platea per dare una spinta al mercato degli immobili invenduti da parte delle imprese. L'incentivo non sarà solo prerogativa delle case destinate all'affitto, ma si applicherà in generale a tutti gli acquisti di immobili residenziali nuovi, ristrutturati o soggetti a restauro. Tuttavia il bonus avrà validità solo per le nuove abitazioni rimaste invendute alla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto. Il provvedimento consente inoltre agli acquirenti di cedere l'immobile acquisito con il bonus a soggetti pubblici o privati che operino da almeno dieci anni nel settore del social housing.


Liberalizzazione del mercato delle grandi locazioni: la norma sulle grandi locazioni ad uso non abitativo, inserita per attrarre in Italia i grandi investimenti esteri di carattere commerciale, viene anch'essa riscritta: nei contratti di affitto di immobili adibiti ad uso diverso da quello abitativo, inclusa l'attività alberghiera, le parti potranno concordare liberamente i termini e le condizioni del loro accordo, in caso sia stato pattuito un canone annuo superiore ai 250 mila euro (dunque non più 150 mila), e in caso non si tratti di locali qualificati di interesse storico a seguito di provvedimento regionale o comunale.


Rent to buy: in caso di affitto con riscatto, le parti dovranno definire nel contratto la quota del corrispettivo che il concedente deve restituire in caso di mancato esercizio del diritto di acquistare l'immobile entro la data fissata.


Agevolazioni per i contribuenti virtuosi: l'esenzione dai tributi comunali per le attività di pulizia, manutenzione, abbellimento di aree verdi, piazze, o strade e la valorizzazione di zone delimitate del territorio urbano sarà concessa "prioritariamente a comunità di cittadini costituite in forme associative stabili e giuridicamente riconosciute".

 

Housing sociale: circa il piano di recupero degli immobili pubblici non utilizzati, viene data "priorità di valutazione" ai "progetti di recupero di immobili a fini di edilizia residenziale pubblica, da destinare a nuclei familiari utilmente collocati nelle graduatorie comunali per l'accesso ad alloggi di edilizia economica e popolare e a nuclei sottoposti a provvedimenti di rilascio per morosità incolpevole, nonché agli immobili da destinare ad auto recupero, affidati a cooperative composte esclusivamente da soggetti aventi è requisiti per l'accesso all'edilizia residenziale pubblica".

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Donald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affittiDonald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affitti
Breve storia dei brillanti (ma controversi) esordi nel real estate del nuovo presidente degli Stati Uniti   Fresco di laurea, diventò a...
Valvole termostatiche, installazione in arrivo nei condomini. Ma quanto si risparmierà?Valvole termostatiche, installazione in arrivo nei condomini. Ma quanto si risparmierà?
Importante novità di questo autunno all’insegna dell’efficienza energetica. Prima dell’accensione delle caldaie sarà...
Optional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affittoOptional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affitto
Internet, una dotazione ormai imprescindibile nelle case di moltissimi italiani. Anche se, quando si va a vivere in affitto, soprattutto se...
Un mercato in costante crescita da 8 anni? Cercalo nel settore immobiliare e lo troveraiUn mercato in costante crescita da 8 anni? Cercalo nel settore immobiliare e lo troverai
Siamo abituati a credere che il settore immobiliare abbia subito negli ultimi anni una prolungata fase di crisi, dalla quale solo negli ultimi due...
Affitto, quali previsioni per il 2016? I principali trend del mercato della locazioneAffitto, quali previsioni per il 2016? I principali trend del mercato della locazione
Che i segnali di ripresa nell’immobiliare ci siano e nel 2016 possano ulteriormente rafforzarsi lo confermano i più importanti...