Cerca

Smart City: come cambia la vita nella città intelligente

by Chiara Bianchi
on Novembre 27, 2012
Visite: 2038

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Si stanno moltiplicando nel mondo le Smart City, ognuna con la propria eccellenza e il proprio modello da asportare. Ma di cosa si tratta esattamente?

linkedin 646x220 aereoSi definiscono "Smart City", tradotto in italiano "Città Intelligenti".

 

Se ne sente ormai parlare sempre più spesso. Alla Fiera Ecomondo di Rimini, terminata il 10 novembre scorso, è stato presentato il progetto di Città Sostenibile, la ricostruzione di una vera e propria città con quartieri dedicati alla mobilità sostenibile, al risparmio energetico, all´edilizia ecocompatibile e alla riqualificazione del territorio, quest'anno particolarmente dedicato alla realtà italiana.

 

Quello di Smart City è un concetto nato appena un decennio fa, ovviamente, e, ovviamente, è nato in America. Sta ad indicare quelle realtà urbane in cui l'intelligenza umana agisce per migliorare la qualità della vita, combinando sia aspetti prettamente tecnologici, sia quelli sociali, culturali, creativi, ecosostenibili.
A sentirne parlare così, sembra uno di quei progetti preparati e lasciati nel cassetto di qualche scrivania a Bruxelles, da tirare fuori all'occorrenza e su cui farci un pensierino al momento più opportuno. In una città così, Steven Spielberg ci potrebbe ambientare tranquillamente un Back to the Future IV.

 

Invece le Smart City sono già una realtà. E' vero, non esiste ancora una Smart City interamente evoluta su tutti i requisiti di efficienza necessari per definire "smart" una città, ovvero connessioni, capitale umano, cultura e creatività. Ma esistono tante realtà urbane che hanno aperto la strada su ciascuno di questi requisiti, e vengono prese da modello a livello mondiale.

 

Barcellona da diversi anni ha avviato una rivoluzione a livello di incremento di energie verdi. Nella città catalana, ad esempio, gli edifici sopra una determinata altezza devono necessariamente produrre elettricità con l'energia solare, e sono sempre più numerosi i punti di ricarica per le auto elettriche.

 

Londra è la capitale del patrimonio sociale, capace più di tutte di accogliere persone e culture, cui offre lavoro e istruzione in maniera indiscriminata e completa.

 

La città più tecnologica è Stoccolma, nella quale la velocità di connessione è fra le prime al mondo. La capitale svedese eccelle anche nel tema delle infrastrutture: la sua metropolitana è lunga in media 127 chilometri per milione di abitanti, contro una media del 67,3. Si distingue inoltre per innovazione e livello estetico, dal momento che nella maggior parte delle stazioni sono stati realizzati mosaici, sculture, murales, installazioni e graffiti e vengono organizzate mostre di centinaia di artisti.

 

Rimanendo nell'area delle infrastrutture e dei trasporti, a Singapore è stato avviato un progetto per la realizzazione di sistemi di simulazione in grado di fornire previsioni sull'andamento del traffico nei principali nodi urbani, consentendo così di prevenire eventuali congestioni sfruttando appositi sistemi di controllo.globo 2

 

E in Italia? Se è vero che nel settore delle tecnologie ci collochiamo ancora sotto la media europea, tuttavia possiamo vantare alcune grandi eccellenze. Milano, già dagli anni Novanta, si è dotata di una rete elettrica d'avanguardia. E' una delle città più dinamiche ed aperte ai cambiamenti: basti pensare che dall'inizio di questo anno scolastico 29 scuole hanno sostituito i libri di testo con nuovi strumenti informatici, quali tablet, e-reader, notebook e lavagne multimediali.

 

Roma si colloca invece al secondo posto, preceduta solo da Londra, per punti di accesso wifi gratuiti. Sempre seconda a Londra, è una delle città con la popolazione studentesca più numerosa, dove si calcolano quasi 242 mila studenti.

 

Insomma, il cammino per le pubbliche amministrazioni è tracciato. E non è una competizione fra città: è, semmai, una collaborazione.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Donald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affittiDonald Trump, da immobiliarista a presidente. Una carriera iniziata negli affitti
Breve storia dei brillanti (ma controversi) esordi nel real estate del nuovo presidente degli Stati Uniti   Fresco di laurea, diventò a...
Optional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affittoOptional o must have? Quanto è importante internet per chi va a vivere in affitto
Internet, una dotazione ormai imprescindibile nelle case di moltissimi italiani. Anche se, quando si va a vivere in affitto, soprattutto se...
Un mercato in costante crescita da 8 anni? Cercalo nel settore immobiliare e lo troveraiUn mercato in costante crescita da 8 anni? Cercalo nel settore immobiliare e lo troverai
Siamo abituati a credere che il settore immobiliare abbia subito negli ultimi anni una prolungata fase di crisi, dalla quale solo negli ultimi due...
Affitto, quali previsioni per il 2016? I principali trend del mercato della locazioneAffitto, quali previsioni per il 2016? I principali trend del mercato della locazione
Che i segnali di ripresa nell’immobiliare ci siano e nel 2016 possano ulteriormente rafforzarsi lo confermano i più importanti...
Canoni in risalita nel 2015, è la richiesta delle famiglie a spingere gli immobili più spaziosiCanoni in risalita nel 2015, è la richiesta delle famiglie a spingere gli immobili più spaziosi
Rimbalzo verso l’alto, dopo anni di calo costante, oppure ripartenza della crescita? L’interrogativo è legittimo, visto il +1,7%...