Cerca

Tassazione immobiliare: Italia la più colpita, ma con la Tasi cosa cambia?

by Chiara Bianchi
on Dicembre 19, 2013
Visite: 845

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 

Anche l'Ocse lo conferma: la tassazione sugli immobili degli italiani è più gravosa rispetto alla media degli altri Paesi membri. Eppure il Ministero dell'Economia ha dichiarato che, nel 2014, la Tasi per i proprietari di prima casa sarà meno gravosa dell'Imu.


iStock 000012229361SmallPersino un organismo internazionale come l'Ocse, l'Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, lo ha ammesso: gli italiani sono un popolo particolarmente tartassato dalle tasse, che siano quelle sui redditi, sui contributi previdenziali o, a maggior ragione, sugli immobili. Secondo un recente studio l'Italia ha avuto, nel 2012, un'incidenza complessiva del fisco di 10 punti superiore a quella degli Stati membri, che si fermava al 34,6% del Pil (contro il 44,4% dell'Italia). La più colpita è proprio la tassazione sulla casa: l'Erario nostrano ha ricevuto un gettito pari al 2,2% del Pil, oltre il 20% in più rispetto alla media Ocse dell'1,8%.

 


Sarà per questo che il Ministero dell'Economia si è affrettato a divulgare una nota nella quale spiega come, nel 2014, la tassa comunale sui servizi indivisibili (la Tasi) per i proprietari di prima casa non sarà più gravosa dell'Imu. I conti sono presto fatti: il gettito totale dell'Imu con aliquota base del 4 per mille e detrazioni base sarebbe stato di 3,8 miliardi; con la Tasi ad aliquota base dell'1 per mille e senza detrazioni il gettito sarà invece di 1,7 miliardi, oltre a 100 milioni di Imu per le sole abitazioni di lusso. Con la Tasi, il prelievo sulla prima casa sarà quindi quasi 2 miliardi in meno rispetto a quello Imu. Il ddl Stabilità, ancora in corso di approvazione, ha inoltre previsto per il 2014 l'assegnazione di 500 milioni di euro per finanziare l'introduzione, da parte dei Comuni, di detrazioni dalla Tasi a favore dell'abitazione principale. Considerando anche la Tasi con aliquota massima al 2,5 per mille, l'inserimento di detrazioni finanziate per 500 milioni porterà a un minore onere fiscale. I dati non tengono poi conto della maggiorazione Tares di 30 centesimi/mq sui servizi indivisibili gravante nel 2013 su tutti gli immobili e abrogata all'introduzione della Tasi stessa.

Presentazione Autore
Chiara Bianchi

Archeologa, guida turistica, formatrice. E poi esperta di social media e copywriter. Se si volesse cercare il filo rosso che collega queste esperienze, lo si potrebbe trovare in una sola parola: comunicazione. Che, in fondo, è più uno stile di vita. La sua missione in questo blog: censurare la prolissità magniloquente di Andrea Saporetti.


Fai una domanda o lascia il tuo commento

0 Restrizione caratteri
Il tuo testo deve essere più lungo di 10 characters
  • Nessun commento trovato

Questo sito utilizza i cookie. Accedendo a questo sito, accetti il fatto che potremmo memorizzare e accedere ai cookie sul tuo dispositivo.

×
Rimani in contatto con noi
Iscriviti per essere informato sulle novità di Blogaffitto
×
Articoli correlati
Tasi 2016: tra abitazione principale del proprietario e dell’inquilino.Tasi 2016: tra abitazione principale del proprietario e dell’inquilino.
Chi paga la Tasi nel 2016? E Quanto? Abbiamo trattato da un po’ nella rubrica di Prima Pagina le novità che la famigerata Legge di...
Imu, Tasi, Tari: i calcoli, le scadenze e le novità per il 2016.Imu, Tasi, Tari: i calcoli, le scadenze e le novità per il 2016.
Le scadenze per il pagamento di Imu, Tasi e Tari. Con l’avvicinarsi del 16 giugno, termine ultimo per il pagamento della prima rata 2016 di Imu...
Rimborso Imu: le istruzioni per ottenerlo.Rimborso Imu: le istruzioni per ottenerlo.
Come richiedere il rimborso Imu. Con maggio si avvicina il momento di versare le prime rate dell’anno sulle tasse locali Imu, Tasi e Tari; oggi...
Due appartamenti, un contratto, quante agevolazioni?Due appartamenti, un contratto, quante agevolazioni?
Le variabili dell’affitto a canone concordato.   Il contratto a canone concordato incontra sempre più spesso i favori dei...
Agevolazioni prima casa: spettano anche a chi ha già un’abitazione acquistata con il medesimo incentivo fiscale? Agevolazioni prima casa: spettano anche a chi ha già un’abitazione acquistata con il medesimo incentivo fiscale?
Le novità sulle agevolazioni prima casa: estesi i beneficiari. Tra le domande che ci vengono rivolte nei commenti di questo blog o nella posta...