Cerca

Studenti, la carica degli affitti irregolari.

by Chiara Bianchi
on Settembre 03, 2013
Visite: 1429

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Un'indagine promossa da Contribuenti.it dipinge un quadro a tinte fosche sul mondo degli studenti universitari fuori sede: solo il 29% di essi avrebbe stipulato un regolare contratto d'affitto nel 2013. Un dato che pone l'Italia in cima alla classifica europea dei Paesi evasori, con cifre cinque volte superiori a quelle di Francia e Germania. Eppure, le agevolazioni per chi stipula questo tipo di contratto ci sono. Vediamole.


soldi-casaL'Italia, Paese che vanta la prima università del mondo, quella di Bologna, è stata insignita nel 2013 di un triste primato: quello del maggior numero di contratti in nero per gli studenti universitari fuori sede. Con il 71% di locazioni non regolari, in aumento di 3 punti percentuali rispetto all'anno accademico precedente, il Belpaese scavalca Grecia (64%), Romania (63%), Slovacchia (59%), Bulgaria (52%) e Cipro (43%). I dati sono emersi dall'indagine condotta da Contribuenti.it attraverso l'elaborazione di una serie di dati ministeriali, degli uffici tributi, delle banche centrali, degli istituti di statistica e delle Polizie tributarie.


In testa alla classifica nazionale delle regioni nelle quali sono aumentati i contratti di affitto in nero svetta la Lombardia, con +6,1%, mentre il secondo e il terzo posto spettano rispettivamente al Lazio con + 5,2% e al Veneto con + 5,1%. A seguire il Piemonte (+4,3%), la Liguria (+4,2%), l'Emilia Romagna (3,5%), la Toscana (3,0%), il Trentino (+2,5%), le Marche (+2,5%), la Puglia (+1,8%), la Sicilia (+1,8%), la Calabria (+1,5%), l'Umbria (+1,3%), la Campania (+1,2 %), l'Abruzzo (+ 0,8%) e il Molise con +0,3%. La diffusione dell'evasione si riscontra soprattutto nel Nord Ovest (28,4% del totale nazionale), seguito dal Centro (27,1%) dal Nord Est (26,2%) e dal Sud (18,3%).


Eppure le agevolazioni, per chi stipula questo tipo di contratto, non mancano: per gli inquilini, che pagano canoni inferiori rispetto a contratti di libero mercato, in quanto il contratto a studenti fuori sede ricade fra quelli a canone concordato, e per il proprietario, che può godere di agevolazioni fiscali relative all'IRPEF o alla cedolare secca, all'IMU e all'imposta di registro. Proprio in materia di cedolare secca, il decreto che ha recentemente abolito l'Imu contiene anche una norma che riduce l'aliquota dal 19 al 15% per chi rientra nel regime della cedolare sui contratti a canone concordato: un ulteriore vantaggio per i proprietari. Senza dimenticare che la cedolare prevede anche norme molto vantaggiose per gli inquilini che sono stati costretti a sottoscrivere un contratto d'affitto illegale e che fanno emergere il nero.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Transitorio a canone concordato? Sì alla cedolare al 10%Transitorio a canone concordato? Sì alla cedolare al 10%
Il chiarimento dell'Agenzia delle Entrate Nel corso dell’ormai consueto incontro annuale con gli operatori (Telefisco 2017) organizzato dal...
Affitto, tutte le previsioni per il 2017Affitto, tutte le previsioni per il 2017
Previste più transazioni di mercato nelle grandi città. Canoni abitativi stabili quasi ovunque, solo a Milano segnali di crescita. &...
Affitto, i canoni bassi agevolano la scelta di immobili più spaziosiAffitto, i canoni bassi agevolano la scelta di immobili più spaziosi
Grazie ai ribassi dei canoni di locazione degli ultimi anni, molti inquilini possono permettersi una stanza in più per la propria casa in...
Proroga o risoluzione tardiva in cedolare? Ci sono novità!Proroga o risoluzione tardiva in cedolare? Ci sono novità!
Finalmente buone notizie  Dalla conversione in legge del Decreto Fiscale una gradita sorpresa per i locatori distratti. Se fino ad oggi, infatti...
Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016Le 8 cose da sapere sul mercato dell’affitto nel 2016
Canoni di affitto a due velocità tra nord e sud. Va forte l’abbinamento tra cedolare secca e canone concordato. In aumento chi si...